Newslettera del 27 marzo 19

Mar 28, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 15 | Likes: 1

Assemblea21, Fridaysforfuture, Iniziative e processo ai NOTAV, Stop ISDS, capitalismo, repressione, fabbrica del consenso, conflitto e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) GIOVEDI' 28 MARZO ORE 21 presso il CSOA Gabrio, via Millio 42 Torino RIUNIONE ORGANIZZATIVA PER UNA ASSEMBLEA CITTADINA SULLA SITUAZIONE TORINESE a partire dalle vertenze attualmente in corso, aperta a cittadini, gruppi, movimenti, comitati e associazioni "TORINO A RUOTE ALL'ARIA Nella nostra citt la Giunta del cambiamento a 5 Stelle sta per concludere il suo terzo anno di mandato: mai nessuno in precedenza aveva avuto a disposizione una maggioranza cos schiacciante nel Consiglio Comunale, eppure nessuno dei suoi obiettivi proposti in campagna elettorale stato raggiunto. Nulla stato fatto per cambiare l'approccio immobiliarista all'urbanistica dei nostri quartieri, in cui proseguono le speculazioni e le colate di cemento, nulla sul bilancio comunale con i suoi buchi neri nelle aziende partecipate e soldi pubblici che continuano ad essere regalati alle banche a cui siamo asserviti dai contratti sui derivati, nulla sulla ripubblicizzazione di SMAt e dei beni comuni cartoralizzati." http://assemblea21.blogspot.com/2019/03/assemblea-cittadina-riunione.html ORE 21 Cinema di Condove, Piazza Martiri della Libert 13 "RESINA" proiezione del film di Renzo Carbonera Ingresso a offerta libera https://www.valsusafilmfest.it/index.php/83-notizie-importanti/386-tre-eventi-a-marzo-in- avvicinamento-al-xxii-valsusa-filmfest-con-il-mangiatore-di-pietre-resina-e-incontro-con-nives- meroi-e-romano-benet VENERDI' 29 MARZO ORE 15 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama 13 PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! UNISCITI A NOI NEI PRESIDI #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! "Abbiamo solo pi 11 anni per spostare l'intera economia mondiale su energie sostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni al minimo e abbandonare la plastica... 11 anni sono pochi. Noi siamo la prima generazione a sentire gli effetti del cambiamento climatico... Ma siamo anche l'ultima a poter fare qualcosa" La fusione del permafrost sta rilasciando nell'aria enormi quantit di Metano (gas serra) che era trattenuto negli Idrati di Metano. Ci causer un ciclo vizioso che aumenter ulteriormente ed esponenziale le temperatura globale." https://www.facebook.com/events/378962736288450/ DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerd abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. ORE 21 C/O Casa Umanista Via Lorenzo Martini 4b. Torino "DIRITTI PER LE PERSONE, REGOLE PER LE MULTINAZIONALI - #STOP ISDS" ABOLIRE ISDS, ARBITRATI, PENALI IRRESPONSABILI ED APPROVARE UN TRATTATO VINCOLANTE PER I DIRITTI UMANI E L'AMBIENTE. Ne parliamo con: MONICA DI SISTO, Campagna Stop Ttip/Ceta Italia https://www.facebook.com/events/833806413636692/ SABATO 30 MARZO ORE 10 - 16 al Convitto Nazionale 'Umberto I' Via Bligny 1 bis, Torino "CRISI, NUOVO CAPITALISMO, LOTTA DI CLASSE" PARTECIPANO: Riccardo Bellofiore, Docente Economia Politica Universit degli Studi di Bergamo: "Crisi economica, trasformazioni produttive e lotta di classe Francesco Garibaldo, Sociologo industriale: "Industria 4.0: una strategia del capitale europea" Pietro Basso, Docente Universit degli Studi C Foscari: "Sovranismo o Internazionalismo" Renato Strumia, Coordinatore Nazionale Sallca CUB: "Crisi e gestione della crisi" https://www.facebook.com/events/1685310961615504/?notif_t=plan_user_invited&notif_id=15522 96702228957 ORE 14.30 a Torino da Porta Palazzo e da Borgo San Salvario CORTEO INTERNAZIONALE CONTRO LE FRONTIERE "BLOCCHIAMO LA CITT CONTRO SGOMBERI E REPRESSIONE" "La nostra solidariet non ha confini Chiamata all'interno del corteo blocchiamo la citt di Torino contro sgomberi e arresti Facciamo appello alla solidariet internazionale di tutti i compagnx che lottano per la libert, contro ogni autorit politica, economica, militare, contro il capitalismo, il fascismo e il razzismo per una mobilitazione massiccia il 30 marzo a Torino. Giada Silvia Antonio Lorenzo Nicco Beppe Poza Stecco Nico Agnese Sasha Rupert Giulio TUTT* LIBER* https://www.autistici.org/macerie/wp-content/uploads/manifesto30.jpg https://www.passamontagna.info/?p=791 ORE 17.30 al Centro studi Piero Gobetti, Via A. Fabro 6,Torino "KARL MARX, INTERPRETAZIONE O RICOSTRUZIONE"? prendendo spunto dal libro di Riccardo Bellofiore : "LE AVVENTURE DELLA SOCIALIZZAZIONE. DALLA TEORIA MONETARIA DEL VALORE ALLA TEORIA MACRO-MONETARIA DELLA PRODUZIONE CAPITALISTICA" (Mimesis, Milano-Udine 2018). Introduce e dialoga con l'autore Cesare Pianciola. https://www.facebook.com/events/379770499525594/ ORE 18 alla Credenza di Bussoleno, via Fontan 16 "GOVERNARE IL CONFLITTO" Presentazione del libro di Xenia Chiaramonte sulla criminalizzazione del movimento NO TAV. L'autrice dialoga con Franca Maltese UNA RECENSIONE di Livio Pepino: Governare il conflitto https://volerelaluna.it/cultura/2019/03/27/governare-il-conflitto/ ORE 21 Centro Sociale Comunale, via Pelissere 16, Villar Dora (To). "IN CIMA, INSIEME", evento con Nives Meroi e Romano Benet https://www.valsusafilmfest.it/index.php/83-notizie-importanti/386-tre-eventi-a-marzo-in- avvicinamento-al-xxii-valsusa-filmfest-con-il-mangiatore-di-pietre-resina-e-incontro-con-nives- meroi-e-romano-benet DOMENICA 31 MARZO ORE 9:30 - 12:30 al cinema Massimo in via San Massimo a Torino "LA FABBRICA DEL CONSENSO" REALT/REALITY, VERO/FALSO NELLA RAPPRESENTAZIONE MEDIATICA DELLA NUOVA LINEA FERROVIARIA TORINO-LIONE (TAV) Tomaso Montanari e Wu Ming1 dialogheranno con il Controsservatorio Valsusa http://controsservatoriovalsusa.org/images/2019-03-31/31-Marzo-2019-locandinaA4.jpg ORE 12.30 al presidio NOTAV di Venaus PRANZO ORE 16 : "GOVERNARE IL CONFLITTO, LA CRIMINALIZZAZIONE DEL MOVIMENTO NO TAV" presentazione del libro di Xenia Chiaramonte con l'autrice che dialogher con Franca Maltese, presentati da Mimmo Bruno A conclusione della giornata: APERICENA . In collaborazione con l'associazione Culturale La Credenza di Bussoleno, organizzata una giornata alla moda nostra per sostenere il presidio No Tav di Venaus "AL PRESIDIO PER IL PRESIDIO" UNA RECENSIONE di Livio Pepino: Governare il conflitto https://volerelaluna.it/cultura/2019/03/27/governare-il-conflitto/ LUNEDI' 1 APRILE ORE 9 al Palagiustizia di Torino, corso Vittorio Emanuele 140, aula 44, ingresso 16 UDIENZA PROCESSO AI NOTAV PER I FATTI AVVENUTI IL 3 OTTOBRE 2015 durante la visita di cinque eurodeputati al cantiere in Clarea Paolo Perotto. Tommaso Sarzotti, Emilio Scalzo e Paolo Patella sono accusati di resistenza e violenza PER RICORDARSI I FATTI: "EUROPARLAMENTARI E NOTAV AL CANTIERE DI CHIOMONTE, SUL PONTE IN CLAREA , 3 OTTOBRE 2015 https://youtu.be/jdC-UwiVwiI ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI "L'emergenza dei conti pubblici e la soluzione concreta dei problemi. I diritti vanno prima del pareggio di bilancio" VALUTAZIONE DELLE INIZIATIVE EFFETTUATE E SUL PROSEGUIMENTO "Assemblea21 ha lo scopo di condurre un'indagine indipendente e popolare sul debito del Comune di Torino, per contrastarne concretamente la legittimit e liberare risorse in direzione del soddisfacimento dei bisogni fondamentali della nostra comunit territoriale." VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MARTEDI' 2 APRILE ORE 21 al Mezcal Squat al centro del Parco Della Certosa di Collegno, corso Pastrengo (per chi non conosce il luogo, appuntamento alla farmacia di corso Francia angolo corso Monte Grappa ore 20.45) ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l'odg verr deciso all'inizio della riunione MERCOLEDI' 3 APRILE ORE 11 appuntamento al cancello della centrale elettrica di Chiomonte PASSEGGIATA E APERIPRANZO NOTAV ALLA MADDALENA Il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i pi giovani, ad un'abbondante merenda. ORE 20.30 nella Sala Poli del Sereno Regis, via Garibaldi 13, Torino "LA LUNGA STRADA GIALLA" di Christian Carmosino e Antonio Oliviero, Italia, 2016, 80' "Due ragazzi siciliani lanciano un messaggio ecologico e di giustizia sociale. Da Palermo a Roma a dorso di mulo, attraversando le campagne del sud, incontrando gente e luoghi che rischiano di perdersi. Per arrivare a Roma, a dire che la agricoltura va ripensata, il rapporto dell'uomo con il viaggio, il tempo, lo sfruttamento dell'ambiente, va ripensato". SECONDA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA "GLI OCCHIALI DI GANDHI". presentata dal Centro Studi Sereno Regis e dal Convitto Nazionale Umberto I INGRESSO UNICO A 2 EURO. Per studenti, docenti, educatori e personale del Convitto Nazionale Umberto 1 euro Abbonamento alle sette proiezioni al prezzo speciale di 10 euro. PROGRAMMA: http://serenoregis.org/rassegne/gli-occhiali-di-gandhi-seconda-rassegna- cinematografica/ INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: VENERD 5 APRILE MERENDASINOIRA DI SOLIDARIET COI BRACCIANTI DELLA DITTA ANGELERI dalle 18 presso Manituana Largo Vitale 113 A "..A partire dallo scorso autunno i lavoratori e le lavoratrici di Angeleri iniziano a non essere pi pagati. Si svolge un primo sciopero che si conclude con un accordo in Prefettura il 30 Ottobre che prevede vengano ripristinati i pagamenti degli stipendi e degli arretrati maturati dai dipendenti. Senza grandi problemi la ditta Angeleri dopo un mese disattende completamente gli accordi e ricomincia a non pagare. Dalla fine di Dicembre i lavoratori e le lavoratrici entrano in sciopero a tempo indeterminato. Nuovi passaggi in Prefettura sono inutili, Angeleri continua a non pagare e gli stipendi arretrati si accumulano fino ad adesso." https://www.facebook.com/events/278382753093165/ SABATO 6 APRILE AL CELS DI EXILLES : "FATE CISTI, UN'ALTRO SOCIAL POSSIBILE" ORE 16:30 presso l'associazione Clape "Un social autogestito, con uno stretto legame ai movimenti ed alle comunit territoriali ma in grado di interagire con il mondo intero. Dopo decenni di monopolio delle big company, abbiamo la possibilit concreta di riappropriarci degli strumenti che usiamo quotidianamente per comunicare e per organizzarci" SABATO 18 APRILE ORE 21 SEMPRE AL CELS "IL TRENO CHE VA IN FRANCIA" presentazione del libro di Roberto Gastaldo "Nell'autunno-inverno del 1943 la Valsusa fu segnata da una serie di sabotaggi, alcuni tentati, altri portati a segno, dai partigiani nei confronti della linea ferroviaria Torino-Lyon che i nazisti usavano per spostare uomini e mezzi tra la Francia e l'Italia." https://edizionitabor.it/clapie-cels-exilles-appuntamenti-marzo-aprile-2019/ SABATO 6 E DOMENICA 7 APRILE AD ASSISI: "AMA LA TERRA COME TE STESSO", INCONTRO DI STUDIO, APPROFONDIMENTO E CONDIVISIONE Sala della Conciliazione, Palazzo comunale della Citt di Assisi "L'incontro, che si presenter nella forma del convegno aperto, intende avvicinare in modo costruttivo, cercando convergenze e possibili azioni comuni, la cultura laica e quella religiosa sulla sempre pi pressante esigenza di salvaguardia del Pianeta e degli esseri viventi che lo abitano.." http://cattoliciperlavitadellavalle.blogspot.com/ http://www.presidioeuropa.net/blog/assisi-6-7-aprile-2019-ama-la-terra-te-stesso/ PROGRAMMA: http://www.presidioeuropa.net/blog/programma-assisi-6-7-aprile-2019-ama-la-terra-te-stesso-2/ DOMENICA 7 APRILE IL COMITATO GIOVANI NO TAV PRESENTA "BOULDER AGAINST TAV" una giornata di arrampicata libera sui boulder presenti in Val Clarea. RITROVO ORE 10:00 alla stazione di Chiomonte, da cui si partir per raggiungere la Val Clarea. A seguire pranzo al sacco condiviso. Portare attrezzatura necessaria (scarpette, magnesite ecc), e se ne avete materassi! Per ulteriori info chiamare 3299781423 (Gaia) https://www.facebook.com/events/402534146978383/?ti=cl MERCOLEDI' 10 APRILE "TUTTI PAZZI PER PAOLO" di Donato Canosa, Italia, 2018, 50' ALLE ORE 20.30 nella Sala Poli del Sereno Regis, via Garibaldi 13, Torino "Paolo ha 12 anni, Donato il suo insegnante di sostegno. Si conoscono al secondo anno di scuola media. Mettendo in scena il ritorno di Ulisse ad Itaca narrato nell'Odissea, vivono un percorso pedagogico dove realt e finzione si intrecciano continuamente e diventano gli strumenti educativi per conoscere s stessi e il mondo". SECONDA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA "GLI OCCHIALI DI GANDHI". presentata dal Centro Studi Sereno Regis e dal Convitto Nazionale Umberto I INGRESSO UNICO A 2 EURO. Per studenti, docenti, educatori e personale del Convitto Nazionale Umberto 1 euro Abbonamento alle sette proiezioni al prezzo speciale di 10 euro. PROGRAMMA: http://serenoregis.org/rassegne/gli-occhiali-di-gandhi-seconda-rassegna- cinematografica/ DA GIOVED 11 SABATO 13 APRILE: VALSUSA FILMFEST LAB CON IVANO MARESCOTTI, DANIELE GAGLIANONE, MARCO PONTI E ANDREA SEGRE Workshop e incontri con registi e attori del cinema italiano Alla Cascina Roland, Via Antica di Francia 1, Villar Focchiardo https://www.valsusafilmfest.it/index.php/edizioni/23a-edizione-2019/valsusa-filmfest-lab ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicit : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualit, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) MARTED 19 MARZO A ROMA CONFERENZA STAMPA DEI COMITATI AMBIENTALISTI E DEGLI STUDENTI E DELLE STUDENTESSE al Ministero dell'Ambiente "VERSO IL 23-MAR- 2019 - MARCIA PER IL CLIMA E CONTRO LE GRANDI OPERE INUTILI" VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=7iUUTAlls4k MARTEDI 19 MARZO NEI "SERVIZIO DI APPROFONDIMENTO" SUL TAV INTERVISTATO UN IMPRENDITORE DI UNA GRANDE AZIENDA CHE VORREBBE CARICARE I RIMORCHI DEI TIR sul treno a Orbassano per scaricarli a Parigi dove li andrebbe a prenderli un'altra motrice, ma gi questo si pu fare con l'AFA esistente Ovviamente sarebbe meglio caricare solo i continers sui treni merci senza il semirimorchio che aumenta il peso trasportato TG R del 19-MAR-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=YvNpbrE3M7A GIOVED 21 MARZO ANCORA UN "APPROFONDIMENTO" QUESTA VOLTA SUL SUL MOVIMENTO NOTAV CON INTERVISTE A GINO ED A GIOVANNI, che riaffermano come la Torino- Lione non certo indispensabile per lo sviluppo economico perch non giustificata dall'attuale traffico passeggeri e merci gi ampiamente soddisfatto TG R del 21MAR-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=phcZ-VDqPD4 21 marzo 19 Comunicato PresidioEuropaNOTAV: "IL SENATO FRANCESE DICHIARA LA SUA POSIZIONE RISPETTO ALL'ASSIMETRIA DEI COSTI TRA FRANCIA E ITALIA Commento E' la prima volta che il potere legislativo francese (in questo caso il Senato) dichiara la sua posizione rispetto all'asimmetrica divisione dei costi tra Italia e Francia del tunnel di base. Il processo per arrivare ad una soluzione "altra" sar tuttavia molto lungo, dipender in larga misura dalla capacit italiana di non accettare le pretese della Francia e di pensare ad un congelamento del progetto, invece che arrampicarsi su costi a finire, costi del non fare, penali, ecc.. Inoltre non vero, come si afferma in questo documento francese, che "Il governo italiano ha recentemente espresso la volont di rinegoziare gli accordi di cofinanziamento sulla galleria di base a causa della mancanza di "visibilit sulla programmazione" degli accessi francesi alla struttura". La Francia prosegua a realizzare le sue linee di accesso, quando le avr terminate (dopo il 2038), il confronto con l'Italia potr riprendere per verificare i volumi di traffico fino a quel momento e le necessit di un tunnel di base per il futuro. Intanto si ponga mano alla ristrutturazione dell'esistente. Le gallerie di pietra non vanno a male ..." http://www.presidioeuropa.net/blog/il-senato-francese-dichiara-la-sua-posizione-rispetto- allassimetria-dei-costi-tra-francia-italia/ EMENDAMENTO AL SENATO FRANCESE : "..In un clima diplomatico favorevole ad alcune ambiguit che pesano sulla dinamica di questa infrastruttura strategica, questo emendamento permette di riaffermare l'impegno della Francia in questo grande progetto europeo al servizio degli interessi economici ed ecologici del paese. In particolare, riflette la volont della Francia di costruire linee di accesso da Lione all'ingresso del tunnel internazionale attraverso un processo, avviato dal governo, di ragionevole scaglionamento del progetto e il ricorso ai finanziamenti europei per garantire il rispetto del percorso di investimento di questo testo." https://www.senat.fr/enseance/2018-2019/369/Amdt_375.html VENERDI' 22 MARZO VERTICE A BRUXELLES TRA CONTE E MACRON CHE DICE CHE NON HA TEMPO DA PERDERE SULLA TORINO-LIONE e che seguiranno incontri sull'analisi costi benefici tra ministri dei trasporti Il cronista commenta con la solita disinformazione che la Francia vuole l'opera mentre in Italia c' disaccordo, mentre sappiamo che anche la Francia non interessata all'opera tanto che non ha neanche ancora stanziato i soldi necessari alla realizzazione del tunnel di base TG R del 22-MAR-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=fHxpHUNBB0I&feature=youtu.be ANCORA SULL'INCONTRO TRA CONTE E MACRON CHE DELEGANO I LORO MINISTRI DEI TRASPORTI A TROVARE UN ACCORDO. Anche Letta parla di TAV. TG R del 23-MAR-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=VJ-MWhqr63k&feature=youtu.be GIOVED 21 MARZO A TORINO LA POLIZIA CARICA I CICLISTI DI "CRITICAL MASS" IN CORSO VITTORIO EMANUELE 15 ciclisti sono stti portati in questura e identificati e 4 sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. VIDEO: "MANGANELLI AL "CRITICAL MASS" DEI CICLISTI" https://video.repubblica.it/edizione/torino/torino-tensioni-tra-polizia-e-ciclisti-durante-la-critical- mass/330176/330777 "TORINO, LA "CRITICAL MASS" DEI CICLISTI DEGENERA: SCONTRI CON LA POLIZIA" https://video.repubblica.it/edizione/torino/torino-la-critical-mass-dei-ciclisti-degenera-scontri-con- la-polizia/330144/330745 "LA POLIZIA CARICA LA CRITICAL MASS A TORINO" https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=X6oKmaUj9v4 23 marzo 19 Manituana : "CARICHE SULLA CM. LE NOSTRE BICI PI FORTI DEI LORO BLINDATI .Doveva essere una pedalata per la citt, una critical mass come molte altre, un momento in cui riprendersi le strade in quella che, va ricordato, una delle citt pi inquinate non dell'Italia ma del mondo." Cos, in un attimo, dal nulla, ci hanno attaccato alle spalle: scesi al volo dalle camionette caricando a freddo biciclette e persone mentre pedalavano, d'improvviso, senza nessun motivo. Hanno rovesciato le bici, manganellato le mani che stringevano i manubri, ci hanno spint* a terra ed hanno infierito sulle teste e sulle costole, a calci, ripetutamente. Non ce l'aspettavamo, cos come non ci aspettavamo la seconda e la terza carica, la celere impazzita tra biciclette, la caccia al ciclista, le botte su chiunque tentasse di frapporsi tra i manganelli e le persone a terra. Hanno approfittato della sorpresa, ma soprattutto hanno approfittato dell'affetto verso le nostre bici. Difficile staccarsi da quella che la quotidiana compagna delle nostre corse attraverso la citt, difficile abbandonarla in preda ai celerini, difficile lasciare l ci che per molte persone strumento di lavoro, l'unico mezzo che ci permette di arrivare a fine mese. La reazione "dadaista" delle forze dell'ordine un indizio chiaro: le lotte ambientaliste vanno bene se rimangono sul tracciato, se invece tentano di saldarsi con altre lotte, se mettono in dubbio il "sistema", contaminandosi con pratiche e soggetti di mobilitazione differenti, non sono pi tollerabili. Il modello di sviluppo che ci sta portando al collasso sacro e intoccabile. In questo momento di passaggio di consegne tra questori, a pochi giorni dall'insediamento di De Matteis, le forze dell'ordine hanno agito secondo quella che ormai possiamo chiamare "la scuola Torino". Coerenza e mentalit. Ma non funzioner. Siamo abituati alla violenza quotidiana del traffico, ci attrezzeremo anche per questa. Non riuscirete a fermarci, non riuscirete ad intimidirci" http://www.manituana.org/2019/03/23/le-nostre-bici-piu-forti-dei-loro- blindati/?fbclid=IwAR04Qnd5Zgyuyxiyg4IiZGsz8Jp3eIzVL880VTlAdYnY9rXcSIqYgqgwW3I VEDI ARTICOLI IN R.S. ALLEGATA SABATO 23 MARZO SI SVOLTA A ROMA UNA PARTECIPATA MANIFESTAZIONE PER IL CLIMA E CONTRO LE GRANDI OPERE INUTILI - A cui hanno partecipato almeno 182 comitati, di cui 52 sono intervenuti ai microfoni del furgone durante e alla fine della manifestazione FOTO con alcuni striscioni di gruppi partecipanti: https://photos.google.com/share/AF1QipMhPr6YhDemoQtd1evw- 0WqkJikw9iFndpOHdyJLwYxhxGMuX-pQM- 36pQGRUiT0g?key=cmJxVVYxQk1TeDNjZFJmXzN5Q1hCZ0VtMlBMa0FB QUALCHE FOTO: https://photos.app.goo.gl/7nE8tJJoZwTuADPu7 QUALCHE VOLTO : https://photos.app.goo.gl/PcmgVEQ4d4J8qe2G6 https://photos.app.goo.gl/nggirsr8JxuWncVT8 TG 3 del 23-MAR-2019 ore 1900 Molti gruppi anche poco conosciuti che lottano contro le grandi opere in difesa dell'ambiente e la salute tra cui molte mamme: intervista ad Elena che lotta contro i PFAS nelle acque che ci avvelenano https://www.youtube.com/watch?v=sTS_wGKj9gU&feature=youtu.be TG R Lazio del 23-MAR-2019 ore 1930 15.000 partecipanti secondo la Questura, tra cui cittadini del Lazio e romani che si battono per e la tutele dell'ambiente e la differenziata spinta in citt https://www.youtube.com/watch?v=Ui8NNX4B-qc&feature=youtu.be 23 Marzo 19 FQ : "NO TAV, IN VIAGGIO CON I MILITANTI VERSO IL CORTEO CONTRO LE OPERE INUTILI: "ORA BASTA PROMESSE E ACROBAZIE GIURIDICHE" di Simone Bauducco https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/23/no-tav-in-viaggio-con-i-militanti-verso-il-corteo- contro-le-opere-inutili-ora-basta-promesse-e-acrobazie-giuridiche/5057944/ 23 marzo 19 FQ : "ROMA, CORTEO PER IL CLIMA E CONTRO GRANDI OPERE INUTILI: "GOVERNO? COME QUELLI PRECEDENTI, TRADITA VOLONT POPOLARE" di Simone Bauducco VIDEO: hhttps://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/23/roma-corteo-per-il-clima-e-contro-grandi- opere-inutili-governo-come-quelli-precedenti-tradita-volonta- popolare/5058336/ttps://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/23/roma-corteo-per-il-clima-e-contro- grandi-opere-inutili-governo-come-quelli-precedenti-tradita-volonta-popolare/5058336/ 25 marzo 19 Radioblackout : "SPUNTI DI ANALISI DALLA MARCIA AMBIENTALISTA DI ROMA Due chiacchiere con Elio di No Tav Torino&cintura sulla manifestazione ambientalista svoltasi il 23 marzo a Roma. La variet dei gruppi partecipanti, le prospettive di Fridays for Future, il tradimento dei 5 stelle, la necessit di fare rete a livello nazionale per continuare la mobilitazione" https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2019/03/elio.mp3 https://radioblackout.org/2019/03/spunti-di-analisi-dalla-marcia-ambientalista-di-roma/ 23 Marzo 19 NOTAV Info : "A ROMA INVASIONE NOTAV . "Serve un cambiamento radicale e non un governo del cambiamento", questo il filo conduttore di una grande manifestazione che ha visto la partecipazione di comitati e collettivi da ogni parte d'Italia rivendicare un futuro diverso da conquistare insieme, ora, senza pi aspettare oltre. Abbiamo visto le nostre bandiere ovunque, portate da tanti notav del nostro Paese e abbiamo capito quanto la nostra lotta sia sempre pi un patrimonio collettivo da far crescere per puntare una volta per tutte alla vittoria. Anche dalla Valle siamo partiti in tantissimi e i giovani notav hanno arricchito il viaggio con la dimostrazione di come un movimento per durare si debba dotare di un ottimo vivaio, e noi ce l'abbiamo. Il cuore ci si riempie di gioia e di rinnovato entusiasmo, siamo convinti che la battaglia ancora lunga ma oggi abbiamo visto che c' una parte di questo paese sempre pi grande che non si fa pi imbambolare dalle solite bugie sul Progresso e lo Sviluppo. Siamo ancora in tempo ma il tempo ora. Come al solito proveranno a ignorare questa giornata storica ma la verit che il modello si sviluppo del cemento e delle grandi opere arrivato al termine." http://www.notav.info/post/a-roma-e-invasione-notav/ VEDI ARTICOLI DI QUOTIDIANI IN R.S.ALLEGATA LUNED 25 MARZO SI SVOLTO IL DIBATTIMENTO DEL PROCESSO PER SORVEGLIANZA SPECIALE TG R del 25-MAR-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=jm4PEqledy0 NELLA PRIMA PARTE DEL TGR LA PM PEDROTTA HA CHIESTO 2 ANNI PER PAOLO ANDOLINA, JACOPO BINDI, DAVIDE GRASSO, FABRIZIO MANIERO E MARIA EDGARDA MARCUCCI. DOMENICA 24 MARZO SONO STATI INTERVISTATI QUATTRO DEI CINQUE ITALIANI CHE SONO ANDATI IN SIRIA a combattere a fianco dei Kurdi contro lo Stato Islamico, insieme al padre di Lorenzo Orsetti che rimasto ucciso e riportato il VIDEO del suo "testamento". Mezz'ora in pi - RAI 3 - del 24-MAR-2019 https://vimeo.com/326212724 VIDEO "TORINO, IL COMBATTENTE ITALIANO IN SIRIA: CLIMA PESANTE, INDECENTE L'INTERVENTO DELLA PM https://video.corriere.it/torino-combattente-italiano-siria-clima-pesante-indecente-intervento- pm/efd16eae-4f0f-11e9-ad2b-d4651f1d6fda IN RICORDO DI LORENZO ORSETTI CON DAVIDE GRASSO ANCHE LUI COMBATTENTE CONTRO LO STATO ISLAMICO Agor - RAI 3 - del 19-MAR-2019 https://vimeo.com/326684969 NELLA SECONDA PARTE L''OSSERVATORIO PER LA TORINO-LIONE, IN ASSENZA DI ESPLICITE DIRETTIVE DEL GOVERNO SI RIUNITO ed ha nominato portavoce l'ex Commissario del Governo decaduto Foietta, VISITA DI GIORGIA MELONI A TORINO afferma che la Torino-Lione sarebbe l'unico tratto mancante ecc.. 25 marzo 19 COMUNICATO di Francesca Frediani : "FOIETTA A CHE TITOLO CONVOCA L'OSSERVATORIO? .Il suo incarico scaduto da mesi ed sempre pi evidente l'occupazione di natura politica di un organismo che a questo punto non ha pi senso di esistere Come se non bastasse Chiamparino sta generosamente pagando, con i soldi dei cittadini Piemontesi, una lauta consulenza a Foietta affinch si occupi di TAV (opera non di competenza regionale). Una manovra oscura e potenzialmente illegittima che ci ha portati ad esporre i dettagli di questa vicenda ai giudici della Corte dei Conti di Torino. Foietta infatti da alcune settimane ha ottenuto un incarico (22.500 euro lordi) da Chiamparino per occuparsi di un'infrastruttura che non di competenza della Regione Piemonte. Nel frattempo scopriamo che ha ricevuto il via libera dai membri dell'Osservatorio per continuare a convocare le riunioni in qualit di presidente." https://www.piemonte5stelle.it/2019/03/tav-frediani-m5s-foietta-a-che-titolo-convoca-losservatorio- evidente-loccupazione-politica-di-un-organismo-che-non-ha-piu-ragione-di-esistere/ 26 marzo 19 Euronews: "LIONE-TORINO: ESISTE UN'OPPOSIZIONE FRANCESE AL PROGETTO TAV? Di Lillo Montalto Monella VIDEO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=125&v=Nfow2Szotto https://it.euronews.com/2019/03/26/in-viaggio-sulla-lione-torino-esiste-un-opposizione-francese-al- progetto-tav 27 marzo 19 FQ TAV. Travaglio : "TRATTATO ITALO-FRANCESE DICE CHE SALTA SE UN CONTRAENTE NON STANZIA I SOLDI : LA FRANCIA NON HA MESSO UN EURO Travaglio spiega: "I francesi non hanno stanziato la loro parte di denaro per l'opera, perch nel bilancio del governo francese non esiste un capitolo di spesa che dica che quei determinati soldi sono per il Tav. Quindi, ai sensi dell'art.16 di quell'accordo, noi possiamo tranquillamente disdettare il trattato internazionale e bloccare quegli appalti che finora sono "sub iudice", perch la societ costruttrice ha potuto solo varare le dichiarazioni di interesse, ma non bandire le gare, visto che mancano i soldi della Francia." VIDEO: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/27/tav-travaglio-trattato-italo-francese-dice-che- salta-se-un-contraente-non-stanzia-soldi-francia-non-ha-messo-un-euro/5065517/ MARTEDI' 26 MARZO SEMPRE TRAVAGLIO SULLA TORINO-LIONE su La 7 "DI MARTED" https://vimeo.com/326801853/bd029a8048 Da gioved 28 marzo in libreria e in edicola con il Fatto Quotidiano a 14: "PERCH NO TAV TUTTE LE RAGIONI PER DIRE NO ALL'ALTA VORACIT TORINO-LIONE di Marco Travaglio, Erri De Luca, Marco Revelli, Tomaso Montanari, Luca Mercalli, Angelo Tartaglia, Livio Pepino, Alessandra Algostino, Claudio Giorno, Chiara Sasso, Luca Giunti. https://shop.ilfattoquotidiano.it/perche-no-tav-dal-28-marzo-in-libreria-e-in-edicola-con-il-fatto- quotidiano/ 22 marzo 19 Comunicato Coordinamento nazionale no triv "GASDOTTO EASTMED, NOVITA' DA GERUSALEMME: SECONDO FONTE GRECA IL GOVERNO ITALIANO AVREBBE CHIESTO A GRECIA, CIPRO E ISRAELE DI RINVIARE LA FIRMA DELL'ACCORDO A DOPO LE EUROPEE " ... Tuttavia, gli sviluppi sul gasdotto non saranno probabili fino a dopo le elezioni europee di maggio, in quanto sar richiesta la firma dell'Italia. A quanto riferito, Roma ha chiesto di farlo dopo le elezioni". Il progetto per la costruzione del gasdotto Eastmed al centro di colloqui serrati tra le diplomazie dei Paesi del Mediterraneo, dell'Unione Europea e degli Stati Uniti. E' evidente la volont degli Usa di stabilizzare l'area e di detenerne il controllo per contrastare l'espansione cinese e tenere all'angolo la Russia che nell'area pu far leva sull'asse Siria- Turchia. La Grecia di Tsipras lavora per trovare un'intesa con la Turchia sull'annosa questione di Cipro e dei suoi giacimenti, cos da trovare la quadra del cerchio e far decollare finalmente la costruzione del gasdotto. Come numerosi esperti ed osservatori hanno spiegato, sotto il profilo economico Eastmed non sta in piedi ed il progetto divide gli stessi operatori del settore ma si torna a parlare con insistenza della firma dell'accordo per la costruzione del nuovo megasdotto entro il 2019. E L'ITALIA COSA FA? Per spiccare il volo Eastmed ha bisogno di una forte leadership commerciale che pu venire unicamente dal nostro Paese. ENI considera Eastmed non prioritario, preferendogli un liquefattore a Ciprio dove convogliare il gas estratto nell'area. SNAM di avviso opposto, giacch coinvolta nella gestione dei lavori di costruzione. E IL GOVERNO? Il Governo temporeggia. I4 Paesi promotori di Eastmed avrebbero dovuto incontrarsi entro marzo a Creta per firmare l'accordo intergovernativo per la posa della prima pietra, benedetti dall'U.E. che ha stanziato le somme necessarie per la sola progettazione. Finora i media mainstream hanno narrato di una divisione interna al Governo, sulla scia di quanto accade su altri fronti (es.: Tav). In realt n Conte n Di Maio si sono pronunciati mai contro Eastmed." https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/posts/2276862409243997?__tn__=K-R UN EFFETTO TREMENDO DEL CLIMATE CHANGE 19 mar 19 : "CICLONE IDAI PROVOCA DILUVI CHE UCCIDONO CENTINAIA DI PERSONE IN MOZAMBICO Il Presidente del Mozambico Filipe Nyusi dice che il tributo di morte dalle inondazioni potrebbe raggiungere anche i 1.000. In citt il porto di Beira, migliaia di case state distrutte." VIDEO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=54&v=le0uqqF_zCo 25 marzo 19 Comunicato Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino: "RIVOLUZIONARIA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI TORINO: "IL CLIENTE HA SEMPRE TORTO" Esultano i venditori di ogni ordine e grado La dottoressa Rosanna ZAPPASODI del Tribunale di Torino, terza Sezione, ha stabilito con sentenza n. 1408/2019 pubbl. il 22/03/2019 RG n. 1391/2018, un precedente storico, per ora limitato agli utenti del servizio idrico fornito da SMAT, ma che con un po' di buona volont giudiziaria potr essere esteso ad ogni sorta di commercio di beni e servizi. Il fatto: Nel 2014 SMAT aveva cominciato ad addebitare in bolletta 46 milioni di euro per consumi NON effettuati prima del 2012. Davanti alla Giudice di Pace si giustificata dicendo che quei soldi erano stati spesi negli anni precedenti ma non erano stati conteggiati e che doveva recuperarli per equilibrio di bilancio. Nemmeno l'imprenditore pi spregiudicato aveva osato finora chiedere a un cliente di pagargli con anni di ritardo un costo che non gli aveva conteggiato al momento della vendita del prodotto. Infatti la Giudice di Pace di Torino aveva detto NO, non si pu, e condannato SMAT a restituire i soldi. Il ricorso di Smat al Tribunale stato invece accolto dalla giudice Rosanna ZAPPASODI della Terza Sezione, secondo la quale SMAT non deve avere passivi di bilancio e Pantalone deve pagare. Come negare d'ora in poi analoghe possibilit a qualsiasi azienda con bilanci traballanti?..." https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/campagne/conguaglio-ante-2012/1437- rivoluzionaria-sentenza-del-tribunale-di-torino-il-cliente-ha-sempre-torto-esultano-i-venditori-di- ogni-ordine-e-grado ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 24 marzo 19 Manifesto : "CLIMA E GRANDI OPERE INUTILI, UN'ONDA VERDE SULLA CAPITALE Il corteo. In decine di migliaia da tutta Italia marciano a Roma in difesa dell'ambiente e della salute. Insieme ai No Tav, No Triv e No Tap sfila la generazione di Greta Thunberg Serena Tarabini ..Ad essere protagonisti soprattutto i tantissimi comitati e movimenti che da tempo danno battaglia per la difesa dei loro territori che in questa manifestazione hanno investito in presenza e contenuti, difficile vederli in cos tanti e tutti insieme.. Come la costruzione della Pedemontana in Veneto, terra gi tartassata da consumo di suolo e casi di inquinamento come Pfas e pesticidi, e dove attorno a questa nuova linea di asfalto si moltiplicano corruzioni, speculazioni e crimini ambientali come l'interramento illecito di rifiuti. Alcune vertenze come il tema Grandi Navi o gli abitanti della Riviera del Brenta colpiti negli ultimi due anni da un tornado e due alluvioni sono arrivate fino a Roma anche in bicicletta per sensibilizzare i territori attraversati in giorni e giorni di pedalate, incontrare gli altri comitati e parlare non solo delle vertenze territoriali ma anche della grande sfida contro i cambiamenti climatici racconta uno dei 10 ciclisti che hanno fatto tutto il tragitto per intero. Fra le bandiere pi numerose, oltre naturalmente a quelle No Tav, quelle No Triv, contro le politiche di estrazione e utilizzo degli idrocarburi, che in posti come la Basilicata sta portando a una nuova ed ennesima emergenza. C' tanto Sud in questa Italia ferita: quello di "Stop biocidio uno degli striscioni pi grandi, a significare l'entit e la durata di una tragedia, quella della terra dei fuochi, evidente con le sue morti e le sue malattie, e che non riguarda solo la Campania. La Puglia porta i No Tap, Taranto, Brindisi e sono fra i pi animati a denunciare quello che per la loro terra un martirio senza fine. E poi i No Muos , il Forum per l'acqua, Bagnoli, Il Trentino, la Sardegna nominarli tutti impossibile, e a vederli cosi , tutti insieme, ci si rende conto che l'unica , o almeno la prima grande opera di cui l'Italia ha bisogno, il suo risanamento.." https://ilmanifesto.it/clima-e-grandi-opere-inutili-unonda-verde-sulla-capitale/ 23 marzo 19 Repubblica: "MARCIA PER IL CLIMA, "SIAMO IN 150 MILA". TANTE SIGLE "PER UNIRE LE NOSTRE BATTAGLIE" In corteo una galassia di associazioni: dagli ambientalisti ai No Tav al comitato No Grandi navi a Venezia. Apre lo striscione con la scritta "Contro le grandi opere inutili e le devastazioni ambientali". E c' anche la gigantografia di Lorenzo Orsetti "Siamo 150mila persone": gli organizzatori della marcia "per il clima e contro le grandi opere inutili", che oggi ha attraversato le strade di Roma snocciolano numeri da grandi raduni per la manifestazione che ha raccolto da tutta Italia decine di migliaia di persone sotto sigle anche diversissime: ambientalisti e movimenti come i No tav, i No Triv, i No Tap e i cittadini di Taranto che chiedono la chiusura dell'Ilva.. "Oggi siamo qui per unire le battaglie di coloro che stanno lottando per migliorare il mondo in cui vivono. Non siamo qui per manifestare a favore del nostro cortile, perch il nostro cortile il mondo intero", ha aggiunto Tommaso Cacciari, nipote del filosofo, che fa parte del comitato No grandi navi di Venezia. Ad aprire il corteo, lo striscione con la scritta "Marcia per il clima contro le grandi opere inutili e contro le devastazioni ambientali". "Oggi siamo qui per lottare per i diritti, per la giustizia sociale, per l'acqua pubblica, per la terra, contro le grandi opere inutili. Di legge - ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, anche lui in corteo - ce ne vuole una in Italia e non solo in Italia, quella per la messa in sicurezza delle nostre terre. Bisogna dare potere a chi potere non ha ed unire le lotte. Napoli presente, noi ci siamo e di questo siamo orgogliosi"." https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/03/23/news/partita_la_marcia_per_il_clima_siamo_qui_per _unire_le_nostre_battaglie_-222326448/ 23 marzo 19 Dinamopress : "A ROMA IMMENSA MANIFESTAZIONE PER IL CLIMA E CONTRO LE GRANDI OPERE INUTILI Decine e decine di migliaia sono arrivati da tutta Italia per una grande manifestazione per difendere il clima ed opporsi alle grandi opere inutili e alle devastazioni ambientali. Un grande corteo come non accadeva da tempo: contro le grandi opere, ma anche contro le devastazioni ambientali, contro un modello di sviluppo che devasta e saccheggia i territori cos come i corpi.. La difesa del clima la questione politica che unisce tutte queste differenti esperienze, la cornice comune per la ricomposizione di conflitte e lotte che spesso rischiano di trovarsi frammentate tra loro. E che oggi con questa manifestazione hanno segnato sicuramente un punto importante di avanzamento, nonostante il pressoch totale oscuramento mediatico. Secondo gli scienziati abbiamo solo 12 anni per cambiare sistema di produzione e consumo, altrimenti la vita sul pianeta destinata a scomparire. L'arroganza dei governi servi delle elite non ascolta le ragioni del pianeta, ma la massa di chi non disposto ad assistere all'estinzione aumenta sempre di pi. Diventando cos una questione centrale per una battaglia anticapitalista in difesa della vita, dei territori, della Terra". https://www.dinamopress.it/news/roma-immensa-manifestazione-clima-le-grandi-opere-inutili/ 24 Marzo 2019 FQ : "CONTRO LE GRANDI OPERE E CONTRO CHI CI HA RIPENSATO Marcia per il clima - Almeno in 50 mila al corteo di Roma con tutti i comitati locali. Fischi al governo e ai "voltagabbana" di Maria Cristina Fraddosio ..In testa il Movimento No Tav, seguito dai No Tap, i No Muos, i No Ilva, i No Triv, i No Hub del gas e No Grandi Navi. Gli organizzatori hanno stimato oltre 100mila partecipanti, per le forze dell'ordine erano poco meno della met.. Non solo un fronte ambientalista: alla marcia di ieri hanno preso parte anche gli studenti universitari della Sapienza e alcune sigle sindacali, come Fiom, Cobas e Usb. Non sono mancate bandiere politiche legate all'estrema sinistra (Potere al Popolo, Comunisti Italiani, Sinistra Europea, Rifondazione Comunista). Non c'erano esponenti di partito, ma c'era il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che si detto impegnato nella lotta per i diritti e la giustizia sociale, e Marco Pot, il sindaco di Melendugno dove approder il gasdotto Tap. "Tap continua a fare porcherie ha detto ma ci aspettiamo dalla magistratura autonoma e indipendente un passaggio decisivo". Dalla provincia di Lecce a Taranto: in testa al corteo c'era Angelo Di Ponzio, il padre di Giorgio morto a 15 anni per un sarcoma dei tessuti molli lo scorso 25 febbraio. "Sono qui insieme a centinaia di concittadini ha dichiarato per chiedere una volta per tutte la chiusura dell'Ilva". I No Triv della Basilicata vogliono un capovolgimento di paradigma sulle estrazioni di idrocarburi nella loro Regione: "Questo governo ha ricordato il portavoce Francesco Masi non ha voluto nemmeno cancellare l'emendamento del governo Monti, che autorizza le proroghe automatiche alle compagnie petrolifere". Per il comitato Friday For Future "i territori hanno bisogno di piccole opere e della messa in sicurezza del territorio" mentre del principio di precauzione ha parlato il comitato No hub del gas di Sulmona, contrario alla costruzione della Rete adriatica Snam che trasporter il gas di Tap. "L'Italia ha bisogno di opere che mettano in sicurezza i territori dal rischio idrogeologico e dai terremoti", denuncia" https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/03/24/contro-le-grandi-opere-e-contro-chi- ci-ha-ripensato/5058918/ 25 marzo 19 FQ : "LA MARCIA PER IL CLIMA SPARISCE DAI GIORNALI Altro che le madamine Dalle prime pagine dedicate ai STav alla non-notizia dei comitati del No Marco Franchi Due pesi, due misure. Da una parte c' "l'onda verde": i 50mila di sabato pomeriggio a Roma che, dopo la manifestazione del 15 marzo in difesa del clima, hanno organizzato un corteo chilometrico contro le grandi opere inutili. Dall'altra parte ci sono le madamine S Tav e gli umarell, sempre a caccia di nuovi cantieri per passare il tempo, che si sono ritrovati in piazza a Torino il 12 gennaio scorso. Ma quella che la stampa ha definito "onda arancione" era un po'meno folta di due mesi prima: da 25 a 15 mila manifestanti. Eppure a leggere i giornali di domenica una cosa lampante: della marcia che ha attraversato le strade di Roma, affollate da decine di comitati e gruppi di lotta territoriale massiccia la presenza delle associazioni, degli studenti, dei movimenti No tav, i No Triv, i No Tap e dei cittadini di Taranto che chiedono la chiusura dell'Ilva i maggiori quotidiani italiani non ne hanno dato riscontro, mentre la eco per la manifestazione di Torino negli scorsi mesi arrivata direttamente sulle prime pagine." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/03/25/la-marcia-per-il-clima-sparisce-dai- giornali/5060135/ 22 marzo 19 Jacobin : "UNA PRIMAVERA RUMOROSA Dopo gli scioperi dell'8 e del 15 marzo sabato 23 si torna in piazza per il clima e contro le grandi opere inutili. La sfida per questi diversi movimenti convergere nella critica al sistema economico-sociale vigente Niccol Bertuzzi Emanuele Leonardi Marzo 2019 stato un mese importante per i movimenti sociali italiani e non solo. Nel giro di quindici giorni, tre proteste di grande portata si saranno succedute. L'antipasto (un antipasto decisamente abbondante) stata la giornata dell'8 marzo, che negli ultimi anni (e quest'anno in modo particolare) si configurata come sciopero globale e come mobilitazione dallo spirito non solo femminista ma anche anticapitalista. La stessa natura quella dello sciopero e la stessa dimensione geografica quella transnazionale ha avuto l'enorme mobilitazione avvenuta esattamente una settimana dopo, il 15 marzo 2019, data destinata a rimanere a lungo nella memoria collettiva. Ora bisogna guardare al futuro. soltanto dando una continuit a questa protesta e soprattutto sapendola collocare all'interno di una critica al sistema economico-sociale vigente che questo movimento potr avere un'efficacia reale. E deve essere una protesta intelligente che, usando un adagio noto in ambito ecologista, sappia unire la dimensione globale e quella locale. Per questo fondamentale che le ragioni transnazionali dello sciopero del 15 marzo vengano declinate anche e soprattutto in relazione a specificit territoriali organizzate su scala nazionale come quelle che si oppongono alle grandi opere inutili che sabato 23 marzo organizzano a Roma una concretissima marcia per il clima." https://jacobinitalia.it/una-primavera-rumorosa/ 20 marzo 19 Barbacetto : "GLI ARGOMENTI DI CONTE PER TRATTARE CON LA FRANCIA, CHE FA LA FURBA SUL TAV Partita la fase uno dei bandi Tav, ora la palla passa al presidente del Consiglio italiano: riuscir Giuseppe Conte a bloccare la fase due, quella che fra sei mesi dar il via ai primi appalti per il grande buco nella montagna? Intanto ha annunciato che incontrer il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. Che cosa dir a Macron? Ha gi accennato alla asimmetria dei finanziamenti tra Italia e Francia. Una sproporzione ben documentata anche dalla "Relazione tecnico-giuridica" dell'11 febbraio 2019, firmata dall'avvocato dello Stato Pasquale Pucciariello. A pagina 39, la Relazione tecnico-giuridica riporta due tabelle molto istruttive. La prima d conto della "ripartizione dei costi prevista dall'Accordo del 2012", cio il trattato sul Tav tra Italia e Francia che rinnova e completa (senza abrogarli) i trattati precedenti, a partire da quello firmato nel 1996 a Parigi. Il "costo complessivo dell'intervento", cio il tunnel di base che il cuore del Tav, di 9,63 miliardi di euro.." http://www.giannibarbacetto.it/2019/03/12/21047/ 22 marzo 19 Repubblica: "TAV, TENSIONE ROMA-PARIGI. CONTE: "RIEQUILIBRARE I COSTI". Macron: "Non ho tempo da perdere" Il bilaterale a Bruxelles a margine del Consiglio europeo. L'attacco dell'Eliseo nella notte a poche ore dal primo faccia a faccia dopo lo scontro diplomatico sui gilet gialli. L'Italia ha ancora cinque mesi e mezzo per ritirare i bandi avviati sull'opera senza pagare penali di Alberto Custodero ..Sulla Torino-Lione, ha fatto sapere il presidente francese, "la Francia ha sempre avuto la stessa posizione, adesso un problema italiano-italien, io penso che i temi europei sono sufficientemente importanti, come la Cina che affronteremo domani, le questioni commerciali ed industriali, il nostro avvenire comune. Ma credo che ogni volta che ci sono dei temi di divisione nazionale o domestici di un paese al Consiglio europeo si perde del tempo e io non ne ho molto da perdere". L'Italia ha ancora cinque mesi e mezzo per ritirare i bandi avviati sull'opera senza pagare penali. Ma sul governo prosegue il pressing tanto dei S Tav quanto dei No Tav, per avere una risposta definitiva: a Roma sabato i militanti del No scenderanno in piazza con associazioni che sono contrarie anche ad altre grandi opere, mentre le imprese e i sindacati annunciano che il 6 aprile saranno in piazza a Torino con tutti coloro che sono a favore della linea ad alta velocit." https://www.repubblica.it/esteri/2019/03/22/news/tav_vertice_italia_francia_a_bruxelles_conte_rieq uilibrare_i_costi_macron_non_ho_tempo_da_perdere_-222199972/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3- S1.8-T1 23 Marzo 19 FQ : "TAV, DA MACRON MOLTI SGARBI: " UN PROBLEMA SOLO VOSTRO" Bilaterale - Il vertice con Conte si chiude con l'impegno di un incontro tra i ministri. Il francese irride Roma: "Parigi va avanti". E non vuol discutere della sproporzione dei costi di Carlo Di Foggia | ..Il bilaterale, una colazione tra i due leader, inizia al mattino presto, nel giorno conclusivo del Consiglio europeo. Macron lo anticipa con una dichiarazione sprezzante gioved notte. Ai cronisti la derubrica a una bega romana: "La Francia ha sempre avuto la stessa posizione, ora spiega un problema italiano. Penso che i temi europei sono sufficientemente importanti, come la Cina e le questioni commerciali. Ogni volta che ci sono dei temi di divisione nazionale o domestici di un Paese al Consiglio si perde del tempo e io non ne ho molto da perdere". Insomma, l'incontro poco pi di una cortesia. L'uscita costringe Conte a un chiarimento imbarazzato: "Il suo tono apparentemente irritato era dettato dal non volersi far coinvolgere in un dibattito politico". Il vertice dura poco. Alla fine il premier ostenta ottimismo: stato "buono e proficuo", "abbiamo parlato anche di Tav e condiviso un metodo", spiega Poco prima che parli, per, fonti dell'Eliseo riferiscono all'Ansa che l'impegno della Francia sulla Torino-Lione chiaro, soprattutto sul lato finanziario e su questo non c' nessun dubbio da parte dei francesi. Questo " quello che Macron avrebbe detto a Conte". L'unica conferma che i ministri dei Trasporti si vedranno nei prossimi giorni. Saranno loro, Toninelli e Borne, ad "analizzare i risultati dell'analisi costi-benefici e su quella base aprire una discussione aperta", spiega il premier, costretto anche a replicare alle fonti dell'Eliseo: "Io non ho parlato di redistribuzione di risorse economiche, ma solo di analisi costi- benefici". https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/03/23/tav-da-macron-molti-sgarbi-e-un- problema-solo-vostro/5057209/

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body