Newslettera del 19 febbr 20

Feb 20, 2020 | | Category: Other |   | Views: 6 | Likes: 1

"edocr

Migranti, FFF, iniziative NOTAV, Acqua pubblica, A21, Clima e aggiornamenti DA METÀ GENNAIO 2020 LA NEWSLETTER È POSTATA ANCHE OGNI GIOVEDÌ, SU TRANCEMEDIA.EU. NELLA SEZIONE "SOTTO IL MOLOCH": https://www.trancemedia.eu/sotto-il-moloch/ PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) PROSEGUE FINO A VENERDÌ 28 FEBBRAIO DALLE 14 ALLE 19 all’infopoint Emergency Torino - Corso Valdocco 3 “ROVI DI MARE VISIONI DI UN ORIZZONTE IN BILICO'' Mostra fotografica con opere di Petra Probst e Flavio Tiberti In memoria del 3 ottobre 2013 e di tutti i naufragi che seguirono GIOVEDÌ 27 FEBBRAIO 2020, ore 18-19.30 FINISSAGE della mostra “ONDE: CONCERTO BENEFIT CON IL TRIO GAMBINO, GIANOGLIO, LEONE” https://www.facebook.com/events/184664562617409/ GIOVEDI’ 20 FEBBRAIO ORE 18 - 19:30 Emergency Infopoint Torino, Corso Valdocco 3, Torino “CERCAVO LA FINE DEL MARE” “STORIE MIGRANTI RACCONTATE DAI DISEGNI DEI BAMBINI" di Martina Castigliani (Mimesis Edizioni)“ “Nell’agosto 2016 la giornalista Martina Castigliani è partita alla volta della Grecia per lavorare nei centri di accoglienza per migranti, insieme ad altri volontari provenienti da tutto il mondo. La realtà che si è trovata di fronte non poteva non essere raccontata. Questa raccolta di storie rappresenta una testimonianza unica, che intende restituire le vicende di uomini e donne che cercavano la libertà e sono diventati fantasmi a causa dell’indifferenza delle istituzioni e di parte dell’opinione pubblica….” https://www.facebook.com/events/2680254132029198 VENERDI’ 21 FEBBRAIO ORE 15 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! “Abbiamo solo più 11 anni per spostare l'intera economia mondiale su energie sostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni al minimo e abbandonare la plastica... 11 anni sono pochi. Noi siamo la prima generazione a sentire gli effetti del cambiamento climatico... Ma siamo anche l'ultima a poter fare qualcosa" La fusione del permafrost sta rilasciando nell'aria enormi quantità di Metano (gas serra) che era trattenuto negli Idrati di Metano. Ciò causerà un ciclo vizioso che aumenterà ulteriormente ed esponenziale le temperatura globale….” https://www.facebook.com/events/1167892460071000/l https://www.facebook.com/F4Fturin/ ORE 19.30 alla Taverna Tortuga ex Cotonificio a Chanocco CENA DI AUTOFINANZIAMENTO DEL COMITATO GIOVANI NOTAV Il cui ricavato andrà in parte alla nostra cassa e in parte alla cassa di resistenza NOTAV. La prenotazione è obbligatoria! Potete chiamare Chiara al 331 886 1975. Il costo della cena è di 10€, ovviamente con menù anche vegetariano (e su richiesta vegano). ORE 22 MURUBUTU CON IL SUO SPETTACOLO "MUSICA E RAPCONTI". Sarà presente un banchetto che raccoglierà offerte libere per la cassa del Movimento Notav che sostiene le spese legali degli attivisti colpiti da denunce, misure cautelari e carcere. https://www.facebook.com/events/799981827150900/?ti=as ORE 23 in Corso Moncalieri 18, Torino FESTA “CARNIVAL FOR FUTURE! • PARTY WITH #FFF” LINE UP (in aggiornamento) : THE SWEET LIFE SOCIETY – Electroswing; 4MINA (around) – techno; SUPPP-A-DELICA – disco INGRESSO 5€ (Tutto il ricavato dell’evento verrà utilizzato per coprire le spese delle nostre iniziative future) https://www.facebook.com/events/231888051163493/ SABATO 22 FBBRAIO ORE 10.00 Appuntamento alla Stazione FF.SS di Genova Nervi “TUTTE E TUTTI A GENOVA: RIPORTIAMO LA STELLA DELL'ACQUA A BEPPE GRILLO! Riportiamo la Stella dell’Acqua, la prima del M5S, al suo fondatore, Beppe Grillo a Sant’Ilario, visto che il Movimento ha dimenticato questo tema e ha lasciato la stella, acciaccata e malconcia, in qualche vecchio e umido ripostiglio. ORE 10.30 Risalita a Sant’Ilario (auto, bus, a piedi …) ORE 11.00 Restituzione della Stella dell’Acqua (la prima del M5S) a Beppe Grillo Conferenza Stampa ORE 15.30/18 Presso il C.A.P. Via Albertazzi, Genova INCONTRO PUBBLICO Introduce e presiede Roberto Melone - Coordinamento Ligure Movimenti per l’Acqua Corrado Oddi - Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua “LA NOSTRA LEGGE IN PARLAMENTO, I REALI COSTI DELLA SUA APPROVAZIONE”. Padre Alex Zanotelli – Missionario Comboniano “L’ACQUA FONTE DI VITA, NO ALLA MERCIFICAZIONE” (video intervento) Pino Cosentino – Comitato Acqua Bene Comune Genova “LE MULTIUTILY –IREN PIGLIATUTTO IN LIGURIA?” Simona Bombieri – Comitato Acqua Pubblica Torino “L’ACQUA E I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LE TRASFORMAZIONI IN ATTO” DIBATTITO Sono state invitate tutte le forze politiche, le associazioni, i movimenti, le Istituzioni Per info e contatti 3482228314 (Roberto) LOCANDINA http://www.acquabenecomune.org/attachments/article/3920/Locandina_iniziative_Genova_22-2- 20_def.pdf Comunicato stampa Coordinamento Ligure dei Movimenti per l’Acqua e Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua: “SI SCRIVE ACQUA, SI LEGGE DEMOCRAZIA http://www.acquabenecomune.org/liguria-iniziative/3920-il-22-2-tutte-e-tutti-a-genova-riportiamo-la- stella-dell-acqua-a-beppe-grillo LUNEDI’ 24 FEBBRAIO ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI VALUTAZIONE DELLE INIZIATIVE EFFETTUATE E SUL PROSEGUIMENTO “Assemblea21 ha lo scopo di condurre un’indagine indipendente e popolare sul debito del Comune di Torino, per contrastarne concretamente la legittimità e liberare risorse in direzione del soddisfacimento dei bisogni fondamentali della nostra comunità territoriale….” VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MARTEDI’ 25 FEBBRAIO ORE 21 Allo spazio Neruda in corso Ciriè 7, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione MERCOLEDI’ 26 FEBBRAIO ORE 17.30 - 19.15 Aula Magna dell'Università di Torino, Cavallerizza Reale, via Verdi 9 “QUALI SONO LE CAUSE PRIME DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO E COSA SI PUÒ FARE?” CONFERENZA con Marco Bagliani, Dario Padovan Ingresso libero “Una analisi critica dei driver e delle politiche di mitigazione Vengono qui esaminate le cause prime del cambiamento climatico, ossia quei driver che stanno a monte delle crescenti emissioni di gas serra, come ad es. il sistema capitalistico e il consumismo. Accanto alle cause si discuteranno anche le politiche di mitigazione ossia quelle che puntano a ridurre le cause del cambiamento climatico. Verranno analizzati il Protocollo di Kyoto e l'Accordo di Parigi, cui seguirà una analisi critica dei risultati già ottenuti e della strada ancora da fare” PROGRAMMA DEGLI 8 INCONTRI PER APPROFONDIRE, CONDIVIDERE, AGIRE (Da mercoledì 27 novembre 2019 a mercoledì 8 aprile 2020) http://www.green.unito.it/sites/www.green.unito.it/files/Programma_UnitoGOClima.pdf INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: GIOVEDI’ 27 FEBBRAIO RIPRENDONO LE UDIENZE DEL MAXIPROCESSO PER 33 IMPUTATI/E NOTAV dell’appello bis per la resistenza del 27 giugno e 3 luglio 2011 allo sgombero del presidio NOTAV in Clarea Dalle ore 9 per tutto il giorno alla maxi aula 1 del tribunale di Torino dove ci sarà la relazione/riepilogo della giudice a latere (ingresso consentito fino alle ore 13.30) Le udienze continueranno tutti i giovedì di Marzo VEDI 4 Febbr 20 NOTAV Info : “IL SINDACATO DI POLIZIA SALVINIANO SAP SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO I NOTAV https://www.notav.info/senza-categoria/il-sindacato-di-polizia-salviniano-sap-si-costituisce-parte-civile- contro-i-notav/ VENERDI’ 28 FEBBRAIO AD ALMESE CONFERENZA: ”FOIBE, LA MEMORIA NEGATA DEL CONFINE NORD-ORIENTALE” ORE 21.00 presso la Sala Consiliare di Almese (via Roma 4). “Un’iniziativa pensata per ricordare con rispetto e senza strumentalizzazioni tutte le vittime del regime instauratosi a causa della Seconda Guerra Mondiale, alla quale parteciperà anche il giornalista Gianni Oliva, storico esperto dell’argomento, per raccontare gli orrori vissuti sul confine in un periodo storico devastante attraverso fonti verificate e dettagliate”. L’Amministrazione Comunale invita tutta la cittadinanza a partecipare https://www.comune.almese.to.it/2020/02/conferenza-foibe-la-memoria-negata-del-confine-nord- orientale-venerdi-28-febbraio/ SABATO 29 FEBBRAIO PIAZZA BORGO DORA TORINO “CARNEVALE SCATENATO. OGNI SCHERZO VALE” Alle ore 13 ritrovo per trucco e parrucco, musica e cottillons Partenza sfilata h 14,30 “L'odierno Carnevale è, per tanti aspetti, l'erede edulcorato della frenesia tipica delle feste dionisiache e dei saturnali latini. SEMEL IN ANNO LICET INSANIRE dicevano i latini.... una volta all'anno è lecito impazzire. Durante le dionisiache e i Saturnali, si festeggiavano Dioniso e Saturno ricorrendo alla farsa, al rovesciamento sociale, ad un approccio svincolatante la prassi quotidiana….” https://www.facebook.com/events/1061984827495735/ DOMENICA 1 MARZO FLASH MOB NO TAV “UN VIOLADOR EN TU CAMINO” ORE 11 al Cantiere TAV Chiomonte Località La Maddalena PRANZO AL SACCO CONDIVISO! “Abbiamo deciso di rispondere anche in Valle di Susa all’appello del collettivo cileno Lastesis, che ha chiamato a raccolta tutte le donne del mondo per riproporre la performance "Un violador en tu camino". Abbiamo deciso di farlo alla moda nostra e di farlo in faccia all'ecomostro TAV, davanti ai cancelli del cantiere di Chiomonte, un luogo simbolo della repressione che subiamo tutti i giorni sulla nostra pelle….” Importante: Dress code Foulard No Tav e Non Una Di Meno INFO BUS DA TORINO: Ritrovo domenica 1 marzo ore 9.30 al piazzale del Cimitero Monumentale di Torino (corso Novara 135). Per info e prenotazioni: 346 733 4989 Organizzato da Donne In Movimento e Non Una di Meno - Torino https://www.facebook.com/events/648002049295743/ DOMENICA 1 MARZO CARNEVALE PIRATESCO DI VALDOCCO Dalle ore 14:00 alle 18:30 organizzato dalle famiglie dello Spazio popolare Neruda Corso Ciriè 7 Questo carnevale pirati e piratesse solcherà le strade di Valdocco. Sul percorso della sfilata ci saranno giochi, attività e musica. Alla fine del percorso ci troveremo al Cortile del Maglio ci aspetterà una gustosa merenda con il Carnevale pirata di Zona Aurora che parte dai Giardini Alimonda che è organizzato da Comitato di Zona Aurora e Food Not Bombs Torino https://www.facebook.com/events/248786776124923/ https://www.facebook.com/events/129420635040484/. MARTEDÌ 3 E MERCOLEDI’ 4 MARZO PRESENTAZIONE DEL LIBRO “DIETRO AI FRONTI” di Samah Jabr edito da Sensibili alle foglie con la presenza dell’autrice “Samah Jabr, psichiatra, scrittrice e testimone, considera il lavoro clinico che svolge nella Palestina occupata alla luce del contesto socio-politico e analizza il trauma psicologico transgenerazionale che segna la memoria collettiva palestinese, ma valorizza anche la solidarietà tra oppressi e la capacità di riunirsi in una causa comune come elementi necessari per la salute mentale dell’individuo e della comunità….” MARTEDI’ 3 MARZO ORE 16:30 Campus Luigi Einaudi Lungo Dora Siena 100 A, Torino http://www.movieday.it/event/event_details?event_id=2789 MERCOLEDÌ 4 MARZO ORE 17 in Via S. Francesco D’Assisi 3, c/o CENTRO FRANTZ FANON ORE 21:00 proiezione del film omonimo al cinema LUX Galleria San Federico, 33 - Torino Documentario 113 minutI Regia di Alexandra Dols Promosso da Sensibili Alle Foglie e Palestina Rossa TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=zV0UhwIPPnU VENERDÌ 6 MARZO A TORRAZZA PIEMONTE “QUALCOSA E’ CAMBIATO?” Incontro pubblico sul progetto di far arrivare i rifiuti del cantiere e lo smarino del tunnel della Nuova Linea ferroviaria Torino- Lione a Torrazza ORE 21 nella Sala Parrocchiale di Torrazza Piemonte, via San Giacomo 14. SABATO 7 MARZO ASSEMBLEA POPOLARE ANTISMOG “TORINO #MENO50” Dalle ore 9:30 alle 18 presso OFF TOPIC via Pallavicino 35, Torino “Un'assemblea aperta ai cittadini e alle istituzioni organizzata da un gruppo di associazioni per la tutela della salute e dell’ambiente …. con il coinvolgimento di 12 docenti universitari, ricercatori e ricercatrici, aperta a cittadini e istituzioni, il cui obiettivo è di elaborare proposte concrete per raggiungere il dimezzamento delle emissioni inquinanti in atmosfera entro il più breve tempo possibile… La registrazione online è obbligatoria su: http://assembleapopolare.it/ Le iscrizioni verranno accettate in ordine cronologico fino a esaurimento dei posti disponibili. All’atto della registrazione è richiesto il versamento di un contributo di 3 euro. Sarà possibile prenotare un buffet vegetariano presso Off Topic al prezzo di 8 euro….” https://www.facebook.com/events/178220456790153/ SABATO 21 MARZO IN RICORDO DI LORENZO ORSETTI "ORSO" Musica dal vivo, Chiacchierata Kurdistan DALLE ORE 16 al Giardino Lorenzo Orsetti, corso Allamano 40-45, Grugliasco (TO) SERATA: BELLAVITA AL BAROCCHIO SQUAT, con Yellow Zone e Tristan e Andrea https://www.facebook.com/events/478153156209661/ https://fenixoccupaalvolo.noblogs.org/post/2020/02/18/pomeriggio-in-ricordo-di-lorenzo-orsetti-e-serata- bellavita/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO : http://lucaxino.altervista.org/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l"Ambiente, la Pace e la Nonviolenza https://www.rete-ambientalista.it/ RESISTENZA AGLI ESPROPRI IN CLAREA CONTRO L’ALLARGAMENTO DEL CANTIERE TORINO-LIONE Stanno arrivando in questi giorni da TELT raccomandate relative agli espropri dei terreni di Chiomonte e Susa acquistati da 1.175 NOTAV nel 2012 per “COMPRA UN POSTO IN PRIMA FILA 4” (http://www.notav.info/top/compra-un-posto-in-prima-fila-vol-4-ecco-i-moduli-per-aderire/) CHI RICEVE LA RACCOMANDATA È INVITATO A SEGNALARLO ALL'INDIRIZZO espropri@notavtorino.org: riceverà molto presto indicazioni su come rispondere a TELT Nel messaggio indicare come Oggetto: Raccomandata TELT Nel testo del messaggio indicare soltanto: - data di arrivo della raccomandata - nome, cognome, comune di residenza NON LASCIAMOGLIELA PASSARE LISCIA. RESISTERE, RESISTERE E ANCORA RESISTERE, PER POTER ESISTERE. http://www.notavtorino.org/ SI RICORDA A TUTTI I PROPRIETARI CHE L'ACCESSO AGLI ATTI È UN DIRITTO CHE COMPETE A CIASCUNO SINGOLARMENTE e quindi è importante contattare gli uffici TELT di Torino, in via Borsellino 17/B, telefono n. 011 5579221, PER CONCORDARE, CIASCUNO SECONDO LE PROPRIE SPECIFICHE ESIGENZE, UNA APPUNTAMENTO AL FINE DI VISIONARE GLI ATTI CHE LI RIGUARDANO a seguito alle comunicazioni ricevute da TELT da parte dello Studio Legale Enrichens-Caffaratti, INOLTRE IL 7 GENNAIO IL CONSIGLIO DI STATO HA DELIBERATO CHE PER ESPROPRIARE UN BENE DEVE ESSERCI IL CONTRADDITTORIO CON TUTTI I PROPRIETARI negando la richiesta fatta da TELT “N. 01014/2018 AFFARE Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Richiesta di parere riguardante il collegamento ferroviario Torino - Lione - Sezione Internazionale: Parte comune italo-francese, Sezione transfrontaliera: Parte in territorio italiano. Articolo 22 del d.P.R. n. 327/2001, DETERMINAZIONE URGENTE DELL'INDENNITÀ PROVVISORIA; “…..La Sezione, pur comprendendo le ragioni di celerità dell’azione amministrativa evidenziate dal Ministero richiedente ai fini della sollecita realizzazione dell’importante e strategico collegamento ferroviario Torino-Lione, ritiene che l’interpretazione dell’articolo 22 cit. fatta propria dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti non possa essere condivisa, dovendosi al contrario sempre garantire – alla luce dell’attuale dato positivo – il contraddittorio con il proprietario espropriato ai sensi dell’articolo 24, comma 3, del d.P.R. n. 327/2001, in sede di redazione dello stato di consistenza e del verbale di immissione nel possesso…..”. https://www.giustizia- amministrativa.it/portale/pages/istituzionale/visualizza?nodeRef=&schema=consul&nrg=201801014&no meFile=202000015_27.html&subDir=Provvedimenti GIOVEDÌ 13 FEBBRAIO AL CAMPUS EINAUDI PROVOCAZIONE DI FASCISTI DEL FUAN SCORTATI DALLA POLIZIA. TRE STUDENTI ARRESTATI Intorno alle 17 alcuni elementi di estrema destra, scortati dalla polizia si sono presentati all'ingresso del Campus Einaudi dove aveva luogo una conferenza informativa su Foibe e Fascismo con ospiti Moni Ovadia e il giornalista italo-sloveno Stojan Spetic. 13 febbr 20 Radiondadurto : “TORINO: LA POLIZIA CARICA PER DIFENDERE IL FUAN. TRE ANTIFASCIST* ARRESTAT*, DIVERSI FERIT* Comunicato del CUA: “ATTENZIONE Oggi il FUAN, gruppo studentesco fascista, è venuto in università con la scorta che ha blindato completamente la struttura. Numerose cariche sono state fatte sul raggruppamento di studenti* che hanno impedito a questi razzisti di distribuire i loro volantini indisturbati. ORE 20 – Secondo l’Ansa, tre studenti fermati sono stati arrestati, mentre il quarto è stato denunciato. Le accuse sono violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Gli studenti antifascisti dal Rettorato si sono mossi invece in corteo, dietro la parola d’ordine “Fuori i fascisti e la polizia dall’università”. Confermati gli arresti dei tre student* antifascist* fermati dalla polizia, domani alle 11:30 Colazione Antifascista al Campus Einaudi….” https://www.radiondadurto.org/2020/02/13/torino-la-polizia-carica-per-difendere-il-fuan-quattro- antifascist-fermat/ 13 febbr 20 Stampa VIDEO: “FOIBE, SCONTRI AL CAMPUS EINAUDI: GLI ANTAGONISTI FORZANO IL BLOCCO DELLA POLIZIA£: https://www.youtube.com/watch?v=gLkPLabmxcA 13 febbr 20 Torino today VIDEO : “SCONTRI AL CAMPUS EINAUDI, ARRESTI E POLIZIOTTI FERITI: POI CORTEO PER LE VIE DELLA CITTÀ Per il convegno sulle foibe Gioele Urso https://www.torinotoday.it/video/scontri-campus-einaudi-fuan-antagonisti.html 14 febbr 20 Torino today VIDEO : “SCONTRI AL CAMPUS EINAUDI | CONVEGNO SULLE FOIBE | LA VERSIONE DI MONI OVADIA Lo sfogo dello scrittore dopo gli scontri all'Università: "Colpiti solo gli antifascisti" Scontri a causa di un convegno sulle Foibe Gioele Urso https://www.torinotoday.it/video/moni-ovadia-scontri-universita-foibe.html SABATO 15 FEBBRAIO SI E’ SVOLTO UN CORTEO ANTIFASCISTA IN SOLIDARIETÀ AGLI ARRESTATI dalla Palazzina Einaudi Lungo Dora Siena 68/a, Torino “Le studentesse e gli studenti di Torino hanno animato due giorni di intensa mobilità antifascista in seguito all'arresto delle due compagne e di un compagno. L'assemblea studentesca antifascista di ieri pomeriggio si è conclusa con l'occupazione della palazzina Einaudi questa notte e la condanna del silenzio da parte del rettore e la richiesta delle dimissioni per il presidente di Edisu Piemonte per le sue dichiarazioni riguardo la revoca delle borse di studio per gli studenti coinvolti nella mobilitazione. Ci opponiamo al revisionismo storico portato avanti dalle istituzioni che con il giorno del ricordo, voluto da governi di centro destra e centro sinistra (due facce della stessa medaglia), legittima una riscrittura della Storia e regala spazi d'azione ai peggiori rigurgiti fascisti. Esprimiamo massima solidarietà alle studentesse e agli studenti in lotta e alle/agli arrestate/i! FUORI I FASCISTI DALLE UNIVERSITÀ E DALLE NOSTRE STRADE! I prossimi appuntamenti sono: - PRESIDIO ALLE VALLETTE DOMENICA 16 FEBBRAIO ALLE 17.30 IN SOLIDARIETÀ AGLI ARRESTATI - ASSEMBLEA IN MAIN HALL AL CAMPUS EINAUDI MERCOLEDÌ 19 FEBBRAIO ORE 18.30 FOTO: https://www.facebook.com/Poterealpopolotorino/photos/a.1949839425049306/3375061172527117/?type =3&theater EVENTO: https://www.facebook.com/events/183853996256544/?active_tab=discussionhttps://www.facebook.com/ events/183853996256544/?active_tab=discussion VENERDÌ 14 FEBBRAIO ALCUNI NOTAV HANNO INCONTRATO IL DIRETTORE DEL CONSORZIO FORESTALE ALTA VALLE DI SUSA davanti ai suoi uffici a Oulx. 14 febbr 20 Radio NOTAV : “LA FARFALLA È SOLO UNA MANO DI VERNICE”. COLAZIONE AL CONSORZIO …Davanti a un caffè, abbiamo parlato con gli operai che si recavano al lavoro in Clarea, e con il direttore. Il loro lavoro è indispensabile all’ampliamento del cantiere di Chiomonte…… Peccato che a dare questa vernice siano il Consorzio, i Comuni interessati e le loro amministrazioni (Giaglione, Salbertrand e Chiomonte), oltre l’Università di Torino, Dottoressa Bonelli in testa, con l’ambizione di sperimentare chissà quale nuova procedura di tutela. Chissà se si accorge, mentre va per farfalle, che sta lavorando per Telt, che partecipa all’opera di distruzione dell’ambiente delle sue amate farfalle. Dottoressa guardi le fatture a fine mese, se non sa per chi lavora. Alla conferenza stampa con Telt e il consorzio, la Dottoressa Bonelli disse, non senza imbarazzo: “non abbiamo mai detto che queste opere non siano dannose all’ambiente, ma noi nello specifico ci occupiamo di farfalle…”. L’altro ieri è stato Marco Rey a glissare: “L’università e il consorzio ci hanno chiesto il terreno, noi cosa dovevamo fare?” E oggi il direttore Dotta ci dice “Noi lavoriamo su indicazione dell’Università. Sono loro che ci credono più di tutti, dovrebbero rendersi conto” Infine ammette: “in effetti è come se lavoriamo per il Tav, come altre ditte esterne. Ci paga Telt. Ma io sono solo un ingranaggio in una macchina grande e complessa”. In ogni macchina, ogni ingranaggio è vincolato agli altri, gira dove gli altri girano. Ma è anche vero il contrario. Se in una macchina un ingranaggio si ferma, si fermano anche gli altri. A volte bisogna scegliere”. http://www.radionotav.info/la-farfalla-solo-mano-vernice/ SABATO 15 FEBBRAIO A BUSSOLENO SI È SVOLTO IL CONVEGNO “VALSUSA: LABORATORIO DI NUOVE POLITICHE REPRESSIVE. NICOLETTA, LUCA E GLI ALTRI. CHE FARE?” promosso dal Controsservatorio Valsusa “Da anni la Valsusa è diventata anche un laboratorio in cui si sperimentano nuove politiche repressive. Centinaia di processi con oltre mille indagati coinvolgono un'intera comunità. Reati contestati di lieve entità puniti con il massimo della pena, canali preferenziali attivati dalla procura per colpire in fretta la resistenza notav distogliendo forze da altri processi, atteggiamenti provocatori di pubblici ministeri, creazione di un vero clima di intimidazione da parte della digos nelle stesse aule di tribunale... A tutto ciò si aggiunge il ricorso sistematico a pesanti e ingiustificate misure di polizia (foglio di via, avviso orale, sorveglianza speciale...) mentre si infittiscono i controlli sistematici e capillari agli attivisti e vengono reiterate ordinanze prefettizie che limitano la libertà di circolazione in assenza di situazioni di emergenza che ne giustifichino l'emissione. Che non si tratti solo di eccessi di scrupolo è evidente: sul banco degli imputati è una resistenza popolare nel suo complesso, fiaccarla ad ogni costo è il vero obiettivo….. In questo quadro i decreti sicurezza rappresentano un'ulteriore e pesantissimo salto di qualità: essi guardano non solo alle migrazioni ma al conflitto sociale nel suo complesso: per dimensioni, intensità e estensione la Valsusa è solo la punta di un iceberg, vittime predestinate sono le lotte sociali represse in tutto il paese. Di questi temi ha discusso il convegno in cui si è parlato anche dell'urgenza di un'amnistia sociale, che si affianchi all'abolizione dei decreti sicurezza richiamando le istituzioni a fornire risposte politiche a problemi di natura squisitamente politica. DI SEGUITO LE REGISTRAZIONI AUDIO/VIDEO DELLE RELAZIONI AL CONVEGNO….” http://www.controsservatoriovalsusa.org/174-convegno-su-repressione-15-02-2020 Introduzione ai temi del convegno Ezio Bertok, Controsservatorio Valsusa https://www.youtube.com/watch?time_continue=445&v=amTeSumoCik&feature=emb_logo Lettura del messaggio di Nicoletta Dosio Roberta Bonetto https://www.youtube.com/watch?v=TREha45XN9g&feature=emb_logo Una vicenda esemplare: Nicoletta Avv. Valentina Colletta https://www.youtube.com/watch?v=UUnBTFmlFuE&feature=emb_logo Una vicenda esemplare: Luca Avv. Elisabetta Montanari https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=BuJyyBoUw_I&feature=emb_logo Intervento giudiziario e misure di polizia in Valsusa: continuità e differenze Avv. Claudio Novaro https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=IMGqgVMR-BI&feature=emb_logo Come si costruisce il nemico: Valsusa e lotte sociali Tra repressione e decreti sicurezza Livio Pepino, Controsservatorio Valsusa https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=0bNwj3yubkw&feature=emb_logo Il movimento notav resiste alla repressione Alberto Perino https://www.youtube.com/watch?v=nFpPYYRcPUc&feature=emb_logo Condizionamenti e interferenze nei processi Avv. Claudio Novaro https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=lXJWGXYfVQA&feature=emb_logo 18 Febbr 20 NOTAV Info Nicoletta dal carcere: “L’AMNISTIA SOCIALE COME PUNTO DI PARTENZA …..I decreti e le leggi-sicurezza devono essere prontamente aboliti e la mobilitazione per la loro cancellazione deve andare di pari passo con la richiesta della cosiddetta “amnistia sociale”: senza l’abolizione degli uni, l’altra non sarebbe che un palliativo temporaneo. Della possibilità dell’amnistia sociale si discute nelle carceri e si accendono attese e speranze. Credo che il movimento NO TAV abbia la generosità e l’esperienza per impegnarsi in prima persona a favore di tale improcrastinabile battaglia di libertà e di giustizia e per coinvolgere su questo fronte le persone e le realtà sorelle, in ogni parte del Paese. L’amnistia come riconoscimento delle resistenze collettive contro le “grandi male opere”, le guerre e gli armamenti, lo sfruttamento dei lavoratori e le “fabbriche della morte”, per il diritto alla casa, alla salute, ad un lavoro dignitoso, contro fascismi e schiavismi, per una cultura di pace e di liberazione. L’amnistia come estinzione anche dei “reati di povertà”. Tra le mura delle carceri sono questi i reati più rappresentati, connessi all’indigenza, alle tossicodipendenze, alla prostituzione, alla clandestinità…. L’amnistia, lungi dal segnare un punto d’arrivo con un patto di pacificazione, deve essere un punto di partenza, la chiave che apre i ceppi concreti e metaforici che bloccano le tante esperienze, intelligenze, generosità prigioniere: forze senza le quali la strada verso la liberazione sarà più ardua ed incerta…. Questa mia esperienza di reclusa mi offre un osservatorio privilegiato su che cosa sia il “diritto penale del nemico”. Proprio perché provo quanto siano pesanti ed ingiuste le catene, ritengo inaccettabile la sorte delle compagne e dei compagni che consumano le loro vite (alcuni fin dagli anni ‘80) nelle carceri speciali, sottoposti all’ergastolo ed al 41 bis. Nessuna di queste sofferenze è compatibile con ciò che per tutti noi è “giustizia”….” https://www.notav.info/post/nicoletta-dal-carcere-lamnistia-sociale-come-punto-di-partenza/ 18 febbr 20 BUON COMPLEANNO NICOLETTA Oggi Nicoletta Dosio compie 74 anni. 74 anni e 50 giorni di galera. NESSUNA GALERA PUÒ IMPEDIRE ALLA SOLIDARIETÀ DI TANTE E TANTI DI RAGGIUNGERTI https://www.facebook.com/Poterealpopolotorino/videos/215587122897459/ SABATO 15 FEBBRAIO A TORINO IN CORSO BELGIO SI È TENUTA UNA PARTECIPATA ASSEMBLEA IN CUI A21 HA PRESENTATO I PRIMI RISULTATI della sua inchiesta di “DEBITOUR” nei diversi quartieri di Torino. QUALCHE FOTO DELL'ASSEMBLEA: https://photos.app.goo.gl/w3jqViERu58JtMRKA 2 VIDEO DI INTERVENTI PUBBLICATI DA TRANCEMEDIA: “PROGETTO MEGAOSPEDALE A TORINO, LA PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATA CHE FA MALE ALLA SANITÀ” Silvia Gabbatore sulla controinchiesta del Tavolo Sanità di Potere al Popolo https://www.youtube.com/watch?v=RIoOv7ShN8o&feature=youtu.be “COMPAGNIA SAN PAOLO AL BALÔN: 'FONDAZIONE' PER ASPIRARE I BENI COMUNI” Francesco Migliaccio sulla controinchiesta di NapoliMonitor https://www.youtube.com/watch?v=oSeuFTCfJhs DEBITOUR: QUALI SONO I REALI BISOGNI DELLA NOSTRA CITTÀ? “……..I problemi emersi sono davvero tanti: casa e reddito soprattutto, ma anche il taglio dei servizi educativi e l'abbandono del verde pubblico, fino ad una richiesta di cultura per tutti e all'esigenza di avere nuovi spazi di socialità. Al microfono si sono alternate tante esperienze di lotte e vertenze su questi temi, tutte accomunate dall'essersi scontrati con amministrazioni comunali, tanto quelle PD quanto quella 5stelle, indifferenti ai bisogni degli ultimi, ma molto ricettive nel proteggere gli interessi di banche, fondazioni e grandi aziende…..” https://www.facebook.com/Poterealpopolotorino/photos/a.1949839425049306/3377327798967121/?type =3&theater DOMENICA 16 FEBBRAIO A SAN DIDERO AGNOLOTTATA DI LANCIO DELLA CAMPAGNA PER LA CASSA DI RESISTENZA NOTAV QUALCHE FOTO: https://photos.app.goo.gl/DB3q3yptunoBVvAeA VEDI IN ALLEGATO APPELLO E MODALITA’ DI VERSAMENTO ( B/B intestato a Pietro Davy e Maria Chiara Cebrari con causale “Cassa di resistenza No Tav” IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838) MARTEDÌ 18 FEBBRAIO PRESIDIO: “NO ALLA PROPAGANDA NEOFASCISTA. CON SOLDI PUBBLICI. RACCONTIAMO LA STORIA, RACCONTIAMOLA BENE” sotto la sede dell'ufficio scolastico regionale, Corso Vittorio Emanuele II 70 I settori scuola di COBAS CUB USB hanno chiesto di essere ricevuti dai dirigenti regionali per portare le istanze della scuola democratica e antifascista. “Elena Chiorino, assessora all’Istruzione, al Lavoro e alla Formazione della Regione Piemonte, ha annunciato ai giornali la volontà di distribuire alle studentesse e agli studenti un fumetto dal titolo “Foiba Rossa”: una pubblicazione di infima qualità, basata su fonti storiche approssimative e in larga parte inesatte e che ha acquisito notorietà tra gli storici che si occupano di revisionismo, proprio a causa della visione strumentale degli eventi che pretende di raccontare. È un prodotto dozzinale, edito dalla casa editrice Ferrogallico, vicina ad ambienti dell’estrema destra, il cui catalogo è infarcito di propaganda neofascista basata sul binomio “sangue e terra”…. “Foiba rossa” si adagia su una ricostruzione martirologica della storia e ignora del tutto lo statuto epistemologico della disciplina, poiché rifiuta la verifica delle fonti, la contestualizzazione dei fatti e adotta un punto di vista spudoratamente parziale, quello del nazionalismo fascista. Non è casuale che gli storici, i docenti e i ricercatori siano stati esclusi da questa iniziativa che non ha nulla a che vedere con il confronto fondato su fatti documentati e testimonianze veridiche…..” EVENTO: https://www.facebook.com/events/s/raccontiamo-la-storia-racconti/878804619235710/ FOTO DEL PRESIDIO: https://www.facebook.com/Poterealpopolotorino/photos/pcb.3384649508234950/3384649474901620/?ty pe=3&theater MARTEDÌ 18 FEBBRAIO È STATA INVIATA UNA LETTERA AD ANPI PROVINCIALE: “SOLIDARIETÀ ALLE SEZIONI DI AVIGLIANA E VALMESSA” in merito alla cancellazione dell’incontro che avrebbe dovuto svolgersi il 17 gennaio scorso ad Almese, sul tema: “L’ASSEDIO DI GAZA E LA GRANDE MARCIA DEL RITORNO: PRATICHE DI RESISTENZA E PROSPETTIVE FUTURE”, firmata da 13 Presidenti di sezione e 11 componenti del Comitato A.N.P.I. Provinciale di Torino. “…..Invitiamo a superare la modalità burocratico-amministrativa con la quale la Presidenza A.N.P.I. Provinciale di Torino ha affrontato la questione, come altre in passato, relazionandosi con le Sezioni locali in modo autoritario, oltretutto dando ancora una volta un’immagine pubblica dell’Associazione che non ha riscontro alcuno con la realtà dell’A.N.P.I. vissuta sui nostri territori. Per noi e i nostri iscritti è già chiaro da tempo, comunque ribadiamo per la Presidenza Provinciale che l‘antisemitismo non va confuso con l’antisionismo, come hanno avuto modo di spiegare in tanti anni d’impegno Moni Ovadia e gli ebrei italiani della rete ECO – Ebrei Contro l’Occupazione dei territori palestinesi: – l’antisemitismo è una forma di razzismo e come tale va sempre condannato e contrastato, – il sionismo è una forma di nazionalismo e come tale va sempre condannato e contrastato: antisionismo ha quindi un’accezione positiva come antirazzismo e antisessismo, e per noi rientra integralmente nei nostri valori in quanto antifascisti e internazionalisti….. Riteniamo opportuno che tale questione, nel merito del tema e per il metodo utilizzato nel gestire la situazione da parte della Presidenza A.N.P.I. Provinciale, venga affrontata e chiarita in sede di Comitato Provinciale, alla prossima riunione, in seduta convocata congiuntamente con tutti i Presidenti di Sezione del territorio provinciale. Contrastiamo il razzismo in ogni sua forma e siamo impegnati da sempre anche nelle scuole a spiegare i meccanismi e le dinamiche antisemite che portarono anche l’Italia monarchico-fascista a svolgere un ruolo attivo nello sterminio delle persone considerate di “razza inferiore”, con leggi razziali, rastrellamenti e campi di concentramento; confidiamo che la Presidenza A.N.P.I. Provinciale mai più metta in dubbio tale priatica nella nostra attività quotidiana di militanti antifascisti….” http://anpigrugliasco.it/2020/02/18/lettera-ad-anpi-provinciale-sulla-cancellazione-delliniziativa-di- almese-sulla-questione-palestinese/ Qui il comunicato Anpi Provinciale Torino del 27 genn 20 su “SQUADRISMO” E LIBERO PENSIERO”, a cui la lettera si riferisce https://www.anpitorino.it/2020/01/27/comunicato-anpi-provinciale-torino/ 19 Febbr 20 NOTAV Info : “TAV, LE COMPENSAZIONI COME LE TRATTATIVE MAFIOSE … Per comprenderci: ogni Comune necessita continuamente di finanziamenti, perlomeno per ciò che fuoriesce dalla gestione ordinaria; questi fondi si ottengono tramite partecipazioni a bandi o richieste dirette agli enti “superiori”, come la Regione ad esempio….. Richieste impellenti, di lavori che mettono in sicurezza il territorio e la vita delle persone. Inoltre se aggiungiamo i cambiamenti climatici ormai concreti, l’incendio del 2017 e gli eventi alluvionali, le criticità della Valle sono aumentate e conseguentemente le richieste delle varie amministrazioni, che han dovuto far fronte a esondazioni, smottamenti, frane… Ora la Regione Piemonte ha raccolto – un po’ alla rinfusa- decine e decine di domande avanzate dai Comuni valsusini negli ultimi lustri e sta “offrendo” i relativi finanziamenti agli stessi, in separati incontri con gli amministratori, ovviamente inserendoli nella cornice “compensazioni per la Torino Lione”. Tutte le richieste prese in considerazione sono totalmente avulse dall’opera, e la maggioranza di esse riguardano la salvaguardia del territorio, in alcuni casi l’incolumità della popolazione, cui le singole amministrazioni non possono assolutamente far fronte con i soli propri fondi. E’ già una vergogna che in tutto questo tempo non siano state finanziate, ma del resto sappiamo perché! In questo Paese ci sono i soldi per il Tav e non per la sicurezza e l’incolumità delle persone, ed anzi ogni soldo dato per il Tav è rubato a qualcosa di utile per tutti e tutte. Verità non slogan!....” https://www.notav.info/post/tav-le-compensazioni-come-le-trattative-mafiose/ 19 febbr 20 Comunicato Comitato Acqua Pubblica Torino: “SABOTAGGIO DI CIDIU AL PIANO DI TRASFORMAZIONE DI SMAT S.P.A. CIDIU è un consorzio di Comuni che gestisce i rifiuti dei circa 260.000 abitanti di Alpignano, Buttigliera Alta, Coazze, Collegno, Druento, Giaveno, Grugliasco, Pianezza, Reano, Rivoli, Rosta, Sangano, San Gillio, Trana, Valgioie, Venaria Reale e Villarbasse. CIDIU non ha nulla a che fare con l’acqua se non per il fatto che detiene ancora il 10,2 % delle azioni di SMAT S.p.A. che gestisce il Servizio Idrico Integrato di Torino Città Metropolitana….. Un’improvvisa alzata d’ingegno degli attuali vertici CIDIU rinnega quel clamoroso risultato referendario: hanno dichiarato per iscritto che si opporranno alla trasformazione di SMAT e che, qualora avvenisse, CIDIU chiederebbe il riscatto delle sue quote azionarie. Proprio quello che avrebbero dovuto fare da anni. E che avverrà comunque, indipendentemente dal fatto che SMAT rimanga una Società per Azioni o diventi un’azienda di diritto pubblico per la gestione non di una merce qualunque, ma di un bene comune essenziale per la vita, come l’acqua. Il ricatto è evidente: CIDIU vuole restare in SMAT alle attuali condizioni per riscuotere i profitti della sua quota azionaria, per lucrare una rendita parassitaria che i cittadini italiani hanno abrogato con il referendum del 2011 con maggioranze quasi plebiscitarie.. e per mantenere la strada aperta all'ingresso dei privati, contro la volontà popolare chiaramente espressa nello stesso Referendum….” https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/campagne/smat-azienda-speciale/1510-sabotaggio- di-cidiu-al-piano-di-trasformazione-di-smat-s-p-a UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 1 genn 20 FQ : “TORINO, LIBRERIA STORICA SFRATTATA DOPO 43 ANNI PER UN SUPERMARKET: LANCIA PETIZIONE E RACCOGLIE 700 DONAZIONI. “Il paradosso? Non siamo in crisi” Torino, libreria storica sfrattata dopo 43 anni per un supermarket: lancia petizione e raccoglie 700 donazioni. "Il paradosso? Non siamo in crisi" di Simone Bauducco VIDEO : https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/01/torino-libreria-storica-sfrattata-dopo-43-anni-per- un-supermarket-lancia-petizione-e-raccoglie-700-donazioni-il-paradosso-non-siamo-in-crisi/5645564/ ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 13 febbr 20 Repubblica : “TRENO DERAGLIATO A LODI, INDAGATO AD DI ALSTOM: È LA SOCIETÀ CHE HA PRODOTTO LO SCAMBIO SOTTO ESAME A Michele Viale contestati i reati di disastro ferroviario, omicidio e lesioni, tutti a titolo colposo. "Rilevato un difetto all'interno dell'attuatore": lo ha comunicato il direttore dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle Ferrovie, riferendo in commissione Lavori pubblici al Senato. Rfi ha sospeso il montaggio di altri strumenti analoghi dello stesso lotto di produzione Michele Viale, ad di Alstom Ferrovie, è indagato dalla procura di Lodi nell'inchiesta sul deragliamento del treno Frecciarossa vicino a Lodi che ha causato la morte di due macchinisti. A lui sono contestati i reati di disastro ferroviario, omicidio e lesioni, tutti a titolo colposo, gli stessi contestati ai 5 operai di Rfi. La società ha prodotto un componente del cambio sospettato di essere l'origine dell'incidente che, stando ai primi accertamenti, sarebbe risultato "difettoso". Oggi infatti in commissione Lavori pubblici al Senato Marco D'Onofrio, direttore dell'agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, aveva detto: "E' arrivata ieri sera comunicazione dalla procura del rilevamento di un difetto interno all'attuatore: da prove in campo sembra ci sia un'inversione dei cablaggi interna al dispositivo che si è andato a sostituire"….” https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/02/13/news/treno_deragliato_rilevato_un_difetto_nell_attuatore _dello_scambio_-248488903/?ref=RHRS-BH-I248534466-C6-P5-S1.6-T1 16 febbr 20 FQ : “ETERNIT, LA MORTE NON SI PRESCRIVE: “A CASALE ANCORA 50 CASI ALL’ANNO” La storia - Nel 2014 la Cassazione annullò le condanne del primo maxiprocesso. Ora è in corso il bis di Gianni Barbacetto …..La fibra lavorata negli stabilimenti Eternit ha fatto finora almeno 2.500 morti. E i responsabili della società sapevano. Eppure niente condanna: la prescrizione ha impedito che fosse fatta giustizia. “Ho pianto, quel 19 novembre del 2014, non mi vergogno a dirlo. Quando il giudice della Cassazione ha letto la sentenza, ho abbracciato il presidente delle vittime dell’amianto in Belgio e ho pianto”. “I fazzoletti intrisi delle nostre lacrime metteranno le ali e voleranno lontano per sviluppare profonde radici di giustizia”: così è scritto al centro del parco Eternot, alberi e giochi per bambini sull’area dell’Eternit, la fabbrica della morte. Le fibre di amianto che continuano a volare nell’aria provocano ancora oggi, a Casale, 50 nuovi malati all’anno di mesotelioma pleurico o peritoneale. “Finora i morti sono 5 mila, se si considerano anche i tumori al polmone, alla laringe, all’ovaio, che possono essere causati dall’amianto”, spiega Daniela De Giovanni, che cominciò a occuparsi dei malati dell’Eternit alla fine degli Anni Settanta, appena laureata in medicina del lavoro, e da allora non ha più smesso. “Nei primi tempi morivano i lavoratori della fabbrica, poi hanno cominciato ad ammalarsi e a morire le mogli, i figli, i cittadini di Casale che con l’Eternit non c’entravano niente, ma respiravano l’aria avvelenata dalla città”. I vertici dell’azienda sapevano di far lavorare una fibra mortale. Lo sapeva il padrone, il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny. Ma il primo processo ai suoi manager italiani, nel 1993, per omicidio colposo, si conclude con la prescrizione per tutti. …” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/02/16/eternit-la-morte-non-si-prescrive-a-casale- ancora-50-casi-allanno/5707341/ 13 Febbr 20 Stampa : “FOIBE, SCONTRI TRA FUAN E ANTAGONISTI AL CAMPUS EINAUDI: TRE ARRESTI E 15 DENUNCIATI Nel corso delle cariche tra polizia e manifestanti, 6 esponenti delle forze dell’ordine sono rimasti feriti Irene Famà Tensione oggi al Campus Einaudi dove il Fuan, gruppo universitario vicino a Fratelli d'Italia, ha organizzato un volantinaggio di protesta contro un incontro, in aula D5, dal tema «FASCISMO- COLONIALISMO-FOIBE - L'USO POLITICO DELLA MEMORIA PER LA MANIPOLAZIONE DELLE VERITÀ STORICHE» con la partecipazione dell'attore e scrittore Moni Ovadia e del giornalista Stojan Spetič…… Il Fuan ha distribuito alcuni volantini con su scritto: «LA VERITÀ NON SI INFOIBA. Sino a quando l'Università organizzerà conferenze e dibattiti che insultano la memoria di migliaia di italiani barbaramente uccisi, noi saremo qui». Un gruppo di antagonisti ha cercato di superare le forze dell'ordine schierate per evitare che i due gruppi entrassero in contatto. La polizia ha respinto i manifestanti. Di seguito si è svolta un’assemblea in rettorato, una lunga discussione che poi si è conclusa con l’uscita di circa 50 studenti e Cua che hanno sfilato in corteo per le vie di Vanchiglia. Sono andati in via Catania e quindi si sono diretti a Santa Giulia…… Sono tre le persone arrestate: un 23 anni militante di Askatasuna; un altro 23enne anarchico milanese già denunciato il 30 marzo dello scorso anno in occasione del blocco nero di in via Aosta e una studentessa romana di 27 anni. Quindici i denunciati tra antagonisti e anarchici per i reati di resistenza, lesione e danneggiamento aggravato…..” https://www.lastampa.it/torino/2020/02/13/news/tensione-tra-fuan-e-antagonisti-al-campus-einaudi-a- torino-1.38465197 13 febbr 20 Repubblica : “FOIBE, TAFFERUGLI ALL'UNIVERSITÀ DI TORINO PER IL CONVEGNO CON MONI OVADIA: TRE ARRESTATI E UN DENUNCIATO E' successo al Campus Einaudi, scontri tra antagonisti e polizia che proteggeva un volantinaggio di protesta del Fuan. Gli studenti di destra: "Devastata la nostra aula" di Jacopo Ricca https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/02/13/news/foibe_tafferugli_all_universita_di_torino_per_il_con vegno_con_moni_ovadia_quattro_fermati-248519065/?ref=search 14 febbr 20 Nuova Società : “SCONTRI A TORINO CAMPUS EINAUDI, SOLIDARIETÀ DELL’ANPI A questo esempio di antifascismo militante va non solo il nostro ringraziamento, ma tutta la nostra solidarieta’ e il nostro sostegno”. Cosi’ in una nota il Comitato di sezione Anpi Nizza Lingotto, dopo gli scontri avvenuti ieri al Campus Einaudi tra esponenti del Fuan e studenti antifascisti, tre dei quali sono stati arrestati dalla polizia. “Gli studenti antifascisti hanno cercato di allontanarli dall’Universita’ – dicono dall’associazione dei partigiani – ma hanno subito diverse cariche, molti sono i feriti e tre studenti sono stati arrestati. Ci uniamo a loro per chiedere il rilascio degli antifascisti arrestati. Ci chiediamo come l’Universita’ possa ancora permettere che gruppi di fascisti attraversino quegli spazi con volantini di odio e razzismo e per di piu’ scortati dalla polizia. Fuori i fascisti dai quartieri, dalle scuole e dall’Universita” http://www.nuovasocieta.it/scontri-a-torino-campus-einaudi-solidarieta-dellanpi/ 14 febbr 20 Repubblica : “TORINO, IL PRESIDENTE DELL'EDISU CON LEGA E FDI: "VIA LE BORSE DI STUDIO AGLI STUDENTI VIOLENTI". Scoppia la polemica La proposta dopo gli incidenti di ieri al Campus Einaudi. Grimaldi (Luv) "Il diritto allo studio non si tocca" di Jacopo Ricca ….Immediata la replica di Marco Grimaldi, capogruppo di Luv: “Il nuovo presidente dell’Edisu Sciretti, vicino alla Lega e indimenticabile per il suo ‘ci vuole un po’ di scuola Diaz’, seguito dal solito Marrone, chiede di togliere le borse di studio assegnate agli universitari arrestati e denunciati ieri Quindi siamo al diritto di studio politicamente condizionato, un’oscenità. Nessuno può essere perseguito per le proprie idee politiche, a meno che queste non siano palesemente anticostituzionali come il fascismo….. A questo proposito Giusta ricorda che Edisu "è un ente pubblico che si occupa del diritto allo studio e i diritti non si riducono o revocano a chi non ci piace o non la pensa come noi, senza processi o condanne" e definisce "aberranti le richieste di aprire confronti per ridurre spazi di libertà, dissenso o schedature….” https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/02/14/news/marrone_fdi_togliere_le_borse_di_studio_agli_stude nti_violenti_grimaldi_luv_il_diritto_allo_studio_non_si_tocca_-248575439/?ref=search 14 febbr 20 Stampa : “CAMPUS EINAUDI, DOPO GLI SCONTRI ORA I COLLETTIVI OCCUPANO GLI SPAZI Il messaggio è chiaro: “Nessuno spazio ai fascisti”. L’Università, in una nota condanna le tensioni e gli atti di violenza Irene Famà …..Al Campus «sgomberano» l’aula assegnata al Fuan, già danneggiata nel parapiglia dell’altro giorno e già teatro, negli anni scorsi, di violenti scontri. Portano fuori tavoli, sedie, computer e sui muri scrivono: «Fuan e Rosso mafioso», «Fasci appesi come reggiseni». Il messaggio è chiaro: «Nessuno spazio ai fascisti». L’Università, in una nota, «condanna le tensioni e gli atti di violenza. Afferma e difende i principi di democrazia, pluralismo, antifascismo e ribadisce che verrà garantita la massima attenzione all’evolvere della situazione». La protesta continua. E la polizia monitora la situazione. Questa sera, nella palazzina occupata, serata «benefit» per gli arrestati. Domenica, alle 19, un presidio fuori dal carcere”. https://www.lastampa.it/torino/2020/02/14/news/campus-einaudi-dopo-gli-scontri-ora-i-collettivi- occupano-gli-spazi-1.38470199 14 febbr 20 Repubblica : “TORINO, GLI ANTAGONISTI OCCUPANO IL RETTORATO: LANCIO DI UOVA, UNA FINESTRA IN FRANTUMI Corteo dopo gli scontri e gli arresti al Campus. Nel pomeriggio occupata la palazzina Einaudi, esami trasferiti. L'Università: "Sì al dialogo ma non in queste condizioni: condanniamo fermamente le violenze" ……Circa duecento studenti dell'area antagonista oggi sono partiti in corteo diretti al rettorato. Gli studenti hanno percorso via Rossini fermando il traffico. In testa lo striscione "Nessuno spazio a fascisti e polizia". Oltre un centinaio di manifestanti, dopo avere lanciato le uova e sfondato una porta, sono saliti al primo piano del palazzo per incontrare il rettore dell'ateneo, Stefano Geuna. Ma l'Università non ha potuto ricevere i manifestanti: "Non ci sono le condizioni di sicurezza per incontrare gli studenti". Da quanto si apprende, c'era la disponibilità a incontrare una delegazione di cinque persone, ma gli studenti saliti al primo piano erano più di cento e così il confronto è saltato. Intorno alle 13 i manifestanti hanno lasciato il Rettorato…. Nel pomeriggio gli studenti dei collettivi hanno occupato la palazzina Einaudi e hanno srotolato dal balcone due striscioni: "Nessuno spazio a fascisti e polizia. Carola, Marta, Samu liberi", ovvero i tre antagonisti arrestati per gli scontri di ieri. "Sbirri e fasci tornate nelle fogne. Acab. Tutti liberi", recita un altro striscione. Gli studenti hanno "sgomberato" l'aula affidata agli studenti del Fuan, portando via tavoli, sedie, computer e un frigo e hanno scritto sui muri e sulle vetrate "Aula occupata", "Nessuno spazio

"edocr

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body