uova interno 2020

Feb 28, 2020 | | Category: Other |   | Views: 13 | Likes: 1

"edocr

E’ un’iniziativa dell’Associazione onlus Verso il Kurdistan, in collaborazione con Rete Kurdistan. Prenota subito! Le uova saranno disponibili presso la sede dell’Associazione dal mese di marzo. Per quantitativi significativi, l’Associazione si rende disponibile ad effettuare il trasporto a domicilio. Stampato gratuitamente grazie al CSVAA centro servizi volontariato Asti e Alessandria ASSOCIAZIONE “VERSO IL KURDISTAN” Odv Seguici su Facebook Sito: www.versoilkurdistan.blogspot.com Mail: versoilkurdistan@libero.it Codice fiscale: 96036900064 Anche tu puoi dare una mano devolvendo il 5 x 1000 della tua dichiarazione dei redditi alla nostra associazione. Quest’anno, tutti i proventi del 5 per mille saranno destinati alle famiglie delle vittime di Cizre. Uova di Pasqua per raccogliere aiuti per i bambini con sindrome di down e disabilità del Campo di Makhmour Quest’anno, la Campagna delle Uova di Pasqua viene fatta per raccogliere fondi per il progetto “Hevi Center” di aiuto ai bambini con sindrome di down e disabilità del Campo di Makmour. Nel Campo di Makhmour, vivono oggi 14 mila kurdi provenienti dal sud est della Turchia, dopo che l’esercito turco, negli anni ’90, ha evacuato, con la forza, i villaggi di confine, dove vivevano contadini e pastori, accusati di aiutare i guerriglieri del Pkk. Hanno attraversato le montagne coperte di neve che separano la Turchia dall’Iraq, inseguiti dagli elicotteri turchi che li mitragliavano e sono arrivati in Iraq, nella piana di Ninive: in quella traversata morirono 300 persone e circa 600 furono ferite da bombe, gelo e mine. Alla fine, si sono accampati in pieno deserto. Ma la gente di Makhmour ha avuto la forza di resistere ed oggi il Campo è diventato un luogo vivibile: hanno piantato alberi, dissodato terreni, allevato bestiame, aperto scuole e cooperative. Makhmour è oggi una comunità autogestita, caratterizzata da una forte democrazia dal basso e di genere. Proprio per questo, Makhmour è oggetto di feroci attacchi: dopo i bombardamenti dei droni turchi che hanno causato la morte di quattro donne, il Campo è stato sottoposto ad un duro embargo iniziato ad agosto dell’anno scorso e, ultimamente, è stato nuovamente attaccato dalle bande nere dell’ISIS. Nel Campo, è entrato in funzione un piccolo ospedale gestito da medici ed infermieri che vi lavorano come volontari. Nella struttura, vi sono posti letto e sale ambulatoriali. Accanto all’ospedale, è stato aperta un centro per i ragazzi down e disabili, l’Hevi Center, così efficiente che molti bambini vengono anche da fuori del Campo, da Hawler e Kirkuk dove non esistono centri similari, per curarsi gratuitamente. Qui, insegnanti, educatori, bambini/ragazzi con disabilità lavorano insieme per costruire un presente e un futuro dignitosi. Lo fanno con un forte impegno, ma anche con pochi o nessun mezzo. Non lasciamoli soli, non lasciateci soli! Rompi il guscio dell’indifferenza, gusta la dolcezza della solidarietà!

"edocr

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body