Newslettera del 17 luglio 19

Jul 18, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 15 | Likes: 1

Curdi, CPR, Per non dimentiCarlo, campeggio studentesco e altre iniziative NOTAV, FFF, Assemblea21 e aggiornamenti ‘PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) GIOVEDI’ 18 LUGLIO ORE 18,30 alla Credenza di Bussoleno, via Fontan 16 LA LOTTA DELLE DONNE TRA AUTODIFESA E INTERNAZIONALISMO Introduzione di Ezel Alcu e videointervento di Veysi Altay ORE 21.00: “NÛ JÎN”, PROIEZIONE DEL FILM DI VEYSI ALTAY «La donna è vita! La vita è resistenza! La resistenza è Kobane!» È l’esordio del film che racconta attraverso le voci di tre donne dell’Unione femminile di protezione (Ypj) i cinque mesi di resistenza della città di Kobane dall’assalto dello Stato islamico nel 2014. Veysî Altay si occupa di fotografia e cinema da 20 anni. Ha lavorato per molti anni come amministratore per Amnesty International e per la Human Rights Association (İHD), e ha realizzato reportage dalla guerra in Rojava (Kurdistan occidentale) durante le battaglie contro l'ISIS a Serêkaniyê/Ras al-Ayn (2013) e a Kobanê (2014)”. Organizzato da Ri-e-voluzione confederalista https://www.facebook.com/events/288205951973672/ PROGRAMMA INCONTRI SULLA RIVOLUZIONE CONFEDERALISTA IN KURDISTAN https://edizionitabor.it/rievoluzione-confederalista-3-18-31-luglio-bussoleno/ ORE 21 Piazza Sabotino, Torino “UNA LUCE PER FAISAL, UNA LUCE PER I DETENUTI E LE DETENUTE DEL CPR” FIACCOLATA AL CPR DI CORSO BRUNELLESCHI “Lunedì 8 luglio 2019 al mattino viene ritrovato all'interno dell'infermeria del CPR di corso Brunelleschi a Torino, il corpo senza vita di Faisal Hossein, 32 anni originario del Bangladesh, morto nella giornata di domenica. La notizia si sparge rapida tra gli altri reclusi e in poco tempo riesce a valicare le mura del carcere arrivando a solidali e testate giornalistiche, ma vi è una gran confusione: in un primo momento viene fornito un nome sbagliato accompagnato dalle più svariate ipotesi sulle cause della morte di Faisal. Un effetto prevedibile dovuto al buio che circonda quel lager. Per ora sappiamo che Faisal è entrato vivo dentro il CPR per un semplice reato amministrativo e che per questo è stato recluso nel luogo in cui poi è morto. Faisal è stato trovato morto in infermeria, dove era trattenuto separatamente dagli altri come se fosse stato posto in isolamento, ma all'interno dei CPR non sono previste celle detentive di questo tipo. Chi ha deciso di porre Faisal in tale condizione?...” Alla partenza verranno distribuite alcune torce, ma vi invitiamo ad autorganizzarvi portando con voi fiaccole , pile , candele o qualsiasi altra cosa possa produrre luce . VERITÀ PER FAISAL – LIBERTÀ DI MOVIMENTO PER TUTTE E TUTTI! Organizzata da CSOA Gabrio https://www.facebook.com/events/558837427854835/?ti=cl DA VENERDÌ 19 A DOMENICA 21 LUGLIO PER NON DIMENTICARLO A Genova VENERDÌ 19 LUGLIO ORE 15-20 Presso il CAP (CRAL Autorità Portuale) via Albertazzi 3 r (di fronte alla Caserma dei Vigili del Fuoco) GIORNATA DI STUDIO E DI CONFRONTO: MODELLO DI GESTIONE DELL’ORDINE SOCIALE E PROGRAMMA POLITICO IN ATTO. Con Haidi Giuliani e Gilberto Pagani, Livio Pepino, Gianluca Vitale, Enrico Zucca (in attesa di conferma). Cesare Antetomaso, Simonetta Crisci, Claudio Novaro, Giovanni Russo Spena. Caterina Calia, Maria Luisa D’Addabbo, Salvatore Palidda, Alessandra Ballerini, Sandra Berardi, Ornella Favero, Eleonora Forenza, Luca Greco, Luisa Mondo. Organizzano: Osservatorio Repressione, Movimento Antipenale, Comitato Piazza Carlo Giuliani SABATO 20 LUGLIO, ORE 15-19,45 Piazza Alimonda “PER NON DIMENTICARLO” Con le canzoni e la musica di Altera, Contratto Sociale Gnu- Folk, Pardo Fornaciari con il Coro Garibaldi d’assalto, Luca Lanzi della Casa del Vento, Alessio Lega, Malasuerte FiSud, Lele Ravera (LRB Liberdade), Marco Rovelli con Massimiliano Furia, Pupi di Surfaro, Renato Franchi e l’Orchestrina del Suonatore Jones. Con interventi dal palco. Organizza: Comitato Piazza Carlo Giuliani DOMENICA 21, ORE 15 presso il CSOA Pinelli, via Fossato Cicala 22 – Sangottardo GRANDE TORNEO DI CALCIO SU UN CAMPETTO DI PERIFERIA Quest’anno nuove emozionanti regole: si giocherà 4 contro 4 ed ogni squadra dovrà avere in organico un under 14. Vittoria assicurata per ogni giocatore/giocatrice che si divertirà!CARLO VIVE Organizza: Centro Sociale Pinelli http://www.piazzacarlogiuliani.it/index.php?option=com_content&view=article&layout=edit&id=240 DA VENERDÌ 19 A MERCOLEDÌ 24 LUGLIO “CAMPEGGIO NAZIONALE STUDENTESCO NO TAV 2019” Al presidio NO TAV Venaus FREE CAMPING, BAR e CUCINA A PREZZI ANTICRISI ECCO IL PROGRAMMA (può subire variazioni). https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ VEDI INFRA LE SINGOLE INIZIATIVE VENERDI’ 19 LUGLIO ORE 9 Al presidio NO TAV Venaus Campeggio studentesco NOTAV ACCOGLIENZA AL CAMPEGGIO NAZIONALE STUDENTESCO NO TAV 2019 ORE 15 ASSEMBLEA DI APERTURA ORE16 FRIDAYS FOR FUTURE VAL SUSA DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerdì abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. ORE 22 CONCERTO https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ ORE 9.30 davanti alla sede *Unicredit* di Via Nizza 148 FLASH MOB FFF PER CHIEDERE ALLA BANCA DI TAGLIARE I FINANZIAMENTI DI *6 MLD €* ALL'ANNO NEI COMBUSTIBILI FOSSILI “Venerdì 19 luglio i fan di tutto il mondo aspetteranno l'uscita della nuova stagione de #LACASADICARTA. Ma il colpo, stavolta, lo facciamo noi. … Con le maschere della “Casa di carta”, ma verdi …” https://www.facebook.com/F4Fturin/videos/3372942306064841/ https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/rpp.374899703056927/465293400684223/?type=3&theater 16 luglio 19 Corriere : “L’«ASSALTO» DI FRIDAYS FOR FUTURE CON LE MASCHERE DELLA «CASA DI CARTA» Tute e maschere per gli attivisti del clima come nella serie Netflix. Venerdì sotto la sede Unicredit in via Nizza 148 a Torino Chiara Sandrucci https://video.corriere.it/torino/assalto-fridays-for-future-le-maschere-casa-carta/659357aa-a7b8-11e9- 87b1-16eba1cb2125 SABATO 20 LUGLIO ORE 10 mercato corso Brunelleschi, angolo via Bardonecchia. TERZO INCONTRO CON I CITTADINI “NON SIAMO INVISIBILI NON ACCETTIAMO CHE VENGA SOFFOCATO IL DISSENSO …..non distante dalla zona del quartiere Parella dove Circoscrizione e Comune vogliono far costruire da privati su una area verde pubblica un complesso dedicato ad attività sportive e commerciali con il pretesto di realizzare un palazzetto dello sport riservato a una squadra di pallavolo. Distribuiremo anche un questionario da compilare sul momento per capire meglio quali sono le criticità e quali i punti di vista delle persone. Vi invitiamo quindi se siete della zona o se frequentate quel mercato ad avvicinarvi al nostro presidio e a condividere le vostre opinioni. Sono invitati al presidio movimenti, comitati, realtà sociali e tutti gli abitanti che vogliono esporre i loro problemi e partecipare alle scelte per la propria città I TERRITORI SONO DI CHI LI ABITA!! DICIAMO LA NOSTRA” Assemblea21 http://assemblea21.blogspot.com/2019/07/sabato-20-luglio-ore-10-incontro-al.html ORE 10 Al presidio NO TAV Venaus Campeggio studentesco NOTAV MOMENTO DI FORMAZIONE SULLA CRISI CLIMATICA CON ESPERTO ORE 13 PRANZO ORE15 ASSEMBLEA: AMBIENTE E TERRITORI Visto il recente movimento creatosi intorno alla tematica ambientale, analizzare come student* la tematica del cambiamento climatico e della distruzione ambientale in relazione ai fattori politici, sociali e culturali. Comprendere dunque, come declinare la lotta generazionale contro questo fenomeno. ORE 21 PASSEGGIATA IN CLAREA https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ DOMENICA 21 LUGLIO ORE 10 Al presidio NO TAV Venaus Campeggio studentesco NOTAV ASSEMBLEA: TAVOLO SUL GENERE Crediamo che in un momento come questo, in cui la mentalità patriarcale è quanto mai istituzionalizzata, sia molto importante trattare la questione di genere, e riteniamo che sia necessario che a farlo siano in prima persona le donne. Per questo durante la mattinata si terrà un'assemblea aperta alle sole ragazze mentre in un secondo momento ci confronteremo tutte e tutti insieme ORE 13 PRANZO ORE 15 ASSEMBLEA NO TAV: A CHE PUNTO È IL PROGETTO? COME PORTARE AVANTI LA LOTTA? ( a cura del Comitato giovani no tav) ORE 20 CENA ORE 22 SERATA KARAOKE https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ LUNEDI’ 22 LUGLIO ORE 10 Al presidio NO TAV Venaus Campeggio studentesco NOTAV PASSEGGIATA + RACCONTI DAL MOVIMENTO NO TAV (durata tutto il giorno) ORE 20 CENA https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI Proposte di attività pervenute: - Aggiornamenti su area verde pubblica in Parella destinata a palavolley - Percorso di iniziative nei quartieri periferici - Regolamento beni comuni e Cavallerizza VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MARTEDI’ 23 LUGLIO ORE 10 Al presidio NO TAV Venaus Campeggio studentesco NOTAV ASSEMBLEA: TAVOLO SCUOLA “Le modifiche che in questi anni hanno colpito il mondo della formazione sono molte e colpiscono ogni ambito della vita dello studente. Il dibattito sulla scuola continua ad essere vivo e ricco di riflessioni, crediamo però ci sia la necessità che si inizi una analisi collettiva più approfondita, che metta realmente in luce le conseguenze di questo cambiamento e il ruolo che ogni studente e studentessa ha all'interno della realtà scolastica. Torneremo poi ad affrontare il tema del tempo e degli spazi con l'intento di rompere il ricatto e di conquistarci insieme il riscatto. Provando ad intrecciare il dialogo sulla scuola con i dibattiti sui grandi movimenti globali che hanno caratterizzato l'ultimo anno: il tema ambientale e di genere, cercando una chiave di lettura trasversale che comprenda tutti i temi affrontati durante il campeggio”. ORE 13 PRANZO ORE 15 ARRAMPICATA: BOULDER IN VAL CLAREA ORE 20 CENA ORE 22 SERATA TRASH E TRAP https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ ORE 21 al Sereno Regis, Sala Gandhi, via Garibaldi 13, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione MERCOLEDI’ 24 LUGLIO ORE 10 Al presidio NO TAV Venaus Campeggio studentesco NOTAV ASSEMBLEA DI CHIUSURA A seguire MONTAGGIO PER IL FESTIVAL DELL'ALTA FELICITÀ https://www.facebook.com/events/2905395426352424/ ORE 11 appuntamento al cancello della centrale elettrica di Chiomonte PASSEGGIATA E APERIPRANZO NOTAV ALLA MADDALENA Il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i più giovani, ad un’abbondante merenda. INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: DA GIOVEDÌ 25 A DOMENICA 28 LUGLIO A VENAUS (TO) TORNERÀ IL FESTIVAL ALTA FELICITÀ, che per quattro giorni riempirà la storica Borgata 8 Dicembre di Venaus, tra concerti, gite, eventi culturali, sport e attività per bambini. “La prima tra le tante novità della quarta edizione è l’apertura da parte del Movimento NoTav, ideatore del Festival Alta Felicità, a tutti i movimenti che lottano per la salvaguardia del clima e contro le grandi opere inutili e dannose che distruggono i territori…… Anche quest’anno per il sabato pomeriggio l’intero Festival si sposterà per alcune ore sui sentieri della Val Clarea per osservare con i propri occhi dove finisce lo sperpero immenso di denaro pubblico. Ci sarà il consueto campeggio completamente gratuito per giovani e famiglie, tantissimi stand food dove poter assaporare le prelibatezze preparate dalle cucine resistenti, che da trent’anni nutrono il movimento NoTav….. Alla luce delle ultime vicende della politica italiana, saremo ancora lì, presenti e attivi, per fermare un’opera vecchia, inutile e imposta, sicuro di farlo insieme a sempre più persone che si riverseranno a Venaus dal 25 al 28 luglio 2019”. https://www.facebook.com/events/462914204483001/ INFO E PROGRAMMA: www.altafelicita.org LINE UP 2019 : http://www.altafelicita.org/festival/lineup-2018-2/ MERCOLEDI 31 LUGLIO “RESISTENZA È OVUNQUE”, incontro con Daniele Pepino (attivista) e Yilmaz Orkan (responsabile di Uiki - Ufficio di informazioni del Kurdistan in Italia) alle ORE 18:30 alla Credenza di Bussoleno, via Fontan 16. ORE 21: Proiezione del film Bakur, di Çayan Demirel, Ertuğrul Mavioğlu https://www.facebook.com/events/432927830883620/ Programma : https://edizionitabor.it/rievoluzione-confederalista-3-18-31-luglio-bussoleno/ IL TOUR NELLE SALE ITALIANE DI “DOVE BISOGNA STARE” il film-documentario diretto da Daniele Gaglianone, scritto con Stefano Collizzoli, prodotto da ZaLab in collaborazione con Medici Senza Frontiere (MSF), presentato alla 36ma edizione del Torino Film Festival http://www.zalab.org/bisogna-stare-tour-nelle-sale/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) 9 luglio 19 Nimbus : “TRECENTO SCIENZIATI FIRMANO UNA LETTERA APERTA CONTRO LE FALSE INFORMAZIONI SUL CLIMA La gravità dei cambiamenti climatici e dei loro effetti sul sistema Terra è ripetutamente sottolineata dall'intera comunità internazionale di climatologi, fisici dell'atmosfera e dell'ambiente, biologi, zoologi, oceanografi, glaciologi... Eppure il negazionismo climatico continua a imperversare, penalizzando una corretta informazione scientifica e rallentando il già faticoso raggiungimento della consapevolezza collettiva su questi temi cruciali per il nostro futuro. Per contrastare la diffusione di false notizie sul clima, trecento scienziati italiani del settore (tra cui, in rappresentanza della SMI, il presidente Luca Mercalli) hanno sottoscritto la lettera aperta "IL RISCALDAMENTO GLOBALE È DI ORIGINE ANTROPICA", inviandola all'attenzione delle più alte cariche istituzionali italiane e dei quotidiani nazionali….” http://www.nimbus.it/articoli/2019/190709NoAlleFalseInfoSulClima.htm MERCOLEDI 10 LUGLIO IL TG ALLE ORE 1400 COMMENTA LA MANIFESTAZIONE AL CPR PER MORTE DI UN RECLUSO https://www.youtube.com/watch?v=9MYKWNCl1fI Parlano di manifestazione di anarchici e antagonisti ma non cita che la Polizia ha caricato gratuitamente e che un videomaker ha preso un calcio sulla mano nel tentativo di salvare la macchina fotografica irrimediabilmente compromessa (come abbiamo già segnalato nella newslettera precedente). VIDEO : https://www.youtube.com/watch?v=FEphCMF7Kzo MERCOLEDÌ 10 LUGLIO SI È SVOLTA A VENAUS LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DE FESTIVAL ALTA FELICITÀ La Diretta su Facebook: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/videos/2508842269181275/ Dal TG4 sulla Conferenza Stampa Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/267150930299497/posts/922473791433871/ GIOVEDI’ 11 LUGLIO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MERCOLEDI’ NE PARLA ANCHE IL TGR: per cominciare in apertura la giornalista parla di “Festival alta velocità”! Nel servizio invece un altro giornalista cita “Festival alta felicità” e intervista Perino che denuncia attacco giudiziario come l’anno scorso fatto ad orologeria per contrastare il Festival Perino e neo sindaco di Venaus Di Croce dichiarano che il movimento NOTAV è contrario anche a una TAV leggera TG R del 11-LUG-2019 ore 1400 : https://www.youtube.com/watch?v=7pRQuHIZR-4&feature=push- sd&attr_tag=cP8yQlTu0Z6u3alI%3A6 SABATO 13 LUGLIO IL TGR COMMENTA L’INCONTRO CON I 5 STELLE A TORINO DI DI MAIO e il suo appoggio alla sindaca Appendino: attesa per le sue dichiarazioni al Consiglio comunale di lunedi 15 luglio in merito a un possibile rimpasto di Giunta con la rimozione di Montanari da vicesindaco Il giornalista dice che il Movimento 5 stelle è a un bivio tra Partito di lotta o di governo! TG R del 13-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=mQ5BJrPAp9w 13 luglio 19 Comunicato Stampa Presidio Europa NOTAV: “LA TORINO LIONE È CLIMATICIDA. COME USCIRNE? SOSPENDERE IL PROGETTO ISTRUZIONI AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE La Torino-Lione è climaticida, è un progetto nato alla fine del XX secolo chenon rispetta gli impegni della riduzione della CO2 accettati dall’Italia con la ratifica dell’Accordo di Parigi del 2015. Il Governo italiano dovrebbe dimostrare di essere più ambizioso nel contrasto al cambiamento climatico con l’obiettivo di fare crescere l’Italia assegnando al nostro Paese un posto tra i protagonisti della lotta per il clima che crea occupazione e ricchezza. Andare oltre questo progetto consentirà ai Governi italiano e francese di avviare un’approfondita e comune riflessione anche con l‘’Unione Europea per assumere impegni più coerenti nel quadro dell’Accordo di Parigi del 2015. Innanzitutto è necessario che, prima di affrontare nel dettaglio la “ridiscussione del progetto”, il Governo comunichi pubblicamente che attende che i poteri della Ue siano stabilizzati, ovvero sia insediato il nuovo Parlamento e le sue commissioni, siano eletti il nuovo Presidente e i nuovi Commissari della Commissione. In questo modo verrà superata la pericolosa accelerazione che l’uscente Commissione della Ue vuole imprimere in questi giorni al Progetto affinché siano lanciati i bandi di gara per proteggere gli interessi della lobby della Torino-Lione con un’operazione senza ritorno. Allo stesso tempo il Governo dovrebbe avere la capacità di impegnare la prossima Commissione europea su un fronte non contabile ma politico, così come ha fatto il Presidente Giuseppe Conte per il non rispetto del rapporto debito/PIL….” http://www.presidioeuropa.net/blog/la-torino-lione-e-climaticida-uscirne-istruzioni-al-governo/ DOMENICA 14 LUGLIO IN CLAREA SI È SVOLTA UNA PASSEGGIATA “ALLA SCOPERTA DELLA BIODIVERSITÀ” CON PRONATURA QUALCHE FOTO: https://photos.app.goo.gl/N5Tv5zDaU1hQYSmR9 Colloquio appassionato tra un fotografo NOTAV e una professoressa di biologia: “SCIUPAFARFALLE” Avete presente le ali di farfalla? Sono una microstruttura di filamenti scaglie e peli delicatissima quanto complessa… non serve aver studiato entomologia per sapere che se le tocchi si sciupano e così termina precocemente la vita della farfalla nel momento in cui si dedica solo a succhiare nettare ed ad accoppiarsi. Metti che vai in Val Clarea per sentire dei “naturalisti” (veri) che ti descrivono la Zerintia Polixena ed altri insetti, ti fanno vedere le piante di cui si nutrono etc etc. Siamo tutti li ad orecchie aperte, molti pronti a catturare un clic fotografico anche se la Zerintia (argomento principe) in questo momento non c’e. Metti che sulla tua strada incontri anche quelli di “PROGETTO BIODIVERSITÀ CHIOMONTE” armati di retini e gabbie per farfalle. - “Scusa che ci fai con il retino?” - “prendo le farfalle cosi le contiamo sappiamo quante sono e possiamo proteggerle” - “due o tre in meno di sicuro… “ - “No perché noi dopo le liberiamo… “ - “Non lo sai che così gli sciupi le ali e la sua vita termina?” - “Si ma è una questione scientifica …” https://www.facebook.com/notes/roberto- bertiond/sciupafarfalle/2572624926105127/?qid=6713556362472876605&mf_story_key=347678794923 1307854 LUNEDÌ 15 LUGLIO LA SINDACA APPENDINO SOLLEVA GUIDO MONTANARI DALL’INCARICO DI VICESINDACO E ASSESSORE ALL’URBANISTICA per le sue dichiarazioni sul Salone dell’auto VIDEO Consiglio Comunale Città di Torino (da min 53) https://www.youtube.com/watch?v=UbQOIIse54E 15 luglio 19 Comunicati Stampa del Consiglio Comunale: “APPENDINO: “NON SONO DISPONIBILE AD ANDARE AVANTI CON IL FRENO A MANO TIRATO. IL MANDATO VINCOLATO A VOTO SU PROSSIMI PROVVEDIMENTI” La sindaca Chiara Appendino ha risposto questo pomeriggio in Consiglio Comunale alla richiesta di comunicazioni in merito al trasferimento del Salone dell’auto da Torino a Milano…. Il trasferimento non è ovviamente stato deciso in un paio di giorni. Le difficoltà politiche hanno fatto da sfondo a questa vicenda. Nessuno tra coloro che hanno il dovere e l’onore e la responsabilità di governare la cosa pubblica può permettersi il lusso di ironizzare, dileggiare e osteggiare un evento che coinvolge 700 mila cittadini e che ha ricadute sulla città in termini economici, lavorativi e di immagine. Il lavoro deve sempre essere rispettato. La nostra responsabilità istituzionale sovrasta sempre quella politica. Per questo motivo ho revocato le deleghe al vice sindaco Guido Montanari che ringrazio per il lavoro svolto ma ci sono momenti nei quali ognuno deve assumersi la responsabilità di ciò che dice. Quando si rivestono ruoli istituzionali non si possono permettere certi inciampi…. Se l’Amministrazione sarà in grado di continuare a fare il bene della Città sarò felice di portare avanti il mio mandato, di continuare a dare ai cittadini le risposte che meritano. Una perdurante situazione di stallo che verificheremo già dai voti sui primi provvedimenti procurerebbero danni che la Città non può permettersi. Se il male minore fosse il termine anticipato della consiliatura, così sarà". http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_508.shtml “SALONE AUTO E MAGGIORANZA: IL DIBATTITO IN SALA ROSSA http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_510.shtml 16 luglio 19 Maverick: “M5S. LA FINE DELLA PISTA Con gli ultimi due eventi politici torinesi, l’assemblea M5S di venerdi 12 e la seduta del consiglio comunale di ieri lunedi 15, la sensazione è che l’avventura del Movimento sia quasi terminata. Forse non solo in Piemonte. di Fabrizio Salmoni Risposte chiare sul Tav non ci sono state, al di là del generico e ambiguo “Rimango No Tav ma..” di Di Maio. In compenso c’è stato il chiaro endorsement nei confronti della Appendino, suonato come evidente via libera a licenziare Montanari e a procedere sul progetto personale della sindaca. Personale perchè non condiviso nella sostanza e nella forma dalla maggioranza dei consiglieri e, da quanto si è capito in sala, anche da buona parte degli attivisti presenti. Impressionante è stata l’intervista su La Stampa (13.7) del deputato Luca Carabetta, giovane e geniale ingegnere informatico ma politico deludente, per alcuni passaggi significativi: per lui il dissenso diventa “certi personalismi dannosi” e rifiuto “di certi meccanismi democratici“. Riesce persino a suonare vagamente minaccioso: ” i dissidenti che vogliono imporre le loro soluzioni e credono di portare il verbo del ‘vero Movimento’ sono molto, troppo presenti…” Beninteso il “verbo vero” è quello degli eletti; sul Tav “niente ammorbidimenti” ma “o non si fa o si fa in versione light” senza tenere conto che i No Tav hanno già bocciato l’ipotesi light. Del resto, in sintonia con il Capo, spiega le tante difficoltà che probabilmente giustificheranno al momento opportuno il Si al progetto. Fa specie pensare che pochi giorni dopo le elezioni 2018 lo stesso Carabetta, con la Castelli alle spalle, ci assicurava che “…in una settimana via Foietta poi tocca a Virano“. Sappiamo come sono andate le cose. Il discorso di una livida Appendino in Sala Rossa e il licenziamento del vice Montanari vengono oggi salutati con entusiasmo dalle opposizioni e dai padroni della città: gli industriali, i commercianti (la categoria più gretta del mondo, che misura il progresso solo con il tintinnio dei soldi in cassa), i tecnocrati, i costruttori, gli “imprenditori”, tutti quelli con le fauci spalancate in attesa di milioni di euro pubblici per i loro appetiti….” https://mavericknews.wordpress.com/2019/07/16/m5s-la-fine-della-pista/ 17 luglio 19 Comunicato stampa congiunto Associazione Salviamo Cavallerizza, Cavallerizza Irreale, L’Asilo Filangieri (Napoli), Associazione Pro Natura, Associazione Salviamo il Paesaggio: L’USO CIVICO NON È UN “NEGOZIO” Il discorso dei beni comuni è cruciale per garantire alle generazioni presenti e future non solo la tutela e conservazione di beni naturali e immobili funzionali all’esercizio dei diritti fondamentali, ma anche la possibilità che intorno la cura e condivisione di questi beni si generino legami, solidarietà e comunità aperte ed eterogenee. I beni comuni sono produttori di comunità, e come tali vanno sottratti alla mercificazione e alla logica della valorizzazione intesa come profitto semplicemente monetario. Il lavoro che a Torino, come in tante altre città, movimenti sociali, associazioni, abitanti del territorio fanno quotidianamente per sottrarre al degrado dell’abbandono e alla speculazione del cemento beni sottoutilizzati e abbandonati è il vero motore di qualunque discorso voglia essere seriamente interessato a parlare di beni comuni. Abbiamo seguito un dialogo tra i cittadini e tra questi e l’Amministrazione, che si era mostrata interessata a svolgere su questo piano un ruolo di protagonista avanzato del dibattito nazionale. Oggi però, siamo preoccupati della proposta di Regolamento sui beni comuni del Comune di Torino, su cui chiediamo l’apertura di un dibattito pubblico, perché finora chi ci ha lavorato ci ha negato la possibilità di studiare e partecipare alla sua scrittura, malgrado il nostro sostegno anche amministrativo alla battaglia che ha svolto in questi anni diverse realtà nella città di Torino. Abbiamo già fatto pervenire, grazie anche al sostegno di alcuni attivisti e studiosi napoletani, alcune criticità, che in parte (almeno) sono state recepite in corner prima dell’approvazione in Giunta. Ciò però ancora non è sufficiente. L’impianto prevede 4 ipotesi, e su tutte si deve intervenire in Consiglio comunale prima che sia troppo tardi e passi una idea privatista dei beni comuni che non corrisponde all’uso diffuso e collettivo che li caratterizza….” https://cavallerizzareale.wordpress.com/2019/07/17/ccomunicato-congiunto-luso-civico-non-e-un- negozio/ 26 MARZO 19 GESTIONE CONDIVISA DEI BENI COMUNI URBANI http://www.comune.torino.it/benicomuni/cosa_sono/index.shtml ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO “E' SOLO UN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO…” http://lucaxino.altervista.org/ IN LIBRERIA E IN EDICOLA CON IL FATTO QUOTIDIANO A 14 €: “PERCHÉ NO TAV”, TUTTE LE RAGIONI PER DIRE NO ALL’ALTA VORACITÀ TORINO-LIONE di Marco Travaglio, Erri De Luca, Marco Revelli, Tomaso Montanari, Luca Mercalli, Angelo Tartaglia, Livio Pepino, Alessandra Algostino, Claudio Giorno, Chiara Sasso, Luca Giunti. https://shop.ilfattoquotidiano.it/perche-no-tav-dal-28-marzo-in-libreria-e-in-edicola-con-il-fatto- quotidiano/ UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 25 giugno 19 Torino oggi : “TORINO, LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI È STATA APPENA LANCIATA ED HA UN OBIETTIVO DI 200MILA EURO. Una cifra che permetterebbe di scongiurare la chiusura dell’ultimo baluardo delle librerie indipendenti torinesi… “Il nuovo locale richiede una profonda ristrutturazione che, ad oggi, non siamo in grado di sostenere con le nostre sole forze – spiega il proprietario della libreria Paolo Barsi su GoFundMe – Per questo abbiamo lanciato un crowdfunding volto a raccogliere fondi per ristrutturare gli spazi che accoglieranno la Nuova Libreria Comunardi”…. “La società proprietaria dei muri, la Crab Holding S.p.a., ha recentemente venduto gli spazi a Ellemme, una fondazione “amica” che avrebbe dovuto rilevare i locali affinché la storica Libreria Comunardi sopravvivesse alla gentrificazione – spiega Barsi – Dopo cinque estenuanti mesi di trattativa, Ellemme si è ritirata dall’accordo, affittando gli spazi all’ennesimo supermercato, il quale ha proposto un canone di affitto superiore del 75% rispetto a quello attualmente versato dalla Libreria. Lo sfratto è oramai inevitabile”….” http://www.torinoggi.it/2019/06/25/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/torino-un-crowdfunding- per-salvare-la-libreria-comunardi.html ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 9 luglio 19 Nuova Società : “GRETA THUNBERG BOCCIATA IN PIEMONTE A. D. Il primo voto che esce da Palazzo Lascaris è contro Greta Thunberg. Il nuovo consiglio regionale piemontese targato Alberto Cirio ha infatti respinto la richiesta del consigliere di Liberi Uguali e Verdi, Marco Grimaldi, di inserire all’ordine del giorno la discussione sui cambiamenti climatici e la dichiarazione dello stato di emergenza climatica e ambientale in Piemonte….” http://www.nuovasocieta.it/greta-thunberg-bocciata-in-piemonte/ 10 Luglio 19 Manifesto : “L’«EMIGRAZIONE» DEI RIFIUTI NON HA FRONTIERE, I DANNI ECONOMICI E AMBIENTALI La crisi va all’estero. Roma esporterà migliaia di tonnellate di spazzatura surplus, tutto su mezzi super inquinanti Marinella Correggia In futuro, se l’umanità sarà riuscita a sopravvivere alla propria pesantezza ambientale e sociale, si studierà con stupefatto disgusto il trasporto su lunghe distanze dell’immondizia, con notevole dispendio energetico e relative emissioni di gas serra, proprio mentre tutti insistono sul caos climatico. Di fronte all’ordinaria «emergenza rifiuti» a Roma, un accordo fra le istituzioni a tutti i livelli ha stabilito che la soluzione di medio termine è negoziare con paesi stranieri dell’Ue per poter conferire i rifiuti in surplus. La crisi va all’estero, come si faceva con la Cina per i rifiuti plastici che ora il paese asiatico non accetta più. Delle 4.600 tonnellate al giorno di rifiuti prodotti dalla capitale, 2.600 sono indifferenziate (del resto la stessa raccolta differenziata non è la panacea) e ogni anno il Campidoglio esporta in altre province, regioni o nazioni centinaia di migliaia di tonnellate di spazzatura in cerca di un qualsivoglia trattamento. E ha un bel costo anche in termini di effetto serra questa spedizione dei rifiuti che da una parte i cittadini producono con disinvoltura – quasi 600 kg annui pro capite a Roma, alla faccia della prima R delle norme europee in termini di rifiuti, cioè la «riduzione» – e dall’altra un’amministrazione capitolina sedicente del cambiamento e della sostenibilità si è rivelata in tre anni totalmente incapace di gestire…..” https://ilmanifesto.it/lemigrazione-dei-rifiuti-non-ha-frontiere-i-danni-economici-e-ambientali/ 15 Luglio 19 FQ : “CAMBIAMENTI CLIMATICI, “FACCIAMO CAUSA ALLO STATO ITALIANO PER COSTRINGERLO AD ATTUARE POLITICHE EFFICACI” Associazioni, comitati territoriali, singoli cittadini, stanno promuovendo la campagna “Giudizio Universale”, per invertire la rotta sulle emissioni e sul clima. Michele Carducci, docente di diritto costituzionale: " I ricorrenti operano in veste di ‘difensori dei diritti umani’ " di Elisabetta Ambrosi …Contro le inadempienze rispetto al cambiamento climatico e al rischio di un aumento di 4 gradi delle temperature entro fine secolo, c’è chi ha deciso di fare direttamente causa allo Stato italiano. Sono un gruppo consistente di associazioni, comitati territoriali, singoli cittadini, che stanno promuovendo in tutta Italia la campagna “Giudizio Universale” http://giudiziouniversale.eu/. Una vera azione legale che sarà depositata ad ottobre presso in Tribunale civile di Roma. “Abbiamo appena undici anni per bloccare tutte le politiche che generano emissioni e modificano il clima – si legge sul sito promotore dell’iniziativa -. Giunti a quel punto, sarà troppo tardi”. Poi ricordano che “in moltissimi paesi, movimenti e cittadini stanno citando in giudizio Stato, istituzioni e imprese per costringerli ad attuare politiche realmente efficaci” e concludono: “Abbiamo deciso di fare causa anche in Italia. Chiederemo allo Stato Italiano di attuare misure più stringenti per rispondere ai cambiamenti climatici e invertire il processo: se non ci pensiamo noi, nessuno lo farà al posto nostro”. “I ricorrenti opereranno in veste di ‘difensori dei diritti umani’, come ammesso da un apposito strumento dell’Onu, nonché in base alla Convenzione di Århus e a quella europea dei diritti umani, vincolanti per l’Italia – spiega Michele Carducci, docente di diritto costituzionale comparato all’Università del Salento ed esperto di Diritto climatico – e saranno assistiti da un team legale composto da avvocati e docenti universitari”….” https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/07/15/cambiamenti-climatici-facciamo-causa-allo-stato-italiano- per-costringerlo-ad-attuare-politiche-efficaci/5314082/ 11 Luglio 19 FQ : “L’AFFARE PETROLIO DI MOSCA PER FINANZIARE LA LEGA Il caso - BuzzFeed pubblica la conversazione del leghista Savoini con i russi: una commessa da 1,5 miliardi di dollari, il 4% al partito per la campagna delle Europee di Carlo Tecce Il futuro politico di Matteo Salvini è stato scritto il 18 ottobre 2018, in un salone del leggendario hotel Metropol di Mosca, che fu quartiere generale dei bolscevichi. Quel giorno il salviniano Gianluca Savoini, in compagnia di altri due italiani e tre russi in contatto col governo moscovita, ha officiato una riunione segreta per una commessa di petrolio dal valore di 1,5 miliardi di dollari. Nient’altro che un’operazione mascherata per far sbarcare in Italia, assieme a 3 milioni di tonnellate di gasolio e una quota di cherosene per aviazione, decine di milioni di euro per finanziare la Lega alla vigilia della campagna elettorale europea. In febbraio Stefano Vergine e Giovanni Tizian, in un libro a doppia firma e in un servizio per l’Espresso, hanno svelato la missione a Mosca di Savoini, ieri il portale americano d’informazione Buzzfeed News ha diffuso l’audio dell’incontro. ….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/11/laffare-petrolio-di-mosca-per-finanziare- la-lega/5315721/ 10 luglio 19 ANSA : “INFRASTRUTTURE, CIRIO DA TONINELLI IL 17 Sul tavolo opere strategiche ma in stallo, non la Tav Il governatore del Piemonte, Alberto Cirio e l'assessore ai Trasporti Marco Gabusi incontreranno a Roma il ministro Danilo Toninelli il 17 luglio. Sul tavolo i temi del dossier che la Regione ha fatto avere al ministero nei giorni scorsi: opere stradali e ferroviarie sia di portata strategica nazionale sia di impatto locale. Il dossier include il nuovo tunnel stradale del Colle di Tenda, il completamento dell'autostrada Asti- Cuneo e della Pedemontana, oltre a opere ferroviarie come il Terzo Valico, la metropolitana torinese 1 e 2, i nodi ferroviari di Torino e di Novara. Accanto a queste, molte opere locali cruciali per gli spostamenti quotidiani di tanti piemontesi. E ancora, sarà sul tavolo la ridefinizione della programmazione pluriennale nazionale riguardante il Piemonte, con l'identificazione delle opere prioritarie a partire dai precedenti accordi. "Non parleremo di Tav - puntualizza Cirio - opera su cui il dialogo è invece con il premier Conte e il vice premier Salvini" http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2019/07/10/infrastrutture-cirio-da-toninelli-il-17_893048e8-413e- 42f0-878f-3de6c22c1f12.html 10 luglio 19 Torinoggi : “IL COMUNE STOPPA IL DISCOUNT NELL'EX CINEMA ARLECCHINO L'annuncio del vicesindaco Guido Montanari, che ha precisato che "il progetto di riqualificazione è sospeso" Cinzia Gatti L'ex cinema Arlecchino di corso Sommelier, almeno per il momento, non diventerà un discount. Ad annunciarlo è il vicesindaco Guido Montanari, che precisa come "il progetto di riqualificazione è sospeso". Un passo indietro che arriva dopo le proteste dei residenti del territorio, ma anche della stessa maggioranza, che non vedeva di buon occhio la sostituzione delle poltrone rosse con scaffali carichi di merce. Sull'intervento di riqualificazione Montanari spiega di aver "avviato un percorso di confronto con il territorio da cui sono emerse criticità soprattutto in merito alla collocazione di un'attività di discount al piano terreno di 500 metri quadrati di vendita".…..” http://www.torinoggi.it/2019/07/10/leggi-notizia/argomenti/politica-11/articolo/il-comune-stoppa-il- discount-nellex-cinema-arlecchino.html 11 luglio 19 Repubblica : “TORINO: NIENTE SUPERMERCATO, CONGELATA LA SECONDA VITA DEL CINEMA ARLECCHINO Dopo il motovelodromo un altro stop urbanistico per la giunta M5S di Jacopo Ricca ….Dopo la pausa che l'amministrazione Appendino, in accordo con la maggioranza, ha preferito prendersi sulla concessione ai privati del Motovelodromo di corso Casale è arrivata la decisione di sospendere il progetto di riqualificazione dell'ex sala cinematografica di corso Sommelier….. Il progetto, che avrebbe dovuto coinvolgere la catena iN’s Discount del gruppo Pam, prevedeva la realizzazione di un punto vendita di 500 metri quadrati e una metratura uguale per uffici al terzo piano, ma sopratutto il recupero della sala del cinema per 150 posti: “Una struttura completa di impiantistica data in uso gratuito alla città per 200 giornate all'anno – aggiunge amaro Montanari – E poi anche la sistemazione dei marciapiedi e attraversamenti pedonali circostanti”….” https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/07/11/news/torino_niente_supermercato_congelata_la_seconda_ vita_del_cinema_arlecchino-230929729/ 11 Luglio 19 La voce e il tempo : “PARELLA SI DIVIDE SULL’AREA DEGRADATA IN VIA DELLA SALETTE Dibattito – Posizioni diverse sono emerse il 6 luglio in un affollato confronto pubblico, presso la parrocchia Santa Maria Goretti, sul futuro della vasta area verde da anni abbandonata al degrado in via Madonna della Salette dietro corso Francia e corso Marche. Il vicesindaco Montanari è favorevole al progetto della costruzione di un Palazzetto dello Sport presentato dalla società “Volley Parella” Di Stefano Di Lullo Parella è divisa sul futuro della vasta area verde ormai da anni abbandonata al degrado tra via Madonna della Salette e via Sostegno dietro corso Francia e corso Marche. Sabato 6 luglio nel corso di un confronto pubblico affollato presso la parrocchia Santa Maria Goretti (via Actis) il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Guido Montanari ha manifestato l’interesse della città ad accogliere il progetto presentato dalla società «Volley Parella Torino» che prevede la costruzione, su una superficie di 10 mila metri quadri di proprietà del Comune nel lotto «Salette», di un Palazzetto dello Sport polifunzionale. La popolazione e i comitati di quartiere intervenuti al dibattito hanno mostrato due posizioni differenti. La prima di chi vede nell’impianto sportivo un’occasione di rilancio del quartiere che restituisca quell’area alla popolazione, la seconda che si oppone al consumo di suolo pubblico fertile a salvaguardia dell’ambiente, «la cui priorità è assoluta e non più procastinabile»….” https://www.vocetempo.it/parella-si-divide-sul-futuro-dellarea-degradata-in-via-della-salette/ 11 luglio 19 Stampa : “IL SALONE DELL’AUTO LASCIA TORINO E VA A MILANO Ora è ufficiale: dopo 5 anni il Salone dell'Auto lascia Torino. La prossima edizione si terrà in Lombardia, dal 17 al 21 giugno 2020. …..Per il momento non vengono forniti ulteriori dettagli. Nè viene spiegato se il trasloco riguarda solo il 2020 o anche gli anni successivi. Ogni altra informazione sul nuovo progetto e sul nuovo logo, si spiega nel comunicato, sarà svelato a settembre in una conferenza stampa ufficiale congiunta con le amministrazioni dei comuni coinvolti. «Sono furiosa per la decisione del comitato organizzatore del Salone dell'Auto di lasciare Torino dopo cinque edizioni di successo - afferma la sindaca, Chiara Appendino - . Una scelta che danneggia la nostra città, a cui hanno anche contribuito alcune prese di posizione autolesioniste di alcuni consiglieri del Consiglio Comunale e dichiarazioni inqualificabili da parte del Vicesindaco. Senza sottrarmi alle mie responsabilità, mi riservo qualche giorno per le valutazioni politiche del caso». E dire che proprio la sindaca questa mattina si era detta pronta a votare contro la mozione preparata da 9 consiglieri comunali grillini per allontanare dal parco del Valentino ogni evento fieristico, a cominciare proprio dalla kermesse dell'auto….” https://www.lastampa.it/torino/2019/07/11/news/il-salone-dell-auto-spacca-la-giunta-appendino- dichiarazioni-inqualificabili-da-parte-del-vicesindaco-1.36953932 11 luglio 19 Repubblica : “L'ADDIO DEL SALONE DELL'AUTO APRE LA CRISI NELLA GIUNTA: APPENDINO PENSA ALLE DIMISSIONI La sindaca furiosa attacca il suo vice Montanari: "Sue dichiarazioni inqualificabili" di Diego Longhin E' ufficiale: Torino perde il Salone dell'auto. E l'addio alla manifestazione apre la crisi nella giunta CInque stelle torinese: Chiara Appendino furiosa attacca il suo vice Guido Montanari che aveva duramente criticato la manifestazione: "Le sue dichiarazione inqualificabili". E adesso la sindaca pensa alle dimissioni."Senza sottrarmi alle mie responsabilità, mi riservo qualche giorno per le valutazioni politiche del caso"….. Immediata la replica, alla sindaca, via Facebook di Montanari: "In merito a mie pretese dichiarazioni su Salone dell'auto al Parco del Valentino usate per giustificare un abbandono dei promotori da Torino, preciso quanto segue. Ho sempre ritenuto che il Salone dell'auto sia una ricchezza della città e che si possa fare al Parco del Valentino con una mediazione tra esigenze degli organizzatori e fruizione del parco. Limitare i tempi di montaggio e smontaggio dei padiglioni e compensare con interventi sulla qualità del verde è una semplice scelta di buon senso. Questa mia posizione è stata travisata per giustificare evidentemente scelte già assunte. Capisco lo sconcerto e il disappunto della Sindaca e mi scuso per aver dato pretesto a polemiche…” strumentali".https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/07/11/news/e_ufficiale_il_salone_dell_auto_di_tori no_trasloca_a_milano-230983283/ 12 Luglio 19 FQ : “SALONE AUTO, PARCO VALENTINO DICE ADDIO A TORINO: VA A MILANO Dopo cinque edizioni di successo, il Salone dell’Auto all’aperto dice addio a Torino e dal prossimo anno si trasferisce in Lombardia, a Milano e Monza. Ad annunciarlo gli organizzatori del Parco Valentino, lo show che si è concluso lo scorso 23 giugno facendo registrare numeri record con 700 mila visitatori e 54 case automobilistiche presenti. “Seguendo la nostra vocazione innovativa – ha spiegato il presidente del Salone Andrea Levy – abbiamo scelto per il 2020 di organizzare la sesta edizione in Lombardia, ringraziando la città di Torino”. A nulla dunque è valso il tentativo della sindaca Chiara Appendino di trattenere la manifestazione dopo le critiche della sua maggioranza che ha presentato una mozione per bocciare l’allestimento del Salone automobilistico nel nome dell’ambiente e dell’ecologia. La Appendino – dopo aver incontrato Levy – si era detta pronta a votare contro la mozione. Una mossa che, però, non ha convinto gli organizzatori a recedere dalla fuga. La sindaca si è detta “fuori di sé”: “Sono furiosa per la decisione. È una scelta che danneggia la nostra città, a cui hanno anche contribuito alcune prese di posizione autolesioniste di alcuni consiglieri del consiglio comunale del Movimento”. https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/12/salone-auto-parco-valentino-dice-addio-a- torino-va-a-milano/5318444/ 12 luglio 19 Quotidiano.net : “SALONE DELL'AUTO, MONTANARI: "LA GRANDINE LO PORTASSE VIA". POI CORREGGE IL TIRO Il vicesindaco porge un ramoscello di ulivo alla Appendino, furiosa per aver perso la kermesse, dicendo di essere stato travisato. Torino perde anche il Salone dell'Auto e sulla giunta cittadina pentastellata della città sabauda soffiano venti di guerra. Dopo l'annuncio del presidente della kermesse Andrea Levy, di traslocare l'evento a Milano, è seguita la furibonda reazione della sindaca Appendino, che sbotta e attacca il suo vice Guido Montanari che aveva duramente criticato la manifestazione. "Le sue dichiarazione sono state inqualificabili" ha tuonato la prima cittadina torinese in riferimento alle esternazioni che il suo vice avrebbe rilasciato al quotidiano torinese "La Stampa". “Fosse stato per me, il Salone non ci sarebbe mai stato. All’ultima edizione ho sperato che arrivasse la grandine e se lo portasse via. Sono stato io a mandare i vigili per multare gli organizzatori”, queste le parole che Montanari avrebbe riservato alla manifestazione nei giorni scorsi e che ha disconosciuto nelle ultime ore, asserendo di essere stato travisato e mostrando un atteggiamento conciliatorio. "Ho sempre ritenuto che il Salone dell'auto sia una ricchezza della città e che si possa fare al Parco del Valentino con una mediazione tra esigenze degli organizzatori e fruizione del parco" precisa in un post su Facebook, il vicesindaco di Torino Guido Montanari a proposito di "mie pretese dichiarazioni usate per giustificare un abbandono dei promotori da Torino"….” https://www.quotidiano.net/politica/salone-auto-montanari-appendino-1.4690351 12 luglio 19 Corriere : «IL SALONE DELL’AUTO? SPERO CHE LA GRANDINE SE LO PORTI VIA». Chi è Guido Montanari, il vicesindaco “signor no” di Torino Il docente di architettura sceso in politica con il M5S: in piazza con la fascia tricolore al fianco dei No Tav e contrario a grandi opere e maxi eventi. Lo strappo con la sindaca di Claudio Bozza «Fosse stato per me, il Salone dell’auto al parco Valentino non ci sarebbe mai stato. Anzi, nell’ultima edizione ho sperato che arrivasse la grandine e se lo portasse via. Sono stato io a mandare i vigili per multare gli organizzatori». Sono queste le parole di Guido Montanari, vicesindaco di Torino con delega all’Urbanistica nelle giunta M5S, che hanno innescato l’ira della sindaca Chiara Appendino, pronta a presentare le dimissioni dopo che le dichiarazioni del suo braccio destro hanno offerto il destro agli organizzatori del Salone per annunciare l’addio della manifestazione al capoluogo piemontese per traslocare a Milano. «Sono frasi inqualificabili», attacca Appendino riferendosi a quanto detto dal suo vice……” https://www.corriere.it/politica/19_luglio_12/salone-dell-auto-spero-che-grandine-se-porti-via-chi-guido- montanari-vicesindaco-signor-no-torino-69391076-a474-11e9-8190-c38885ca4abc.shtml 12 Luglio 19 Stampa : IL SALONE DELL’AUTO DA TORINO A MILANO, VA IN FRANTUMI LA MAGGIORANZA M5S La sindaca Appendino furiosa con il suo vice: «Da lui parole inqualificabili». Oggi con Di Maio resa dei conti sulla Tav Andrea Rossi Nel giorno in cui Fca getta i pilastri per il rilancio dello stabilimento di Mirafiori, dove si produrrà la 500 elettrica, e alla vigilia della resa dei conti tra Luigi Di Maio e la base Cinquestelle torinese, terrorizzata da un sì del Movimento alla Tav, Torino perde il Salone dell’auto e la maggioranza che sorregge da tre anni Chiara Appendino va in frantumi…… In questo clima Di Maio arriva a Torino, dove lo attende una base in fibrillazione. I Cinquestelle torinesi sono ormai convinti che il governo non fermerà la Torino-Lione e al vice premier spiegheranno che le conseguenze saranno devastanti: a rischio è anche, tanto per cambiare, la giunta Appendino, nella cui maggioranza siedono alcuni tra i più granitici oppositori della Tav. Il via libera all’opera li porterebbe quasi certamente all’addio: basta che lo facciano in quattro per togliere alla sindaca la maggioranza e far cadere l’amministrazione. Uno scenario meno improbabile da ieri, giorno in cui per la prima volta Appendino ha pubblicamente ventilato «conseguenze»: sui suoi consiglieri, sul vice sindaco. ….” https://www.lastampa.it/torino/2019/07/12/news/la-sindaca-appendino-furiosa-con-il-suo-vice-da-lui- parole-inqualificabili-oggi-con-di-maio-resa-dei-conti-sulla-tav-il-salone-dell-auto-da-torino-a-milano- va-in-frantumi-la-maggioranza-m5s-1.36969610 12 luglio 19 Spiffero : “IL "VAFFA" DEI CINQUESTELLE Mentre Appendino valuta tempi e modi per cacciare il suo vice, la pattuglia M5s in Sala Rossa è tutt'altro che pentita di aver contribuito al trasferimento del Salone dell'Auto. E anche la minaccia di dimissioni per la sindaca è ormai una pallottola spuntata …..Ma mentre lei medita il grande strappo con il suo numero due - e allo stesso tempo punto di riferimento dell'ala dura No Tav-No Tutto - nel gruppo M5s sono in pochi a voler rientrare nei ranghi. Lo si capisce leggendo le parole di Fabio Versaci, il bulletto (politico) c

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body