rappresaglia 2019

Sep 14, 2019 | | Category: Other |   | Views: 86 | Likes: 1

Chi è Solvay? Ve lo dico io. Non è quella reclamizzata sul Sito: “Sintesi perfetta di tecnologia e sapere, rispetto degli umani e dell’ambiente”. Bensì è quella che non rispetta le (blande) sentenze dei Tribunali neppure per risarcire le Vittime, anzi si recidiva in rappresaglie contro chi la denuncia per gli inquinamenti. Il mio caso è emblematico. La sentenza d’Appello -immediatamente esecutiva- riconosce anche a me, fra le Vittime (tumori, leucemie ecc.) di Spinetta Marengo, 10mila euro di indistinto risarcimento a fronte delle 100mila chieste (fino a 1milione chiesto da altre Parti civili). Però solo a me Solvay -illegalmente- non paga. Perché? Per vendetta di un passato o anche di un presente? Per 40 anni di denunce e proposte, Balza è reduce da 7 cause in pretura, 4 in appello, 2 in cassazione, tutte concluse con vittoria ma piene di sofferenze: cassa integrazione, tre trasferimenti, mobbing, anni di dequalificazione professionale, di inattività assoluta, oltre ad uno stillicidio di tentati provvedimenti disciplinari e vertenze minori e, dulcis in fundo, il tentato licenziamento del ’92; il corollario furono querele, esposti, denunce, manifestazioni, scioperi della fame, incatenamenti, chilometri di firme di solidarietà, titoli su titoli in giornali e tv. (Vedi il libro L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza*). Poi in pensione, per i reiterati reati contro ambiente e salute resto il principale accusatore di Solvay in primo e secondo grado di giudizio (vedi il Libro Ambiente Delitto Perfetto** e la Memoria di replica in Corte di Assise d’Appello di Torino***) e sui media cartacei e web (vedi il Sito della Rete ambientalista Movimenti di lotta per la Salute, l’Ambiente, la Pace e la Nonviolenza****. In particolare è incessante la denuncia dell’avvelenamento PFOA delle acque e del sangue (in pubbliche assemblee, in video interviste web ***** e anche con esposti in magistratura******). Si spiega insomma l’attuale illegale vendetta Solvay di omesso risarcimento. Vendetta del tutto odiosa perché, come ribadito in Appello nella stessa Memoria, i 10mila euro di risarcimento non sono destinati a me bensì per Casale Monferato alla Ricerca per la cura del mesotelioma. Questa è Solvay. Vorrebbe aggiungere al danno la beffa. Il tumore a Balza resta, ma la beffa non va a lui. Altra ipotesi è che Solvay non paghi perché trovasi in stato di insolvenza, dunque è giustificata la presentazione di istanza di fallimento. Lino Balza * L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza. Volume secondo. Pagg. 315. ** Ambiente Delitto Perfetto” di Barbara Tartaglione e Lino Balza, prefazione di Giorgio Nebbia, terza edizione pagg. 518. Risalta a pag. 99 il J’accuse: la storica testimonianza di Balza in Corte d’Assise di Alessandria. *** Memoria di replica in Corte di Assise d’Appello di Torino 35 pagine per documentare il dolo per ciascuno dei 7 imputati. Clicca qui. (https://www.edocr.com/v/9oorlbr9/bajamatase/replica) **** Rete ambientalista Movimenti di lotta per la Salute, l’Ambiente, la Pace e la Nonviolenza (www.rete-ambientalista.it) E’ gestita dal Movimento di lotta per la salute Maccacaro. Conta 100.000 accessi al mese, il gruppo Facebook ha 3.000 membri e il canale Youtube ha 150 visualizzazioni al giorno. I post dedicati a Solvay sono 400, al Pfoa sono 180 . Infine la mailing-list è inviata con cadenza settimanale a 25.500 utenti, a loro volta Reti nazionali. ***** Video intervista davanti all’enorme perenne scarico Solvay in Bormida. Clicca qui (https://youtu.be/1juCrQCNPjQ) ****** Esposti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria Vedi l’ultimo clicca qui (https://www.edocr.com/v/womgmpqk/bajamatase/esposto) a firma della ex Sezione provinciale di Alessandria di Medicina democratica. Note biografiche tratte da “L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza” Lino Balza, nato il 2 marzo 1948 in Alessandria. Giornalista pubblicista. Polemista. Ambientalista e pacifista. Nonviolento. Tra i fondatori di Medicina democratica - Movimento di lotta per la salute e redattore dell’omonima rivista. Convertito al giornalismo on line e partecipativo. Mai nessuna carica partitica. Da sempre attivo nel volontariato dei movimenti civili, sindacali, scolastici, pacifisti, ecologisti… Cinquantennio di attività eco pacifista in ambito locale e nazionale (chimica, energia, rifiuti, acqua pubblica, nucleare…). Per un trentennio dipendente presso la multinazionale chimica Montedison Solvay di Spinetta Marengo (Alessandria), organizza continue denunce ambientali di grande rilievo mediatico (anche spettacolari: scalata delle ciminiere con Greenpeace, incatenamenti, scioperi della fame), respinge sulle testate giornalistiche nazionali i tentativi di corruzione, denuncia le tangenti aziendali ante Mani Pulite… E affronta le conseguenti rappresaglie: cassa integrazione, tre trasferimenti, mobbing, dequalificazione professionale, demansionamento, ufficio confino, inattività assoluta, oltre ad uno stillicidio di tentati provvedimenti disciplinari e vertenze minori e, dulcis in fundo, licenziamento. In sintesi: 7 cause in pretura, 4 in appello, 2 in cassazione, tutte concluse con sentenze favorevoli che gli salvano il posto di lavoro e gli riconoscono la qualifica direttiva. Pensionato, nel processo contro Solvay in Corte di Assise di Alessandria è il principale teste di accusa, giornalista e scrittore del libro “Ambiente Delitto Perfetto”, si guadagna una buona dose di minacce anonime ed entra in conflitto con la vetusta presidenza di Medicina democratica accusata di aver abbandonato le vittime parti civili e la lascia per fondare il Movimento di lotta per la salute Maccacaro. E’ considerato lo storico del polo chimico di Spinetta Marengo.

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body