Newslettera del 18 dic 19

Dec 19, 2019 | | Category: Other |   | Views: 2 | Likes: 1

"edocr

FFF, Iniziative NOTAV, Beni comuni, Curdi, Lega, Migranti, Magliette bianche, Gianni Milano, Alta felicità, Raul e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) FINO A DOMENICA 12 GENNAIO CONTINUA LA RASSEGNA FOTOGRAFICA: “NO GRAZIE - ABBIAMO GIÀ DATO” - GRANDI OPERE DELLA VAL DI SUSA ESISTENTI E ABBANDONATE, FOTOVIAGGIO TRA SPRECHI, INUTILITÀ E FATISCENZA Mostra fotografica di Diego Fulcheri, curata da Maria Grazia De Michele A Venaus, Presso il Salone polivalente della Borgata VIII Dicembre Aperta il venerdì, sabato e domenica e nei giorni festivi. Orari: 15,00 - 19,00 Organizzato da Ribelli Valsusa e Associazione culturale La Credenza, Patrocinata dal Comune di Venaus Informazioni: 3474195587 3471596884 https://www.facebook.com/events/3034687113211503/ LE FOTO: https://photos.app.goo.gl/6aEyiZjH1UHFrJAx5 GIOVEDI’ 19 DICEMBRE ORE 17.30 Palazzo Nuovo, entrando a sinistra in fondo, piano sotto le Aule Magne ASSEMBLEA FRIDAYS FOR FUTURE TORINO CALENDARIO APPUNTAMENTI: https://teamup.com/ksp433nskvn7oxf19y ORE 18.30 presso lo IUC di Torino in Piazza Pietro Paleocapa 2. "LA SFIDA DEI BENI COMUNI - DALLA COMMISSIONE RODOTÀ AL REGOLAMENTO DI TORINO” L'incontrò sarà una conversazione a cui prenderanno parte Ugo Mattei, Alessandra Quarta, Elisa Michelazzo e Rocco Albanese. Saranno presenti l’Arch. Giovanna Preve, Presidente del Comitato Cavallerizza, il Prof. Guido Montanari, l’Assessore Marco Alessandro Giusta, la Vice Presidente del Consiglio Comunale Viviana Ferrero e il Consigliere Damiano Carretto. https://www.facebook.com/events/iuc-di-torino-piazza-pietro-paleocapa-2/la-sfida-dei-beni-comuni-in- italia/465225384133112/ VEDERE I COMUNICATI FATTI SU QUESTO TEMA DAL COORDINAMENTO BENI COMUNIU DI TORINO CHE CONTRASTANO LE TESI DI MATTEI: https://www.facebook.com/coordinamentobenicomunitorino/ https://cavallerizzareale.wordpress.com/ VENERDI’ 20 DICEMBRE ORE 16 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama 51° PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! “Abbiamo solo più 11 anni per spostare l'intera economia mondiale su energie sostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni al minimo e abbandonare la plastica... 11 anni sono pochi. Noi siamo la prima generazione a sentire gli effetti del cambiamento climatico... Ma siamo anche l'ultima a poter fare qualcosa" La fusione del permafrost sta rilasciando nell'aria enormi quantità di Metano (gas serra) che era trattenuto negli Idrati di Metano. Ciò causerà un ciclo vizioso che aumenterà ulteriormente ed esponenziale le temperatura globale….” https://www.facebook.com/events/1167892460071000/l ORE 19 OFF TOPIC via Pallavicino 35, Torino “ANTROPOCENE L'EPOCA UMANA” PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO Relatore: Prof. Carlo Salone, Docente dell'Università Degli Studi di Torino. Ingresso gratuito Organizzato da OFF TOPIC e Greenpeace - Gruppo Locale di Torino https://www.facebook.com/events/2841287189236527/ SABATO 21 DICEMBRE ORE 15 piazza Garibaldi, Napoli “STOP ERDOGAN'S WAR: NO PASARAN! CONTRO L'INVASIONE TURCA DELLA SIRIA DEL NORD” - SOSTENIAMO LA RIVOLUZIONE DELLE DONNE E DEL CONFEDERALISMO DEMOCRATICO IN ROJAVA - SOSTENIAMO LA RESISTENZA DEL MOVIMENTO CURDO AL FASCISMO DI ERDOGAN E ALLE BANDE JIHADISTE Manifestazione centro-meridionale a Napoli con la partecipazione delle comunità curde in Italia https://www.facebook.com/events/1063169750690118/ QUI IL TESTO DELL'APPELLO con tutte le adesioni pervenute finora: “NO PASARAN! PER LA RIVOLUZIONE DEL ROJAVA CONTRO IL FASCISMO DI ERDOGAN L’invasione della Siria del Nord e la guerra sporca della Turchia e delle bande jihadiste sue alleate contro la rivoluzione solidale, democratica, ecologista e femminista del Rojava continuano! Con la complicità più o meno esplicita di Stati Uniti e Russia, e nell’indifferenza connivente dell’Europa, l’aggressione del regime Turco ai popoli del Nord-Est della Siria ( Curdi, Arabi, Assiri, Turcomanni, Yazidi…) assume sempre più le caratteristiche di una vera e propria pulizia etnica e di un genocidio….” https://www.retekurdistan.it/2019/12/12/no-pasaran-per-la-rivoluzione-del-rojava-contro-il-fascismo-di- erdogan-napoli/ ORE 19 davanti all’uscita dell’autostrada a San Giuliano di Susa. “RESPINGIAMO LA LEGA” Il 21 dicembre, all’agriturismo San Giuliano dei fratelli Giai a Susa, arriveranno rappresentanti e consiglieri della Lega, fra cui Molinari, capogruppo del partito di Salvini alla Camera….. La Lega è al potere da 30 anni e, per tenersi stretto il cadreghino, ha già detto tutto e il contrario di tutto. Sei della Lega se prima ce l’hai coi terroni e vuoi la secessione, poi viva l’Italia, perché i voti dei meridionali possono far comodo…. Sei della Lega se come Borghezio nel 1995 occupi il municipio di Bardonecchia contro le infiltrazioni dell’ndrangheta, e poi candidi Lazzaro alle elezioni comunali a Susa. Sei della Lega se prima eri anti TAV, per difendere le montagne, poi sei arrivato al governo e l'hai votata e ora vai a mangiare a San Giuliano, dove, al posto delle case, viaggeranno le merci degli industriali, quelli che fanno chiudere le “piccole imprese locali” e ti mandano a lavorare come magazziniere interinale….. Vorrebbero che scaricassimo i nostri problemi su chi viene “dopo di noi” o sta poco peggio, così che chi comanda non abbia di che preoccuparsi. Crediamo invece che la crisi non si risolva rubandosi le scarpe a vicenda o cercando il nemico nel malcapitato di turno, ma facendo blocco contro chi ci vuole schiavi. Non siamo i loro servi, non vogliamo essere comandati: di padroni “a casa nostra” ce ne sono abbastanza, non possiamo accoglierli tutti! RESPINGIAMOLI! Accogliamoli come si deve,… Assemblea Antileghista” https://www.facebook.com/events/2609710955774298/ DOMENICA 22 DICEMBRE ORE 11 al piazzale davanti alla chiesa di Claviere “GIORNATA IN FRONTIERA // JOURNÉE À LA FRONTIÈRE” PORTA LA TUA SLITTA!! PRANZO AL SACCO CONDIVISO VIN BRÛLÉ “La frontiera separa e uccide. Sciatori e turisti la attraversano come se fosse inesistente. Chi non ha il "documento adatto" è braccato e respinto. Invisibilizzare, tacere e reprimere sono le parole chiave attorno alle quali si ritrovano le guardie e gli esponenti del turismo. Rompiamo l'indifferenza di quelle piste! Per un mondo senza frontiere né autoritarismi” Organizzato da Chez JesOulx - Rifugio Autogestito https://www.facebook.com/events/1015414998834023/ https://www.passamontagna.info/?p=1239&fbclid=IwAR1U7__PQGBm- Nf80KJKfTEbK8CJ0WXOKY8NJqhxQsjdSBgDy-w_UIBfIXc ORE 16- 19 a Gela, Sulcis, Livorno, Augusta, Bacino del fiume Sacco, Massa Carrara, Biancavilla, Bari, Manfredonia, Casale Monferrato, Val Basento, Orbetello, Taranto, Trieste, Falconara, Mantova, Brescia, Crotone, Civitavecchia, Bussi, Firenze, Val Basento (località Pisticci), Bologna, Piombino, Milazzo MAGLIETTE BIANCHE: 3 ORE PER LA SALUTE NEI SITI PIU’ INQUINATI D’ITALIA https://www.facebook.com/magliettebiancheItaliane/photos/rpp.105294070819160/154253602589873/?t ype=3&theater “…come semplici cittadini, scenderemo pacificamente in varie piazze italiane di località S.I.N., indossando come nostra consuetudine una maglietta di colore bianco (Magliette Bianche), per chiedere al Governo Italiano, alla maggioranza ed alle opposizioni di Parlamento e Senato, oltre che alle istituzioni competenti, di procedere nel minor tempo possibile alle bonifiche delle aree S.I.N., oltre ad un radicale cambiamento della politica industriale del nostro paese….” https://www.peacelink.it/ecologia/a/47067.html IL COMUNICATO NAZIONALE: “Ci rivolgiamo al Governo Italiano, alla maggioranza ed alla opposizione di Camera e Senato, alle Regioni interessate ed alle Istituzioni competenti Le Magliette Bianche rappresentano cittadini che hanno a cuore la tutela della salute e dell’ambiente in quanto vivono all’interno o in prossimità di territori gravemente inquinati, classificati dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dalle Regioni come S.I.N. o S.I.R (Siti Interesse Nazionale o Regionale per le bonifiche da effettuare), oppure in territori in cui gli standard di qualità ambientale comunitari per aria, acqua o suolo potrebbero non essere rispettati. Auspichiamo un’attuazione piena delle leggi esistenti e la creazione di nuove norme nell’ottica di un’efficace tutela della salute, con un ruolo operativo e di coordinamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare…..” https://www.radiondadurto.org/2019/12/18/domenica-22-dicembre-la-manifestazione-delle-magliette- bianche/ LUNEDI 23 DICEMBRE ORE 19 al Barocchio squat - strada del Barocchio 27 - Grugliasco (TO) BUS: 55, 56, 66, 17 e 44.: APERITIVO BELLAVITA - porta il meglio che hai e che non hai - ORE 21: “NON COSTERO' UN CENTESIMO” PRESENTAZIONE DELLA NUOVA ANTOLOGIA DI POESIE di GIANNI MILANO raccontate dall'autore, Autoproduzione Fenix 2019 Presenta Mario Schizzo https://www.facebook.com/events/442076666469880/?notif_t=plan_user_invited&notif_id=1576684398 337167 ORE 21- 3 Centro Sociale Askatasuna C.so Regina Margherita 47, Torino ORCHESTRA ALTA FELICITÀ + GUESTS ALP KING- CASINO ROYALE- EGIN TORINO PATCHANKA- GUIDO CATALANO- LUCA MORINO (MAU MAU)- PERTURBAZIONE “si alterneranno una serie di artisti che si sono esibiti nell'ultima edizione del festival #NoTav che ripresenteranno in chiave orchestrale alcuni loro pezzi accompagnati dall'Orchestra nata appunto per l'occasione nell'arena di Venaus e battezzata "Alta Felicità" formata da musicisti di spicco di svariati gruppi torinesi e diretta da Giulio Piola di Bandakadabra e Giorgio Mirto del conservatorio "Mascagni" di Livorno. Ingresso Offerta Libera TUTTI i soldi che vengono dati in cassa o al bar , non sono un semplice “biglietto” o una semplice “consumazione”, ma servono a sostenere tutte le attività e le lotte sociali che il Csoa Askatasuna porta avanti da ormai ben più di 20 anni! L' idea di base di questi eventi è quella di rilanciare la buona musica e la socialità a Torino ad un prezzo anticrisi. Uscire per cercare persone e situazioni stimolanti, intelligenti e arte; musica nuova da ascoltare, vivere e sentire sulla pelle per crescere, non rimanere un numero, creare una comunità ad ampio respiro….” https://www.facebook.com/events/582171349022178/ DOMENICA 29 DICEMBRE ORE 15 al cimitero di Meana ORE16 a Venaus sala conferenze della borgata VIII dicembre “RICORDO DI RAUL MAJERO NEL DECIMO ANNIVERSARIO DELLA SUA SCOMPARSA Una riflessione e un canto attorno alla sua tomba e poi proiezione di filmati e dialogo, nel salone dei dibattiti per ricordare (e tutti i No Tav che ci hanno lasciati) A SEGUIRE ALLA SERA, per chi vuole ancora fermarsi, CENA CONDIVISA CON BIAGIO AL PRESIDIO DI VENAUS. MARTEDI’ 7 GENNAIO 2020 ORE 21 Allo spazio Neruda in corso Ciriè 7, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione LUNEDI’ 13 GENNAIO 2020 ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI VALUTAZIONE DELLE INIZIATIVE EFFETTUATE E SUL PROSEGUIMENTO “Assemblea21 ha lo scopo di condurre un’indagine indipendente e popolare sul debito del Comune di Torino, per contrastarne concretamente la legittimità e liberare risorse in direzione del soddisfacimento dei bisogni fondamentali della nostra comunità territoriale….” VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ Archivi fotografici Luca Perino : http://lucaxino.altervista.org/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) RESISTENZA AGLI ESPROPRI IN CLAREA CONTRO L’ALLARGAMENTO DEL CANTIERE TORINO-LIONE Stanno arrivando in questi giorni da TELT raccomandate relative agli espropri dei terreni di Chiomonte e Susa acquistati da 1.175 NOTAV nel 2012 per “COMPRA UN POSTO IN PRIMA FILA 4” (http://www.notav.info/top/compra-un-posto-in-prima-fila-vol-4-ecco-i-moduli-per-aderire/) CHI RICEVE LA RACCOMANDATA È INVITATO A SEGNALARLO ALL'INDIRIZZO espropri@notavtorino.org: riceverà molto presto indicazioni su come rispondere a TELT Nel messaggio indicare come Oggetto: Raccomandata TELT Nel testo del messaggio indicare soltanto: - data di arrivo della raccomandata - nome, cognome, comune di residenza NON LASCIAMOGLIELA PASSARE LISCIA. RESISTERE, RESISTERE E ANCORA RESISTERE, PER POTER ESISTERE. http://www.notavtorino.org/ SABATO 7 DICEMBRE SI È SVOLTO A NISCEMI IL CONVEGNO: “MUOS, VIOLAZIONI AMBIENTALI E POSSIBILI AZIONI LEGALI” Dal Report : “Sala gremita, quella del Museo civico di Niscemi, il pomeriggio del 7 dicembre per il convegno a tema “Muos: violazioni ambientali e possibili azioni legali”. Ad aprire i lavori il sindaco di Niscemi Massimiliano Conti che ha riferito gli ultimi aggiornamenti. Nonostante i richiami e le comunicazioni istituzionali, nonostante l’amministrazione attenda da prima del Governo Conte Uno che qualcuno si faccia vivo per istituire un tavolo tecnico, come richiesto ormai più di un anno fa, il sindaco ha confermato che nessuno presta ascolto, nessuno risponde. Non rispondono i ministri più volte interpellati, in particolare quelli del Movimento 5 Stelle che tanto impegno avevano assicurato in campagna elettorale…… Rimane ancora irrisolto l’inquinamento elettromagnetico della base militare e delle antenne esistenti e operanti che vanno ad aggiungersi al MUOS e quello relativo all’antenna principale, la più inquinante e pericolosa, dalla quale già in passato l’ingegnere Coraddu aveva messo in guardia amministrazione e popolazione, asserendo che nessun macchinario può effettivamente misurarne alcunché. Eppure le motivazioni della sentenza di assoluzione del Muos (30 ottobre 2019) fanno riferimento alle conclusioni negative delle valutazioni di incidenza ambientale, e cioè affermano che l’inquinamento che non sussiste, che la pericolosità per gli esseri viventi è ampiamente al di sotto dei valori di soglia, che in ogni caso erano previste misure compensative da adottare ma che, giuso per ricordarlo, non sono mai state adottate….. Angelo Giunta, avvocato patrocinante in Cassazione e dinanzi le giurisdizioni superiori, ricollegandosi alla presentazione dell’ingegnere Albanelli, ha ripercorso le tappe del processo al Muos durato diversi anni e che ha visto giungere a conclusioni disarmanti. Infatti, come bene illustrato dalla sua relazione, l’accordo sull’installazione di un’opera militare totalmente finanziata dagli USA in territorio italiano è un accordo di natura politica che, in osservanza della carta costituzionale, dovrebbe prevedere l’autorizzazione di entrambe le Camere del Parlamento italiano, con relativa ratifica da parte del Presidente della Repubblica. Invece la procedura attuata per l’autorizzazione del MUOS è stata quella di ordinaria amministrazione pubblica, come si trattasse insomma di una grande opera di interesse pubblico, (aggiungiamo noi una grandissima opera utile solo alla guerra) e che in ragione di questo ha potuto scavalcare, tra gli altri, il vincolo di assoluta inedificabilità che vige nell’area della riserva……” https://www.nomuos.info/muos-violazioni-ambientali-e-possibili-azioni-legali-report/ SABATO 7 DICEMBRE A CATANZARO SI È SVOLTA L’ASSEMBLEA REGIONALE DEI COMITATI AMBIENTALISTI E REALTÀ SOCIALI Dal Report: “Da Niscemi alla Val di Susa, da nord a sud del Paese, nei giorni intorno all’8 dicembre i comitati di lotta in difesa del territorio hanno messo in campo diverse iniziative riguardanti le criticità e gli elementi emergenziali sul tema dell’ambiente, del lavoro, del territorio, della salute. Proprio su queste tematiche ci siamo riuniti per discuterne da una prospettiva regionale, provando ad unire i tanti comitati, associazioni e movimenti che si organizzano con tanta difficoltà per agire sui territori…… Da questa assemblea regionale è uscita evidente la necessità di costruire le basi per organizzare insieme – comitati, movimenti e associazioni – sia lotte che campagne comunicative e di pressione che portino alla ribalta le buone prassi - utili ad un governo del territorio orientato alla protezione di ambiente, salute, reddito, insomma la vita stessa dei calabresi e delle calabresi….. Chi comanda ci dice continuamente che mancano le risorse e poi, ad esempio nella Sanità, si mantengono sacche di inefficienza e di clientelismo spicciolo che non producono servizi - oppure a livello di grandi opere, si programmano progetti poco o niente utili alla collettività (MOSE, TAV, TAP, Terzo megalotto della SS 106, Parchi Acquatici, Metropolitane Leggere). Sicuramente c’è il bisogno di una controinformazione sempre più efficace ed il lavoro iniziato con la mappatura dei conflitti, ambientali, sociali, sanitari, può essere uno strumento per creare dibattito e partecipazione su alcune emergenze e disastri ecologici o sociali che affliggono il territorio regionale….. Capire come invertire la logica delle grandi opere per tradurla in un programma sulle bonifiche, sul dissesto idrogeologico, sulla sanità, che porterebbe lavoro e vantaggi per l’ambiente, il territorio, la salute – e più diritti. Si potrebbe pensare all’organizzazione di una manifestazione regionale, costruita sui territori nei prossimi mesi, su questi stessi temi: lavoro, ambiente, salute e diritti. C’è la necessità di organizzarci, un tremendo bisogno di organizzazione, di aprire interlocuzioni “tecniche” e non politiche con la Regione e le istituzioni locali, proponendo con la forza che può venire solo dal sostegno popolare, le molte alternative che già altrove vengono applicate. BASTA EMERGENZE! RIPRENDIAMOCI IL FUTURO! DIFENDIAMO SALUTE E AMBIENTE!” http://www.malanova.info/2019/12/16/7-dicembre-assemblea-regionale-dei-comitati-il-report/ FOTO COORDINAMENTO REGIONALE DEI COMITATI CALABRESI . https://www.facebook.com/reteraspa/photos/a.1559008557679820/2484335005147166/?type=3&theater 9 dic 19 Quotidiano del sud : “BASTA EMERGENZE L'ASSEMBLEA REGIONALE DEI COMITATI AMBIENTALISTI http://www.arpacal.it/Rassy2019/091219quo11cz.pdf https://www.facebook.com/reteraspa/photos/a.1439320909648586/2486916794888987/?type=3&theater 12 DICEMBRE 1969 – 12 DICEMBRE 2019: 50° ANNIVESRARIO DELLA STRAGE DI PIAZZA FONTANA ALLA BANCA DELL’AGRICOLTURA A MILANO 17 morti, oltre 80 feriti. Pochi giorni dopo, la notte tra il 15 e 16 dicembre, l’anarchico Pinelli vola giù dalla finestra del quarto piano della Questura di Milano. 12 Dicembre. Maverick : “ORMAI SI SA TUTTO, O QUASI!” MA I MEDIA CONTINUANO LA DISINFORMAZIONE. Ipocrisie, distinguo, sottigliezze lessicali, circonlocuzioni, tutto un dire e non dire, un parlare per grandi categorie. Il Potere si difende ancora con il polverone. Cosa scriveva Giorgio Bocca dei giornalisti. Il dovere di ricordare. …..Scriverà Giorgio Bocca: “Nell’occasione si è ancora una volta tristemente manifestato il cinismo incivile, la prepotenza da servi in libera uscita che è di tanti giornalisti pronti al linciaggio dei deboli e dei perseguitati…Il quadro della stampa italiana appare nero, deprimente…” . A guardarsi intorno oggi, sembra che le cose non cambino mai… Come non citare in quella bella compagnia il procuratore Gerardo D’Ambrosio che nel 1975 archivia la pratica Pinelli con la dicitura “malore attivo“ in una motivazione sgangherata. Magistrato vicino al Pci, aveva sempre sostenuto il coinvolgimento degli apparati nella complicità e nei depistaggi, accusando addirittura la magistratura dell’epoca di essere stata manovrata dalla polizia ma su Pinelli si incarta in maniera vergognosa. …… Una strage dunque che coinvolge tutto lo Stato, tutta la Dc, il partito che in nome della fedeltà atlantica aveva riciclato una massa di ex repubblichini, ex fascisti, criminali di guerra, nei suoi ranghi e negli apparati di sicurezza dello Stato epurandone gli elementi partigiani.. Che fin dal primo dopoguerra utilizza i gruppi fascisti e il Msi in chiave antipopolare e anticomunista fino a tutti gli anni Settanta. E’ una storia coerente di cui si fa polverone perchè un po’ tutti i partiti e le istituzioni ne furono coinvolte e molti degli attori di allora, se non i loro eredi, infestano ancora la scena politica. Pensiamo a quanti ex democristiani si sono distribuiti tra sinistra e destra e almeno un paio aspirano alla presidenza della Repubblica. Ma che almeno si abbia il pudore di non ripetere le litanie sui “pezzi deviati”. Tranne gli anarchici, storiche vittime designate, e la sinistra extraparlamentare, almeno un po’ complici lo erano tutti. Piazza Fontana disvelò a tutti gli italiani il vero volto del Potere. Le lotte si fecero più dure e tutta la sinistra si attrezzò per difendersi dal possibile golpe. Non a torto, visto che gli attentati continuarono. E lo Stato democristiano non fece altro che innalzare il livello dello scontro macchiandosi di una repressione crescente fino a causare la risposta armata velleitaria e minoritaria. Gli “anni di piombo” non furono che l’estremo respiro delle lotte sociali che li avevano preceduti….” https://mavericknews.wordpress.com/2019/12/13/12-dicembre-ormai-si-sa-tutto-o-quasi-ma-i-media- continuano-la-disinformazione/#more-1784 VENERDÌ 13 DICEMBRE GRETA THUMBERG HA PARTECIPATO A TORINO AL 50° PRESDIO DI FRIDASYS FOR FUTURE A TORINO IN PIAZZA CASTELLO TG R del 13-DIC-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=UskH64KUxyc VIDEO Repubblica: GRETA THUNBERG A TORINO, L'ARRIVO IN PIAZZA CASTELLO https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/12/13/news/s-243374787/ VIDEO: GRETA THUNBERG IN PIAZZA A TORINO, IL DISCORSO INTEGRALE, BELLA CIAO E ALTRI INTERVENTI https://www.youtube.com/watch?v=5IuwrhitCjI VIDEO: GRETA THUNBERG A TORINO: "FELICE DI ESSERE QUI, TORINO È UNA CITTÀ STUPENDA" https://www.youtube.com/watch?v=mSlr0A8GLfU VIDEO La Stampa: IL DISCORSO DI GRETA THUNBERG A TORINO PER IL FRIDAY FOR FUTURE https://video.lastampa.it/torino/il-discorso-di-greta-thunberg-a-torino-per-il-friday-for- future/107365/107376?ref=vd-auto&cnt=1 VIDEO La Stampa: TORINO, GRETA THUNBERG DAL PALCO CANTA "BELLA CIAO" https://video.lastampa.it/torino/dal-palco-di-torino-greta-thunberg-canta-bella-ciao/107364/107375? GIOVEDÌ 12 DICEMBRE LA REGIONE PIEMONTE SI ERA AFFRETTATA A FARE UN COMUNICATO STAMPA a firma Matteo Marnati assessore all’ambiente, che promette per il 2020 180 milioni di euro di investimenti per l’aria https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/pcb.564216960791866/564216887458540/?type=3&theater SABATO 14 DICEMBRE I FFF DI TORINO RISPONDONO CON UN MESSAGGIO A MATTEO MARNATI in cui fanno notare la discordanza di queste promesse con la negazione dell’emergenza climatica espressa nel consiglio regionale del 15 ottobre e chiedono un atto concreto https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/pcb.564216960791866/564216930791869/?type=3&theater 13 dicembre 2019 Comunicato Stampa PresidioEuropa Movimento No TAV: GRANDI OPERE ED EMERGENZA CLIMATICA: “LA NUOVA LINEA FERROVIARIA TORINO-LIONE È UN CRIMINE CLIMATICO MESSAGGIO DI BENVENUTO A GRETA THUNBERG Oggi venerdì 13 dicembre 2019 Greta Thunberg ha partecipato alla 50a manifestazione del venerdì dei Fridays for Future di Torino, gli attivisti di FFF le hanno consegnato un forte messaggio di benvenuto. E’ un messaggio in sintonia con le parole di Greta che invita i giovani a lottare per conquistare il futuro e a fare pressione affinché i decisori politici agiscano contro l’emergenza climatica e non fuggano invece dalle loro responsabilità….. Benvenuta a Torino, benvenuta in una terra che continua a lottare contro tutto questo! Anche qui in Italia, qui a Torino e nella sua provincia da quasi trenta anni migliaia di persone scendono in piazza contro uno degli esempi più evidenti e vergognosi di disastro ambientale: la linea ad alta velocità Torino-Lione. Per gli interessi economici di aziende e multinazionali si pretende di violare le bellissime Alpi costruendo un mostro ecologico inutile. Per fortuna più generazioni hanno aperto gli occhi e le loro coscienze si sono risvegliate per evitare che questa opera distrugga questo meraviglioso pezzo di mondo. Una opera che oltre a sventrare le montagne sarebbe - durante la sua realizzazione - responsabile di enormi quantità di missioni di anidride carbonica e sostanze nocive per la salute umana. Greta, la tua storia ha dimostrato che l'esempio e le parole sono una arma che può cambiare le cose. In una città come Torino non si può non cogliere l'occasione per dire qualcosa che può davvero dare una mano a fermare un disastro climatico e ambientale come il TAV….. Benvenuta a Torino. Il TAV è un crimine climatico. Quindi non perdiamo una occasione di cambiare davvero le cose: Greta, non perdiamo l'occasione per dire NO al TAV….” www.presidioeuropa.net/blog/?p=20888 14 dic 19 LA LETTERA E IL DOSSIER che è stato consegnato a Greta da Fridays for future Val Susa, Fridays for future Val Sangone, Movimento No Tav, Festival Alta Felicità, Comitato Giovani No Tav: “NO TAV: LA NOSTRA LOTTA PER LA GIUSTIZIA AMBIENTALE E CLIMATICA Sappiamo che la lotta al cambiamento climatico è un argomento talmente ampio e complesso che non può essere ridotto solamente alla lotta contro le grandi opere, ma siamo altrettanto consapevoli che: “pensare globale, agire locale” non deve essere solo uno slogan, ma l’unico modo con cui ognuno di può cambiare realmente le cose: modificando il proprio stile di vita, sostenere le lotte locali e prendersi cura del proprio territorio e lottare contro il tav significa salvare un territorio dalla devastazione. Il solo inizio dei lavori ha già causa ha già causato milioni di tonnellate di anidride carbonica oltre all’abbattimento di circa 5500 alberi e la quasi estinzione di alcune piccole specie animali presenti solo in pochi metri di quel territorio, che ora, sarà quasi totalmente cementificato, devierà le falde acquifere sotterranee e diffonderà amianto e polveri dannose nell’aria aumentando le malattie cardio vascolari. I miliardi che quest’opera richiederebbe dovrebbero essere spesi nella diffusione di energie rinnovabili, nel trasporto pubblico e nella messa in sicurezza del territorio e per opere locali. Noi Fridays for future Val Susa sosteniamo la lotta no tav perché significa costruire una società migliore più giusta, sostenibile e più egualitaria”. https://www.notav.info/post/no-tav-la-nostra-lotta-per-la-giustizia-ambientale-e-climatica/ 17 dicembre 19 Comunicato Stampa PresidioEuropa Movimento No TAV: “150 ANNI E NON LI DIMOSTRA: LA LINEA STORICA DA TORINO A BARDONECCHIA ACCOGLIE IL “SUPER FRECCIAROSSA SUGLI SCI” Trenitalia collegherà da giugno 2020 Milano e Parigi in sole 6 ore Sabato 14 dicembre 2019 è arrivato da Napoli sul primo binario di Bardonecchia il Frecciarossa sugli sci a ventidue anni dalla costituzione della società Artesia costituita da FS e Sncf e dall’instradamento dei primi TGV sulle relazioni Milano-Torino-Lione-Parigi. QUI IL VIDEO DEL TRENO CHE TRANSITA DA BORGONE https://www.youtube.com/watch?v=lETaoFcDEOY&feature=youtu.be sulla tratta Bussoleno-Avigliana, destinata a restare tale e quale anche se si realizzasse l'inutile tunnel di base Bussoleno – Saint-Jean-de-Maurienne. ETR 400 N34 PRIMO SERVIZIO NAPOLI CENTRALE - BARDONECCHIA, PRIMO SERVIZIO SULLA LINEA DEL FREJUS (IN SOSTA A BUSSOLENO) https://www.youtube.com/watch?v=ZvGmtClSTn0 Sui binari della linea che gli ignoranti e/o bugiardi “pasdaran del Tav” si ostinano a chiamare “storica” ha debuttato il più recente Frecciarossa 1000 progettato e prodotto per Trenitalia dal consorzio AnsaldoBreda-Bombardier per circolare sull’intera rete europea. La relazione diretta Napoli Centrale-Bardonecchia, con due corse settimanali - andata al sabato e ritorno la domenica - è stata introdotta con l’orario invernale del 15 dicembre e in sette ore porta i napoletani (e non solo) sulle piste della “Valleolimpica” …” www.presidioeuropa.net/blog/?p=20949 14 Dic 19 NOTAV Info : “LEVANO LA PATENTE A UN CONTADINO PERCHE È NOTAV Ci avevano detto che il TAV avrebbe portato progresso e lavoro in Val Susa, per ora del progresso non c’è traccia e il lavoro lo sta levando. È Il caso di Luca, un contadino di Chiomonte a cui hanno tolto la patente per provargli a impedire di lavorare le sue vigne a ridosso del cantiere. Come racconta lui stesso in questo video, non ci sono procedimenti giudiziari né tanto meno sentenze passate in giudicato contro di lui. La sola ragione per questa decisione così vessatoria per chi abita in montagna è che Luca è notav. A questo si è ridotto lo Stato, il prefetto si avvale di una normativa anti-mafia al fine di colpire una lotta popolare come quella contro il TAV”. “MI HANNO REVOCATO LA PATENTE PERCHÈ SONO UN CONTADINO NO TAV” LA STORIA DI LUCA: contadino No Tav incensurato che ha ricevuto un avviso orale, il ritiro della PATENTE e adesso non può più svolgere il suo lavoro https://www.facebook.com/liberiamoliliberiamole/videos/668904336973509/ P.S. dopo il video date un’occhiata anche alla pagina Liberiamoli e Liberiamole che raccoglie le testimonianza di chi subisce la repressione del dissenso in valle e a Torino. https://www.notav.info/post/levano-la-patente-a-un-contadino-perche-e-notav/ 27 nov 19 :” LORIS, REVOCATA LA PATENTE PERCHÈ ATTIVISTA POLITICO Al Neruda, lotta per la casa https://www.facebook.com/liberiamoliliberiamole/videos/loris-revocata-la-patente-perch%C3%A8- attivista-politico/693581927833425/?__so__=permalink&__rv__=related_videos 13 Dicembre 19 Comunicato SI Cobas : “ALTRO COLPO DEI LAVORATORI LICENZIATI CLO NEL MAGAZZINO DELLA LOGISTICA COOP Stanotte, nel polo logistico di Rivalta Scrivia (AL) ha segnato un altro colpo l'ennesima protesta dei lavoratori licenziati Clo, davanti ai cancelli del magazzino della logistica Coop. Anche stavolta, la protesta è stata sostenuta da diverse decine di lavoratori e solidali provenienti da varie città. Dalle 3 di notte, la forza delle ragioni dei licenziati ha tenuto fermi un centinaio di camions carichi di merci fino alle 10 di mattina, nonostante le minacce di sgombero della questura che però ha dovuto desistere di fronte al grande numero di partecipanti alla protesta. La stessa Clo ha dovuto chiedere un incontro al S.I Cobas per poter migliorare ancora le proposte discusse nell'ultimo incontro in prefettura. Pur nella diffidenza che la Clo possa soddisfare la rivendicazione dei licenziati di reintegro per tutti dopo un anno intero di continua e pesante repressione anti-sindacale, il S.I. Cobas ha accettato di incontrare la cooperativa…..” http://sicobas.org/2019/12/13/coop-altro-colpo-dei-lavoratori/ 12 dic 19 Carmilla : “L’ALLARME DEMOCRATICO (QUELLO VERO) di Giovanni Iozzoli È in corso un’offensiva politico-poliziesco-giudiziaria contro il sindacato Si Cobas e soprattutto contro le centinaia di lavoratori e lavoratrici che stanno affrontando, sotto la direzione di questa sigla, durissime battaglie sul terreno della difesa dei posti del lavoro e del diritto alla contrattazione. Non è la solita recriminazione contro la repressione – che in Italia, del resto, non guarda in faccia a nessuno e interviene puntuale, da sempre, dentro ogni contraddizione reale. Qua siamo davanti a un salto di qualità, coordinato e organizzato, che potrebbe anche preludere alla costruzione di un qualche “teorema” nazionale, se si troverà una Procura di buona volontà pronta a prestarsi. È tradizione italiana ricondurre alle aule dei tribunali tutti i fenomeni sociali che non si riescono a normalizzare. Il rosario della repressione, solo per restare agli ultimi giorni, è impressionante e va aggiornato con il passare delle ore. Sul piano propriamente vertenziale, gli attacchi sono molteplici: a Tortona, a Brescia, a Fermo, a Bologna, a Castellarano: si va dall’ordinario cambio appalto con mancato rinnovo degli iscritti, al licenziamento mirato delle avanguardie (20 alla Coop di Tortona), al licenziamento di massa di chi sciopera (140 dipendenti alla Ambruosi e Viscardi di Fermo), alle cessioni di ramo d’azienda fatte al solo scopo di “ripulire” il personale riottoso e sindacalizzato (alla ex Pamm di Castellarano) e numerose altre situazioni analoghe. Poi c’è il versante poliziesco e giudiziario: si estende in tutta Italia la pratica dell’attacco manu militari ai presidi e ai picchetti, così come i fermi arbitrari contro dirigenti e militanti sindacali, i provvedimenti punitivi, le denunce, le sanzioni amministrative. Le Questure sono tutte allertate per stroncare a colpi di manganello ogni resistenza ai cancelli….” https://www.carmillaonline.com/2019/12/12/lallarme-democratico-quello-vero/ LUNEDÌ 16 DICEMBRE SI È SVOLTA L’ULTIMA UDIENZA PER LA SORVEGLIANZA SPECIALE A MARIA EDGARDA, JACOPO E PAOLO i tre ragazzi torinesi che hanno combattuto l'Isis in Siria a fianco delle milizie curde La sentenza dovrebbe arrivare entro 90 giorni TG R del 16-DIC-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=xLQSa2Wklog&feature=push-u- sub&attr_tag=1Ag4FRiE8_FK4zCE%3A6 TG R del 16-DIC-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=TZ_ecXwgV5A&feature=push-u- sub&attr_tag=nC4CKa3SADsZecAe%3A6 QUALCHE FOTO :“IO STO CON PAOLO, EDDI & JACOPO”: https://photos.app.goo.gl/VdGecmESQwde9hmz7 16 dic 19 Torino Oggi VIDEO: “JACOPO BINDI, UNO DEI RAGAZZI CHE È ANDATO A COMBATTERE ISIS” https://www.youtube.com/watch?v=02xCQEdczTA&feature=emb_logo “CLAUDIO NOVARO, AVVOCATO DELLA DIFESA DEI 3 IMPUTATI” https://www.youtube.com/watch?v=qMtvsQzho7M&feature=emb_logo MARTEDÌ 17 DICEMBRE 3° SCIOPERO GENERALE IN FRANCIA DOPO 13 GIORNI DI BLOCCO DEI TRASPORTI E ALTRE CATEGORIE 17 dicembre 19 RT France : “PARIGI, CONTINUA LO SCIOPERO CONTRO LA RIFORMA DELLE PENSIONI Gli oppositori della riforma pensionistica manifestano ancora una volta e si riversano nelle strade di Parigi per costringere il governo ad abbandonare il suo progetto. https://www.youtube.com/watch?v=MLh7TRHmGbQ 15 Dicembre 19 Comunicato SI Cobas : “LA LOTTA DEI LAVORATORI FRANCESI È LA NOSTRA LOTTA! ….Il 5 dicembre centinaia di migliaia di lavoratori hanno risposto a questo attacco con scioperi e grandi manifestazioni di strada insieme a studenti e pensionati (800 mila secondo i dati ufficiali, 1,5 milioni secondo i sindacati) in centinaia di città della Francia. Forte e chiarissimo il loro No alla controriforma che è volta ad aumentare l’età pensionabile a 64 anni penalizzando chi va in pensione a 62 (attuale età pensionabile), e a ridurre le pensioni rispetto ai sistemi pensionistici attuali, con un sistema “a punti” analogo al contributivo imposto in Italia, e che può essere ulteriormente manipolato verso il basso. La partecipazione alla protesta è stata la più ampia dagli anni ’90….. Martedì 10 dicembre, alla vigilia della presentazione ufficiale della riforma pensionistica da parte del governo, c’è stata una nuova mobilitazione con una partecipazione inferiore (340 mila secondo il Ministero dell’Interno, 885 mila secondo i sindacati), ma comunque rilevante e più ampia anche delle mobilitazioni contro la loi travail nel 2016, o dei picchi del movimento dei gilets jaunes al suo inizio un anno fa…. Il SI Cobas saluta con entusiasmo gli scioperi e le mobilitazioni dei lavoratori francesi e sente questa lotta come la propria lotta, un esempio di quanto occorre realizzare anche in Italia, dove le condizioni dei lavoratori hanno subito un pesante e continuo deterioramento: rompere la passività e tornare a battersi in massa, con determinazione, per migliori condizioni salariali, per il salario ai disoccupati, per la riduzione dell’orario di lavoro, per la difesa del welfare in materia di salute e istruzione attraverso la abrogazione delle contro-riforme degli ultimi decenni, per imporre con la lotta una reale detassazione dei salari e una vera patrimoniale sui profitti e sul grande capitale, per la parità effettiva di genere, per spazzare via ogni discriminazione ai danni dei lavoratori immigrati, per la riconquista dell’agibilità politica e sindacale sui luoghi di lavoro e nelle piazze…..” http://sicobas.org/2019/12/15/comunicato-la-lotta-dei-lavoratori-francesi-e-la-nostra-lotta/ MERCOLEDÌ 18 DICEMBRE PERQUISITE LE ABITAZIONI DI 16I MILITANTI NO TAV, ORDINANZE RESTRITTIVE, AGLI ARRESTI GIORGIO E MATTIA per il corteo del 27 luglio in Clarea durante il Festival Alta Felicità TG R del 18-DIC-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=7jnuVNQ3hWg&feature=push-u-sub&attr_tag=vj- ehyhYl4aJxBWD%3A6 18 dic 19 NOTAV Info : “VENDETTA DI STATO CONTRO I NOTAV. ARRESTI E MISURE CAUTELARI IN VALLE E A TORINO Continua l’accanimento contro i notav. Perquisizioni e obblighi di firma per la marcia del 27 luglio al cantiere sono in corso da questa mattina tra la Valle e Torino. 14 persone di ogni età coinvolte nella maxi operazione di stamattina. Tra chi sta subendo la perquisizione e le misure cautelari c’è una ragazza di 19 anni e un pensionato di 64 anni. Sequestrati i cellulari. Due notav (Giorgio e Mattia) portati in carcere. Per gli altri obbligo di firma o divieto di dimora in Valle e/o a Torino. La procura e la questura aprono l’ennesima stagione di caccia al notav in cerca di capri espiatori per confortare le proprie narrazioni deliranti. Ma quello che è sotto gli occhi di tutti è che il 27 luglio eravamo migliaia per i sentieri. Quella marcia è stata la risposta degna all’infame decisione del governo gialloverde di proseguire con il progetto TAV. Il 27 luglio abbiamo fatto né più né meno di quello che avevamo promesso nei giorni precedenti alla manifestazione: arrivare, tutti insieme, fino al cantiere per manifestare il nostro dissenso contro un’opera scellerata che devasterà ulteriormente il nostro territorio. Purtroppo in questo paese di buffoni e voltagabbana non c’è peggior delitto di far seguire alle parole i fatti. Seguiranno aggiornamenti su situazione degli arrestati e iniziative di solidarietà. SI PARTE E SI TORNA INSIEME! FORZA NOTAV!” https://www.notav.info/movimento/vendetta-di-stato-contro-i-notav-arresti-e-misure-cautelari-in-valle-e- a-torino/ ORE 18 LA COFERENZA STAMPA E PRESIDIO NO TAV ALLA CREDENZA DI BUSSOLENO VIDEO INIZIO: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2461446463905323&id=100001199804653 https://www.facebook.com/events/916462558755741/ UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 19 agosto 19 Repubblica : “TORINO, LA LIBRERIA COMUNARDI CHIUDE, ANZI NO: "RIAPRIREMO NEL LOCALE A FIANCO" Lo storico negozio di via Bogino rischiava di sparire dopo 43 anni perché sfrattato da un supermercato, ma il titolare Barsi ha trovato una soluzione: "Non molliamo, al via una raccolta fondi per il trasloco" di Sara Strippoli ….. Dice semplicemente che il 30 settembre non se ne andrà. "Noi chiudiamo soltanto sei giorni. Quest'anno, eccezionalmente, ho chiuso a Ferragosto perché Torino è piena di turisti ma in libreria non vengono molto". Barsi non vuole buchi temporali. Le intenzioni sono chiudere al numero civico 2 solo quando sarà pronto il trasloco nel negozio a fianco, 480 metri, parte interrati. Uno spazio vuoto da tempo con un gran bisogno di essere messo a norma. La trattativa è in corso. Si parla di 700mila euro, ma il titolare non nega e non conferma: "Stiamo dialogando". Quello che è certo è che servono ulteriori 200mila euro per la ristrutturazione. Così è partito un crowdfunding, per ora sono arrivati 26mila euro. La meta è molto lontana, ma in via Bogino non c'è aria di resa….” https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/08/19/news/torino_la_libreria_comunardi_chiude_anzi_no_riapr iremo_nel_locale_a_fianco_-233903434/ ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 14 nov 19 Nigrizia : “KENYA, UN FIUME DI DENARO, ZERO OPERE:CORROMPIAMOLI A CASA LORO Secondo l’accusa, l’appalto sarebbe stato aggiudicato per 170 milioni di dollari in più rispetto al contratto originario di 300 milioni e il meccanismo di pagamento sarebbe costellato di enormi illegalità.LE 3 DIGHE DI NAKURU, KENYA Un fiume di denaro. Zero opere Lo scorso luglio arrestato il ministro delle finanze kenyano e tra gli inquisiti il nuovo amministratore delegato di Cmc, Paolo Porcelli. L’appalto doveva essere assegnato a tutti i costi all’azienda italiana, pur in presenza di violazioni procedurali e di condizioni finanziarie. Renzi, lo sponsor. di Giulia Franchi http://www.nigrizia.it/notizia/kenya-un-fiume-di-denaro-zero-opere_1 12 dic 19 Corriere : “TAV TORINO-LIONE, RIPARTONO I LAVORI IN ITALIA: BANDI PER 1 MILIARDO di Redazione Economia Ripartono in Valle di Susa i lavori della Torino-Lione. A quasi tre anni dal completamento dei 7.020 metri del cunicolo esplorativo della Maddalena, e dopo «18 mesi persi per il governo italiano», come ha ricordato la Coordinatrice del Corridoio Mediterraneo Iveta Radicova, nei primi mesi del 2020 partiranno i lavori per la realizzazione delle nicchie della galleria. L’annuncio in occasione della Commissione intergovernativa, tornata a riunirsi a Torino un anno dopo l’ultimo incontro. «Il cantiere di Chiomonte sta seguendo il calendario previsto», rassicura Mario Virano, direttore generale di Telt, la società italo-francese incaricata di realizzare e poi di gestire la nuova linea ferroviaria, ma la Radicova invita tutti «a mettersi all’opera e ad accelerare» per un’infrastruttura che resta «una priorità dell’Unione Europa». «Abbiamo un debito con le generazioni future e dobbiamo iniziare a pagarlo. Chiedo quindi ai governi, a tutti i livelli, di essere responsabili», è l’appello della Radicova, che conferma anche l’impegno dell’Europa a finanziare il 55% della Torino-Lione. «Non abbiamo cambiato idea», sottolinea l’ex primo ministro della Slovacchia, che chiede di «non mescolare aspetti tecnici e politici dell’opera». E ricorda, a sostegno dell’importanza di realizzarla, «ragioni economiche e ambientali». «Se vogliamo che l’economia cresca dobbiamo garantire la mobilità di persone, merci, servizi e capitali - sottolinea - Quanto all’ambiente, se la Svizzera ha costruito un tunnel (il Gottardo, ndr) uno dei motivi è proprio di carattere ambientale. Si parla tanto dei cambiamenti climatici dovuti all’ inquinamento: una delle soluzioni consiste nello spostare il traffico dalla gomma alla rotaia. A beneficio del territorio e dei cittadini»…..” https://www.corriere.it/economia/aziende/19_dicembre_12/tav-torino-lione-ripartono-lavori-italia-bandi- 1-miliardo-5a85815c-1d07-11ea-9d5e-8159245f62dc_amp.html 18 dic 19 FQ : “LA STAZIONE DEL TAV NON ERA PRONTA: INDAGATO L’AD DI RFI Procura - Chiesto sequestro della maxistruttura progettata da Zaha Hadid. Maurizio Gentile iscritto per “attentato alla sicurezza” di Vincenzo Iurillo Intorno a questa faraonica stazione Tav che porta la firma di una archistar mondiale, ma che due pm ritengono insicura e priva di collaudi, stanno per piovere altre decine di milioni. Proprio l’altroieri l’amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) Maurizio Gentile era a Napoli in Regione Campania a stringere la mano del governatore dem Vincenzo De Luca. Motivo dell’incontro: la firma di un protocollo di 75 milioni di euro di investimenti pubblici tra Afragola e Maddaloni, al confine tra le province di Napoli e Caserta. Fondi connessi ai primi due lotti del corridoio Napoli-Bari, che hanno uno nel Tav di Afragola firmato da Zaha Hadid, inaugurato in fretta e furia il 6 giugno 2017 dall’allora premier Paolo Gentiloni a cantieri ancora aperti, e ora al centro di una clamorosa iniziativa della Procura di Napoli Nord guidata da Francesco Greco che chiede il sequestro preventivo “dell’intero corpo di fabbrica della stazione, del tratto ferroviario sottostante e dell’adiacente parcheggio auto” e in questi giorni sta notificando gli avvisi ai nove indagati di un’inchiesta che solleva seri dubbi sulla sicurezza della struttura, la regolarità dei collaudi e dei progetti….. Gentile è accusato di attentato alla sicurezza dei trasporti e di aver acconsentito all’apertura della stazione prima del rilascio del certificato di collaudo. Tuccillo è indagato per abuso d’ufficio e reati di inquinamento ambientale per presunte irregolarità delle procedure di bonifica dei terreni utilizzati per il parcheggio. ….” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/12/18/la-stazione-del-tav-non-era-pronta- indagato-lad-di-rfi/5623888/ 13 dic 19 Repubblica : “CINQUEMILA IN PIAZZA CASTELLO PER GRETA: "TORINO PUOI FARCELA A BATTERE LO SMOG" L'ambientalista svedese: "Voglio ringraziare chi è riuscito a portare in piazza tutta questa gente" di Camilla Cupelli e Mariachiara Giacosa Nel bel mezzo della prima nevicata dell'anno e durante l'ennesimo sciopero dei mezzi pubblici, Greta Thunberg è arrivata in piazza a Torino poco prima delle 13 per il cinquantesimo Friday for future di Torino. Era giunta a Torino ieri sera e ha dormito in un hotel di via Nizza. Stamattina ha visitato la città. Era arrivata da Madrid - dov'era per la Cop25 - in auto elettrica, accompagnata dal padre e dal suo staff, compresi alcuni documentaristi che seguono la giovane attivista svedese in giro per il mondo. Torino è una "città stupenda, sono molto felice di essere qui, anche se non ho avuto molto tempo per visitarla", ha detto appena raggiunto il presidio di Fridays For Future, in piazza Castello, tra numerosi giornalisti e fotografi presenti. "Ciao a tutti, grazie per essere qui, felice di essere qui - ha detto nel suo breve discorso sul palco davanti a cinquemila persone, moltissimi studenti, ma anche tanti adulti e pure anziani - sono orgogliosa di essere qui, grazie per essere venuti. Sono molto colpita dagli organizzatori che hanno messo su tutto in breve tempo. Ricordo qualche mese fa quando ho visto le immagini delle manifestazioni a Torino con un numero incredibile di persone e voglio ringraziarli". "Non c'è un alternativa dobbiamo continuare a lottare - dice Greta - Non possiamo più dare per scontato il domani, noi giovani vivremo quel domani. In meno di tre settimane entreremo in una nuova decade, che deciderà il nostro futuro. Cosa faremo o non faremo cambierà il futuro. I nostri figli e nipoti vivranno in quel futuro. Dobbiamo assicurarci che il 2020 sia l'anno dell'azione"….” https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/12/13/news/s-243374787/ 12 dic 19 Repubblica : “DAVID, IL RAGAZZO CHE HA INVITATO GRETA: "ARRIVERÀ IN TRENO. E ADESSO ASPETTIAMO IN PIAZZA LE ISTITUZIONI" "Il corteo è dedicato alla lotta contro lo smog: la sua presenza ci darà più forza. La Tav? di Mariachiara Giacosa Da mesi David Wicker, 15 anni, valsusino, tra i responsabili dei Fridays for future di Torino, ha contatti con lo staff di Greta Thunberg e con la rete internazionale dei Fff. Quando ieri pomeriggio ha ricevuto il messaggio di Louise, un’attivista tedesca che gli annunciava l’arrivo di Greta a Torino, è rimasto senza parole….. Che effetto fa questa visita? «È un onore straordinario. Ho incontrato Greta due volte, al Senato a Roma e al meeting di Losanna dal 3 al 10 agosto scorso, poi abbiamo avuto degli scambi tramite i social. Il 27 settembre aveva lei fatto un post con la foto della manifestazione oceanica di Torino, era stato un riconoscimento importante. La rete internazionale dei Fff è molto viva: in questi mesi mi sono confrontato spesso con il suo staff: accoglierla ora qui è bellissimo»….. Quale sarà il tema domani? «Questo sciopero è convocato per parlare di lotta allo smog, visto che a Torino, in questi giorni, le polveri sottili sono tornate oltre i limiti di legge. L’arrivo di Greta però allarga il discorso e ci porta ad affrontare l’emergenza climatica a livello planetario». Avete mai parlato con Greta della Tav? «No, lei parla soprattutto di questioni globali. La Tav resta comunque un argomento d

"edocr

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body