Le studentesse e gli studenti

Sep 27, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 23 | Likes: 1

* Le studentesse e gli studenti, le giovani ed i giovani, che si mettono in cammino per la salvezza del mondo vivente e con esso dell'umanita' che ne e' parte, queste studentesse e questi studenti, queste ragazze e questi ragazzi, e gli adulti che vorranno ascoltarle ed ascoltarli, sono la nonviolenza in cammino. Sono l'umanita' autocosciente e responsabile di Socrate, di Kant e di Levinas; sono la forza dell'amore di Tolstoj e di Gandhi, di Capitini e di King, di Maria Montessori e di Maria Zambrano; sono la virtu' dell'attenzione di Simone Weil, sono il cuore pensante di Etty Hillesum, sono la societa' delle estranee di Virginia Woolf, sono il miracolo della nascita', la vita attiva e l'umanita' plurale di Hannah Arendt che si oppone alla banalita' del male e al male radicale; sono il principio speranza di Ernst Bloch e il principio responsabilita' di Hans Jonas, sono l'umanita' planetaria di Ernesto Balducci; sono la risposta viva e luminosa all'appello di Rosa Luxemburg e di Chico Mendes, di Guenther Anders e di Alexander Langer, di Wangari Maathai e di Berta Caceres, di Laura Conti e di Ivan Illich, di Rosanna Benzi e di Carla Ravaioli, di Franca Ongaro Basaglia e di Luce Fabbri; sono l'internazionale futura umanita' gia' compresente in persuaso colloquio corale con l'umanita' intera; figurale adempimento del sogno di solidarieta' e di liberazione di generazioni e generazioni di oppresse e di oppressi che hanno subito sofferenze indicibili, che hanno resistito al male, che hanno preferito lottare per il bene comune dell'umanita' anziche' cedere alle perfide lusinghe dell'ingiustizia, della complicita' o della rassegnazione. Queste ragazze e questi ragazzi, dal profondo del cuore le e li ringraziamo. * E che dopo il 27 settembre il 2 ottobre sia in tutto il mondo, per l'umanita' intera, un nuovo giorno di parresia: perche' ogni persona senziente e pensante dopo Auschwitz e dopo Hiroshima conosce questa ineludibile verita': che solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita' dalla catastrofe. La nonviolenza che si oppone a tutte le violenze, a tutte le menzogne, a tutte le oppressioni; la nonviolenza che chiama a salvare tutte le vite; la nonviolenza che convoca ogni persona ad essere l'umanita' come dovrebbe essere; la nonviolenza che difende i diritti umani di tutti gli esseri umani e l'intero mondo vivente casa comune dell'umanita' intera. Salvare le vite e' il primo dovere. La nonviolenza e' in cammino. * Il "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body