Newslettera del 31 luglio 19 (1)

Aug 1, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 9 | Likes: 1

Campeggio NO MUOS, FFF, iniziative NOTAV, Controvertice G7, Campeggio No Snam, Climate Camp a Venezia e aggiornamenti IN AGOSTO QUESTA NEWSLETTERA NON AVRÀ LA SOLITA CADENZA SETTIMANALE DEL MERCOLEDI’ CERCHEREMO COMUNQUE DI FAR GIRARE A TUTTI LE INIZIATIVE CHE ARRIVERANNO AL NOSTRO INDIRIZZO: doriella@hotmail.it PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) DA VENERDÌ 2 A DOMENICA 4 AGOSTO CAMPEGGIO RESISTENTE NO MUOS al Presidio di Contrada Ulmo, Niscemi “Anche quest’anno il Movimento No MUOS organizza un campeggio di lotta. A pochi metri dalla base militare NRTF-8 e dall’installazione MUOS. L’obiettivo è dare continuità alla lotta contro la guerra imperialista e contro le logiche dell’economia di guerra, che sfruttano e opprimono i nostri territori. Invitiamo tutti e tutte a partecipare e a costruire insieme a noi un futuro di pace e di giustizia sociale….”. PROGRAMMA: https://www.facebook.com/events/286105025663337/ https://www.nomuos.info/campeggio-resistente-no-muos2019/ Documento programmatico campeggio No Muos 2019: “CRISI E TENDENZA ALLA GUERRA” DOMENICA 4 AGOSTO in Contrada Ulmo ORE 16: MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE NO MUOS VENERDI’ 2 AGOSTO ORE 15 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! “Abbiamo solo più 11 anni per spostare l'intera economia mondiale su energie sostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni al minimo e abbandonare la plastica... 11 anni sono pochi. Noi siamo la prima generazione a sentire gli effetti del cambiamento climatico... Ma siamo anche l'ultima a poter fare qualcosa" La fusione del permafrost sta rilasciando nell'aria enormi quantità di Metano (gas serra) che era trattenuto negli Idrati di Metano. Ciò causerà un ciclo vizioso che aumenterà ulteriormente ed esponenziale le temperatura globale….” https://www.facebook.com/pg/F4Fturin/events/?ref=page_internal DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerdì abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. MERCOLEDI’ 7 AGOSTO ORE 11 appuntamento al cancello della centrale elettrica di Chiomonte PASSEGGIATA E APERIPRANZO NOTAV ALLA MADDALENA Il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i più giovani, ad un’abbondante merenda. DA MERCOLEDÌ 21 A LUNEDÌ 26 AGOSTO CONTRO-VERTICE G7 che si svolgerà dal 24 al 26 agosto a Biarritz, nel Paese basco. https://anarhija.info/library/euskal-herria-chiamata-per-il-contro-vertice-g7-it DA GIOVEDÌ 22 A DOMENICA 25 AGOSTO a Campo di Giove, Sulmona CAMPEGGIO NO SNAM per fare il punto sui diversi progetti in corso in centro Italia, dalla centrale Snam di Sulmona al gasdotto Sulmona-Foligno passando per gli stoccaggi e il gasdotto Larino-Chieti, in collegamento con no-Tap per continuare la lotta di contrasto al 'Hub del Gas.', piattaforma logistica per il Nord Europa. MARTEDI’ 27 AGOSTO ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione DAL 4 ALL'8 SETTEMBRE Al Lido di Venezia CAMPEGGIO “CLIMAT CAMP” In contemporanea con la Mostra Cinematografica di Venezia e promosso dal Comitato No Grandi Navi e Fridays For Future Venezia, occasione di incontro nazionale e internazionale tra i tanti movimenti e comitati che si battono contro i cambiamenti climatici, la costruzione di grandi opere inutili e un sistema di produzione che produce devastazione ambientale e distruzione del pianeta https://www.veniceclimatecamp.com/it/ VENERDÌ 6 SETTEMBRE ORE 14: ASSEMBLEA #23M https://www.veniceclimatecamp.com/it/#6-settembre SABATO 7 SETTEMBRE ORE 17 dal campeggio verso la Mostra del Cinema. CORTEO PER LA GIUSTIZIA CLIMATICA https://www.facebook.com/events/402388424010128/ IL TOUR NELLE SALE ITALIANE DI “DOVE BISOGNA STARE” il film-documentario diretto da Daniele Gaglianone, scritto con Stefano Collizzoli, prodotto da ZaLab in collaborazione con Medici Senza Frontiere (MSF), presentato alla 36ma edizione del Torino Film Festival http://www.zalab.org/bisogna-stare-tour-nelle-sale/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org - http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav-valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wor dpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) MERCOLEDÌ 24 LUGLIO IL TGR DELLE 19.30 RIPORTA INTERVENTO DI CONTE AL QUESTION TIME, Cirio, Chiamparino, Gallina, Giachino, Appendino, Frediani, e preparazione del festival con Andrea, Fissore, Durbiano, Di Croce TG R del 24-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=xTmDjEHTByo DICHIARAZIONI DI LUIGI DI MAIO CHE CONFERMA IL NO AL TAV e spiega che senatori non hanno partecipato al question time per la questione Russia e TAV regalo alla Francia, voto al Parlamento.... 24-LUG-2019 Luigi Di Maio https://sikke.fi/videos/watch/1485795a-2471-4827-8a1f-c263b7eb2718 ANCORA MERCOLEDÌ 24 LUGLIO SU LA 7 ORE 20 SERVIZIO SUL SUL TAV E FESTIVAL ALTA FELICITÀ A VENAUS Dal min 19 al min 22 circa, con dichiarazioni di Perino, Durbiano, Lele Rizzo, Appendino e Frediani https://www.youtube.com/watch?v=eCm9Jjq0C0M GIOVEDI’ 25 LUGLIO PROGRAMMI TV RIPORTANO IL DIBATTITO SULLA PRESA DI POSIZIONE DI CONTE SUL TAV. L'Aria Che Tira - La 7 del 25-LUG-2019 Delusione verso i 5 stelle che non hanno mantenuto le promesse, con dichiarazioni di Frediani, Appendino, Bertola, Galli, Caporale, Minzolini https://sikke.fi/videos/watch/17a8192f-ed95-428c-847c-ca2e640f5711 Omnibus - La 7 del 25-LUG-2019 Dichiarazioni Conte e dibattito con Paragone, Trovati e Brambilla https://vimeo.com/350608713/a9455f254b 25 Luglio 19 NOTAV Info : “IL SISTEMA SALVA SOZZANI: NIENTE USO DELLE INTERCETTAZIONI PER IL DEPUTATO SITAV ACCUSATO DI CORRUZIONE Le lobby SI TAV sono disinteressate e vogliono solo il progresso per il bene di tutti. Che questa fosse una delle più belle barzellette degli ultimi anni lo sapevamo da tempo, ma in ogni occasione i tesserati del partito del cemento e del tondino non smettono di stupirci. Ieri Sozzani, deputato forzista in prima fila nella battaglia SI TAV, è stato graziato dai suoi compari parlamentari di PD, Forza Italia e Lega, che hanno negato l’uso delle intercettazioni nel caso di cui Sozzani è accusato. L’accusa, indovinate un po’, è quella di aver ricevuto 10.000 euro in cambio d’appalti in provincia di Novara. Sozzani è uno di quelli che ci tengono molto a creare posti di lavoro, a far viaggiare i pomodori pachino a 250 km/h, ad andare a Lione a fare compere e poco importa se le compere le fa con le elargizioni di qualche facoltoso imprenditore….” http://www.notav.info/senza-categoria/il-sistema-salva-sozzani-niente-uso-delle-intercettazioni-per-il- deputato-sitav-accusato-di-corruzione/ DA GIOVEDÌ 25 A DOMENICA 28 LUGLIO SI E’ SVOLTO A VENAUS IL “FESTIVAL ALTA FELICITÀ” GIOVEDÌ 25 LUGLIO PRIMO GIORNO PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL ALTA FELICITÀ 2019 E DELLA MANIFESTAZIONE DEL 27 LUGLIO con Perino. Marco Faggiano, Mimmo della valle, Cristina NO MUOS, Imma e Giulia di Torino VIDEO : https://vimeo.com/350598166/fa994addb9 SERVIZI TG SUL TAV E INIZIO FESTIVAL : Dichiarazioni di Garbatri, Sindaco di Chiomonte e di Turbil, vignaiolo, sulle limitazioni alla circolazione per i decreti prefettizi che la vietano in Clarea soprattutto in occasioni delle manifestazioni, come quella annunciata per sabato al cantiere TAV. Interviste a NOTAV della valle Il Collegio costruttori di Torino aspetta il TAV per risolvere i problemi di calo di opere pubbliche, come se fosse questa l’opera che può dare lavoro alle imprese del settore edile! Malcontento all’interno del M5 stelle, soprattutto in Piemonte, posizioni incerte di Grillo e Casaleggio, e pericoli per la tenuta dell’amministrazione di Torino TG R del 25-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=sJU4ZNqLkuY TG La 7 del 25-LUG-2019 ore 1330 https://sikke.fi/videos/watch/09c59999-4eee-4b91-bbe1-9f9196fe3ba5 TG 5 del 25-LUG-2019 ore 1300 https://sikke.fi/videos/watch/61c42fcb-804c-4e87-a1dc-9a9bc9bfa883 TG R del 25-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=OH5EiamW1Xs 26 Luglio 19 NOTAV Info : “DIARIO DI BORDO FESTIVAL ALTA FELICITÀ, 1° GIORNO. Dopo mesi di intensa preparazione è iniziato il Festival Alta Felicità. All’interno di un contesto politico che ci ha restituito la decisione del governo di proseguire con il Tav, ancora più forte è il senso di partecipazione collettiva e palpabile è la determinazione nel voler ribadire, una volta in più, che fermarlo tocca a Noi! Siamo al quarto anno di edizione del festival e come e più di prima il coinvolgimento dei No Tav di tutta Italia si percepisce sin dal primo giorno. … Così al ritmo dei sound check, il pomeriggio volge al termine riempiendo i gazebo dei bar e gli stand gastronomici. Ma è quando iniziano i concerti che veramente si sveglia il festival, con una line-up ricca e impossibile da riassumere. Con un inizio potente l’Orchestra di Piazza Vittorio e BandaKadabra da fuoco alle polveri, si susseguono sul palco decine di artisti tra cui Eugenio Finardi e Lo Stato sociale. Con l’arrivo degli afther show, ci si scatena sotto la guida di Ensi e dei The Sweet life Society che fino a notte inoltrata ci regalano rap, dancehall ed electro-swing”. http://www.notav.info/agenda/diario-di-bordo-festival-alta-felicita-1-giorno/ VENERDÌ 26 LUGLIO SECONDO GIORNO DEL FESTIVAL DELL'ALTA FELICITÀ A VENAUS, PREPARAZIONE DELLA PASSEGGIATA DI SABATO POMERIGGIO in Val Clarea verso il cantiere per il tunnelgeognostico di Chiomonte, Interviste a sindaci: Piero Nurisso di Gravere, Avernino Di Croce di Venaus, Nilo Durbiano operai del cantiere, abitanti della valle tra cui Francesco Richetto, Eugenio Finardi e si annuncia Mercalli per il pomeriggio e la PMF per la sera TG R del 26-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=ZkHOEU3BSOU TG R del 26-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=ef01TM7otbg 26 luglio 19 Alanews : TAV, LA CUOCA DI ALTA FELICITÀ: "GLI ARMATI SONO LE FORZE DELL'ORDINE, NON NOI" L'attivista No Tav: "Non ci lasciano mai esprimere, vogliono solo sapere se facciamo casino" Sara Iacomussi "Non ci lasciano dire le nostre ragioni, come sempre. Ed è anche per questo che l'Italia non ha capito la truffa della Tav, non ci permettono mai di esprimerci ma sono interessati a sapere solo se facciamo casino - Ermelinda, la celebre cuoca del Festival Alta Felicità, è stufa. Da Venaus spiega le intenzioni per la marcia di domani al cantiere di Chiomonte - I No Tav sono un movimento popolare pacifico che fa resistenza e a volte per farlo bisogna accedere in tutti i territori. Non vogliamo le zone rosse. Se quel cantiere non è una vergogna lo facciano vedere….” VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=pBf4NH82fqE SABATO 27 LUGLIO MANIFESTAZIONE NOTAV DA VENAUS AL CANTIERE TAV IN CLAREA PASSANDO DA GIAGLIONE. Corteo senza scontri, ma sembrano comunque in preparazione decine di denunce Apparato di sicurezza con 500 operatori delle FO nei boschi, Zona rossa allargata a 1 Km dal cantiere Alcuni manifestanti tagliano il cancello con i flessibili, risposta della polizia con idrante e lacrimogeni,, ma poi tutti i manifestanti passano nel varco e raggiungono pacificamente il secondo cancello posto prima del ponte del Clarea Perino aveva detto che chi tira oggetti o pietre avrebbe fatto un regalo a Salvini Interviste ad abitanti di Chiomonte che non è interessata dalla manifestazione Venerdì sera è stata spedita alla UE la lettera di SI al TAV di Conte senza la firma del Ministro Toninelli, mentre i 5 stelle presentano al Parlamento una mozione che chiede il blocco della Torino- Lione che Grillo appoggia anche se si sa che difficilmente passerà. Dichiarazioni NOTAV di Di Maio e Di Battista Intervista a Perino e Viviana Ferrero consigliera di Torino, che informa che i consiglieri hanno posto alla sindaca Appendino dieci punti per proseguire nell’amministrazione della città Mercoledì 31 luglio riunione attivisti 5 stelle a Bussoleno convocata dalla Frediani TG R del 27-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=AVXB0syVLUw TG R del 27-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=X4PcIhjm-40 TG 5 del 27-LUG-2019 ore 2000 https://vimeo.com/350554881/caf6e95b3b DOMENICA 28 LUGLIO CONTINUANO I COMMENTI ALLA MANIFESTAZIONE DI SABATO 10.000 partecipanti, la questura si è complimentata con gli organizzatori e deplorato atteggiamento di chi ha lanciato le pietre, denunciato una quarantina di persone. Intervista a Ermelinda Varrese TG La 7 del 28-LUG-2019 ore 0730 https://vimeo.com/350557479/ebab571da3 TG 5 del 28-LUG-2019 ore 0800 https://vimeo.com/350556240/2277c217c2 TG R del 28-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=n6FMlGr7RyQ 27 luglio 19 Stampa : VIDEO : “CORTEO IN VAL DI SUSA “I POPOLI IN RIVOLTA, NO TAV FINO ALLA VITTORIA” Interviste https://vimeo.com/350597326/d3da9f9608 27 luglio 19 Repubblica VIDEO: “MARCIA NO TAV, I MANIFESTANTI SFONDANO A MARTELLATE CANCELLO CANTIERE TORINO-LIONE” di Alessandro Contaldo https://www.youtube.com/watch?v=lgZqBOjel7E 28 luglio 19 FQ : VIDEO : “NO TAV, L'ASSEDIO AL CANTIERE SENZA VIOLENZE Corteo in Clarea con Taglio del cancello e dichiarazione di Nicoletta https://vimeo.com/350595733/57bbeae3c4 28 luglio 19 Repubblica : VIDEO : “MARCIA NO TAV, CORTEO E SCONTRI: I MANIFESTANTI LANCIANO PIETRE, LA POLIZIA RISPONDE CON I FUMOGENI https://www.youtube.com/watch?v=08gDAv1_cHU 27 Luglio 19 NOTAV Info : “LA VALSUSA PAURA NON NE HA! Avevamo detto che avremmo portato più gente possibile al cantiere, per far vedere a tutti da vicino contro cosa lottiamo e lo abbiamo fatto, con grande impegno…..” I jersey sono venuti giù e una marea di bandiere crociate ha violato la zona rossa. Eravamo veramente tanti, sorridenti e determinati a ribadire che nonostante le parole di Conte e il voltafaccia delle stelle al governo, non ci saremmo fermati neanche un attimo, come avviene da tutti questi anni. Tanti pensavano di poter chiudere il capitolo della lotta No Tav con un sospiro di sollievo, come se si trattasse di chiudere una parantesi nella storia del nostro paese. Hanno fatto male i loro conti. Qui c’è un libro appena aperto fatto di resistenza e determinazione, con tante pagine ancora da scrivere. Sono 20 anni che politici e giornali provano a scrivere patetici coccodrilli, recitando un de profundis della lotta No Tavpregando che si possa finalmente mettere la parola fine all’esercizio di coerenza e determinazione che ha preso corpo in questa valle. Tra lo stupore generale nei giorni scorsi, abbiamo reagito all’infame decisione del governo dicendo che per noi “Non è cambiato niente”. La giornata di oggi ne è la prova. Siamo dalla parte giusta della storia”. http://www.notav.info/post/la-valsusa-paura-non-ne-ha-2/ 27 Luglio 19 Info aut : “NO TAV, NESSUNA RESA ALL’ORIZZONTE Una forza calma e determinata. Questo è sempre stato il movimento NO TAV e anche in questa importante giornata di lotta l’ha dimostrato. Ciclicamente viene sancita frettolosamente la sconfitta del movimento da parte dei media e della politica, ma ogni volta risulta essere appena uno scongiuro esternato da frustrati senza alcun seguito. Non hanno capito e non capiranno mai l’alchimia variabile su cui si fonda questo movimento, la profondità del suo messaggio, la tenacia e la permanenza della sua composizione. Il premier Conte pensava che la questione alta velocità in Val Susa si potesse liquidare con una diretta facebook, Di Maio con un triste giochetto delle parti, Salvini mostrando il pugno duro per intimorire senza però alcun successo. Fin dai giorni in cui è iniziato il Festival Alta Felicità negli occhi dei valsusini e dei migliaia di giovani e meno giovani No Tav si poteva leggere la solida fiducia in un movimento collettivo che ha sconvolto i giornalisti e fa impazzire i politici. Una grande attesa e una grande tranquillità che non è mai né spericolatezza, avventurismo, né rassegnazione. E’ una sicurezza che viene da trent’anni di lotta, di fasi complicate e articolate della politica italiana attraversate, di ostacoli aggirati e recinzioni abbattute. Senza troppi proclami, senza scomporsi, a guidare i No Tav è la certezza che questa lotta è prima di tutto una lotta per la vita, per la salute, per la dignità. Quindi non bastano un acquazzone e neanche i proclami di un Ministro dell’Interno che riproduce con comicità involontaria pose autoritarie, né le intimidazioni della questura e dei prefetti ad impedire che un fiume in piena di persone marci compattamente sui sentieri della valle rivendicando la liberazione del territorio dalla militarizzazione e dall’opera inutile e devastante….” https://www.infoaut.org/editoriale/no-tav-nessuna-resa-all-orizzonte DOMENICA 28 LUGLIO SI CONCLUDE IL FESTIVAL ALTA FELICITÀ AL POMERIGGIO TAVOLA ROTONDA MOVIMENTI A DIFESA DEI TERRITORI nel percorso #siamoancoraintempo che il 23 Marzo scorso ha portato in piazza migliaia di persona contro i cambiamenti climatici, contro le devastazioni territoriali e le grandi opere inutili. TG R del 28-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=BSruH4ido-0 28 luglio 19 FQ : “NO TAV, AL FESTIVAL ALTA FELICITÀ L'ASSEMBLEA SULLE PROSPETTIVE DI LOTTA. NON ESISTONO GOVERNI AMICI” Interventi di Alberto Poggio, Nicoletta Dosio, Lele Rizzo, Ermelinda, Renata VIDEO : https://vimeo.com/350733353/e8376a44cc DOMENICA SERA TAVOLA ROTONDA CON TRAVAGLIO, LELE RIZZO E LUCA GIUNTI, ALBERTO POGGIO che dice di essere disponibile ad andare a spiegare casa per casa l’inutilità del TAV! TG R del 29-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=d5pVNsCA-BA ALCUNI VIDEO DI ROBERTO CHIAZZA “DAL FESTIVAL ALTA FELICITÀ SOLIDARIETÀ A CAROLA RACKETE! GRAZIE A NON UNA DI MENO”.. https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/videos/478336186061490/ "CANAPA PARLANO I COLTIVATORI" A Venaus al Festival Alta Felicità due chiacchere con i coltivatori di Canapa legale sulla situazione dopo le esternazioni di Salvini. https://youtu.be/Pq2TsjWJzII “VEGANOTAV A VENAUS AL FESTIVALALTAFELICITÀ 2019”. il riassunto dei dieci punti motivanti la presenza al festival e la stretta connessione con la lotta NOTAV https://youtu.be/of0j6izvpEk TUTTI I VIDEO DEL FESTVAL SU: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ 29 Luglio 19 NOTAV Info : “QUATTRO GIORNI AD ALTA FELICITA’, ORGOGLIOSI DI ESSERE NOTAV! Il Festival Alta Felicità giunge al termine della sua IV Edizione e anche quest’anno siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto, di essere sempre capaci di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Abbiamo dimostrato una volta in più che il movimento NoTav ha un cuore pulsante e che quella che ci unisce è una lotta per la quale siamo disposti a superare qualsiasi ostacolo. Sono stati quattro giorni meravigliosi, ricchi di entusiasmo, vissuti con la voglia di stare insieme, e di riuscirci nel miglior modo possibile. Con allegria e determinazione abbiamo ballato, cantato, mangiato, bevuto e parlato e tutti insieme abbiamo percorso i sentieri che ci hanno portato al cantiere di Chiomonte trasformando il Festival in un fiume in piena inarginabile. Abbiamo stravolto l’idea classica di festival, inserendo una mobilitazione popolare all’interno di 4 giornate colme di cultura, appuntamenti e socialità. Abbiamo reso il Festival un luogo più accessibile da ogni punto di vista, permettendo a tutti e tutte di raggiungere le aree organizzate senza barriere e senza impedimenti. Abbiamo ridotto l’uso e la circolazione della plastica fornendo bicchieri e borracce riutilizzabili e abbiamo fermato il traffico per un lungo tratto della Valle. Abbiamo dimostrato come si possa realizzare un evento così grande, per il quarto anno consecutivo, fuori dalle logiche del business, vivendo il nostro magnifico territorio che vorrebbero trasformare in un triste corridoio di passaggio. Siamo felici della ricaduta economica e sociale sui nostri paesi, che hanno beneficiato della presenza di decine di migliaia di persone, dimostrando come possa esistere uno sviluppo senza grandi opere. Non ci ha fermato nulla: non è stata la pioggia, non sono bastati i post su facebook di Salvini, nemmeno i cancelli e i lacrimogeni sui sentieri….” http://www.notav.info/post/quattro-giorni-ad-alta-felicita-orgogliosi-di-essere-notav/ SABATO 27 LUGLIO SI È SVOLTA UNA GRANDE MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DALLA RETE NO PONTE PER DIRE NO AL PONTE. 27 Luglio 19 Tempo Stretto : “LA NUOVA STAGIONE DEI NO PONTE, SÌ ALLO SVILUPPO REALE Messina- Un corteo dire sì alle infrastrutture utili e basta al fiume di soldi finiti altrove Rosaria Brancato “Se non ora, quando?”. E’ questo lo spirito che ha portato in corteo centinaia di messinesi che hanno risposto all’appello della Rete No Ponte e di numerose associazioni pronte ad aprire una nuova stagione, quella che unisce la proposta alla protesta. Il Ponte non è stato fatto e non è nei programmi, ma nel frattempo milioni di euro sono finiti altrove lasciando la Sicilia e Messina senza infrastrutture, servizi adeguati. Per usare un paradosso “sono stati tagliati tutti i ponti con il resto del Paese”. Il corteo Per gli organizzatori che ieri pomeriggio hanno sfilato in corteo a Torre Faro, toccando i “luoghi simbolo” della protesta, è stata la manifestazione più difficile ma anche la più importante. I manifestanti son venuti dalla Sicilia e dalla Calabria…”. https://www.tempostretto.it/news/la-nuova-stagione-dei-no-ponte-si-allo-sviluppo-reale.html 27 luglio 19 La Sicilia : “TORRE FARO, «MA QUALE PONTE SULLO STRETTO! VOGLIAMO L'ACQUA DAL RUBINETTO» Mobilitazione a Messina per manifestare il dissenso alla realizzazione dell'infrastruttura …..“No Ponte, per le infrastrutture utili e la difesa del territorio” è la frase che campeggia sullo striscione di testa. Un messaggio chiaro che punta il dito ad un modello di sviluppo distante dalle reali necessità dei territori e, nello specifico, allo spreco di soldi che ha e sta comportando il progetto di realizzazione del ponte. Soldi che dovrebbero, invece, esser investiti per il miglioramento della qualità della vita delle comunità locali….” https://www.lasicilia.it/news/messina/267260/torre-faro-ma-quale-ponte-sullo-stretto-vogliamo-l-acqua- dal-rubinetto.html SABATO 27 LUGLIO SI È SVOLTA AD AGRIGENTO LA MANIFESTAZIONE “APRIAMO I PORTI - RESPINGIAMO IL RAZZISMO!” SICILIA APERTA E SOLIDALE- NESSUNA PERSONA È ILLEGALE “La Sicilia da decenni è frontiera Sud della Fortezza Europa e viene utilizzata come laboratorio delle politiche segregazioniste dei migranti tramite i CPR-Cara-Cas e di respingimenti in mare verso i lager libici. Dalla Sicilia e dall’agenzia europea Frontex da anni è partita una vergognosa campagna di criminalizzazione delle Ong umanitarie, che ha portato al sequestro delle loro navi (come Iuventa, Sea Watch, Mediterranea…) ed all’interruzione della loro preziosa attività di salvataggio di donne, uomini e bambini, scampati ai naufragi. Per non farci mancare il peggio delle ingiustizie globali la nostra isola è sempre più militarizzata: Sigonella, il Muos , i droni, il porto nucleare di Augusta, i depositi di armi l'hanno trasformata in un arsenale di guerra a cielo aperto. Con i decreti sicurezza il governo del “cambiamento” sta scientificamente smantellando buona parte del sistema d’accoglienza dei richiedenti asilo; oramai le buone pratiche d’accoglienza sono un’eccezione e le rare eccezioni, vedi Riace, sono sempre più criminalizzate. Ciò sta costringendo oltre 50.000 migranti ad ingrossare le fila dei senza fissa dimora, costretti allo sfruttamento da parte delle aziende di trasformazione agroalimentare attraverso caporali nelle campagne meridionali o al reclutamento nella manovalanza della criminalità locale. … PER SALVARE VITE UMANE OCCORRONO: - CORRIDOI UMANITARI con il Nord Africa ed il Medioriente e l'istituzione di un diritto d'asilo comune e di un permesso di soggiorno europeo. - IMMEDIATO DISSEQUESTRO DELLE NAVI DELLE ONG - RITIRO ED ABROGAZIONE DEI DECRETI SICUREZZA LA STORIA SICILIANA CE L’HA INSEGNATO: EMIGRARE NON È REATO!” Promotori : Rete Antirazzista Catanese, Borderline Sicilia, Campagna LasciateCIEntrare, Comitato NoMuos/NoSigonella-Ct https://www.facebook.com/events/2408936802764840/ https://www.osservatoriorepressione.info/event/apriamo-porti-respingiamo-razzismo-sabato-27- manifestazione-antirazzista-ad-agrigento/ 26 luglio 19 La Sicilia “IL CAPITANO DEL MOTOPESCA CHE HA SOCCORSO 50 NAUFRAGHI: «IN MARE SI SALVANO LE PERSONE» “SOCCORSO NAUFRAGHI IL RACCONTO DEL COMANDANTE GIARRATANO VIDEO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=p_997oY6SvI https://www.lasicilia.it/video/agrigento/267053/il-capitano-del-motopesca-che-ha-salvato-50-naufraghi- in-mare-si-salvano-le-persone.html LUNEDÌ 29 LUGLIO LA COMMISSARIA EUROPEA AI TRASPORTI VIOLETA BULK SI DICHIARA SODDISFATTA per la lettera ricevuta dal Governo italiano ma attende un rapido voto in Parlamento (!?), che vuol dire che la lettera era solo una forzatura anticipata Dopo l'alluvione in Francia ed i successivi interventi di ripristino della linea ferroviaria, transitano nuovamente due TGV al giorno andata e ritorno, tra pochi giorni saranno tre TG R del 29-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=id1IDApXz1E MARTEDÌ 6 AGOSTO CI SARÀ VOTAZIONE DEL "DECRETO SICUREZZA 2", la maggioranza è risicata ed alcuni parlamentari "grillini" potrebbero defilarsi, MERCOLEDÌ 7 AGOSTO SARÀ DISCUSSA LA MOZIONE SUL TAV e la Lega si schiererà con il PD e Forza Italia. Ritorna Beppe Grillo, che però prende le distanze dal "suo" Movimento, riesumati alcuni suoi interventi "storici" sul TAV.. TG 4 del 29-LUG-2019 ore 1900 https://vimeo.com/350825683/a5f70ac908 MARTEDÌ 30 LUGLIO IN TV ANCORA SERVIZI SULLA MOZIONE NOTAV DEI 5 STELLE IN VOTAZIONE MARTEDÌ 7 AGOSTO IN SENATO. Il PD, ne presenterà un’altra a favore, ma il senatore Tommaso Cerno (votato come indipendente nelle liste del PD) ha già dichiarato di votare la mozione NOTAV TG R del 30-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=10YJNbHGOwg 30 luglio 19 : GIANLUIGI PARAGONE SU TOMMASO CERNO E TAV E ‘NDRANGHETA https://sikke.fi/videos/watch/6789bc31-4ac1-4672-b251-dd2870718094 TG2 Post del 30-LUG-2019 GIOVANNI TOTI E I GIORNALISTI ROBERTO NAPOLITANO E PIETRO SINALDI SUL TAV https://vimeo.com/351050892/56b7864487 SEMPRE MARTEDÌ 30 LUGLIO 350 MIGRANTI DELL'EX-MOISONO STATI SGOMBERATI (anzi “liberati” come ha detto la sindaca Appendino) in modo “dolce” in un progetto finanziato da Comune, Regione, Governo, Diocesi, e soprattutto Fondazione San Paolo (con i soldi degli interessi pagati sul debito dal Comune stesso!). Dichiarazione della neo vice sindaco Sonia Schellino TG R del 30-LUG-2019 ore 1400 - MOI https://www.youtube.com/watch?v=jrNp0ajepuk 30 Luglio 19 NOTAV Info : “SINDACO DI SALBERTRAND, NON VOGLIAMO LA FABBRICA DEL TAV IN PAESE La fabbrica dei conci del TAV Torino-Lione dovrebbe sorgere nel comune di Salbertrand in alta valle. I conci sono i blocchi semicircolari di calcestruzzo che dovrebbero essere utilizzati per rivestire il tunnel di base. Il nuovo sindaco di Salbertrand, Roberto Pourpour, ha vinto con una campagna elettorale espressamente schierata contro la costruzione della fabbrica che avrebbe un imponente impatto ambientale e logistico sul paese di 603 abitanti. In un’intervista a la Stampa ha recentemente ribadito la volontà degli abitanti di opporsi alla fabbrica di morte invece di barattare lavoro e salute. D’altronde non c’è da stupirsi. Oltre 400 camion al giorno dovrebbero fare andata e ritorno dal cantiere dell’alta velocità con impatti devastanti sul piccolo borgo. Il paese, nonostante la vocazione turistica, è già pesantemente infrastrutturato con due cave di ghiaia, due siti di recupero materiale, due aree di servizio e un casello. Telt in questi giorni sta già mandando le lettere per gli espropri dei terreni su cui dovrebbe sorgere la fabbrica nonostante la contrarietà del comune e della popolazione….” http://www.notav.info/post/sindaco-di-salbertrand-non-vogliamo-la-fabbrica-del-tav-in-paese/ Luglio 19 Lettera del Coordinamento nazionale No TRIV e Campagna Stop TTIP/CETA Italia: “CARO GOVERNO DEL “CAMBIA-IN-PEGGIO”, TI RISCRIVIAMO… Onorevole Presidente e Vicepresidenti,….. In un crescendo di scelte sbagliate, avete fatto ingiustificabili passi indietro rispetto alle promesse elettorali: una finta moratoria sulle trivellazioni in mare, l’approvazione di tutti gli accordi di libero scambio su cui siete stati chiamati a dare il primo via libera in Consiglio Europeo (compresi i dannosi accordi con il Vietnam e i Paesi del Mercosur) fino all’assenso a grandi opere controverse come il TAP e l’accelerazione su tutti i progetti riguardanti gas e petrolio. L’inversione a U rispetto agli impegni presi si è completata con il sì all’alta velocità Torino-Lione: un’opera che dovrebbe essere sospesa alla luce delle esigenze urgenti di riduzione delle emissioni climalteranti e del calo netto dei flussi commerciali sulla tratta….. – Chiediamo un audit nazionale pubblico e partecipato per le politiche strategiche del nostro Paese, a partire da quelle industriali e ambientali, in cui discutere a partire dai territori e dai loro abitanti, dai movimenti, dalle organizzazioni delle lavoratrici e dei lavoratori, dei consumatori e della società civile, le vostre scelte incomprensibili e contraddittorie. – Chiediamo un audit nazionale del debito pubblico, per chiarire nel merito i rilievi sollevati a livello europeo e nazionale, e consentire al nostro Paese la stessa agibilità accordata, ad esempio, a Francia e Germania e scegliere più consapevolmente le priorità di spesa pubblica a partire dal prossimo Def. – Chiediamo una valutazione d’impatto integrata nazionale, con una metodologia chiara e atti accessibili, degli accordi internazionali commerciali che l’Italia ha sottoscritto e intende sottoscrivere, e una azione politica chiara di inversione delle priorità attuali con gli strumenti della bocciatura delle ratifiche e del veto in sede europea. – Chiediamo il rispetto dell’Accordo di Parigi contro i cambiamenti climatici, il rispetto degli impegni per la riduzione delle emissioni, per la riduzione dell’uso dei pesticidi e del Piano d’azione nazionale su impresa e diritti umani, verso una scelta chiara in favore della produzione clima-compatibile e circolare, le energie rinnovabili, la mobilità sostenibile, l’agroecologia. https://stop-ttip-italia.net/2019/07/27/caro-governo-del-cambia-in-peggio-ti-riscriviamo/ 28 luglio 19 Copmbat: “ANCORA 150 MORTI ANNEGATI. SALVINI RISPONDA! Salvini parla molto, troppo. Per questo rimbomba ancora più forte il suo raro silenzio. Prima sul rubligate; ora sui 150 morti annegati nel Mediterraneo, e gli altri 134 salvati dal naufragio e rispediti indietro in Libia nei campi di concentramento tra i soprusi e i bombardamenti di Haftar. Non avrebbero speso tutti i loro averi e quelli delle famiglie per salire su barconi fatiscenti e sovraccarichi se avessero potuto prendere l’aereo, o un traghetto di linea; se in Europa non vigessero leggi che fanno di un viaggio della speranza un crimine. E forse avrebbero potuto essere salvati se il governo italiano non avesse chiuso i porti, e con il decreto Salvini bis sequestrato le navi delle ONG, decretato l’arresto dei loro comandanti e imposto pesanti multe contro chi salva i migranti in mare. Se aggiungiamo questi 150 ultimi morti ai dati UNCR abbiamo quest’anno al 27 luglio un totale di 836 morti nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. Di cui 576 sulla rotta centrale, quella verso l’Italia (e Malta). Come una guerra. Questi morti sono i nostri morti, anche se non ne conosceremo mai i nomi. I morti proletari, i morti di popoli oppressi. Le prime due nazionalità degli arrivi in Europa quest’anno sono: Afghanistan e Siria, e poi tra i primi ancora Congo, Mali, Palestina: come rischiare la morte nel tentativo di fuggirla….. Mentre negli anni precedenti il numero dei morti in mare si collocava tra l’1% e il 2% di chi tentava la traversata del Mediterraneo, nel 2018 la percentuale è salita al 3,2%, e nel 2019 al 4,6%. Ma se consideriamo la sola rotta centrale, quella verso l’Italia (e Malta) la percentuale dei morti balza all’11,6% (4.401 sbarcati, 576 morti)…..” http://www.combat-coc.org/ancora-150-morti-annegati-salvini-risponda/ E’ USCITO IL LIBRO “IL FASCISMO COME MOVIMENTO DI MASSA, LA SUA ASCESA E LA SUA DECOMPOSIZIONE (1934)”, di Arthur Rosenberg, inedito in italiano, pubblicato grazie alla traduzione dal tedesco dei compagni del Circolo Internazionalista di Roma, pubblicato nei Quaderni di Pagine Marxiste Introduzione di Graziano Giusti (anche autore di “ANATOMIA DEL POPULISMO FASCISTA” riportato in Appendice): “FASCISMO E POPULISMO” http://www.paginemarxiste.it/modules.php?name=Archivio&pa=showpage&pid=480 176 pagine, 10 euro comprese le spese di spedizione, richiedendolo a questa mail: abbonamenti@paginemarxiste.it ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO “E' SOLO UN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO…” http://lucaxino.altervista.org/ UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 25 giugno 19 Torino oggi : “TORINO, LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI È STATA APPENA LANCIATA ED HA UN OBIETTIVO DI 200MILA EURO. Una cifra che permetterebbe di scongiurare la chiusura dell’ultimo baluardo delle librerie indipendenti torinesi… “Il nuovo locale richiede una profonda ristrutturazione che, ad oggi, non siamo in grado di sostenere con le nostre sole forze – spiega il proprietario della libreria Paolo Barsi su GoFundMe – Per questo abbiamo lanciato un crowdfunding volto a raccogliere fondi per ristrutturare gli spazi che accoglieranno la Nuova Libreria Comunardi”…. “La società proprietaria dei muri, la Crab Holding S.p.a., ha recentemente venduto gli spazi a Ellemme, una fondazione “amica” che avrebbe dovuto rilevare i locali affinché la storica Libreria Comunardi sopravvivesse alla gentrificazione – spiega Barsi – Dopo cinque estenuanti mesi di trattativa, Ellemme si è ritirata dall’accordo, affittando gli spazi all’ennesimo supermercato, il quale ha proposto un canone di affitto superiore del 75% rispetto a quello attualmente versato dalla Libreria. Lo sfratto è oramai inevitabile”….” http://www.torinoggi.it/2019/06/25/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/torino-un-crowdfunding- per-salvare-la-libreria-comunardi.html ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 25 luglio 19 FQ : “COSTA PIÙ FERMARLO CHE FARLO? TUTTI I DATI VERI E LE BUGIE SUL TAV L’opera inutile - Perchè si poteva (e doveva) dire no di Carlo Di Foggia …..I fondi europei. Secondo Conte, l’Ue alzerà il finanziamento del tunnel al 55%. In realtà lo ha detto Iveta Radicova, coordinatrice del corridoio mediterraneo, ma la decisione spetterà alla nuova Commissione e l’iter prevede almeno due anni. Se fosse confermato, Bruxelles ci metterebbe 5,3 miliardi. Una cifra gigantesca. Nell’ultima tornata (2014-2020) del programma europeo per la mobilità (Connecting Europe Facility) erano stanziati 6 miliardi per le tutte le tratte transfrontaliere dei corridoi ferroviari Ue. Nel nuovo Cef ci sono 17 miliardi per i “progetti strategici”, in cui rientra il Tav. Se anche fosse la cifra destinata alle sole linee transfrontaliere significherebbe che alla Torino-Lione andrebbe un euro su tre stanziato da Bruxelles. Conte ha poi annunciato un contributo europeo del 50% per la tratta nazionale italiana (1,7 miliardi il costo totale). Questo impegno arriva sempre dalla Raticova ma non è previsto dal contratto che regola il finanziamento dell’opera. La realtà è che l’Ue non ha mai messo a disposizione più di 700-800 milioni per settennio. E Francia e Italia ne hanno sistematicamente perso la metà ogni volta….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/25/costa-piu-fermarlo-che-farlo-tutti-i-dati- veri-e-le-bugie-sul-tav/5348479/ 25 luglio 19 FQ : “IL CIPE E TONINELLI IN CORO, IL PARTITO DEL CEMENTO VINCE Era tutto scritto: fin dal contratto di governo si capiva che gli interessi dietro le grandi opere erano più forti di Giorgio Meletti Era tutto scritto, anche se le convulsioni delle ultime ore rendono tutto incomprensibile. Alle cinque della sera il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli emette il bollettino della vittoria: “Durante la riunione odierna del Cipe è stato dato l’ok all’aggiornamento 2018-2019 del contratto di programma Investimenti Rfi-Mit 2017-21. Un passaggio molto importante che non solo segna un cambio di passo nella velocità di aggiornamento di questi importanti documenti, ma prevede la contrattualizzazione di circa 15,4 miliardi di euro in più”. Si spende e si spande, alla faccia di Matteo Salvini che lo aveva accusato di dire no agli investimenti. “L’aggiornamento del contratto di programma destina nuove risorse, ad esempio, al completamento della Napoli-Bari (2,1 miliardi) e del nuovo collegamento Palermo–Catania (2,985 miliardi di euro). Si completano le coperture del Terzo Valico dei Giovi sul Corridoio Reno-Alpi e del nodo di Genova (818 milioni)”. …” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/25/il-cipe-e-toninelli-in-coro-il-partito-del- cemento-vince/5348461/ 25 luglio 19 FQ : “TRA CHI RESISTE IN VAL SUSA: “PRESI IN GIRO DAI GRILLINI” Delusione - Al via il raduno dei comitati e ormai nel mirino No-Tav è finito il Movimento: “Li ho votati, ma ora mi taglierei la mano” di Giulia Zaccariello Chiomonte (Torino) ….Arrabbiati? Sarebbe meglio dire delusi e amareggiati”. Valerio Colombaroli ha 70 anni, è uno di quegli attivisti che con il movimento No Tav è invecchiato. Ha memoria di tutte le tappe e di tutti i politici che qui sono passati a chiedere voti. “Vedi questo spazio? Nel 2005 qui c’è stata la ‘battaglia di Venaus’. Le famiglie della Valle occuparono il terreno su cui doveva essere avviato il primo cantiere. Il presidio venne sgomberato dalla polizia, ma dopo alcuni giorni rioccupammo l’area. Eravamo decine di migliaia”. Al presidio lo conoscono tutti: saluta e monta bandiere. “I miei figli sono nati 30 anni fa e hanno mangiato pane e No Tav. In questi anni abbiamo creato una comunità. Ora se penso al futuro vedo un grande punto interrogativo. Ma sono convinto che nella vita possiamo vincere o perdere, ma non essere traditi”. Il riferimento, è chiaro, è al Movimento 5 Stelle, di cui qui si fanno nomi e cognomi: Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Laura Castelli. E poi, ovviamente, Beppe Grillo. “Si sono presentati come innovatori, avevano una proposta valida e ci abbiamo creduto”, spiega Emilio, convinto No Tav dal 2004. “Ci apparivano come una speranza. Io li ho scelti anche alle ultime elezioni Europee, ma ora vorrei tagliarmi la mano. Non avevamo certo bisogno di una nuova Democrazia cristiana”….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/25/tra-chi-resiste-in-val-susa-presi-in-giro- dai-grillini/5348467/ 25 luglio 19 FQ : “IL M5S ORA HA FRETTA DI VOTARE SUL TAV (A TALK SHOW CHIUSI) di Paola Zanca Adesso che la botta è arrivata, più forte che mai, ai Cinque Stelle non resta che capire come provare a tirarsi su. Il Tav gli è passato sopra e meno male che è arrivato Beppe Grillo a prestare soccorso. Li aveva già rassicurati, martedì sera, con i toni concilianti usati nella telefonata con il premier Conte, che lo ha chiamato subito dopo la diretta Facebook in cui ha annunciato il Sì alla Torino-Lione. Eppure fino a ieri sera, la paura che il fondatore potesse assestare il colpo di grazia al Movimento sconfitto, continuava a rimanere fortissima. D’altronde lo aveva già fatto ventiquattr’ore prima, sfottendo Luigi Di Maio per la storia del “mandato zero”. Ma stavolta è diverso. Perché, dice Grillo, “credere che basti essere al governo, in tandem, per bloccare un processo demenziale come questo significa avere dimenticato che non siamo una repubblica presidenziale oppure una dittatura”. “Conte ha tenuto testa a Macron e Toninelli ha fatto miracoli – li conforta il garante – Ora decida la democrazia e teniamocela stretta”….. Così, l’orientamento dei parlamentari Cinque Stelle sarebbe quello di chiedere al premier Giuseppe Conte di aiutarli almeno su questo: una comunicazione in Aula del presidente risolverebbe sia i problemi di calendario – ha la precedenza su tutto – sia quelli più strettamente politici. A quel punto, Di Maio e i suoi potrebbero serenamente votare contro, dimostrare agli italiani che la colpa non è loro e andarsene in vacanza tranquilli (si fa per dire: in Parlamento ieri giravano certe facce più di là che di qua)….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/25/il-m5s-ora-ha-fretta-di-votare-sul-tav-a- talk-show-chiusi/5348455/ 25 luglio 19 Repubblica : “RIAPERTA LA VECCHIA LINEA FERROVIARIA TORINO-LIONE INTERROTTA PER UNA FRANA IN TERRITORIO FRANCESE Tornati operativi quattro dei sei Tgv per Parigi di Mariachiara Giacosa Nei giorni del via libera all'alta velocità, tornano i treni sulla linea lenta tra Torino e Lione. Interrotto da una frana di fango lo scorso 2 luglio, il collegamento ferroviario verso Parigi è tornato in funzione ieri, in anticipo di una settimana rispetto alla data del 31 luglio che Sncf, la società che gestisce le ferrovie francesi aveva indicato come termine di riapertura della linea. Online è possibile acquistare i biglietti per quattro delle sei corse di Tgv previste tra Torino Porta Susa, Lione e Parigi. Sono infatti in servizio i treni di andata delle 7,36 (arrivo alle 13,19) e delle 16,11 (arrivo alle 22,31), e quelli per il ritorno da Parigi con partenza alle 6,29 e alle 14,41. …” https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/07/25/news/riaperta_la_vecchia_linea_ferroviaria_torino- lione_interrotta_per_una_frana_in_territorio_francese-231956003/ 26 luglio 19 FQ : “LA DIFESA DI TONINELLI: “TORINO-LIONE INUTILE”. MA RIVENDICA I FONDI UE …..Gli attivisti 5 Stelle gli contestano l’aver autorizzato una serie di opere – su tutte, appunto, la Torino Lione – ritenute inutili. E in effetti sul Tav Toninelli non cambia idea e dice che “l’opera è e resta inutile”. Meglio, “un bidone per tutti gli italiani”, “un progetto vecchio ancor prima di vedere la luce”, che gli esperti “hanno fragorosamente bocciato perché non porta benefici neppure nel lungo periodo”. Poi però il ministro elogia il lavoro fatto, che ha portato al sì all’opera: “La nostra caparbietà ha spinto la Commissione a comprendere che l’opera non era così conveniente e quindi a alzare i fondi. Una cifra che può arrivare fino a tre miliardi di euro risparmiati”….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/26/la-difesa-di-toninelli-torino-lione-inutile- ma-rivendica-i-fondi-ue/5350328/ 26 luglio 19 FQ : “FERIE O MOZIONE? IL BIVIO SUL VOTO DEL NO Agenda piena - Ieri il “processo” dei senatori M5S sull’uscita dall’aula durante l’informativa di Ilaria Proietti e Paola Zanca | La partita si gioca di nuovo in Senato…… Come noto, dopo il Sì alla Torino-Lione dato dal premier Conte in diretta Facebook, M5S chiede di mettere agli atti del Parlamento il fatto che loro restano contrari: “Faremo valere il nostro 33%”, ripete Di Maio, a cui serve un’occasione pubblica per non perdere del tutto la faccia con i suoi elettori e dimostrare che nel “partito del cemento” siedono sia la Lega che il Pd. Ma la Camera ha il calendario blindato – a meno che ai deputati non venga l’improbabile idea di rimandare le ferie di una settimana – e il Senato idem. Pare esclusa l’unica corsia preferenziale, ovvero le comunicazioni del Presidente: come farebbero i 5 Stelle a votare contro il loro premier? Così bisognerà trovare lo spazio per una mozione o una risoluzione: “Bastano tre ore, le troveremo”, dicono nel M5S. Ma nel gruppo c’è chi sente aria di rinvio. E a quel punto – alla ripresa autunnale – tornare a parlare della retromarcia sul Tav potrebbe diventare un boomerang comunicativo come quello dell’altro ieri…..” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/26/ferie-o-mozione-il-bivio-sul-voto-del- no/5350310/ 26 luglio 19 FQ : “SALVINI VUOLE MILITARIZZARE LA VAL SUSA. IL VICESINDACO “COSÌ INNESCA LA MICCIA” -----Il vicesindaco di Venaus Erwin Durbiano, per esempio, respinge le accuse: “Non vedo violenza, l’atteggiamento da barricata di sabato lo sta creando l’esagerazione del prefetto di Torino. Di certo rispondere con uno scudo di 500 poliziotti è il modo per innescare la miccia”. E mentre il sindaco del paese, Avernino Di Croce, prova a tranquillizzare prefetto e ministro assicurando che “i matti verranno isolati”, gli organizzatori dell’evento non hanno preso bene le parole di Salvini. Uno di loro, Francesco Richetto, avvisa: “Ci sono persone che vogliono impiantare un progetto devastante su questo territorio e sono preoccupate da noi e noi siamo molto contenti di questo, perché se fossero felici della nostra presenza significherebbe che c’è qualcosa che non funziona”. E i toni si alzano: “Hanno ragione a essere preoccupati per la nostra presenza. Se Salvini è preoccupato noi siamo felici”. …” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/07/26/salvini-vuole-militarizzare-la-val-susa-il- vicesindaco-cosi-innesca-la-miccia/5350322/ 26 luglio 19 Huffingtonpost : "NOI MARCIAMO A TESTA ALTA. M5S BUGIARDI". PARLA LA NO TAV DANA LAURIOLA "Dal Movimento 5 Stelle solo una farsa. Al nostro interno c'erano molti grillini che ora sono rimasti delusi. Salvini? Crea intorno a noi l'immagine del nemico pubblico" By Gabriella Cerami Le navette a Venaus arrivano ogni cinque, dieci minuti portando attivisti No-Tav, famiglie, ragazzi e bambini. In migliaia si preparano a trascorrere la notte in campeggio. Da qui, sabato alle 13.30, avrà inizio la marcia verso il cantiere di Chiomonte. Dana Lauriola, 37 anni, educatrice, leader del Movimento No Tav sta organizzando ogni aspetto: “Rispondiamo con il sorriso a chi, come Matteo Salvini ma in precedenza anche altri, ha militarizzato questo territorio. Noi possiamo marciare a testa alta, i 5Stelle no. Loro sono solo una farsa, ci siamo sbagliati”….” https://www.huffingtonpost.it/entry/noi-marciamo-a-testa-alta-m5s-bugiardi-parla-la-no-tav-dana- lauriola_it_5d3af141e4b0c31569e9d490 26 luglio 19 FQ _ “SUL TAV TANTE BUGIE, DAL “CAMBIAMENTO” SON TORNATI A DELRIO È falso che costi più fermarlo che farlo e anche con i fondi Ue resta uno spreco. Sulle altre grandi opere è calato il silenzio di Francesco Ramella Sono trascorsi solo poco più di quattro mesi. Lo scorso 7 marzo il premier Giuseppe Conte sosteneva che l’analisi costi-benefici della Torino-Lione aveva superato lo “stress test” del giorno prima e giungeva perfino a scusarsi con gli autori per aver dubitato, dopo averne letto i resoconti sulla stampa, della solidità della stessa. Si era dunque convinto che la prosecuzione dell’opera non fosse nell’interesse degli italiani. Qualche giorno fa il contrordine. Ora, grazie al presunto aumento del contributo dell’Ue, “fermarla costa più che completarla”. È falso. Vediamo perché: 1) I soldi dell’Ue sono, ad oggi, una vaga promessa. Nessun impegno giuridico è stato preso. E non ci sarebbe da stupirsi troppo se da Bruxelles, incassato il sì, invece di un assegno più cospicuo giungesse una pernacchia. Intanto, la pelle dei contribuenti è stata venduta. Ad ogni modo, l’eventuale maggiore contributo di Bruxelles non cambia di una virgola la disastrosa valutazione economica dell’opera: sposterebbe eventualmente una parte maggiore dei costi dagli italiani agli europei. Stesso spreco di risorse e maggiore iniquità: a pagare di più sarebbero coloro che, ancor meno di italiani e francesi, beneficeranno dell’opera. 2) I conti per gli italiani resterebbero in rosso anche qualora l’Unione europea contribuisse per il 55% dell

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body