Newslettera del 10 luglio 19

Jul 11, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 8 | Likes: 1

Assemblea e presidio FFF, antirazzismo, Biodiversità in Clarea e altre iniziative NOTAV, Esselunga, Free(k) Pride, Assemblea21 e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) GIOVEDI’ 11 LUGLIO ORE 18 presso il Gruppo Abele, Via Sestriere 34, Torino ASSEMBLEA PUBBLICA DI FFF TORINO 25 giugno 19 Fridays For Future Italia : “LETTERA APERTA A TUTTE LE LAVORATRICI, A TUTTI I LAVORATORI E A TUTTE LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI Noi giovani siamo la futura generazione di lavoratori, che nei prossimi anni affronterà le avversità di un mondo sempre più ostile. Gli scienziati del clima indicano che forse non avremo nemmeno l‘opportunità di mettere in pratica ciò che oggi stiamo studiando….. Siamo certi che i sindacati che vi rappresentano e vi tutelano, i sindacati che già conoscono e in alcune occasioni hanno abbracciato le istanze e le rivendicazioni di Fridays For Future, vorranno farsi parte attiva per tutelarvi in questa vostra decisione, e non si risparmieranno in sforzi per avviare già oggi il cambiamento di paradigma necessario. Le due lotte, quella per un pianeta vivibile e quella per i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, sono intimamente connesse, anzi: inscindibili. La necessaria conversione a un sistema ecologicamente sostenibile deve andare di pari passo con la tutela dei diritti dei lavoratori e delle fasce più deboli della popolazione….. Vi invitiamo, quindi, in piazza e nelle strade nella giornata del terzo sciopero globale per il clima, indetto per il 27 del prossimo settembre. Unitevi a noi e se le istituzioni non vorranno riconoscere lo stato di emergenza in cui ci troviamo, sarà la nostra azione, con un’unica voce, a decretarlo….” http://www.fridaysforfutureitalia.it/lettera-aperta-lavoratori ORE 20 Giardini di corso Cosenza angolo via Gorizia FESTA DEI CITTADINI DEL MONDO E DELLA TOLLERANZA Con cena condivisa, musica, giochi VENERDI’ 12 LUGLIO ORE 17 piazza Palazzo di Città PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! “Abbiamo solo più 11 anni per spostare l'intera economia mondiale su energie sostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni al minimo e abbandonare la plastica... 11 anni sono pochi. Noi siamo la prima generazione a sentire gli effetti del cambiamento climatico... Ma siamo anche l'ultima a poter fare qualcosa" La fusione del permafrost sta rilasciando nell'aria enormi quantità di Metano (gas serra) che era trattenuto negli Idrati di Metano. Ciò causerà un ciclo vizioso che aumenterà ulteriormente ed esponenziale le temperatura globale….” https://www.facebook.com/pg/F4Fturin/events/?ref=page_internal DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerdì abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. ORE 21.30 Piazza del Mulino Varesio Bussoleno (TO) “SENZACHIEDEREPERMESSO” di Pierfranco Milanese e Pietro Perotti (Italia 2014, 95’). Sarà presente il regista. La storia dell’operaio Pietro Perotti, impiegato alla Fiat Mirafiori dal 1969 al 1985, che partecipò alle lotte operaie occupandosi di comunicazione all’interno della fabbrica, realizzando adesivi, giornali murali, scritte e disegni nei bagni, pupazzi di cartapesta e gommapiuma, facendo diventare i cortei «teatro di strada». Per la VI edizione della rassegna cinematografica ERRE 70 – Cinema di Resistenza in Valle di Susa, che porta il cinema nei comuni e nelle frazioni della Valle di Susa su tematiche legate alla Resistenza Partigiana, dal 5 al 13 luglio 2019 presso i comuni di Oulx, Exilles, Chiomonte, Bussoleno e Cesana Torinese….” http://www.artemuda.it/ SABATO 13 LUGLIO ORE10.30 – 13.30 Esselunga a Tortona “DIRITTO ALLA LIBERTÀ SINDACALE” “UN PRESIDIO PER RIBADIRE IL DIRITTO DI TUTTE LE LAVORATRICI ED I LAVORATORI DEL PUNTO VENDITA ESSELUNGA DI TORTONA di decidere da soli la propria rappresentanza sindacale. Oggi queste lavoratrici e lavoratori sono costretti a essere rappresentati da un sindacato che non hanno scelto, la Filcams, e non possono nemmeno scegliere un proprio rappresentante per la sicurezza. Una situazione scandalosa e inaccettabile” Organizzato da Flaica Uniti CUB - Piemonte e Cub Piemonte https://www.facebook.com/events/404707740399549/ ORE 16 - 19 Piazza Carlina, 10123 Torino TO, Italia “FREE(K) PRIDE - MOSTR* CONTRO I CONFINI!” “Nella notte tra il 27 e il 28 giugno 1969 a New York, nel locale dello StoneWall Inn, iniziava la rivolta frocia contro la repressione poliziesca e contro una società razzista e omolesbobitransfobica che marginalizzava, reprimeva e uccideva chi non rientrava nella norma bianca, cisgender (persone che si identificano nel genere assegnato alla nascita), eterosessuale. Cinquant'anni dopo. Se nel mese di giugno istituzioni, aziende e politicanti si dipingono i calzini di arcobaleno strumentalizzando le nostre lotte per rifarsi la faccia e riempirsi il portafoglio (1), nel resto dell'anno le rinnovate politiche fasciste e neomoraliste continuano a reprimere la libertà di autodeterminazione delle mostruosità libere e antagoniste….” https://www.facebook.com/events/828362594223863/ ORE 21 Biblioteca «2 giugno» Cesana Torinese (TO) “LE PAROLE DI VENTOTENE” di Marco Cavallarin, Marco Mensa e Elisa Mereghetti (Italia 2019, 53’) elaborazione del progetto di Europa unita contenuto nel Manifesto di Ventotene, redatto con Altiero Spinelli ed Eugenio Colorni nel 1941, in piena guerra mondiale ERRE 70 VI Edizione http://www.artemuda.it/ DOMENICA 14 LUGLIO ORE 9 dal piazzale dell’ex museo di Chiomonte PASSEGGIATA IN CLAREA ALLA SCOPERTA DELLA BIODIVERSITÀ organizzata da PRONATURA alla scoperta della biodiversità minacciata dal Tav. Vedere per credere! Saremo accompagnati da naturalisti ed esperti. SEGUIRÀ PRANZO CONDIVISO AI MULINI presso la nostra casa in comodato d’uso. http://www.notav.info/post/14-07-passeggiata-in-clarea-alla-scoperta-della-biodiversita/ LUNEDI’ 15 LUGLIO ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI VALUTAZIONE DELLE INIZIATIVE EFFETTUATE E SUL PROSEGUIMENTO “Assemblea21 ha lo scopo di condurre un’indagine indipendente e popolare sul debito del Comune di Torino, per contrastarne concretamente la legittimità e liberare risorse in direzione del soddisfacimento dei bisogni fondamentali della nostra comunità territoriale….” VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MERCOLEDI’ 17 LUGLIO ORE 11 appuntamento al cancello della centrale elettrica di Chiomonte PASSEGGIATA E APERIPRANZO NOTAV ALLA MADDALENA Il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i più giovani, ad un’abbondante merenda. ORE 21 all’Edera squat, via Pianezza 115, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione (SPOSTATA DAL MARTEDI’ AL MERCOLEDI PER ALTRI IMPEGNI) INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: GIOVEDI’ 18 E MERCOLEDI 31 LUGLIO INCONTRI SULLA RIVOLUZIONE CONFEDERALISTA IN KURDISTAN alla Credenza di Bussoleno, via Fontan 16. Programma : https://edizionitabor.it/rievoluzione-confederalista-3-18-31-luglio-bussoleno/ DA VENERDÌ 19 A MERCOLEDÌ 24 LUGLIO A VENAUS SI SVOLGERÀ “CAMPEGGIO NAZIONALE STUDENTESCO NO TAV 2019” Presidio NO TAV Venaus ECCO IL PROGRAMMA (può subire variazioni). https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ DA GIOVEDÌ 25 A DOMENICA 28 LUGLIO A VENAUS (TO) TORNERÀ IL FESTIVAL ALTA FELICITÀ, che per quattro giorni riempirà la storica Borgata 8 Dicembre di Venaus, tra concerti, gite, eventi culturali, sport e attività per bambini. “La prima tra le tante novità della quarta edizione è l’apertura da parte del Movimento NoTav, ideatore del Festival Alta Felicità, a tutti i movimenti che lottano per la salvaguardia del clima e contro le grandi opere inutili e dannose che distruggono i territori…… Anche quest’anno per il sabato pomeriggio l’intero Festival si sposterà per alcune ore sui sentieri della Val Clarea per osservare con i propri occhi dove finisce lo sperpero immenso di denaro pubblico. Ci sarà il consueto campeggio completamente gratuito per giovani e famiglie, tantissimi stand food dove poter assaporare le prelibatezze preparate dalle cucine resistenti, che da trent’anni nutrono il movimento NoTav….. Alla luce delle ultime vicende della politica italiana, saremo ancora lì, presenti e attivi, per fermare un’opera vecchia, inutile e imposta, sicuro di farlo insieme a sempre più persone che si riverseranno a Venaus dal 25 al 28 luglio 2019”. https://www.facebook.com/events/462914204483001/ INFO: www.altafelicita.org LINE UP 2019 : http://www.altafelicita.org/festival/lineup-2018-2/ IL TOUR NELLE SALE ITALIANE DI “DOVE BISOGNA STARE” il film-documentario diretto da Daniele Gaglianone, scritto con Stefano Collizzoli, prodotto da ZaLab in collaborazione con Medici Senza Frontiere (MSF), presentato alla 36ma edizione del Torino Film Festival http://www.zalab.org/bisogna-stare-tour-nelle-sale/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) GIOVEDÌ 4 LUGLIO SONO STATE ESEGUITE 17 MISURE CAUTELARI PER LE MANIFESTAZIONI CONTRO IL G7 DI TORINO DEL 2017: sette arresti domiciliari e dieci obblighi di firma tra Modena, Venezia, Torino, Firenze, Bari e la Val Susa. Alle 13 conferenza stampa al centro sociale Askatasuna molto parteciparo VIDEO CONFERENZA STAMPA : https://www.facebook.com/csoaskatasuna/videos/482214639271657/ QUALCHE FOTO CONFERENZA STAMPA PRESSO CSOA ASKATASUNA https://photos.app.goo.gl/BFstUNd6jGw22Zbk8 VIDEO Repubblica: “ARRESTI PER GLI SCONTRI AL G7 DI VENARIA DEL 2017, ASKATASUNA: "VENDETTA NEI NOSTRI CONFRONTI" https://video.repubblica.it/edizione/torino/arresti-per-gli-scontri-al-g7-di-venaria-del-2017-askatasuna- vendetta-nei-nostri-confronti/338791/339393 VIDEO La Presse : “TORINO, ASKATASUNA E NOTAV CONTRO LA QUESTURA: "VOGLIONO SABOTARE IL FESTIVAL ALTA FELICITÀ" https://www.lapresse.it/cronaca/torino_askatasuna_e_notav_contro_la_questura_vogliono_sabotare_il_fe stival_alta_felicita_-1614830/video/2019-07-04/ TG R del 04-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=nCIHtSTl4PM 4 Luglio 2019 NOYAV Info : “ARRESTI AD OROLOGERIA, TUTT* LIBER*! …..Siamo costretti a fare qualche esempio per rendere l’idea….perle su perle, la prosa è fiacca ma la fantasia galoppa. “Le figure degli istigatori e coordinatori” se si trovano davanti è “a mo d’incitamento e garanzia” se si trovano “nelle retrovie” svolgono “un’opera di supervisione e controllo”. “Nondimeno merita precisare che, trattandosi di figure di indubbia nonché riconosciuta caratura all’interno del contesto indagato la loro semplice presenza (…) fungeva da incentivo, da rassicurazione e, al contempo, da avvallo per gli altri manifestanti” e poi giù di condotte “formalmente contestate solo a taluni indagati” ma che hanno “finito per rafforzare gli altrui propositi di reato e le conseguenti azioni criminose non già meramente presenziando alla realizzazione ma piuttosto galvanizzando i materiali esecutori”… Resa l’idea evidenziamo l’incredibile tempistica di questa operazione a quasi due anni dai fatti contestati, che cade oggi proprio a ridosso del campeggio estivo No Tav e del Festival ad alta Felicità. Esattamente la stessa cosa che la procura organizzò un anno fa arrestando il direttore artistico del festival ed altre figure organizzatrici. Esattamente lo stesso pm e lo stesso gip a firmare le misure…insomma, se pensano che così facendo potranno in qualche modo danneggiarci si sbagliano di grosso. Se pensano che questo giochino non sia chiaro e patetico forse dovrebbero ragionare con più lucidità. C’eravamo, ci siamo e ci saremo sempre, questa è l’unica verità che conta e può fare la differenza. Stella, Mattia, Umbe, Donato, Andrea, Giorgio, Dario, Mc, Nico, Stefano, Giuseppe, Niccolò, Dani, Gino, Vitto, Antonio, Jacopo LIBER* SUBITO! Vi aspettiamo in Valle!” http://www.notav.info/post/arresti-ad-orologeria-tutt-liber/ 4 luglio 19 Infoaut : “7 ARRESTI E 10 OBBLIGHI DI FIRMA PER IL G7 DI VENARIA …..Al centro delle indagini, le frizzanti giornate di contestazione del G7 del Lavoro voluto dal ministro Poletti, ultima tappa dell’infelice parabola di governo renziana che sarebbe rovinosamente finita qualche mese dopo tra fischi, sberleffi e proteste. ….. Al centro dell’attenzione della DIGOS, evidentemente fino a oggi troppo impegnata a rimuovere striscioni contro il ministro Salvini, c’è il corteo studentesco del 29 settembre, l’assedio notturno al lussuoso hotel NH di piazza Carlina dove speravano di dormire sonni tranquilli i ministri e il corteo del 30 settembre col suo tentativo di raggiungere la reggia durante la conferenza stampa finale di Poletti. Al netto di un linguaggio guerresco degno di un war movie di serie B, la procura di Torino contesta ai manifestanti quello che è effettivamente al giorno d'oggi il peggiore dei delitti: aver fatto seguire alle parole i fatti, disturbando “il regolare svolgimento del vertice”. Nell’ordinanza ritroviamo anche tutta la batteria di psicoreati contro i “facinorosi” (cit.) che abitano le fantasie della polizia italiana. ,,,,” https://www.infoaut.org/metropoli/7-arresti-e-10-obblighi-di-firma-per-il-g7-di-venaria VEDI ARTICOLI QUOTIDIANI IN R.S. GIOVEDÌ 4 LUGLIO E’ MORTO GIORGIO NEBBIA, TRA I FONDATORI DELL’AMBIENTALISMO ITALIANO, DELLA SCIENZA ECOLOGICA. “Un riferimento umano e politico quale docente universitario, pioniere di ricerche, divulgatore di un numero incredibile di libri e articoli, poderoso archivista, militante infaticabile, sempre disponibile per ogni impegno sociale e politico volto all’ambiente e alla pace, affabile e ironico e di una gentilezza innata. Un maestro capace di coniugare l’ecologismo scientifico con la necessità della giustizia sociale, il rigore tecnico con la spinta utopica, il marxismo e la religione con l’ecologia. Una eredità straordinaria. Un modello esemplare per i giovani. L’ultimo video è stato in APRILE 2016 CON COLLEGAMENTO SKYPE DAL LICEO DI CASALE MONFERRATO SULL’AMIANTO: UNA LECTIO MAGISTRALIS VIDEO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=qLwaMF0cu3Q https://www.rete-ambientalista.it/2019/07/04/e-morto-giorgio-nebbia/ 6 luglio 19 Repubblica : CAROLA RACKETE RACCONTA LA SFIDA DELLA SEA-WATCH: "RIFAREI TUTTO" ….Rackete ha raccontato le sue battaglie, i suoi ideali: "Rifarei tutto quello che ho fatto. Salvini dice che sono una criminale? Non mi importa, adesso sono contenta di aver portato al sicuro queste persone". dal nostro inviato Fabio Tonacci VIDEO: https://media.gedidigital.it/repubblicatv/file/2019/07/05/649959/649959-video-rrtv-650- carola_05072019.mp4 SABATO 6 LUGLIO SI È SVOLTO L’INCONTRO PUBBLICO SULLA “RIQUALIFICAZIONE DI PARELLA SUD OVEST” organizzato dai Comitati Parella Sud Ovest e Torino Borgo Campidoglio Parella San Donato. 9 marzo 19 Comunicato di “Salviamo i prati” : “PAROLE D’ODIO E FINTO CONFRONTO ….Un’esperienza surreale. Ci siamo trovati in un contesto fatto di persone (gli organizzatori) incapaci di confrontarsi in modo civile. Alcuni interventi sono stati molto provocatori e intolleranti, con l’effetto di creare una confusione e un clima di scontro ideali per non entrare nel merito delle questioni; al termine dell’incontro ci sono stati rivolti insulti pesanti e parole di odio, fino al tentativo di aggressione fisica nei confronti di una persona del nostro gruppo. La follia. Riguardo ai contenuti, anche notando la reazione dei presenti agli interventi, abbiamo trovato una forte mancanza di conoscenza e consapevolezza dell’importanza degli aspetti ambientali. Si è parlato di degrado, spaccio, drogati, prostituzione, rifiuti e dei fastidiosissimi barboni... Il palavolley, per molti dei presenti, costituirebbe un necessario presidio che eliminerebbe questi problemi. Ad approfittarsi della situazione l’assessore Montanari, l’ing. Malacrino (progettista) e il sig. Facchini (società Parella Volley), che cavalcano spudoratamente l’insoddisfazione dei cittadini. L’Assessore e Malacrino non hanno minimamente accennato ai tentativi fatti per cercare un’area dismessa alternativa (perché non li hanno fatti) e non hanno fornito informazioni ulteriori rispetto a quelle già note (ma non doveva essere illustrato il progetto definitivo?)…..” https://www.facebook.com/salviamoiprati/ DOMENICA 7 LUGLIO SI È SVOLTO A MODANE UN INCONTRO TRA NOTAV ITALIANI E FRANCESI FOTO INCONTRO ALLA STAZIONE DI MODANE: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10220100657654666&set=pcb.10220100660174729&type=3 &theater INCONTRO: "STOP SUBITO! LA TORINO-LIONE ESISTE GIÀ! "DOMENICA 7 LUGLIO 2019 A MODANE (Rassemblement "Halte-là ! Le LYON-TURIN existe déjà !" dimanche 7 juillet 2019 à Modane) VIDEO DEGLI INTERVENTI ALLA STAZIONE DI MODANE: https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=lq0uqQx7PnA COMUNICATO DEI NO TAV ITALIANI E FRANCESI LETTO DAL VICESINDACO DI VILLARODIN PHILIPPE DELHOMME ALLA STAZIONE DI MODANE 8 luglio 19 Valsusa Oggi : “I NO TAV A MODANE: “INVESTITE SULLA LINEA STORICA, NON SULLA TORINO-LIONE” http://www.valsusaoggi.it/foto-i-no-tav-a-modane-investite-sulla-linea-storica-non-sulla-torino-lione/ ALTRE FOTO DEL CORTEO: https://vamaurienne.ovh/halte-la-halte-la-halte-la-le-lyon-turin-existe- deja/ VIDEO MOMENTO ASSEMBLEARE NELLA SALA COMUNALE DI MODANE: (1° Parte) - https://youtu.be/uBtykClB1z0 (2° Parte) - https://youtu.be/oymOpjCweUk (3° Parte) - https://youtu.be/IaxOww095Nw QUALCHE FOTO DI TUTTA LA DOMENICA 7 LUGIO A MODANE E A SAINT JULIEN: https://photos.app.goo.gl/KZttG59MRDx3T7GdA Comunicato NOTAV Italo francese dopo l'assemblea di Modane di domenica 7 luglio: “STOP SUBITO ! LA TORINO – LIONE ESISTE GIA’! DOBBIAMO FERMARE OGGI, E NON TRA VENT’ANNI, OGNI DECISIONE CHE FAVORISCA ALTERAZIONI GRAVI E IRREVERSIBILI AL CLIMA per assicurare alle prossime generazioni la giustizia climatica Noi cittadini italiani e francesi che da decenni ci opponiamo alla Torino-Lione, una Grande Opera Inutile, Imposta e Devastatrice siamo responsabili e preoccupati per l’uso sbagliato del denaro pubblico e del colpevole abuso dei beni comuni terra, acqua e aria che questo progetto rappresenta. Dobbiamo fermare oggi, e non tra vent’anni, ogni decisione che favorisca alterazioni gravi e irreversibili al clima per assicurare alle prossime generazioni la giustizia climatica. Diciamo ad alta voce che la Lione-Torino è un progetto irresponsabile. La priorità che da anni chiediamo è l’uso della linea esistente, già modernizzata alle norme europee e ben lungi dall’essere saturata. Dobbiamo continuare a garantirne la sicurezza e ottimizzare il suo uso. L’UNITÀ DELL’OPPOSIZIONE TRANSFRONTALIERA CONTRO LA TORINO-LIONE È STATA RIAFFERMATA NEL CORSO DELL’ASSEMBLEA CHE SI È SVOLTA A MODANE DOMENICA 7 LUGLIO 2019 durante la quale sono stati approfonditi nei numerosi interventi in italiano e francese le negatività ambientali, trasportistiche ed economiche del progetto e le prospettive della lotta. La riduzione della CO2 I cantieri della Torino-Lione hanno un bilancio della CO2 disastroso, la quantificazione fantasiosa di TELT ci lascia perplessi. Eppure c’è un’urgente necessità di ridurre le emissioni di gas serra da subito. Siamo di fronte alla schizofrenia e all’impostura dello Stato che raddoppia il tunnel stradale del Fréjus e afferma la volontà di costruire un tunnel di base per il cosiddetto cambio modale. Il bilancio del carbonio della linea attuale è ampiamente compensato e positivo….” http://www.presidioeuropa.net/blog/stop-subito-la-torino-lione-esiste-gia/ 10 luglio 19 Comunicato Presidio Europa NOTAV: “RICATTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA A FINE MANDATO: DA RESPINGERE ! La richiesta dell’INEA di conoscere entro il 26 luglio 2019 la posizione che l’Italia e la Francia intendono riservare alla Torino-Lione deve essere respinta dal Governo italiano. L’INEA è un’agenzia della Commissione Europea e agisce solo per l’esecuzione del contratto di finanziamento europeo dal punto di vista dei Regolamenti e non dell’indirizzo politico. A meno che il Governo italiano non abbia già archiviato il progetto Torino-Lione (dubitiamo fortemente di questa ipotesi), il primo ministro Conte dovrebbe confermare pubblicamente che ogni decisione sulla Torino-Lione sarà comunicata alla prossima Commissione europea e ai prossimi Commissari europei alla fine di ottobre 2019, a seguito delle intese con la Francia da raggiungere nei prossimi mesi sulla base del Contratto di Governo. Nel frattempo l’Italia deve comunicare alla CIG e a TELT che i bandi devono essere fermati. Fino a quando i due Stati Membri Italia e Francia non si accorderanno pubblicamente, la Commissione Europea attuale (e alla fine del suo mandato) non deve assumere alcuna decisione che rappresenti il “punto di non ritorno” per favorire le lobby che promuovono la Grande Opera. Deve essere esclusa anche la proroga del Grant Agreement che scadrà il 31/12/2019…..” http://www.presidioeuropa.net/blog/il-ricatto-della-commissione-europea-a-fine-mandato-da-respingere/ DOMENICA 7 LUGLIO A VENEZIA LA COSTA DELIZIOSA SI È AVVICINATA PERICOLOSAMENTE ALLA RIVA DEI GIARDINI prima di riuscire bruscamente a virare. VIDEO Comitato Nograndinavi : “ORA BASTA È passato a malapena un mese e di nuovo si sfiora l'incidente, ora basta! Già è una follia consentire il passaggio delle grandi navi in condizioni normali, permetterlo con questo tempo è da criminali! … La terza volta non ci sarà una banchina in cemento armato, né una correzione di rotta all'ultimo secondo: questi mostri devono stare fuori dalla laguna, subito! https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=2149432945106678&id=100001199804653 LUNEDÌ 8 LUGLIO PRESIDIO DI SOLIDARIETÀ AL CPR PER MORTE DI UN RECLUSO IN CELLA DI ISOLAMENTO I solidali si sono dati appuntamento sotto i muri di c.so Brunelleschi. Come al solito la Polizia ha caricato gratuitamente a farne le spese due compagni aggrediti dalla rabbia degli sbirri, Il Videomaker ha preso qualche manata in faccia, un calcio sulla mano nel tentativo di salvare la macchina fotografica, ahimè irrimediabilmente compromessa. VIDEO : https://www.youtube.com/watch?v=FEphCMF7Kzo 5 luglio 19 Maverick : “CENTENARIO DI BIANCA. UN POMERIGGIO D’ESTATE A MEANA di Fabrizio Salmoni … A Meana Ada aveva la casa che fungeva da rifugio temporaneo per i partigiani a cui anche Bianca da staffetta faceva riferimento per i collegamenti ma anche per incontrare fugacemente il suo fidanzato partigiano Alberto Salmoni tra un’azione e l’altra tra Val Susa e Val Chisone. E li a Meana, alcune donne valorose trainate da Emanuela Tomassone hanno fondato la Biblioteca Popolare intitolata al Gallo Sebastiano, bipede protagonista di uno dei racconti di Ada per bambini, a cui la famiglia di Bianca ha donato parte della sua biblioteca della Resistenza…… DOMENICA 30 GIUGNO, una ventina di persone si sono ritrovate in quella piccola meraviglia che è il Tempio Valdese, che ricorda le chiesette evangeliche del Sud degli Stati Uniti, per ricordare le tre donne e ricevere dal Centro Studi Piero Gobetti di Torino tramite il direttore Pietro Polito, LA COLLEZIONE COMPLETA DEL GIORNALE DEI GENITORI. Lo stesso Polito ha interagito con Angela Arceri, giovane biografa di Ada, sollecitandole ricordi e riflessioni. Poi il sottoscritto, unico testimone in sala di tutte e tre le donne, ha raccontato della loro importanza sulla sua formazione fin dall’infanzia, leggendo anche alcuni estratti dai diari inediti di Bianca e raccontando aneddoti di vita condivisa. Poi è finito il pomeriggio come da tradizione: una sontuosa merenda sinoira preparata dalle donne del Gallo Sebastiano nella cucina della foresteria del Tempio…. ” https://mavericknews.wordpress.com/2019/07/05/centenario-di-bianca-un-pomeriggio-destate-a-meana/ 6 luglio 19 Maverick : “RICORDO DI BIANCA GUIDETTI SERRA IN SALA ROSSA E INTERVENTO DI FABRIZIO SALMONI ….Tra il pubblico, il presidente dell’Anpi nazionale Carlo Smuraglia, la consigliera 5S Viviana Ferrero, l’avvocato Roberto Lamacchia dei Giuristi Democratici, Pietro Polito direttore del Centro Studi Piero Gobetti. Con noi entra Lisa Levi, figlia di Primo e mia antica compagna di giochi, che prosegue la tradizione dell’amicizia tra le nostre due famiglie. Gli interventi sono programmati per poter procedere in mattinata alla scopertura della targa a quel gioiellino che è la neo-restaurata biblioteca civica di piazzetta dei Menusieri, intitolata recentemente al nome di Bianca, grazie anche all’interessamento della consigliera Artesio e alla collaborazione della direttrice Anna Rigassio….. Per un ricordo di Bianca in un ambiente decisamente più informale, l’appuntamento è al Festival dell’Alta Felicità di Venaus, Venerdi 26 luglio alle ore 17,30 con il reading-concerto Le Stagioni di Bianca. Procura permettendo, vista l’attualità… INTERVENTO IN SALA ROSSA DI FABRIZIO SALMONI A RICORDO DI BIANCA IN CONSIGLIO COMUNALE …..Mi è stato chiesto di ricordare Bianca nella sua veste di consigliere comunale dal mio punto di vista, un breve periodo della sua vita di impegno di cui in verità so poco perchè poco ne parlava e si capiva che poco la soddisfava. Si interessava della condizione carceraria e si prestava a risolvere questioni intricate che le venivano affidate sempre per via informale e senza portafoglio “Difficile incidere veramente” diceva…..” https://mavericknews.wordpress.com/2019/07/06/ricordo-di-bianca-guidetti-serra-in-sala-rossa-e- intervento-di-fabrizio-salmoni/ 10 luglio 19 Comunicato Stampa Coordinamento Nazionale No Triv: “SMANTELLAMENTO PIATTAFORME, NESSUN PIANO IN VISTA anche se la vera notizia e' la continuita' rispetto ai governi Monti e Renzi Il Decreto Ministeriale 15 febbraio 2019, con cui sono state approvate le "Linee guida nazionali per la dismissione mineraria delle piattaforme per la coltivazione di idrocarburi in mare e delle infrastrutture connesse", prevede che i titolari di concessioni debbano comunicare entro il 31 marzo di ogni anno al MISE l’elenco delle piattaforme in dismissione e che il MISE, acquisiti i pareri del Ministero dell’Ambiente e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, debba pubblicare entro il 30 giugno di ogni anno l’elenco delle piattaforme in dismissione e, in particolar modo, quelle che possono essere riutilizzate. Ad oggi, come noto, l'elenco non è stato reso pubblico. Dopo la pubblicazione di un primo elenco ufficioso, partorito sul finire dello scorso anno e frutto di un iniziale accordo tra Mise ed Assomineraria, si registra una forte attesa anche rispetto agli impianti che accederanno alla possibilità di usi alternativi allo smantellamento; ad esempio, a progetti di riconversione, depositi per minigassifitori, impianti di produzione di energia elettrica attraverso lo sfruttamento del moto ondoso, ecc…..” https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/posts/2349184655345105?__tn__=K-R Luglio 19 Comunicato Comitato Acqua Pubblica Torino: “PER NON PAGARE DUE VOLTE LA STESSA ACQUA …Qualche anno fa, tra il 2014 e il 2016, Smat ha caricato sulle bollette dell'acqua un conguaglio ingiusto. Infatti, siccome nel periodo tra il 2008 e il 2011 il consumo di acqua potabile è stato inferiore a quanto Smat avesse previsto, anziché premiare i cittadini e le cittadine per aver risparmiato una risorsa tanto preziosa, ha preteso di coprire le mancate entrate di quel periodo con un aumento tariffario postumo! Ovvero, l'acqua consumata e già pagata dal 2008 al 2011, Smat ce l'ha fatta ripagare aumentando le tariffe due anni dopo! Il Comitato Acqua Pubblica Torino nel 2016 ha promosso una causa pilota presso il Giudice di pace che nel 2017 ha dato ragione all'utente. Ma Smat, anziché rimborsare, è ricorsa in appello al Giudice ordinario che, nel 2018, ha ribaltato la sentenza stabilendo che l'equilibrio economico-finanziario di Smat conta di più del risparmio idrico! Peraltro, se il Giudice si fosse dato la pena di verificare i bilanci di Smat, avrebbe constatato che in quegli stessi anni la società ha realizzato considerevoli utili, ben 69 milioni di euro! Abbiamo ora un'ultima possibilità per ottenere giustizia: il ricorso alla Corte di Cassazione. E' una causa lunga e difficile ma è l'unica chance rimasta per far valere i diritti di tutte/i. Per intentarla abbiamo bisogno del tuo aiuto. Dobbiamo raccogliere 3.000 euro per pagare il processo e l'avvocato…..” TUTTE LE ISTRUZIONI PER CONTRIBUIRE SONO A QUESTO LINK: https://www.acquabenecomunetorino.org/cassazione ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO “E' SOLO UN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO…” http://lucaxino.altervista.org/ IN LIBRERIA E IN EDICOLA CON IL FATTO QUOTIDIANO A 14 €: “PERCHÉ NO TAV”, TUTTE LE RAGIONI PER DIRE NO ALL’ALTA VORACITÀ TORINO-LIONE di Marco Travaglio, Erri De Luca, Marco Revelli, Tomaso Montanari, Luca Mercalli, Angelo Tartaglia, Livio Pepino, Alessandra Algostino, Claudio Giorno, Chiara Sasso, Luca Giunti. https://shop.ilfattoquotidiano.it/perche-no-tav-dal-28-marzo-in-libreria-e-in-edicola-con-il-fatto- quotidiano/ UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 25 giugno 19 Torino oggi : “TORINO, LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI È STATA APPENA LANCIATA ED HA UN OBIETTIVO DI 200MILA EURO. Una cifra che permetterebbe di scongiurare la chiusura dell’ultimo baluardo delle librerie indipendenti torinesi… “Il nuovo locale richiede una profonda ristrutturazione che, ad oggi, non siamo in grado di sostenere con le nostre sole forze – spiega il proprietario della libreria Paolo Barsi su GoFundMe – Per questo abbiamo lanciato un crowdfunding volto a raccogliere fondi per ristrutturare gli spazi che accoglieranno la Nuova Libreria Comunardi”…. “La società proprietaria dei muri, la Crab Holding S.p.a., ha recentemente venduto gli spazi a Ellemme, una fondazione “amica” che avrebbe dovuto rilevare i locali affinché la storica Libreria Comunardi sopravvivesse alla gentrificazione – spiega Barsi – Dopo cinque estenuanti mesi di trattativa, Ellemme si è ritirata dall’accordo, affittando gli spazi all’ennesimo supermercato, il quale ha proposto un canone di affitto superiore del 75% rispetto a quello attualmente versato dalla Libreria. Lo sfratto è oramai inevitabile”….” http://www.torinoggi.it/2019/06/25/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/torino-un-crowdfunding- per-salvare-la-libreria-comunardi.html ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 4 luglio 19 Repubblica: “TORINO, BLITZ PER GLI SCONTRI AL G7 DI VENARIA DI DUE ANNI FA. Salvini: finita la pacchia per gli estremisti rossi Diciassette le misure cautelari, nove riguardano i torinesi. La replica dei centri sociali: "Una vendetta contro movimenti" dice Alberto Perino, leader No Tav di Cristina Palazzo ……..“La regia degli scontri è da ricondurre ai capi del centro sociale Askatasuna in particolare a Giorgio Rossetto, Andrea Bonadonna, Mattia Marzuoli e Umberto Raviola”, ha spiegato Carlo Ambra, dirigente della Digos di Torino che ha condotto l’operazione in collaborazione con i reparti di Roma, Firenze, Modena, Bari e Venezia. I quattro leader sono finiti ai domiciliari insieme con Donato Laviola, 31enne e la 38enne Stella Gentile di Askatasuna e il leader di “Autonomia diffusa” di Firenze Dario Tondini. Per la due giorni di scontri - 29 e 30 settembre 2017 - sono scattate le misure cautelari anche per altri tre militanti di Askatasuna, insieme con leader del modenese “Spazio Guernica”, e altri vertici di centri romani baresi e fiorentini. In tutto sono 52 le persone denunciate...... Immediata la replica. "Una vendetta contro i movimenti a pochi giorni da un momento importante per i No Tav come il festival dell'Alta Felicità cui alcuni degli arrestati danno un contributo fondamentale". Alberto Perino, storico leader del movimento No Tav, è il primo a far sentire la solidarietà agli attivisti del centro sociale Askatasuna, arrestati questa mattina con una contro-conferenza : "Abbiamo già allevato le nuove generazioni, mettetevi il cuore in pace. Il movimento NoTav e gli antagonisti ci saranno sempre per rompere le scatole - tuona Perino - Noi c’eravamo, ci siamo e ci saremo sempre, sono trent’anni che questa cosa si avvera. È vergognoso quello che sta succedendo a Torino grazie alla procura e alla questura". A prendere parola anche militanti di Manituana e Studenti Indipendenti e del Spazio popolare Neruda di via Ciriè, mentre per Askatasuna parla Dana Lauriola: "È l’ennesimo attacco che riceviamo ma non ci scalfirà, continueremo la nostra battaglia sociale. Non passa inosservata la distanza siderale tra i fatti e le misure, crediamo che l’inchiesta lasci il tempo che trovi anche per la durata che avrà. E nonostante questo tempo hanno deciso per misure di urgenza" spiega l'attivista. Perino collega gli arresti con i prossimi appuntamenti in Valsusa: " Come un anno fa hanno pensato di fare fuori Andrea (Bonadonna, ndr) e Giorgio (Rossetto,ndr) per 15 giorni in vista del festival. È una vendetta, non ci sono motivi di reiterare reato dopo questo tempo. Anzi sembra che le ordinanze di custodia cautelare giacessero in questura da mesi e che siano state tirate fuori ora per ripetere le stesse limitazioni in vista del festival che fu un successo - dice il leader No Tav - Se pensano che non sia così sbagliano. Si chiama stalking e vendetta, il problema è che se lo fa lo stato non sai a chi rivolgerti, di sicuro fanno incazzare le persone che possono capire cosa sta succedendo, per rendersi conto in che stato ci troviamo oggi. Magari per benpensanti e madamin va bene ma per chi non vuole piegarsi è un motivo in più. Un’ultima cosa allo Studio Mittone, voglio vedere se come si è battuto per la libertà di espressione della capitana Carola Rackete, lo faccia anche per questa misura vergognosa. Peccato che aveva querelato Erri De Luca" https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/07/04/news/blitz_della_polizia_per_gli_scontri_al_g7_di_venari a-230295833/ 4 Luglio 19 Stampa “NOVE ARRESTI A TORINO PER GLI SCONTRI DURANTE IL G7 DI VENARIA DEL 2017 Destinatari dei provvedimenti tutti i capi del centro sociale Askatasuna di corso Regina Massimiliano Peggio https://www.lastampa.it/torino/2019/07/04/news/nove-arresti-a-torino-per-gli-scontri-durante-il-g7-di- venaria-del-2017-1.36639801 4 Luglio 19 FQ : “TORINO, BLITZ NEI CENTRI SOCIALI: 17 MISURE CAUTELARI PER VIOLENZE G7 DI VENARIA I provvedimenti riguardano i vertici di Askatasuna, il maggiore centro sociale di Torino, e i leader di centri sociali di altre città italiane https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/07/04/torino-blitz-della-digos-nei-centri-sociali-17-misure- cautelari-per-violenze-g7-di-venaria/5300276/ 4 luglio 19 Nuova Società : “ARRESTI PER GLI SCONTRI AL G7 DI VENARIA http://www.nuovasocieta.it/arresti-per-gli-scontri-al-g7-di-venaria/ 4 luglio 19 ANSA : “CENTRI SOCIALI, BLITZ DELLA DIGOS A TORINO PER VIOLENZE AL G7 17 misure cautelari contro leader italiani https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2019/07/04/centri-sociali-blitz-della-digos-a-torino-per-violenze-al- g7-_5d3c172d-fd08-426f-8cd9-c0eb8d92eee3.html 5 Luglio 19 FQ : “SCONTRI AL “G7 DELLA SCIENZA”. ARRESTI DOMICILIARI PER QUATTRO LEADER DI ASKATASUNA di Andrea Giambartolomei Si erano dati appuntamento a Torino contro il G7 dell’Industria, Scienza e Lavoro e poi si erano scontrati con le forze dell’ordine. Sette antagonisti sono finiti ieri ai domiciliari e altri dieci dovranno presentarsi tutti i giorni alla polizia giudiziaria. Sono le misure cautelari stabilite dal Tribunale di Torino contro alcuni manifestanti che hanno preso parte agli scontri del 29 e del 30 settembre 2017 a Venaria Reale. Sono accusati di violenza aggravata a pubblico ufficiale, lesioni ed esplosione di ordigni e materiale esplodenti. Si tratta soprattutto, come spesso accade, di militanti del centro sociale Askatasuna, tra cui spiccano i leader storici Giorgio Rossetto e Andrea Bonadonna che insieme a Mattia Marzuoli e Umberto Raviola sarebbero stati alla “regia delle azioni criminali”, come sostiene la Digos della questura di Torino….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/05/scontri-al-g7-della-scienza-arresti- domiciliari-per-quattro-leader-di-askatasuna/5302685/ 4 luglio 19 Repubblica : “E' MORTO GIORGIO NEBBIA, AMBIENTALISTA E DOCENTE DI MERCEOLOGIA E' stato parlamentare della Sinistra indipendente e ha insegnato all'università di Bari Giorgio Nebbia, pioniere del movimento ambientalista italiano, parlamentare della Sinistra indipendente alla Camera (1983-1987) e al Senato (1987-1992), è morto all'età di 93 anni. Ha studiato per una vita la scienza delle merci, la sua materia di insegnamento era infatti la merceologia, dedicandosi ad approfondimenti sull'impatto ambientale e la ecosostenibilità….. Giorgio Nebbia è autore di diversi libri, tra i quali "L'energia solare e le sue applicazioni" (Feltrinelli, 1966), "Il problema dell'acqua" (Cacucci Editore, 1969), "Lezioni di merceologia" (Laterza, 1981), "La società dei rifiuti" (Edipuglia, 1990), "Lo sviluppo sostenibile" (Edizioni Cultura della pace, 1991), "Le merci e i valori. Per una critica ecologica al Capitalismo" (Jaca Book, 2002)….” https://www.repubblica.it/ambiente/2019/07/04/news/e_morto_giorgio_nebbia_ambientalista_e_docente_ di_merceologia-230311191/ 4 Luglio 19 FQ : “TAV BRESCIA-PADOVA, SÌ ALLA GRANDE OPERA INUTILE 8,6 miliardi - Via libera anche se bocciata dall’analisi costi-benefici. Toninelli: “Costa troppo fermarla” di Dario Balotta Il governo ha confermato ieri il via libera al Tav Brescia-Verona, nonostante la bocciatura dell’analisi costi-benefici resa pubblica dal ministero delle Infrastrutture dopo mesi dalla sua consegnata. “È un’opera che ha mosso i primi passi 30 anni fa e che costa troppo fermare”, ha detto il ministro Danilo Toninelli. Eppure, a leggere i numeri contenuti nei documenti pubblicati, non parrebbe proprio. L’analisi è molto negativa: la realizzazione dell’opera comporta una perdita netta di 2,4 miliardi. Un pessimo impiego delle risorse, al 100 per cento pubbliche. La relazione giuridica indica invece per i costi di recesso e contenzioso una possibile forbice compresa tra 0 (scenario ottimistico) e 1,2 miliardi. Dunque, anche considerando lo scenario pessimistico il saldo rimarrebbe fortemente negativo. Perché allora il ministero dà via libera? General contractor dell’opera è il consorzio Cepav 2 (Saipem 59%, Pizzarotti 20,5% e Maltauro 20,5%) cui erano stati assegnati i lavori nel 1991. Un’assegnazione senza gara, come per le altre tratte Tav italiane, a consorzi privati e pubblici, che hanno resto l’alta velocità ferroviaria italiana la più costosa d’Europa. Saipem è controllata dalla Cassa Depositi e Prestiti, quindi una controllata del Tesoro dovrebbe fare causa al governo italiano. Al di là dello scenario, il Tav Brescia-Padova resta inutile. ….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/04/tav-brescia-padova-si-alla-grande-opera- inutile/5300035/ 4 luglio 19 Valsusa Oggi : “CHIOMONTE, PASSEGGIATA NELL’AREA DEL MUSEO ARCHEOLOGICO “BIOBLITZ” Riceviamo dal team universitario del “progetto biodiversità” Il Museo Archeologico di Chiomonte apre le porte ai cittadini per scoprire insieme fauna, flora e ambiente locale in occasione del “BioBlitz”, in programma domenica 14 luglio, dalle 9.30 alle 15.00. Saranno i ricercatori dell’Università di Torino, che stanno conducendo studi sulla biodiversità locale, ad accompagnare appassionati grandi e piccini in un’esperienza di educazione naturalistica e scientifica, alla scoperta di piante, farfalle e pipistrelli…. È prevista una breve passeggiata nelle aree limitrofe al Museo Archeologico di Chiomonte. Il percorso in campo ha una lunghezza di circa 800-900 metri (in totale 1600-1800 A/R), prevalentemente ombreggiato in quanto all’interno del bosco, con una pendenza media di circa il 15% e un picco di circa il 30%, per un dislivello totale di circa 100 m. Occorre portare acqua e pranzo al sacco e indossare scarpe da trekking. La partecipazione è gratuita, ma la prenotazione è obbligatoria….” http://www.valsusaoggi.it/chiomonte-passeggiata-nellarea-del-museo-archeologico-bioblitz/ 4 Luglio 19 . “SPIFFERO PERSA LA BATTAGLIA TAV, "SALVIAMO APPENDINO" Nessuno tra gli eletti del M5s crede ancora di poter fermare la Torino-Lione e allora il vero obiettivo è preservare la sindaca da ogni possibile scossone politico. Lei annuncia il forfait all'assemblea di domani con gli attivisti. Redde rationem con Di Maio Oscar Serra La questione vera non è più la Tav, ma il futuro di Chiara Appendino. Con l’esclusione di qualche ingenuo attivista, nessuno tra gli eletti pentastellati, pensa che questo governo sia in grado di bloccare un’opera ormai in fase di realizzazione e frutto di accordi internazionali sottoscritti su mandato di un voto parlamentare. La base, però, chiede ai suoi portavoce uno strappo, un segnale; e domani durante l’assemblea al Teatro Alfa, gli occhi saranno puntati innanzitutto sui 23 consiglieri del MoVimento 5 stelle che rappresentano la maggioranza a sostegno di Appendino. Che fare? La prima cittadina ha già fatto sapere che non si presenterà all’incontro che si preannuncia infuocato e in cui i presenti esigeranno delle risposte dai loro portavoce. Lasceranno il Movimento? Fonderanno un gruppo No Tav in Sala Rossa? …… La capogruppo a Palazzo Lascaris Francesca Frediani è l’unica, a oggi, disposta a portare lo scontro alle estreme conseguenze, senza escludere un addio a quel MoVimento che l’ha ospitata quando lei già era No Tav, poiché in Valsusa il Movimento è innanzitutto quello No Tav. L’assemblea di domani sarà uno sfogatoio, servirà per misurare il livello di sopportazione raggiunto dagli attivisti. E a quel punto provare a calibrare un’azione coordinata. Ci saranno gli incendiari a partire dal senatore torinese Alberto Airola e dalla collega di Montecitorio Jessica Costanzo, ma ci saranno soprattutto i pompieri Elisa Pirro e Luca Carabetta. Presente anche Davide Serritella, considerato piuttosto indifferente al tema, mentre il viceministro dell'Economia Laura Castelli, portabandiera di una proposta light che ha scontentato tutti avrebbe accampato improrogabili impegni e molto probabilmente darà forfait per evitare il fuoco di critiche. Due facce di una forza che si divide ancora tra movimentisti e governativi, oltranzisti e dialoganti, di lotta e di governo, ma che intanto, in questo sfibrante dibattito sta perdendo la sua identità”. https://lospiffero.com/ls_article.php?id=46617 5 luglio 19 Nextquotidiano : “COSÌ DI MAIO CERCA DI FAR PASSARE LA TAV SENZA CHE GRILLO SE NE ACCORGA …..La linea Maginot della pazienza di Beppe Grillo esiste e ha un nome: si chiama Tav. Una battaglia che il fondatore del Movimento 5 stelle non può dimenticare, certo non in nome della prosecuzione di un governo con la Lega che tollera, ma che per molti versi non gli piace. Luigi Di Maio lo sa e ha studiato l’espediente per salvarsi dall’unica mossa che – a oggi – potrebbe dannarlo….. Grillo non ne ha alcuna intenzione e ha fatto capire il suo disarmo a tutti i parlamentari che lo sentono, anche ai più scontenti. Ma sfidarlo sulla questione dell’alta velocità Torino-Lione, l’unica di valenza politica su cui continua a ripetere il suono, non sarebbe saggio da parte dei nuovi vertici MSS…. Così, Di Maio ha deciso di schierare i suoi sul no. Senza però che questo significhi bloccare un’opera che a questo punto – l’ala “governista” M5S ne è convinta – non si può fermare. Così, il governo chiederà presto un voto al Parlamento per revocare il trattato Italia-Francia che regola la Tav Torino-Lione. A una condizione: che i vari schieramenti possano esprimersi liberamente. Seguendo i propri principi a costo di minare, per una volta, l’unità di intenti dell’esecutivo. «La Lega voterà sì insieme a Pd e Forza Italia – ragionano nel quartier generale del vicepremier M5S – noi diremo no e a quel punto nessuno potrà rimproverarci di nulla. Né i no Tav della Val Susa, né i consiglieri comunali di Torino pronti a far cadere la giunta di Chiara Appendino, né Grillo». Una soluzione che salverebbe l’anima dei 5 stelle e il governo giallo-verde”. https://www.nextquotidiano.it/di-maio-tav-grillo-come-stanno-le-cose/ 6 luglio 19 Repubblica : “M5S DI TORINO: IL BRACCIO DI FERRO SULLA TAV È RINVIATO ALL'INCONTRO CON DI MAIO All'assemblea degli attivisti grillini non si trova l'unità sulle minacce più pesanti di Jacopo Ricca "Il presidente del consiglio Conte tenga conto della contrarietà dei 5stelle nella trattativa sul Tav". L'assemblea degli attivisti del Movimento 5stelle di Torino e provincia non trova l'unanimità sulle minacce più pesanti in caso di via libera alla Tav Torino-Lione: "Eletti ed attivisti di Torino e provincia si sono ritrovati uniti con lo stesso intento, riaffermare la contrarietà alle grandi opere inutili di cui il Tav è l'emblema principe" si legge nel comunicato diffuso dopo tre ore di assemblea. "Con questa assemblea stiamo chiedendo a tutti i rappresentanti eletti nelle istituzioni e nel governo di mantenere salda la posizione e di non cedere a più facili compromessi, soluzioni di ripiego o alternative non giustificabili - tuonano gli attivisti - Siamo sicuri che il presidente Conte saprà tenere nella giusta considerazione la posizione del movimento 5 stelle nelle sue interlocuzioni con le controparti francese ed europea. E di certo non consentirà che Telt prosegua su una strada contrassegnata da importanti sprechi e non investimenti di denaro che potrebbero essere più proficuamente spesi sul territorio in opere utili alle popolazioni". All'incontro, iniziato alle 21 al teatro Alfa, si sono trovati un centinaio di attivisti pentastellati, un gruppo di consiglieri comunali e regionali e alcuni parlamentari piemontesi, tra cui Elisa Pirro e Luca Carabetta, emissari dei vertici nazionali che dovevano trovare una mediazione. Nel documento approvato dall'assemblea però si boccia qualsiasi ipotesi di mediazione o accordo, come quelle ventilate dalla viceministra all'Economia, Laura Castelli….” https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/07/06/news/m5s_di_torino_il_braccio_di_ferro_sulla_tav_e_rinv iato_all_incontro_con_di_maio-230478209/ 6 Luglio 19 Stampa: “AIROLA: "SE PASSA LA TAV, NON HA SENSO STARE AL GOVERNO" Lo ha detto il senatore dei 5 stelle in un meeting di preparazione per l'incontro con Di Maio che il 12 luglio sarà a Torino Bernardo Basilici Menini ….Ovviamente, fare cadere il governo non è automatico. Si deve aspettare il primo voto di fiducia utile, o uscire proprio dal Movimento….. La carica era composta di consiglieri comunali, regionali, di circoscrizione, più parlamentari (che spiegano di non aver votato il documento risolutivo per rispetto verso l'assemblea locale) e di attivisti. Impossibile entrare per chi non si era già segnato nel form su internet. E da dentro non filtra niente. I partecipanti sono stati sotto le attese. Circa 60/70 persone. Presenti i parlamentari piemontesi, mentre, tra gli assenti, ci sono tutti quelli che sulla Torino-Lione sono stati troppo morbidi, o quasi favorevoli: Castelli, il leader M5S regionale Bono e Chiara Appendino, oltre che Giorgio Bertola, ex candidato governatore in Regione. Niente resa dei conti tra base ed eletti, né sferzate da parte di quelli della linea dura, ma applausi e boati agli interventi. Ma alla fine, del famoso documento che doveva servire a fare fronte contro la Tav non c'è nemmeno l'ombra. Dai canali ufficiali del Movimento non filtra niente. Solo una nota, a fine assemblea, in cui però non si parla del grande tema…” https://www.lastampa.it/torino

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

Comments

You must log in to comment

×

Modal Header

Modal body