22 maggio 19 ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI

May 23, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 4 | Likes: 1

22 maggio 19 ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 15 maggio 19 Secolo : "TORINO, ASSOLTI 5 NO TAV. IL GIUDICE: REAZIONE AD ATTO ARBITRARIO DELLA POLIZIA Cinque attivisti No Tav, accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale, lesioni e oltraggio, sono stati assolti dal Tribunale di Torino perch, spiegano i legali, stato riconosciuto nel loro comportamento la reazione ad atto arbitrario di pubblico ufficiale. La "non punibilit" stata riconosciuta a uno dei cinque No Tav, per gli altri 4 , invece, arrivata l'assoluzione Tuttavia, poco dopo, scoppiarono gli scontri fra i No Tav e le forze dell'ordine. Secondo gli avvocati difensori dei No Tav, che hanno presentato al Tribunale una serie di filmati, in alcuni casi le forze dell'ordine avrebbero travalicato i limiti delle loro attribuzioni, scalciando e utilizzando gli scudi in dotazione in modo inappropriato. Una tesi riconosciuta dal Tribunale di Torino. Sono soddisfatta commenta all'Adnkronos il legale di uno dei militanti No Tav, Valentina Colletta, specializzata nella difesa dei No Tav da una decina di anni nei processi relativi a conflitto sociale e in particolare in quelli che coinvolgono militanti No Tav chiedo che sia riconosciuto l'atto arbitrario commesso dalle forze dell'ordine poste a protezione del cantiere e per la prima volta il Tribunale lo ha riconosciuto. https://www.secoloditalia.it/2019/05/torino-assolti-5-no-tav-il-giudice-reazione-ad-atto-arbitrario- della-polizia-video/ 15 maggio 19 Ttg24.sky : "TORINO, "ATTO ARBITRARIO DI UN PUBBLICO UFFICIALE", ASSOLTI NO TAV I giudici, nel processo a carico di quattro attivisti della Valle di Susa imputati per degli scontri con le forze dell'ordine avvenuti il 3 ottobre 2015 nel cantiere di Chiomonte, hanno applicato la speciale causa di non punibilit.. Le difese (avvocati Danilo Ghia, Lea Fattizzo e Valentina Colletta) hanno sostenuto, basandosi anche su dei filmati, che in alcune circostanze gli agenti hanno travalicato i limiti delle loro attribuzioni, scalciando e utilizzando gli scudi in dotazione in modo inappropriato. " la prima volta in tanti anni - hanno commentato - che vediamo riconosciuta la causa di non punibilit per un atto arbitrario". https://tg24.sky.it/torino/2019/05/15/torino-assoluzione-no-tav.html 16 maggio 19 Stampa : "ASSOLTI QUATTRO NO TAV: RICONOSCIUTO UN "ATTO ARBITRARIO" DELLE FORZE DELL'ORDINE Gli attivisti erano stati processati per uno scontro con gli agenti vicino al cantiere a Chiomonte, nel 2015. In particolare, uno di loro risultato non punibile Il tribunale di Torino ha assolto quattro attivisti No Tav della Valle di Susa processati per un parapiglia con le forze dell'ordine e, come si ricava dal dispositivo, ha applicato anche la speciale causa di non punibilit prevista per chi reagisce a un atto arbitrario di un pubblico ufficiale. L'episodio contestato risaliva al 2015 e si era verificato nei pressi del cantiere del Tav a Chiomonte. I quattro, a seconda delle singole condotte, rispondevano di resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio, lesioni, danneggiamento, inosservanza dei provvedimenti dell'autorit. La non punibilit stata riconosciuta a uno di loro; per gli altri arrivata l'assoluzione". https://www.lastampa.it/2019/05/15/cronaca/assolti-quattro-no-tav-riconosciuto-un-atto-arbitrario- delle-forze-dellordine-E0IgqcAAdHqhyBqfRfcAJL/pagina.html 15 maggio 19 Adnkronos : "ATTO ARBITRARIO DI PUBBLICO UFFICIALE", ASSOLTI NO TAV Cinque attivisti No tav accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale, lesioni e oltraggio sono stati assolti dal tribunale di Torino perch, spiegano i legali, stato riconosciuto nel loro comportamento la reazione ad atto arbitrario di pubblico ufficiale." https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2019/05/15/atto-arbitrario-pubblico-ufficiale-assolti- tav_gSEj9asPh4OXbCJ4LDTkoK.html 16 maggio 19 Repubblica : "TORINO, REAGIRONO AL CALCIO DI UN POLIZIOTTO: IL GIUDICE ASSOLVE QUATTRO NO TAV La prova da un filmato: "Atto arbitrario delle forze dell'ordine" di Federica Cravero Hanno risposto al calcio di un poliziotto: per questo quattro attivisti No Tav accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale, lesioni e oltraggio sono stati assolti dal tribunale di Torino. I loro legali spiegano che il giudice ha riconosciuto nel loro comportamento la reazione all'atto arbitrario di pubblico ufficiale. La non punibilit stata concessa a uno degli imputati, gli altri sono stati assolti." https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/05/16/news/torino_reagirono_al_calcio_di_un_poliziotto_i l_giudice_assolve_quattro_no_tav-226398482/?refresh_ce 15 maggio 19 Repubblica: "TORINO, SALTA LA VISITA DI BERLUSCONI AL CANTIERE TAV DI CHIOMONTE Ragioni logistiche, le prevision di maltempo e le condizioni di salute dell'ex presidente del Conisglio hanno indotto a rinvirare l'appuntamento di Mariachiara Giacosa Salta la visita di Silvio Berlusconi al cantiere Tav di Chiomonte prevista per sabato mattina. Ragioni logistiche hanno convinto gli organizzatori a rimandare alla prossima settimana l'appuntamento che era stato annunciato ieri. Le procedure di sicurezza e le condizioni di salute del presidente di Forza Italia che sarebbe arrivato in Valsusa in elicottero, compatibilmente con il meteo che minaccia pioggia, hanno costretto il partito a rimandare di qualche giorno la visita che Berlusconi aveva annunciato gi all'inizio della campagna elettorale. Con il leader azzurro, al tunnel, andranno anche il candidato del centrodestra Alberto Cirio e il coordinatore regionale di Fi Paolo Zangrillo." https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/05/15/news/torino_salta_la_visita_di_berlusconi_al_cantie re_tav_di_chiomonte-226367362/ 15 maggio 19 Repubblica : "FAVORI IN PROCURA A TORINO: IL PROCESSO SI FAR A MILANO l gup Valentina Soria ha disposto la trasmissione degli atti al tribunale milanese L'inchiesta torinese riguarda sette persone, tra cui Renato De Matteis, maresciallo che operava nella polizia giudiziaria, e l'avvocato Pierfranco Bertolino, accusate a vario titolo di corruzione in atti giudiziari. La trasmissione delle carte era stata chiesta dalla procura in seguito alla chiusura dell'inchiesta di Milano sul pm Andrea Padalino indagato di abuso d'ufficio per alcuni episodi risalenti all'epoca in cui era in forza alla procura di Torino (ora in servizio ad Alessandria). Il difensore di Dematteis, l'avvocato Stefano Castrale, si era opposto." https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/05/15/news/torino_favori_in_procura_a_torino_il_process o_si_fara_a_milano-226329827/ 16 maggio 2019 Torino Oggi : "I DELUSI DA APPENDINO SI RITROVANO SABATO: PER LE REGIONALI A TORINO IL M5S PERDE I VOTI DEI COMITATI E NO TAV Una parte dei comitati, associazioni e realt che all'epoca avevano contribuito all'ingresso di Appendino a Palazzo Civico, ora lanciano un messaggio chiaro: "il cambiamento stato solo in peggio" Cinzia Gatti Alle Regionali del 26 maggio, almeno a Torino, il Movimento 5 Stelle dovr fare a meno di una parte dei voti che hanno permesso a Chiara Appendino di diventare sindaco. Una parte dei comitati, associazioni e realt - da acqua pubblica a rifiuti zero, dai No Tav ai centri sociali - che all'epoca avevano contribuito al suo ingresso a Piazza Palazzo di Citt, ora lanciano un messaggio chiaro "il cambiamento stato solo in peggio". "Le politiche perseguite e le scelte fatte dall'attuale amministrazione pentastellata - scrivono in un comunicato stampa - non si sono discostate dal percorso gi drammaticamente segnato dal PD." "I problemi sociali, lavorativi, ecologici e della salute della nostra citt - aggiungono - vanno affrontati in modo diverso e non continuando ad alimentare il famigerato "Sistema Torino" che Appendino giurava di volere mandare in cantina e che ha invece potenziato"." http://www.torinoggi.it/2019/05/16/leggi-notizia/argomenti/politica-11/articolo/i-delusi-da- appendino-si-ritrovano-sabato-per-le-regionali-a-torino-il-m5s-perde-i-voti-dei-comitat.html 17 maggio 19 Repubblica : "L'ADDIO DI SINDACATI DI BASE, CENTRI SOCIALI, NO TAV AD APPENDINO: "PEGGIO DEL PD. E NON HA SCARDINATO IL 'SISTEMA TORINO'." Nell'appello sotto accusa politiche della casa, acqua pubblica, precariato, periferie. Domani un'assemblea di Jacopo Ricca ..A lanciare l'appello e un momento di confronto, che si terr sabato pomeriggio, dalle 15, in via Leoncavallo, sono gli attivisti di Assemblea21 che sostengono come l'amministrazione 5stelle sia in linea con quella invisa del Partito Democratico e si rivolgono a tutti i delusi della sindaca: "A 3 anni dalla vittoria elettorale di Appendino, evento salutato dall'opinione pubblica come un segnale di cambiamento, come un possibile nuovo corso della citt baluardo elettorale del Pd, possiamo constatare che il cambiamento stato solo in peggio attaccano nel documento - Le politiche perseguite e le scelte fatte dall'attuale amministrazione pentastellata non si sono discostate dal percorso gi drammaticamente segnato dal Pd". Parole durissime sottoscritte dall'assemblea No Tav Torino e cintura, da Cub Torino, Rifiuti Zero Piemonte, comitato Provinciale Acqua Pubblica Torino, Attac Torino, ma anche da centri sociali come il Gabrio e Manituana-Laboratorio Culturale Autogestito, e partiti come Potere al Popolo Torino, demA, Rifondazione Comunista Torino e Sinistra Anticapitalista Torino." https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/05/17/news/l_addio_di_sindacati_di_base_centri_sociali_n o_tav_ad_appendino_peggio_del_pd_e_non_ha_scardinato_il_sistema_torino_-226492253/ 17 maggio 19 Stampa : "I DELUSI DA APPENDINO: "NESSUN CAMBIAMENTO, PEGGIO DEL PD" Dopo la lettera aperta alla sindaca, domani si terr un'assemblea con comitati, sindacati e centri sociali Fabrizio Assandri Torino L'elenco di accuse alla sindaca lungo: dalla questione del debito alla mancanza di una seria politica della casa, dall'abbandono delle periferie al via libera alle speculazioni edilizie, passando dall'inerzia nel trasformare Smat in azienda di diritto pubblico. Uno degli obiettivi dell'incontro di domani, scrivono, di aumentare la consapevolezza dei meccanismi che i pentastellati mistificano e gli altri partiti celebrano come soluzioni. https://www.lastampa.it/2019/05/17/cronaca/i-delusi-da-appendino-nessun-cambiamento-peggio- del-pd-o4tIDIE9LiMzXWO9IsIqlO/pagina.html 18 maggio 19 Corriere: "NO TAV, CUB E CENTRI SOCIALI ABBANDONANO APPENDINO: HA FATTO PEGGIO DEL PD Quattordici realt capitanate da Assemblea 21 firmeranno una dichiarazione di intenti contro l'amministrazione grillina di Giulia Ricci ..E cos a firmare una dichiarazione di intenti contro l'amministrazione grillina, chiamando tutti a partecipare a un incontro pubblico questo pomeriggio alle 15 in via Leoncavallo 23, sono quattordici realt capitanate da Assemblea 21: dal comitato acqua pubblica, passando per il laboratorio culturale autogestito Manituana e il centro sociale Gabrio, fino al sindacato Cub Torino e ai No Tav. Dalle Olimpiadi agli scontri del primo maggio Una rottura che arriva dopo mesi di piccole crepe che si sono riflesse all'interno della stessa maggioranza grillina. Primo schiaffo la candidatura alle Olimpiadi, sostenuta dalla prima cittadina e osteggiata dai cosiddetti dissidenti, veri rappresentati dei centri sociali e dei comitati. Poi, lo sgombero dell'asilo di via Alessandria dalle modalit definite salviniane, fino ad arrivare agli scontri del primo maggio, con Appendino che ringrazia le forze dell'ordine e i dissidenti che additano il suo comportamento come imbarazzante. E con lei che, imperterrita, ribadisce il suo grazie. Segna una discontinuit nella condivisione fino ad allora evidente e, probabilmente, lancia un messaggio valido anche per la ricandidatura." https://torino.corriere.it/politica/19_maggio_18/no-tav-cub-centri-sociali-abbandonano-appendino- ha-fatto-peggio-pd-e227d53c-7948-11e9-84cc-19261c23ea92.shtml 18 maggio 19 Manifesto : "PIAZZA SAN CARLO: 4 CONDANNE A 10 ANNI PER OMICIDIO PRETERINTENZIONALE Torino. Tutti cominciarono a correre all'impazzata, un fuggifuggi per le vie del centro calpestando o franando tra il vetro delle bottiglie. In piazza, ci furono 1.672 feriti e, in seguito, morirono due donne, Erika Pioletti, 38 anni, e Marisa Amato, 65 anni, per le lesioni riportate Mauro Ravarino Torino La gup Maria Francesca Abenavoli, al termine di un rito abbreviato, ieri, ha inflitto 10 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione a Sohaib Bouimadaghen (soprannominato "Budino"), a Hamza Belghazi e a Mohammed Machmachi, di 21, 20 e 21 anni. Per Aymene El Sahibi, 22 anni, considerato autore di un minor numero di furti, la pena di 10 anni, 3 mesi e 24 giorni. Il processo per le presunte gravi manchevolezze nell'organizzazione della serata , invece, ancora in corso e riguarda la sindaca Chiara Appendino, l'allora questore Angelo Sanna, il viceprefetto Roberto Dosio pi dodici imputati. Riprender a giugno, nel mirino dei magistrati le transenne posizionate male, le bottiglie di vetro, i fiumi di birra, l'eccessiva quantit di gente. A pochi giorni dalla tornata elettorale, per regionali ed europee, la sindaca Appendino si trova in un momento difficile. La rottura con tutti quei movimenti ambientali e territoriali che avevano fornito spunti e contenuti al suo programma, definitiva. Anche con i No Tav di Torino e cintura, che, insieme a collettivi e laboratori, al comitato per l'Acqua pubblica e altri, animeranno quest'oggi un incontro cittadino, promosso da Assemblea 21, in via Leoncavallo 23 dalle 15". https://ilmanifesto.it/piazza-san-carlo-4-condanne-a-10-anni-per-omicidio-preterintenzionale/ 15 maggio 19 Repubblica : "TORINO, DRAMMA IN COMUNE: UNA FATTORINA SFRATTATA DA CASA SI TOGLIE LA VITA Si sarebbe gettata dal terzo piano degli uffici del municpio finendo nel cortile interno della palazzina di piazza Palazzo di Citt di Carlotta Rocci Suicidio in piazza Palazzo di Citt. Una donna di 63 anni, intorno alle 16, si gettata dal terzo piano, dal bagno dell'ufficio Divisione patrimonio del Comune finendo nel cortile interno della palazzina di piazza Palazzo di Citt, dove si trova l'ufficio del vicesindaco Guido Montanari. Sul posto sono intervenuti i carabinieri ed subito arrivata un'ambulanza del 118. Ma per la donna non ci sarebbe stato nulla da fare. Sono in corso le indagini. Pare che donna avesse subito uno sfratto esecutivo. Era una dipendente in servizio negli uffici centrali del municipio di Torino." https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/05/15/news/suicidio_in_comune-226345693/ 16 Maggio 19 FQ : "DOPO LE SCRITTE SUI MURI E LETTERE, NUOVA MINACCIA ALLA APPENDINO: UNA BUSTA CON UN PROIETTILE di Andrea Giambartolomei Un'altra lettera minatoria. Marted la sindaca di Torino Chiara Appendino ha ricevuto un proiettile all'interno di una busta. "Non la prima volta ha minimizzato lei ieri . Continuer a fare il mio lavoro con la massima determinazione". La frequenza inquieta. Gi il 3 novembre a casa sua aveva ricevuto una lettera: "Tu e la tua setta di falliti 5 Stelle avete ucciso Torino si leggeva . Adesso devi morire. Sappiamo dove vivi tu e la tua famiglia. Dormi molto preoccupata". Poi dopo lo sgombero dello squat di anarchici, l'Asilo, avvenuto il 9 febbraio, in citt erano comparse alcune scritte contro di lei, tra cui "Appendi Appendino". E ancora: il 5 marzo, durante un corteo degli anarchici, compare un manichino senza testa davanti al negozio di famiglia. A questo punto le viene assegnata una scorta, ma le minacce proseguono." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/16/dopo-le-scritte-sui-muri-e-lettere- nuova-minaccia-alla-appendino-una-busta-con-un-proie 18 maggio 19 Torino Oggi : "CUB, NO TAV, COMITATI E CENTRI SOCIALI IN ASSEMBLEA A TORINO: "NON DELUSI, MA FURIOSI: CON APPENDINO CAMBIAMENTO IN PEGGIO" Cinzia Gatti ..Ad intervenire Cosimo Scarinzi della Cub e le educatrici precarie dei nidi di Torino, che hanno ribadito la necessit di stabilizzazione, promessa in campagna elettorale dai 5 Stelle. Ad intervenire anche l'ex grillina, ora capogruppo comunale di demA Deborah Montalbano, che ha attaccato "la maggioranza fa solo il curatore fallimentare". "La vera salute di uno Stato e Comune si evince dalla qualit della vita che si riesce a garantire alle fasce pi deboli" ha concluso la consigliera di minoranza. Dopo oltre due ore di discussione i partecipanti hanno poi preparato e sottoscritto un documento finale, con l'obiettivo di dare vita a nuove assemblee e mobilitazioni. "Diamo appuntamento - scrivono - per una manifestazione pubblica per domenica 9 giugno". http://www.torinoggi.it/2019/05/18/leggi-notizia/argomenti/politica-11/articolo/cub-no-tav- comitati-e-centri-sociali-in-assemblea-non-delusi-ma-furiosi-con-appendino-cambiame.html 19 maggio m19 Stampa : "I DELUSI DA APPENDINO E M5S MEDITANO IL RITORNO A "CASA" L'assemblea di comitati e movimenti: si sono rivelati peggio del Pd I gruppi di sinistra tentati dal voto per le liste a sostegno di Chiamparino Gli attacchi ai 5 Stelle sono tipici dell'innamorato tradito. Cosimo Scarinzi, leader del sindacato Cub, riassume il senso dell'assemblea che ieri in via Leoncavallo ha riunito associazioni, comitati, sindacati, movimenti. I presenti erano un centinaio, ma sono portavoce di battaglie pi ampie: mondi storicamente legati alla sinistra a cui negli anni hanno voltato le spalle fino a trovare nei 5 Stelle una speranza di veder realizzate almeno in parte le loro rivendicazioni. Dalle lotte per la casa alla difesa del suolo dal cemento, all'acqua pubblica: tre anni dopo, ogni credito dato alla sindaca Appendino e al Movimento sparito e in questo mondo, che molto variegato, c' uno smarrimento tale che qualcuno medita il ritorno a casa. un segnale che potrebbe concretizzarsi, almeno in parte: quell'opa sull'elettorato grillino deluso che Chiamparino corteggia presentandosi come il meno peggio. Pi di due terzi dei nostri iscritti hanno votato Appendino dice Scarinzi adesso una parte non voter e una parte torner, non Pd, ma forse alcune forze che sostengono Chiamparino. Mariangela Rosolen, gi consigliera comunale Pci e volto del comitato Acqua pubblica, confida il suo tormento. Qualcuno annuller la scheda, altri sceglieranno il male minore, ma tra 5 Stelle e Pd non c' pi differenza. Buone intenzioni e promesse fallaci: i grillini dovrebbero chiamarsi 4 Stelle, visto la stella dell'acqua l'hanno abbandonata per strada.." 19 maggio 19 Repubblica : "IN CENTO CONTRO APPENDINO: "DELUSI? NO, FURIOSI" di Jacopo Ricca Il cartello che accoglie i partecipanti all'assemblea inequivocabile: Non delusi ma furiosi . In via Leoncavallo ieri pomeriggio sono un centinaio le persone che si sono ritrovate per lanciare un'alternativa a sinistra ad Appendino Non vogliamo fondare un nuovo partito mette subito le mani avanti Andrea Guazzotto, attivista del centro sociale Gabrio, ma anche animatore di Assemblea21 la sigla che ha convocato l'incontro.. A parlare anche un ex sfidante di Appendino, come Alessio Ariotto, e l'avvocato Gianluca Vitale che lancia un affondo durissimo contro la sindaca: Non si pu tollerare una sindaca - ha detto - che stappa la bottiglia di champagne nel momento in cui viene sgomberato l'Asilo, n l'applauso alle forze dell'ordine quando il primo maggio vengono caricate a freddo delle persone. Alla faccia di chi ha detto votiamo Appendino per cambiare: coloro che tirano i fili dei burattini sono gli stessi di anni fa. 22 maggio 19 Italia Oggi : "NO TAV E COMITATI CIVICI SCARICANO LA APPENDINO Il sindaco M5s, secondo 14 associazioni di Torino, non ha cambiato nulla rispetto al Pd I grillini rischiano di perdere voti alle regionali piemontesi e alle europee di Filippo Merli Lo scorso sabato le varie sigle si sono ritrovate per un'assemblea pubblica a Torino. Il cartello sulla porta d'ingresso era emblematico: Non delusi ma furiosi. Perch con Appendino il cambiamento stato solo in peggio. All'incontro hanno partecipato circa 80 persone, tra le quali l'avvocato Gianluca Vitale, uno dei pi critici nei confronti di Appendino. Il sindacalista della Cub, Andrea Guazzotto, ha parlato dell'impegno dei comitati. Non vogliamo fondare un nuovo partito, sono le parole del rappresentante della Confederazione unitaria di base riportate da TorinoOggi. Siamo quelli che abbiamo costruito un movimento in citt, anche durante le giunte precedenti. Continuiamo a essere qui a cercare risposte chiare." https://www.italiaoggi.it/news/no-tav-e-comitati-civici-scaricano-la-appendino-2359706 15 maggio 19 Corriere : "ALBERTO CIRIO: SE VINCO PORTO LE OLIMPIADI A TORINO Il candidato del centrodestra: Daremo vita a una "sport commission"e se ad Appendino non piaceranno le proposte, gli eventi si faranno in altre parti del territorio di Giulia Ricci Il loro avversario Giorgio Bertola (M5S) lo chiama idillio, loro lo hanno definito rispetto. Ma marted sera, durante il dibattito al Centro congressi dell'Unione Industriale, il fair play tra il candidato dem Sergio Chiamparino e l'azzurro Alberto Cirio stato messo per la prima volta da parte. Pietra dello scandalo, la perdita della candidatura ai Giochi olimpici del 2026. Il candidato del centrodestra, infatti, sembra promettere di poter ridare una chance a Torino: La perdita della candidatura alle Olimpiadi stato uno dei danni pi incommensurabili causati al Piemonte. Se fossi presidente della Regione, farei di tutto, davvero di tutto, per far s di non perdere questa opportunit. Noi daremo vita a una "sport commission": se alla sindaca Chiara Appendino non piaceranno le proposte, organizzeremo gli eventi sportivi in altre parti del territorio." https://torino.corriere.it/politica/19_maggio_15/alberto-cirio-se-vinco-porto-olimpiadi-torino- 6b2e7bca-7736-11e9-8bcc-bbf4d7708d31.shtml 15 maggio 19 Zeitun : "DECINE DI FERITI NELLA MARCIA DEI PALESTINESI ALLA BARRIERA DI GAZA NEL GIORNO DELLA NAKBA. Le forze israeliane hanno ferito decine di palestinesi a Gaza, quando migliaia di manifestanti si sono radunati vicino alla barriera di confine tra Gaza e Israele per commemorare il giorno della Nakba. Il Ministero della Salute di Gaza ha comunicato che mercoled sono stati feriti almeno 65 manifestanti, compresi 15 che hanno presentato ferite da armi da fuoco. La protesta stata organizzata per commemorare il Giorno della Nakba (catastrofe), l'anniversario dell'espulsione forzata di circa 750.000 palestinesi nel 1947-48, prima e durante la fondazione dello Stato di Israele. Mercoled un portavoce dell'esercito israeliano ha detto a Middle East Eye che almeno 10.000 palestinesi hanno preso parte ai "disordini" nei dintorni della barriera. Il portavoce ha detto che vi sono stati "molti tentativi" di infrangere la barriera e che le forze israeliane hanno reagito con "mezzi antisommossa". Quest'anno le manifestazioni per il Giorno della Nakba si svolgono due settimane dopo che un'offensiva aerea israeliana ha ucciso oltre 20 palestinesi a Gaza e ne ha feriti molti di pi." http://zeitun.info/2019/05/16/decine-di-feriti-nella-marcia-dei-palestinesi-alla-barriera-di-gaza-nel- 16 maggio 19 ANSA : "A TORINO SI BOICOTTA EUROVISION Un 'Controfestival' del Collettivo progetto Palestina Un 'controfestival' il 17 maggio a Palazzo Nuovo, sede delle facolt umanistiche dell'Universit. Cos a Torino il Collettivo progetto Palestina aderisce alla campagna internazionale di boicottaggio all'Eurovision, contest musicale che quest'anno si svolger in Israele. "Quella che molti amano chiamare l'unica democrazia in Medio Oriente - spiega una nota - non altro che uno Stato di apartheid in cui, da pi di 70 anni, oppressione e violenze nei confronti del popolo palestinese sono quotidiane. Come Progetto Palestina ci rifiutiamo di accettare che l'arte e la musica vengano strumentalizzati per mascherare questi crimini". Il 'Controfestival' torinese prevede, oltre a un concerto con special guest Shadia Mansour e Zulu 99 (dei 99 Posse), una serie di eventi di contorno - tra mostre e incontri con musicisti e scrittori - "per scoprire la cultura palestinese, con le forme di resistenza attraverso cui si esprime e le difficolt che incontra sotto l'occupazione". http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2019/05/16/a-torino-si-boicotta-eurovision_bd46b9a9-ebb5- 4642-8751-0c2904254035.html 16 Maggio 19 FQ : "BOMBE PER LO YEMEN, GUERRA IN PARLAMENTO Commercio d'armi - I 5Stelle chiedono risposte al sottosegretario Picchi (Lega) di Salvatore Cannav Come anticipato dal Fatto, il M5S ha deciso di muovere un altro pedone nella sua partita a scacchi con la Lega. Stavolta si tratta di un tema altamente sensibile, il commercio di armi verso l'Arabia Saudita e che Ryad utilizza contro i civili nello Yemen. L'iniziativa stata annunciata ieri dal senatore Gianluca Ferrara, capogruppo del M5S in commissione Esteri in nome dei "diritti umani prima degli affari". A essere interpellato il sottosegretario leghista agli Esteri, Gianluca Picchi, a cui andata la delega sulla legge 185 che regola le autorizzazioni del commercio di armi con l'estero. Il gesto ha una valenza importante perch riguarda la possibilit o meno di bloccare il flusso di commesse che partono dal nostro Paese verso l'Arabia Saudita in virt dell'autorizzazione concessa nel 2016 dal governo Renzi, dal valore di 411 milioni." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/16/bombe-per-lo-yemen-guerra-in- parlamento/5182851/ 16 Maggio 19 FQ : "I CAMALLI GENOVESI PRONTI A BOICOTTARE LA NAVE CON GLI ARMAMENTI PER RYAD Dopo Le Havre, la protesta dei portuali contro la Bahri Yambu. Istituzioni ignare del carico di Andrea Moizo La richiesta di Amnesty International e di altre associazioni di impedire l'attracco a Genova della Bahri Yanbu, nave che si sospetta sia carica di armi destinate alla guerra nello Yemen non ha trovato risposta istituzionale. Ad accoglierla, invece, sono stati i portuali e la Filt Cgil. Il sindacato ha infatti sposato la ricostruzione di Amnesty: la nave, proveniente dagli Usa, avrebbe caricato munizioni ad Anversa mentre a Le Havre, a causa del boicottaggio delle associazioni civili, non avrebbe potuto imbarcare i cannoni previsti. Rimediando poi probabilmente, a Santander, dove stato effettuato un attracco non programmato. Armi dirette in Arabia, ma riporta la Reuters non destinate secondo Emmanuel Macron all'utilizzo saudita nello Yemen. " https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/16/i-camalli-genovesi-pronti-a- boicottare-la-nave-con-gli-armamenti-per-ryad/5182857/ 18 Maggio 19 FQ : "FERMATE LA NAVE". GENOVA NON VUOLE IL CARGO DELLE ARMI Citt mobilitata - Dopo i camalli e la Cgil, l'appello del mondo cattolico: "Via dal porto, non saremo complici della morte" di Andrea Moizo e Ferruccio Sansa Fermate la Bahri Yanbu. Genova si schiera contro la nave saudita che trasporta armi. Dopo i camalli e la Cgil arriva l'appello delle associazioni cattoliche. Una scossa della societ civile in una citt che si riscopre viva dopo il colpo terribile del Ponte Morandi. Il cargo saudita atteso in porto luned, ma di ora in ora aumenta la mobilitazione. Camalli e Cgil hanno organizzato un presidio, ma cosa succeder se la nave attraccher non si sa. Erano stati proprio i lavoratori del porto a raccogliere la denuncia di Amnesty International. Ma ieri arrivato un appello delle associazioni, dalle Acli a Libera. Gruppi che in citt raccolgono migliaia di iscritti, giovani soprattutto: "Chiediamo che le Autorit si adoperino per impedire l'attracco della nave. L'anima aperta della nostra citt, gi ferita da tanta sfortuna, non deve essere costretta a tollerare questa complicit con la morte"." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/18/fermate-la-nave-genova-non-vuole- il-cargo-delle-armi/5188716/ 20 maggio 19 Repubblica: "NAVE DELLE ARMI, LA VITTORIA DEI PORTUALI: LA YANBU NON CARICA I MATERIALI MILITARI Concluso il vertice in prefettura con la Cgil. I tre generatori saranno trasferiti da Genova via terra. I lavoratori: "Attrezzature e droni al servizio delle stragi in Yemen, noi non carichiamo. La nave entrata in porto perch un diritto, noi questo, a differenza di Salvini, lo sappiamo" di Marco Preve Vincono i portuali genovesi. Sulla Bahri Yanbu, la nave saudita delle armi, non saranno caricati i generatori della Defence Tecnel di Roma, materiale al servizio del militare, ma verranno spostate in un'area protetta del Csm (Centro smistamento merci) e da qui nelle prossime ore verranno trasferite via terra da Genova. E' quanto emerso alla fine dell'incontro in prefettura con i rappresentanti della Cgil, i vertici dell'Autorit portuale e i dirigenti del Gmt, il terminal portuale. Il blocco all'imbarco delle altre merci stato tolto. Le operazioni di carico del materiale a uso civile riprender in giornata. E' probabile che i generatori saranno sostati a Spezia dove, secondo indiscrezioni potrebbero arrivare nelle prossime ore, via treno, anche gli 8 cannoni Caesar che sono stati all'origine del blocco al porto di Le Havre organizzato dall'associazione francese Acat e dai docker francesi. Non escluso che la Yanbu, che dovrebbe lasciare Genova gioved, possa dirigersi a Spezia per caricare i cannoni....." https://genova.repubblica.it/cronaca/2019/05/20/news/la_nave_delle_armi_e_arrivata_a_genova_po rtuali_in_sciopero_e_presidio_pacifista-226708348/ 21 Maggio 19 FQ : "VINCONO I CAMALLI, LA NAVE (PER ORA) NON CARICA ARMI I lavoratori non imbarcano materiale per le truppe saudite, ma generatori e cannoni potrebbero arrivare a La Spezia o Marsiglia di Andrea Moizo e Ferruccio Sansa La vittoria dei camalli e dei pacifisti. Ma i cannoni e i generatori elettrici per l'Arabia potrebbero partire nei prossimi giorni da Marsiglia o La Spezia. Il dribbling tra governo saudita e pacifisti non finito. Il cargo Bahri Yanbu arrivato ieri all'alba nel porto di Genova scortato da due motovedette. Ad attenderlo c'erano oltre cento persone. Portuali, pacificisti (da Amnesty a Genova Antifascista) e ragazzi delle associazioni (Acli e Libera tra le altre) con striscioni e fumogeni. Del resto Cgil e lavoratori erano stati chiari: sciopero per impedire alla nave di caricare materiale bellico. Cos alla fine le autorit si sono prese un impegno: restano a terra i generatori elettrici prodotti dall'italiana Teknel e destinati alla Guardia Nazionale saudita. Il cargo imbarcher il materiale di uso strettamente civile e ripartir." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/21/vincono-i-camalli-la-nave-per-ora- non-carica-armi/5194799/ 16 maggio 19 Repubblica : "ROMA, 65 INDAGATI DI CASAPOUND E FORZA NUOVA PER DISORDINI CONTRO ROM Contestata la rapina per l'episodio del pane destinato alle famiglie rom a Torre Maura preso e calpestato durante le proteste. Minacce, aggravate dall'odio razziale, invece, il reato in riferimento all'uomo che grid "ti stupro" alla donna assegnataria dell'appartamento a Casal Bruciato. Indagine anche sui centri sociali La Procura di Roma ha iscritto 41 persone nel registro degli indagati, tra militanti di Casapound e Forza Nuova, per i disordini avvenuti lo scorso aprile nel quartiere di Torre Maura in relazione al trasferimento di alcune famiglie rom in una struttura della zona. I reati contestati, a vario titolo, nel fascicolo coordinato dal procuratore aggiunto Francesco Caporale e dal sostituto Eugenio Albamonte, vanno da istigazione all'odio razziale, violenza privata, minacce, adunata sediziosa, apologia di fascismo e rapina in riferimento all'episodio dei panini destinati alle famiglie rom calpestati dai manifestanti. La Procura di Roma ha inoltre iscritto nel registro degli indagati 24 persone, appartenenti ai movimenti di estrema destra Casapound e Forza Nuova, in relazione ai disordini scoppiati nella zona di Casal Bruciato, periferia est della Capitale, per l'assegnazione ad una famiglia rom di una casa popolare. Indagate anche altre 16 persone, tra antagonisti e appartenenti ai movimenti per la casa, per il reato di corteo non autorizzato svolto, sempre a Casal Bruciato, l'8 maggio". https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/05/16/news/casapound_e_forza_nuova_41_indagati_per_di sordini_a_torre_maura_e_24_per_casal_bruciato-226439808/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1 VIDEO : "ROMA, CASA A FAMIGLIA ROM: A CASAL BRUCIATO URLA E INSULTI CONTRO MAMMA CON BIMBA: "TI STUPRO" https://www.youtube.com/watch?v=qABVwS_ZNbI 8 maggio 19 VIDEO Fanpage : "LA VIOLENTA PROTESTA DI CASAL BRUCIATO CONTRO LA CASA AI ROM: "PUT***A, TI STUPRO!" Continua la protesta di Casapound e alcuni residenti contro l'assegnazione di una casa popolare a una famiglia rom. La polizia ha prima disperso chi tentava di bloccare l'ingresso del palazzo di Casal Bruciato, ma poi la folla ha aggredito e insultato la mamma rom al suo arrivo: "Schifosa, puttana, ti stupro" ha gridato un militante della formazione di estrema destra. Una contromanifestazione di alcune sigle di sinistra come Asia Usb e Potere al Popolo ha dimostrato solidariet alla famiglia proveniente dal campo di La Barbuta. https://www.youtube.com/watch?time_continue=4&v=GcObArwan7A 16 Maggio 19 FQ : "LA GALASSIA NERA DEI "DEMONI" DI SALVINI di Tomaso Montanari In America, un libro come questo avrebbe la forza del Watergate. E in un qualunque Paese europeo, un libro che dimostrasse come il vicepremier e ministro dell'Interno circondato da postnazisti che ne conducono la politica estera (e forse i flussi di finanziamento) e ne modellano l'ideologia e la retorica porterebbe a una crisi di governo. Temo che questo non succeder con "I DEMONI DI SALVINI. I POSTNAZISTI E LA LEGA", di Claudio Gatti (oggi in libreria per Chiarelettere): ma mi domando cosa penseranno, dopo averlo letto, Sergio Mattarella (che ferm, a costo di lacerare la Costituzione, Paolo Savona ma non mosse ciglio contro la nomina di Salvini) o Luigi Di Maio e Matteo Renzi, che condividono la responsabilit (seppur in misura diversa) di aver inquinato, dandola in mano a un uomo di queste frequentazioni, la nostra sicurezza nazionale. Non si tratta di un libro politico: , nello stile asciutto e fattuale del suo autore, una classica inchiesta giornalistica. Aiutato dal fatto di vivere a New York, fuori dall'involuzione del giornalismo italico, Gatti allinea fatti, date, testi e lunghe interviste che confermano il canovaccio offertogli da una gola profonda: l'ingegner Alberto Sciandra, nazista pentito che stato il primo infiltrato nella Lega (organizzatore, tra l'altro, della sceneggiata celtica con Bossi alle fonti del Po, nel 1996). Ne scaturisce la ricostruzione agghiacciante della (riuscitissima) infiltrazione politica che spiega come sia possibile che un partito autonomista abbia abbracciato i pi sanguinari centralisti, da Milosevic a Putin, attuale idolo di questa galassia nera. Il libro dimostra come un nutrito gruppo di post-nazisti, formatisi nell'entourage eversivo di Franco Freda e del suo discepolo Maurizio Murelli (undici anni di galera alle spalle), sia entrato a livelli apicali nella Lega, fin dalla fondazione.." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/16/la-galassia-nera-dei-demoni-di- salvini/5182938/ 17 Maggio 19 FQ : "MINISTRO OFFESO, MAESTRA PUNITA, ITALIA DA BRIVIDI di Daniela Ranieri ..Quel che successo noto: per la giornata della Memoria, alcuni studenti di un Istituto tecnico di Palermo hanno fatto una presentazione con le slide in cui si paragonavano le leggi razziali del 1938 al fiore all'occhiello del leghismo, il decreto Sicurezza (e la logica che lo guida, cio il respingimento dei migranti). A rendere edotto il ministero dell'Istruzione che a Palermo "una prof obbliga i suoi studenti a dire che Salvini come Hitler perch stermina i migranti" stato via Twitter un volenteroso cittadino, attivista di destra, tanto autorevole da guadagnarsi l'attenzione della sottosegretaria ai Beni culturali (tale per merito degli "zero libri letti negli ultimi 3 anni", dichiarazione resa un anno fa e dunque eventualmente da aggiornare), la leghista Lucia Borgonzoni. La quale, con la sintassi degna del suo ruolo (con echi crociani che non vi sfuggiranno), ha vergato su Facebook: "Auspico non sia vero.ma temo sia una speranza mal riportata! Se accaduto realmente, andrebbe cacciato con ignominia un prof del genere.e interdetto a vita dall'insegnamento. Gi avvisato chi di dovere!" (testo e punteggiatura originale, ndr). Chi di dovere ha prontamente agito a tutela dell'illustrissimo ministro, sospendendo per 15 giorni la professoressa, dimezzandole lo stipendio, e mandando appunto la Digos a Palermo." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/17/ministro-offeso-maestra-punita- italia-da-brividi/5185750/ 17 Maggio 19 FQ : "SALVINI IN FUGA, LA PIAZZA NO: "A NAPOLI NON LO VOGLIAMO" Accoglienze - Ieri prima Foggia e Potenza, poi la citt del Vesuvio: lenzuola sui balconi e cortei contro il vicepremier che ha evitato il comizio di G. Cal. Volano transenne, i fumogeni ammorbano l'aria, la polizia carica, i manifestanti arretrano, un agente finisce in ospedale. La tensione a Napoli ieri sera alle stelle. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini in Prefettura per il Comitato per la sicurezza. Al comizio elettorale il capo della Lega ha gi rinunciato da qualche giorno, sotto al Vesuvio l'accoglienza troppo "calorosa". Lo stesso sindaco Luigi de Magistris a fine incontro accusa: "L'emergenza la mafia, non i migranti". "Questa Lega una vergogna, noi crediamo alla cicogna, e torniamo da mamm", sembra di sentirla la voce di Pino Daniele che intona 'O Scarrafone, chitarra in mano e chioma folta. Sembra di sentirla imbattendosi nello striscione in via San Giovanni Maggiore Pignatelli, a Forcella, quartiere natale del cantautore. E il lenzuolo esposto dal fratello Carmine Daniele, che attacca: "Il ministro dell'Interno Matteo Salvini indossa divise, imbraccia mitra ed contro gli extracomunitari: non degno del suo mandato. Qua a Napoli non lo vogliamo"." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/17/salvini-in-fuga-la-piazza-no-a- napoli-non-lo-vogliamo/5185579/ 18 maggio 19 Repubblica : "MILANO, SALVINI E I SOVRANISTI NON RIEMPIONO PIAZZA DUOMO. FISCHI AL PAPA. PROTESTA DEGLI STRISCIONI SUI BALCONI Corteo e comizio con rosario in mano del leader leghista con 11 capi-partito dell'ultradestra europea. Contestazioni in piazza e fischi al Papa. In piazza del Cannone il Gran Gal del futuro delle associazioni antirazziste e antifasciste. Di Maio: "Non abbiamo bisogno di ultradestre in Italia" di Z. Dazzi, O. Liso, C. Lopapa, M. Pisa, M. Pucciarelli In decine di migliaia in corteo da corso Venezia a piazza Duomo, che per non si riempie per la manifestazione sovranista. Con una scena vista diverse volte nelle citt italiane toccate dai comizi di Matteo Salvini: i contestatori del vicepremier ai bordi di piazza Duomo - blindata e con controlli con i metal detector agli ingressi - che hanno fischiato durante tutto il suo intervento. Che ha avuto toni altissimi, con la richiesta di fare della Lega il primo partito d'Europa, il rosario in mano mentre diceva "Mi affido al Cuore immacolato di Maria che ci porter alla vittoria" e un messaggio diretto al Papa, che ha suscitato i fischi della piazza diretti al Pontefice e le successive proteste indignate del Pd: "Con l'azione di governo ho dato risposte con fatti non con parole. Lo dico anche a Papa Francesco, che oggi ha detto "bisogna ridurre i morti nel Mediterraneo": il governo sta azzerando i morti nel Mediterraneo, con orgoglio e spirito cristiano", ha detto dopo aver citato i papi Ratzinger e Wojytila come esempi positivi.. In piazza Duomo anche chi contesta il raduno sovranista: un uomo vestito da Zorro ha srotolato dal balcone di un albergo un lungo striscione con la scritta "Restiamo umani". Lenzuolo che poi stato rimosso. In tanti sono ai bordi - tenuti a distanza dalla polizia - a fischiare e gridare "Via". E uno striscione con la scritta "Salvini Milano citt aperta" stato ritirato dagli agenti della Digos a due donne che, poco prima dell'intervento del leader della Lega, l'hanno srotolato fuori da un'uscita (chiuse, come tutte quelle della piazza) della fermata della metropolitana.." https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/05/18/news/salvini_milano_piazza_duomo_le_pen_strisci oni_corteo-226556047/ 18 maggio 19 Mi-Lorenteggio : "SOVRANISTI. DA LE PEN A WILDERS SUL PALCO A MILANO CON SALVINI PER L'EUROPA DEI POPOLI Sotto una pioggia battente, in una piazza Duomo super blindata, davanti a migliaia di militanti della Lega giunti da tutta Italia, di fronte a numerosi giornalisti di tutte le principali testate d'Europa e non solo, si svolto nel pomeriggio di oggi il comizio "Italia rialza la testa" di Matteo Salvini insieme ai maggiori leader delle destre europee. Sul palco, presentati dal deputato Alessandro Morelli, dopo i Presidenti delle regioni governati dalla Lega, Zaia, Fontana, Fedriga e e Massimo Fugatti, presidente della provincia di Trento, sul palco sono saliti11 tra i leader dei partiti di destra europei. Mancava Viktor Orban. " https://www.mi-lorenteggio.com/2019/05/18/sovranisti-da-le-pen-a-wilders-sul-palco-a-milano- con-salvini-per-leuropa-dei-popoli-foto-e-video/85616/ 19 Maggio 19 FQ : "VIETATO "RESTARE UMANI". ANCHE PER ZORRO Corteo - In migliaia al "Gran Gal del futuro". Rimosso uno striscione in piazza Duomo di Simone Bauducco Il "Gran Gal del Futuro" andato in scena ieri pomeriggio a Milano. Diverse migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro le politiche sovraniste di Salvini e dei suoi alleati europei. Un corteo colorato che ha sfilato sotto la pioggia tra striscioni appesi ai balconi e pupazzetti di Zorro, nuovo simbolo della protesta anti leghista a causa dell'episodio del furto subito dal futuro ministro raccontato nel libro intervista edito da Altoforte, casa editrice vicina a CasaPound: "Dietro quella maschera ci sono i migranti e tutti quelli che subiscono sulla loro pelle le conseguenze del decreto sicurezza e delle politiche di destra" racconta Riccardo che, a nome della rete Milano Antifascista Antirazzista Meticcia e Solidale vestito da Zorro da un balcone in piazza Duomo ha esposto lo striscione "Restiamo Umani" prima di essere portato via dalla polizia." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/19/vietato-restare-umani-anche-per- zorro/5190326/ 20 Maggio 19 FQ : "SALVINI IN PIAZZA COL ROSARIO SOLO MARKETING, NON FEDE" Da "Famiglia Cristiana" a "Civilt Cattolica", la Chiesa critica Matteo l'opportunista di Camilla Tagliabue .Il primo, sui social, stato padre Antonio Spadaro, direttore di Civilt Cattolica: "Rosari e crocifissi sono usati come segni dal valore politico, ma in maniera inversa: se prima si dava a Dio quel che invece sarebbe stato bene restasse di Cesare, adesso Cesare a impugnare quello che di Dio". Suona quasi come un malizioso paradosso il chierico che chiede al politico pi laicit. Ma in tempi di "sovranismo feticista", cos lo definisce un duro editoriale di Francesco Anfossi su Famiglia Cristina, il paradosso la regola, e la "strumentalizzazione religiosa serve a giustificare la violazione dei diritti umani".. "Dio di tutti ha ricordato il segretario di Stato vaticano cardinale Pietro Parolin "Invocare Dio per se stessi sempre molto pericoloso". Gli fa eco il direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Rizzolo: "L'uso assolutamente strumentale dei simboli della fede inaccettabile: fa indignare, cos come dividere i papi tra buoni e cattivi". Eppure, a giudicare dai fischi della piazza milanese, il malumore contro papa Francesco diffuso, senza dimenticare lo striscione "Bergoglio come Badoglio" sventolato qualche giorno fa dai militanti di Forza Nuova a Roma." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/20/salvini-in-piazza-col-rosario-e-solo- marketing-non-fede/5191949/ 19 Maggio 19 FQ : "IL DL SICUREZZA-2 IMBARAZZA IL COLLE E IRRITA ANCHE L'ONU Ostaggi - Il premier e i 5 Stelle provano a far slittare la discussione in Cdm per non sottoporre a Mattarella un testo controverso prima delle Europee di Marco Palombi Sul decreto sicurezza bis il braccio di ferro continuer fino a luned e oltre: d'altra parte Matteo Salvini , come dice chi ha uso di mondo, in una situazione win-win. Se il testo passa in Consiglio dei ministri, anche col solito "salvo intese", ha vinto; se non passa far il martire col suo elettorato. Ieri infatti, a margine della manifestazione di Milano, era serafico: "Siamo pronti, abbiamo preparato tutto. Il Cdm non lo convoco io, ma siamo pronti anche a recepire miglioramenti, suggerimenti, emendamenti". E se invece bloccano il decreto? Gli chiedono. Sorriso: "Perch? Spero di no" A rendere ancor meno sereno Mattarella, finito in mezzo ai dispetti incrociati gialloverdi, arrivata la letteraccia dell'Alto commissariato Onu per i diritti umani, consegnata mercoled all'ambasciatore italiano al Palazzo di Vetro e resa pubblica ieri. Si tratta di una critica durissima ai recenti provvedimenti di Salvini, a partire dalla due direttive, una delle quali mira a bloccare le navi che abbiano soccorso migranti fuori dalle acque territoriali italiane. Non manca, per, una citazione anche per il decreto Sicurezza bis: "Siamo molto preoccupati", in particolare per le multe da 3.500 a 5.500 euro a naufrago salvato. L'insieme di queste norme, dice l'organismo Onu, non altro che "l'ennesimo tentativo politico di criminalizzazione delle organizzazioni della societ civile impegnate nelle attivit di salvataggio in mare", tentativo realizzato con la scusa di rischi per la sicurezza o accuse alle Ong "che non sono basate su nessuna decisione dell'autorit giudiziarie".." 19 Maggio 19 FQ : "MULTARE CHI SALVA LE VITE IN MARE RACCAPRICCIANTE Multe da 3.500 a 5.500 euro a chi "nello svolgimento di operazioni di soccorso in acque internazionali, non rispetta gli obblighi previsti dalle Convenzioni Internazionali". Dunque i comportamenti che Salvini attribuisce alle navi umanitarie. di Antonio Padellaro Ps. Sul "Fatto" di ieri, nell'intervista al ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, Luca De Carolis chiede: "La multa eticamente raccapricciante oltre che incostituzionale, no?". Bonafede: "Se chi viola le regole viene sanzionato non ci trovo nulla di male". S, davvero raccapricciante" https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/19/multare-chi-salva-le-vite-in-mare-e- raccapricciante/5190428/ 18 Maggio 19 FQ : "A DIFESA DELLA CARTA RESTANO GLI STUDENTI di Tomaso Montanari e Francesco Pallante Il caso della professoressa Rosa Maria Dell'Aria, colpita da sanzione disciplinare perch avrebbe omesso di vigilare sul contenuto di un lavoro dei suoi studenti di inaudita gravit: perch chiama in causa fondamentali principi costituzionali, quali la libert di insegnamento (art. 33), il diritto all'istruzione (art. 34), la libert di manifestazione del pensiero (art. 21). Si tratta di diritti che Norberto Bobbio considera presupposti necessari a rendere realmente tale una democrazia. Vengono, inoltre, in evidenza le disposizioni costituzionali per le quali i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica (art. 54) e i pubblici impiegati quello di porsi all'esclusivo servizio della Nazione (art. 98). "Repubblica" e "Nazione": non "governo" n, tantomeno, singoli "ministri". E quei ragazzi che, in una scuola della Repubblica, imparano a usare gli strumenti della filologia e della storia, e li usano per dimostrare le matrici fasciste di leggi, politiche, atteggiamenti attuali, avverano ci che, in assemblea Costituente, prospettava Concetto Marchesi: "nella scuola il presidio della Nazione".." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/18/a-difesa-della-carta-res 17 Maggio 2019 FQ : "APPELLO A MATTARELLA NON FIRMI IL DECRETO SICUREZZA NUMERO 2" Un decreto anticostituzionale da respingere: con queste parole il Coordinamento per la democrazia costituzionale l'insieme dei comitati che si batte per difendere la Carta, protagonista della battaglia per il No al referendum del 2016 e presieduto da Massimo Villone descrive il decreto sicurezza bis che luned la Lega porter in Consiglio dei ministri. Norme, quelle circolate in una bozza, "gravemente incostituzionali e sovversive": il testo, sostiene il comitato, imporrebbe de facto il pagamento di un riscatto per ogni naufrago tratto in salvo, favorendo la morte dei profughi nel Mediterraneo. Il ministro Matteo Salvini viene definito un "legislatore fascista", che starebbe travalicando i confini del Codice della Navigazione, del codice di procedura penale, delle disposizioni a tutela dell'ordine pubblico e del Testo unico di pubblica sicurezza. Oltre che, come spiegato, della Costituzione. Il Comitato, pertanto, dichiara di confidare nel rigetto della proposta da parte del Consiglio e nel controllo del Presidente della Repubblica, che "pu rifiutarsi di emanare un provvedimento cos oltraggioso per i valori repubblicani, come avvenne in passato per il cosiddetto decreto Englaro". https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/17/appello-a-mattarella-non-firmi-il-

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body