rosignano

Aug 8, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 3 | Likes: 1

Le spiagge bianche di Solvay. In Toscana ci sono delle spiagge bianche che potrebbero far pensare ai Caraibi, ma che in realtà sono così a causa dell’inquinamento. 4 chilometri di litorale tra le frazioni di Rosignano Solvay e Vada sul Mar Ligure. Il colore bianco della spiaggia è dovuto agli scarichi di carbonato di calcio dell’impianto Solvay presente in zona. La sodiera più grande d’Europa venne fabbricata vicino alla spiaggia nel 1912, iniziando due anni dopo a produrre carbonato di sodio, acqua ossigenata, polietilene, cloruro di calcio, bicarbonato di sodio e acido cloridrico. Fino al 1983 la spiaggia era una discarica di scarti di produzione e rifiuti. Anche il mercurio era tra le sostanze riversate. Le spiagge bianche di Rosignano Solvay sono una delle zone più inquinate d’Italia. L’United Nations Environment Programme le ha inserite tra i 15 siti di costa più inquinati del Mediterraneo. Nonostante dagli anni Duemila si sia ridotta l’emissione di scarichi, vengono comunque versate in mare 100mila tonnellate di rifiuti ogni anno. Nel 2017 la Solvay ha scaricato in mare 3,88 tonnellate di arsenico e derivati, 141 kg di cadmio, 3,70 t di cromo e 59,4 kg di mercurio (dati contenuti nella dichiarazione raccolta nell’E-Prtr, l’European Pollutant Release and Transfer Register, un registro che contiene le informazioni su inquinanti in aria, terra e acqua di tutti gli stabilimenti presenti sul territorio europeo). Le spiagge sono comunque frequentate.

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body