Newlettera del 29 maggio 19

Jun 4, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 3 | Likes: 1

MDF, Palestina, XR, Autonomie, Torino ribelle, FFF, Nonunadimeno, migrazioni, Parella, Assemblea21, iniziative NOTAV e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) GIOVEDI' 30 MAGGIO "DECRESCITA BIKE TOUR DALLA VAL SUSA A SAVONA" Quarta edizione Il Bike Tour un viaggio alternativo per incontrare molteplici realt virtuose del territorio con cui organizziamo degli eventi pubblici, e allo stesso tempo una manifestazione itinerante per la decrescita. TERZA TAPPA TRA LANGHE E ROERO in cui non mancheranno i buoni vini di queste colline con DEGLI INCONTRI INTERESSANTI AD ALBA www.facebook.com/events/294388488174392/ DETTAGLIO DI TUTTE LE TAPPE: http://www.decrescitafelice.it/2019/04/bike-tour-2019-le-tappe/ ORE 17 al Campus Einaudi in Lungo Dora Siena 100, Torino INCONTRO "1950 51: BOMBE SIONISTE SUGLI EBREI DI BAGHDAD" DEL CICLO "DAI KIBBUTZ ALLA NAKBA" Come l'Haganah e il Mossad compirono attentati in Iraq, per forzare l'emigrazione ebraica in Israele http://antisionismo.altervista.org/1950-51-bombe-sioniste-tra-gli-ebrei-di-baghdad/ ORE 19 alla casa cantoniera occupata di Oulx (Statale 24 direzione Cesana Km 75) "CHASSEUR THE SKIN", CINEFORUM ANTIFASCISTA, APERITIVO, FILM e DISCUSSIONE Contro ogni fascismo, contro ogni frontiera, Sull'attacco fascista al rifugio occupato https://gancio.cisti.org/event/254 ORE 21 al Circolo Fuoriluogo Corso Brescia 14, Torino PRESENTAZIONE DI EXTINCTION REBELLION un movimento di azione diretta non violenta che lavora per portare l'attenzione dei governi di tutto il mondo verso la grave emergenza ambientale e climatica che ci sta portando verso la sesta estinzione di massa. Possibilit di cenare prima della presentazione Ingresso libero con tessera arci, https://www.facebook.com/events/400542523867999/ ORE 21 presso l'Associazione culturale CLAPE alla Borgata Morliere del Cels (Exilles-TO) "OLTRE LO STATO NAZIONE": KURDISTAN Dai monti del Kurdistan, alle radici della rivoluzione in Rojava. Proiezione del film "BAKUR", di ayan Demirel e Ertugrul Mavioglu, 2015 [92 mn], per la prima volta in italiano ".Attraverso il film "Bakur", ci inoltreremo nelle terre alte liberate dal PKK, dove migliaia di giovani donne e uomini vivono in maniera comunitaria, senza denaro, classi, propriet privata, nella prospettiva che non ci si pu liberare dall'oppressione e dal capitalismo se non incominciando subito a liberarsi dalla loro influenza" https://gancio.cisti.org/event/280 https://edizionitabor.it/ciclo-di-incontri-oltre-lo-stato-nazione-clapie-cels-valsusa/ VENERD 31 MAGGIO E SABATO 1 GIUGNO ORE 20 Meeting point nel cortile di Radio Blackout, Via Cecchi 21/A, Torino ORE 21 Inizio proiezioni per le strade del centro citt "TORINO RIBELLE" 8 Edizione 2019 "Sabato al termine delle proiezioni si proceder alle premiazioni dei corti da parte della nostra giuria d'eccezione. Il festival totalmente non autorizzato e non sponsorizzato perci il luogo scelto per le proiezioni in citt verr comunicato solo qualche ora prima dell'evento. Per sapere dove trovare Torino Ribelle restate in ascolto delle libere frequenze di Radio Blackout 105.250 oppure raggiungete il meeting point". https://torinoribelle.noblogs.org/ VENERDI' 31 MAGGIO ORE 15 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama PRESIDIO IN BICI DI FRIDAYS FOR FUTURE TORINO! Questo presidio sar diverso dal solito. INFATTI IL TEMA CHE AFFRONTEREMO SAR LO SPOSTAMENTO SOSTENIBILE! Per questo invitiamo chiunque abbia voglia di unirsi a noi a venire al presidio in bici! Dopo aver passato qualche minuto in Piazza Castello partiremo e seguiremo un percorso (ancora da definire) da fare tutti assieme in bici! https://www.facebook.com/events/688259641607992/ DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerd abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. SABATO 1 E DOMENICA 2 GIUGNO Universit di Torino, Palazzo Nuovo, Via Sant'Ottavio 20, Torino ASSEMBLEA NAZIONALE "NONUNADIMENO" "NON UNA DI MENO chiama a raccolta tutte le energie che stata capace di innescare e far esplodere in questi anni di mobilitazione contro la violenza patriarcale che uccide, opprime, impoverisce!... PROGRAMMA SABATO 1 GIUGNO ORE 10-10.30 accoglienza/introduzione e mandato sulle tracce x i gruppi ORE 10.30-12 gruppi sciopero ORE 12-13 plenaria sciopero ORE 13-14 pranzo ORE 14-18 comunicazione/metodo/relazioni DOMENICA 2GIUGNO ORE 10-10.30 introduzione e mandato tracce x i gruppi ORE 10.30-12 gruppi transnazionale ORE 12-13 plenaria di restituzione ORE 13-14 pausa pranzo ORE 14-16 plenaria conclusiva fb https://www.facebook.com/events/422557994967361/ TESTO DI CONVOCAZIONE https://nonunadimeno.wordpress.com/2019/05/24/testo-di- convocazione-assemblea-nazionale-a-torino-1-2-giugno-2019/ Per iscriverti, chiedere ospitalit e segnalare eventuali esigenze compila questo format: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdOovHPN3M6MoVzqeTK2iqO4UmG4Gpf- hw_Bp2EVODywUb8iQ/viewform?usp=sf_link All'interno degli spazi di Palazzo Nuovo sar allestito uno spazio bimb* per permettere a tutte e tuttu di seguire gli incontri SABATO 1 GIUGNO ORE 11 - 16 SI COBAS in c. Vigevano 33, Torino SEMINARIO: "UNA ANALISI SCIENTIFICA DEI MOVIMENTI MIGRATORI" PER UN CONCRETO INTERNAZIONALISMO ORE 11: LE CAUSE MATEIALI DELL'IMMIGRAZIONE ORE 12: DIBATTITO ORE 13: LE CONDIZIONI DI VITA E L'ESPERIEZA, DI LOTTA E DI MOVIMENTO , DEGLI IMMIGRATI IN ITALIA E IN OCCIDENTE ORE 14: DIBATTITO ORE 15: PROPOSTE DI INIZIATIVA PER UN INTERNAZIONALISMO CONCRETO, OLTRE L'INEFFICACE UMANITARISMO Interverr Pietro Basso, della redazione del "Cuneo Rosso" e gi professore dell'Universit Ca' Foscari di Venezia presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali https://www.facebook.com/events/392174441376104/ http://sicobas.org/2019/05/24/torino-l1-1-seminario-una-ragione-scientifica-dei-movimenti-migratori-per- un-concreto-internazionalismo/ ORE 16 18 Via Madonna delle Salette 16, Torino MERENDA PER SALVARE I PRATI DI PARELLA SALVIAMO L'AREA VERDE su cui il Comune vorrebbe realizzare un palazzetto sportivo. IL CONSUMO DI SUOLO E' UN'EMERGENZA, IL SUOLO VA TUTELATO, anche e soprattutto nelle aree urbane. "In base a quanto stato riferito, nei mesi scorsi, dagli organi di stampa torinesi, l'area verde (di circa 11.000 mq) fra via Madonna della Salette e via Sostegno, dietro corso Francia, sarebbe stata individuata dalla societ Volley Parella per essere destinata alla realizzazione del loro nuovo palazzetto sportivo. Il prato in questione di propriet della Citt (destinazione "a servizi"). Il centro sportivo potrebbe essere realizzato su una delle tante aree gia' cementificate e dismesse della zona, senza sacrificare uno dei pochi terreni non impermeabilizzati presenti nel territorio cittadino torinese, che dovrebbe, piuttosto, essere curato e manutenuto come area verde, rendendo possibile la fruizione da parte di tutti gli abitanti (con la piantumazione di alberi e l'installazione di panchine).." PORTATE LA VOSTRA MERENDA. Si raccomanda di evitare bicchieri, bottiglie e contenitori di plastica. https://www.facebook.com/events/1358257967646733/ IL PRIMO GIUGNO IL "DECRESCITA BIKE TOUR 2019" ARRIVA A SAVONA! SI FESTEGGIA IL GLOBAL DEGROWTH DAY 2019 (GIORNATA MONDIALE DELLA DECRESCITA) CON EVENTI IN TUTTO IL MONDO https://www.facebook.com/events/602335276844059/ DOMENICA 2 GIUGNO ORE 16 presso l'Associazione culturale CLAPE alla Borgata Morliere del Cels (Exilles-TO) "OLTRE LO STATO NAZIONE: "SARDEGNA" "La Sardegna, nei mesi passati, ha visto i suoi pastori scendere in piazza, bloccare le strade, e sversare sull'asfalto il latte appena munto: un gesto estremo, e sicuramente sofferto, ma utile a denunciare l'umiliazione e l'annullamento del proprio lavoro che i pastori subiscono da parte dell'agroindustria e della grande distribuzione. Questa protesta non che l'ennesimo episodio di una conflittualit endemica al territorio sardo, una tensione che, tra alti e bassi, vede contrapposti il governo e gli industriali, con le loro politiche di colonizzazione e sfruttamento, e una societ che, malgrado secoli di oppressione e assimilazione, mantiene una propria identit refrattaria a sottomettersi allo Stato centrale. Ne parleremo con alcuni compagni sardi che hanno vissuto le lotte degli ultimi anni, da quella dei pastori a quelle contro le basi militari, per comprendere come le dinamiche globali dall'agrobusiness alla militarizzazione impattino sul tessuto locale, e per discutere insieme su possibili vie d'uscita verso l'autodeterminazione". A SEGUIRE : MERENDA SINOIRA https://gancio.cisti.org/event/281 LUNEDI' 3 GIUGNO ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino RIUNIONE ORGANIZZATIVA PER INIZIATIVA DI DOMENICA 9 GIUGNO indetta dall'assemblea del 18 maggio "LA CITTA' SOFFOCATA" (VEDI INFRA) COMUNICATO CONCLUSIVO APPROVATO DELL'ASSEMBLEA: https://www.facebook.com/assemblea21/photos/a.1274761492599981/2209365659139555/?type=3&thea ter MARTEDI' 4 GIUGNO ORE 21alla CUB in corso Marconi 34, Torino (2 piano) ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l'odg verr deciso all'inizio della riunione MERCOLEDI' 5 GIUGNO ORE 11 appuntamento al cancello della centrale elettrica di Chiomonte PASSEGGIATA E APERIPRANZO NOTAV ALLA MADDALENA Il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i pi giovani, ad un'abbondante merenda. ORE 19 Al Mezcal occupato, tra gli alberi del parco della Certosa di Collegno. APERITIVO BELLAVITA ORE 21: "'77 NO COMMERCIAL USE" proiezione del film di Luis Fulvio (2017) per la sezione OFF "Torino ribelle" https://torinoribelle.noblogs.org/ INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: SABATO 8 GIUGNO A TORINO CONFERENZA DI PRODUZIONE "PER IL FUTURO DI SMAT" ORE 9 -13 Polo del '900, via del Carmine 13, Torino "GESTIONE INDUSTRIALE DEL MONOPOLIO NATURALE O GESTIONE FINANZIARIA? IL RUOLO DI GOVERNO DEI COMUNI SOCI" https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/convegni/giugno-2019-per-il-futuro-di-smat DOMENICA 9 GIUGNO "NON SIAMO INVISIBILI, NON ACCETTIAMO CHE VENGA SOFFOCATO IL DISSENSO" I TERRITORI SONO DI CHI LI ABITA!!DICIAMO LA NOSTRA "Per dare seguito all'assemblea del 18 maggio scorso "La citt soffocata ", A21 organizza una serie di appuntamenti nelle piazze e nei giardini dei quartieri periferici di Torino per sentire in modo diretto, non fittizio come sta facendo l'attuale amministrazione del M5S, i problemi che viviamo in citt : lavoro, casa, ambiente, salute Si potr affrontare anche il tema dell'integrazione che per noi non un problema, ma una risorsa Sono invitati al presidio movimenti, comitati, realt sociali e tutti gli abitanti che vogliono esporre i loro problemi e partecipare alle scelte della propria citt" Primo appuntamento: ore 15.00 al Parco della Pellerina, in Corso Appio Claudio 106 nell'area adiacente alla piscina, Torino 21 GIUGNO 20 OTTOBRE 19 MOSTRA "RESISTENZA/RESILIENZA" @ PARCO ARTE VIVENTE Via Giordano Bruno 31, Torino A cura di Gaia Bindi e Piero Gilardi. Inaugurazione gioved 20 giugno http://parcoartevivente.it/portfolio/resistenza-resilienza/ Comunicato stampa http://parcoartevivente.it/wp-content/uploads/2016/02/CS_RR.pdf IL TOUR NELLE SALE ITALIANE DI "DOVE BISOGNA STARE" il film-documentario diretto da Daniele Gaglianone, scritto con Stefano Collizzoli, prodotto da ZaLab in collaborazione con Medici Senza Frontiere (MSF), presentato alla 36ma edizione del Torino Film Festival http://www.zalab.org/bisogna-stare-tour-nelle-sale/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicit : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualit, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) 22 maggio 19 Comunicato stampa Forum Abruzzese dei Movimenti per l'Acqua: "GRAN SASSO, BENE ALLONTANAMENTO SOSTANZE PERICOLOSE, ECCO IL DOCUMENTO INFN CHE SVELA LA VERA STORIA Gran Sasso, bene conferma della volont di allontanamento delle 2.300 tonnellate di sostanze pericolose da parte dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleale. Tutto nasce dai rischi per l'acquifero, ecco il documento INFN che lo ammette. Nessun nuovo esperimento senza la rimozione di trimetilbenzene e acqua ragia. Ora presentare i documenti sullo smantellamento dei due esperimenti (LVD e Borexino), operare in sicurezza ed adeguarsi alle norme. Il procedimento penale far il suo corso ma oggi finalmente abbiamo le informazioni (e le ammissioni) sullo stato molto problematico del sistema. Continuano ad esserci "sacche di resistenza" in qualche ente che cercano di mettere la polvere sotto al tappeto ma rischiano di fare la fine dell'ultimo dei giapponesi. Vigileremo e opereremo come sempre affinch la tutela dell'acqua assieme alla sicurezza di tutte le attivit sia il primo obiettivo degli enti." https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2292370804349975&id=1486626571591073&__t n__=K-R 22 maggio 19 Comunicato stampa Forum Abruzzese dei Movimenti per l'Acqua: "CAPTAZIONE ALLE GROTTE DI STIFFE, IN 2000 PRESENTANO LE OSSERVAZIONI AL VIA, CHE SI RIUNISCE DOMANI 2.000 cittadini presentano osservazioni contro la centrale idroelettrica alle Grotte di Stiffe. Domani riunione del Comitato Valutazione di Impatto Ambientale della Regione Abruzzo. Il Rio La Foce non deve diventare un rigagnolo. Paesaggio unico con cascate e pozze in un Parco naturale, habitat da preservare. Oltre 2.000 cittadini, assieme a associazioni e comitati, hanno depositato al Comitato VIA regionale le proprie osservazioni contrarie al progetto per realizzare una centrale idroelettrica alle Grotte di Stiffe intubando il Rio La Foce. Il corso d'acqua sarebbe cos ridotto ad un rigagnolo in un luogo oggi magico e di grandissimo valore paesaggistico, caratterizzato da cascate e pozze." https://www.abruzzolive.it/captazione-alle-grotte-di-stiffe-in-2000-presentano-le-osservazioni-al-via-il- comitato-disposti-a-batterci-per-non-far-approvare-il-progetto/?fbclid=IwAR3QJBUBFOqBlhsMtZ- t0jmPvvojIen6E4RMtDp77RmsDxo5COUaKp8u1Po GIOVED 23 MAGGIO A GENOVA LA POLIZIA HA CARICATO LA MANIFESTAZIONE DI ANPI, CGIL, MOVIMENTI ANTIFASCISTI CONTRO IL COMIZIO DI CASAPOUND autorizzato dalla prefettura per la chiusura della campagna elettorale, ferendo gravementeanche un giornalista di Repubblica VIDEO COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE di Repubblica: "CASAPOUND A GENOVA, SCONTRI FRA ANTAGONISTI E POLIZIA" https://www.youtube.com/watch?v=744hSpaq7Mo VEDI ARTICOLO IN R. S. ALLEGATA VENERD 24 MAGGIO 2SCIOPERO PER IL CLIMA A TORINO CON CORTEO DA PIAZZA STATUTO A PIAZZA CASTELLO molto bello, durato 2 ore, con molte fermate comunicative, migliaia di partecipanti, soprattutto giovani, circa la met di quelli del 15 marzo Molti giovani NOTAV all'inizio con bandiere che sono state tolte su richiesta degli organizzatori e sostituite dai fazzoletti. Conclusioni gestita dai giovani stessi, senza ospiti particolari VIDEO Stampa : "FRIDAYS FOR FUTURE, GLI STUDENTI TORINESI TORNANO IN PIAZZA Servizio di Daniele Solavaggione (Ag.Reporters) https://www.lastampa.it/2019/05/24/cronaca/fridays-for-future-gli-studenti-torinesi-tornano-in-piazza- SjKN0nkM9Op8X0brvsPKVL/pagina.html FOTOGALLERY Corriere della Sera: "TORINO, SCIOPERO PER IL CLIMA: STUDENTI DI NUOVO IN PIAZZA PER IL FRIDAYS FOR FUTURE https://torino.corriere.it/foto-gallery/cronaca/19_maggio_24/torino-sciopero-il-clima-studenti-nuovo- piazza-il-fridays-for-future-dd5f586c-7dfe-11e9-8696-ab199d13546c.shtml DOMENICA 26 MAGGIO TANTISSIMI AD ORTONA ALLA PASSEGGIATA "NO ALLE CONCESSIONI, S ALLA SPIAGGIA LIBERA E ALLA SUA BIODIVERSIT" Comunicato stampa del Gruppo DUNE BENE COMUNE: "IL COMUNE DI ORTONA TORNI INDIETRO E ANNULLI IL BANDO. Tantissimi cittadini, nonostante la pioggia, hanno partecipato alla passeggiata "NO alle concessioni, S alla spiaggia libera alla stazione di Tollo e alla sua biodiversit" svoltasi stamattina ad Ortona durante la quale sono state segnalate con picchetti, corde e cartelli la rarissime piante dunali e le zone di nidificazione del Fratino. In pochi giorni sta crescendo la mobilitazione contro la miope scelta del Comune di Ortona di rilasciare ben 8 nuove concessioni balneari temporanee oltre alle 2 gi esistenti in un'area di elevatissimo pregio ambientale e paesaggistico, con presenza di specie di piante protette dalla Legge regionale 45 del 1979, dal verbasco al giglio di mare, e di specie animali tutelate a livello europeo dalla Direttiva 147/2009 come il Fratino, uccello ormai rarissimo e protetto, almeno sulla carta, allo stesso livello dell'Aquila reale. I tanti partecipanti hanno aiutato i volontari del neonato gruppo "Dune Bene Comune" ad avviare una delimitazione delle aree dunali come si fa in tantissimi luoghi d'Europa e che in realt sarebbe compito delle autorit garantire vista la rarit di questi ambienti in Abruzzo dove il 90% della costa ormai antropizzata" http://www.ortonanotizie.net/notizie/attualita/7660/tantissimi-oggi-ad-ortona-alla-passeggiata-no-alle- concessioni-s-alla-spiaggia-libera-e-alla-sua-biodiversit 26 maggio 19 Tgr Abruzzo: https://www.facebook.com/dunebenecomune/videos/448676652369428/ VIDEO https://www.facebook.com/martina.petrizzelli/videos/pcb.10157229977168373/10157229977078373/?ty pe=3&theater DOMENICA 29 MAGGIO SI SONO SVOLTE IN TUTTA ITALIA LE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL PARLAMENTO EUROPEO RISULTATI DELLE ELEZIONI EUROPEE: - Composizione Parlamento europeo 2019-2024 - Affluenza al voto per paese - Risultati consultabili per stato membro https://risultati-elezioni.eu/ RISULTATI ELETTORALI PER L'ITALIA - Suddivisione per partiti nazionali Italiani e gruppi politici - 1979-2019 Affluenza al voto Italia- Unione Europea https://risultati-elezioni.eu/risultati-nazionali/italia/2019-2024/ 28 Mag. 19 Tpi : "ITALIANI ELETTI AL PARLAMENTO EUROPEO | CHI SONO, PARTITO PER PARTITO Di Futura D'Aprile https://www.tpi.it/2019/05/28/italiani-eletti-al-parlamento-europeo/ Repubblica: ELEZIONI REGIONE PIEMONTE : RIEPILOGO RISULTATI https://elezioni.repubblica.it/2019/elezioni-regionali/piemonte 28 maggio 19 Ilsussidiario : "CONSIGLIO REGIONALE PIEMONTE, GLI ELETTI DOPO I RISULTATI DELLE ELEZIONI REGIONALI 2019: I NOMI DEI 51 CONSIGLIERI, I SEGGI, LE LISTE E LA MAGGIORANZA DI CIRIO PRESIDENTE Niccol Magnani 33 consiglieri del Centrodestra, 13 per il Centrosinistra e 5 del Movimento 5 Stelle: questi i numeri elaborati dopo i risultati degli scrutini per il nuovo Consiglio Regionale in Piemonte, con Palazzo Lascaris che dovr confermare i nomi nei prossimi giorni non appena il listino ufficiale dar il responso ultimo. " https://www.ilsussidiario.net/news/eletti-consiglio-regionale-piemonte-2019-cirio-presidente-seggi-e- nomi-consiglieri/1887950/ 27 maggio 19 Maverick : "MALA TEMPORA CURRUNT Stravince l'estrema destra, quella che gli industriali volevano per ricominciare a correre secondo le loro regole, quella dei corrotti, della mafia e dei neofascisti, quella dei sindacati di polizia che chiedono sempre pi mezzi letali per "difendersi". Perdono i Cinque stelle per non aver mantenuto le promesse e per dilettantismo. Ora dovrebbero lasciare il governo per ricominciare con dignit. di Fabrizio Salmoni Proprio cosi. Non poteva andare peggio a questa Italia incattivita e tutto sommato mediamente soddisfatta delle proprie condizioni di vita se riesce a prendersela con i profughi, con l'Europa e a non prendersela con chi fa poco o niente per farla stare meglio. Un'Italia a cui, malgrado le moine a Greta, non frega niente della salute del territorio, salvo poi piagnucolare e chiedere l'elemosina ai governi quando si allagano o crollano le case, a cui non frega niente della corruzione, salvo piagnucolare se non assumono un parente o se non ti danno un appalto, un'Italia che vuole pagare di tasca propria le grandi opere per conto delle lobby e degli industriali, che non ha memoria di un passato che comincia solo 14 mesi fa, insomma un'Italia meschina, ignorante e piagnona che si fa ammaliare dall'ennesimo "uomo forte". Destino e anima malata di una nazione senza memoria." https://mavericknews.wordpress.com/2019/05/27/mala-tempora-currunt/ VEDI ARTICOLO IN R. S. ALLEGATA 27 maggio 19 Comunicato Rete Kurdistan Italia: "KURDISTAN. PRIGIONIERI E PRIGIONIERE DEL PKK METTONO FINE ALLO SCIOPERO DELLA FAME Con grande gioia e sollievo abbiamo accolto il messaggio del Presidente calan e le successive dichiarazioni con le quali le e gli scioperanti, a partire da Leyla Gven, hanno dichiarato di concludere la loro incredibile e incrollabile resistenza e di proseguire la lotta in altre forme. Con profondo rispetto ricordiamo prima di tutto Zlkf Gezen, Ayten Beet, Zehra Salam, Medya nar, Yonca Akici, Sira Yksek, Mahsum Pamay, mit Acar, e Uur akar, che hanno sacrificato la loro stessa vita per rompere il silenzio sull' isolamento di Imrali CALAN: MI ASPETTO UNA FINE DELLE AZIONI DI SCIOPERO DELLA FAME Dichiarazione degli avvocati sul colloquio del 22 maggio. Abdullah calan, in una lettera rivolta direttamente alle attiviste e agli attivisti in sciopero della fame e in digiuno fino alla morte, chiede di mettere fine alla loro azione. Gli avvocati del rappresentante curdo Abdullah calan, in una conferenza stampa hanno appena letto la lettera che il loro cliente ha rivolto alle attiviste e agli attivisti in sciopero della fame e in digiuno fino alla morte.Di seguito la lettera: "Onorati compagni e onorate compagne, Nell'ambito dell'esposizione dei miei due avvocati, invito tutte le amiche e gli amici che sono in sciopero della fame e in digiuno fino alla morte, a mettere fine alla loro azione. Posso dire con certezza che lo scopo della loro azione rivolto alla mia persona ha raggiunto il suo obiettivo. Con questo voglio esprimervi il mio amore e la mia gratitudine. Spero che anche in futuro mi accompagnerete sulla nostra strada con la necessaria intensit e la necessaria volont. Con amore e saluti, 22 maggio 2019, carcere di Imrali Abdullah CALAN" http://contropiano.org/news/internazionale-news/2019/05/27/kurdistan-prigionieri-e-prigioniere-del-pkk- mettono-fine-allo-sciopero-della-fame-0115878 http://www.retekurdistan.it/2019/05/27/comunicato-sulla-conclusione-dello-sciopero-della-fame/ 28 maggio 19 Comunicato stampa Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua: "ACQUA IL DECRETO CRESCITA PRIVATIZZA L'ACQUA DEL MERIDIONE La storia dell'Ente per lo Sviluppo dell'Irrigazione e la Trasformazione Fondiaria in Puglia, Lucania ed Irpinia (E.I.P.L.I.) viene da lontano. Fu istituito nel 1947 con il fine di contribuire allo sviluppo economico, civile e democratico del Paese nella fase di ricostruzione post bellica, con particolare riferimento alle infrastrutture idriche interregionali di cui necessitavano le comunit che vivevano tra la Puglia, la Basilicata e l'Irpinia per garantire condizioni di vita dignitose. E' innegabile come tale Ente, nella prima parte della sua lunga vita, abbia assolto a pieno al compito assegnato, ossia la costruzione di alcune grandi opere idrauliche come invasi, opere di captazione di sorgenti e centinaia di chilometri di reti di adduzione a valenza interregionale. La sua crisi in parte da addebitare all'uso clientelare che spesso stato fatto in Italia di Enti del genere, ma anche e soprattutto all'incertezza normativa in cui stato costretto ad operare. L'EIPLI rappresenta un caso emblematico di come si costruisce l'alibi perfetto della privatizzazione. E' evidente come nel tempo, e con un'impressionante comunione d'intenti, si sia costruita una scatola vuota che non poteva non essere in perdita dal punto di vista economico. Ecco cos pronta la soluzione: la trasformazione in societ di capitali. Il primo passo in questa direzione stato fatto dai governi di centro-sinistra tra fine anni novanta e il 2007, seguiti da Monti nel 2011 e nel 2018 da Gentiloni." http://www.acquabenecomune.org/notizie/nazionali/3851-il-decreto-crescita-privatizza-l-acqua-del- meridione IN LIBRERIA E IN EDICOLA CON IL FATTO QUOTIDIANO A 14 : "PERCH NO TAV", TUTTE LE RAGIONI PER DIRE NO ALL'ALTA VORACIT TORINO-LIONE di Marco Travaglio, Erri De Luca, Marco Revelli, Tomaso Montanari, Luca Mercalli, Angelo Tartaglia, Livio Pepino, Alessandra Algostino, Claudio Giorno, Chiara Sasso, Luca Giunti. https://shop.ilfattoquotidiano.it/perche-no-tav-dal-28-marzo-in-libreria-e-in-edicola-con-il-fatto- quotidiano/ ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 21 maggio 19 Pressenza : "EMERGENZA AMBIENTALE, MA NON SOLO CO2! Angelo Baracca .In particolare, il problema che raccoglie la crescente attenzione non solo dell'opinione pubblica ma anche degli scienziati ambientalisti riguarda l'aumento delle concentrazioni di anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera terrestre e l'obiettivo della decarbonizzazione dei nostri sistemi produttivi.. La manomissione sempre pi sfrenata della natura e dell'ambiente concerne moltissimi aspetti che sono strettamente correlati, e ciascuno a se di gravit epocale, per cui assolutamente illusorio poterne risolvere uno senza affrontare gli altri. Collegarli tutti fra loro rende apparentemente il problema pi complesso, ma questo punto di vista pu essere rovesciato perch pu unificare tanti movimenti e obiettivi che sembrano muoversi in modo separato o non coordinato: la sfida realmente epocale e globale, e l'unione fa la forza! Comincio dalle cose che possono essere pi immediate, in termini sintetici e soprattutto senza nessuna ambizione di esaurire i problemi. Il problema della perdita di biodiversit indubbiamente ben presente ai movimenti ambientalisti: ma esso non si riduce al solo riscaldamento globale o alla concentrazione crescente della CO2. Sono responsabili fattori molteplici e complessi di inquinamento, sfruttamento e contaminazione che sconvolgono e riducono gli habitat naturali: la drastica riduzione degli insetti evidente (20 anni fa il parabrezza dell'auto si oscurava per gli insetti spiaccicati, oggi non accade pi), gli allarmi per la riduzione degli insetti impollinatori si susseguono (Einstein diceva che se scompariranno le api l'umanit non sopravvivr a lungo), le specie in pericolo di estinzione si moltiplicano, un autorevole lavoro dell'Accademia delle Scienze degli USA denuncia il rischio di una sesta estinzione di massa (ve ne sono state 5 nella storia dell'evoluzione biologica, a volte con la scomparsa dell'80% delle specie viventi). La pesca indiscriminata sta impoverendo i mari, e compromettendo l'alimentazione di intere popolazioni a vantaggio della grande industria alimentare." https://www.pressenza.com/it/2019/05/emergenza-ambientale-ma-non-solo-co2/ 22 Maggio 19 Greenreport : UN'ISOLA DI RIFIUTI DI PLASTICA ALLA DERIVA TRA LA CORSICA E L'ISOLA D'ELBA Ifremer: dell'ordine di qualche decina di chilometri ed composta da di rifiuti portati dalle correnti Secondo quanto scrive France Bleu RCFM, Il Mediterraneo conta una nuova isola. Tonnellate e tonnellate di rifiuti di plastica stanno andando alla deriva nel Mediterraneo. Portati dalle correnti, formano un'isola lunga diversi chilometri tra l'Elba e la Corsica. Franois Galgani, responsabile dell'Institut franais de recherche pour l'exploitation de la mer (Ifremer) di Bastia conferma e spiega: Sfortunatamente il fenomeno non nuovo. E' una situazione che cronica, vale a dire che la disposizione delle correnti fa s che regolarmente ci siano delle concentrazioni molto alte in questa zona. Le correnti nel nord-ovest del Mediterraneo sono organizzate in maniera tale che l'acqua risale lungo la costa italiana e quando arriva sulla piattaforma continentale dell'isola di Elba, dell'arcipelago toscano, infatti non pu passare e si accumula nel canale della Corsica ed per questo che abbiamo densit pi elevate. quando si hanno condizioni meteorologiche avverse, ad esempio il vento da nord-est in estate, abbiamo arrivi massicci sulla litorale della Corsica." http://www.greenreport.it/news/rifiuti-e-bonifiche/unisola-di-rifiuti-di-plastica-alla-deriva-tra-la-corsica- e-lisola-delba/ 23 Maggio 19 Greenreport : "SE DISPERSE ANCHE LE BUSTE BIODEGRADABILI INQUINANO: INDIVIDUATI EFFETTI TOSSICI SULLE PIANTE Non basta sostituire la plastica tradizionale con altri prodotti. Lardicci (Universit di Pisa): Importante informare adeguatamente sulla necessit di smaltire correttamente questi materiali Assobioplastiche: Sono prodotti che forniscono soluzioni a specifici problemi, pensati per essere gestiti nel circuito del compostaggio industriale. Non sono la soluzione all'abbandono dei prodotti in mare o in altri ambienti, e nessuno ha mai tentato di accreditarle come tali.." http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/se-disperse-anche-le-buste-biodegradabili- inquinano-individuati-effetti-tossici-sulle-piante/ 23 maggio 19 Pesa Sardinia : "IL GIOCO SPORCO DEI PRO-INCENERITORI Di Antonio Muscas Il Sole 24 ore, organo di Confindustria, prosegue la sua battaglia pro inceneritori. Attraverso la penna di Jacopo Giliberto a finire sotto accusa sono stavolta gli "indignati", ovvero comitati, associazioni ambientaliste e singoli "che con il 'no inceneritore'" a suo dire "riempiono le discariche e aiutano la malavita degli incendi." Un'accusa pesante la sua, non c' che dire, e non si capisce bene se il torto dei 'no inceneritore' sia dovuto pi a ignoranza, a connivenza malavitosa o a entrambe. Nell'articolo a sua firma, pubblicato il 21 maggio 2019, ci sono due passaggi meritevoli di attenzione. Nel primo, in cui contenuta la frase incriminata, afferma quanto segue: "Inseriti i dati nei criteri della scienza econometrica il risultato che per sbloccare il riciclo a Palermo, Napoli, Roma e in altre citt nemiche dell'ambiente servirebbero inceneritori per 6,3 milioni di tonnellate di spazzatura l'anno. Cio una quantit impiantistica ben diversa dal fabbisogno impiantistico di 1,8 milioni di tonnellate stimato da un decreto del 2016, quell'articolo 35 del decreto Sblocca Italia il quale disturba quegli indignati che con il "no inceneritore" riempiono le discariche e aiutano la malavita degli incendi."." http://www.pesasardignablog.info/2019/05/23/il-gioco-sporco-dei-pro- inceneritori/?fbclid=IwAR2uOj9DATx_Q7PGGao7iNZaCyExnlWWqHgK- bqSyk93T_8NWdsSi9W8oNA 24 maggio 19 Stampa : #FRIDAYSFORFUTURE, GLI STUDENTI DI NUOVO IN PIAZZA PER L'AMBIENTE AL GRIDO DI "NON C' UN PIANETA B" Migliaia di ragazzi in strada a Torino dopo il successo del primo corteo lo scorso marzo Bernardo Basilici Menini, Matteo Roselli Torino .Tra gli slogan per la giustizia climatica sono spuntate anche delle bandiere no tav, mentre dal megafono del furgone alcuni studenti chiedono mettete via le bandiere di ogni partito e sigla. Un punto, questo, sul quale sono volate anche parole pesanti, tra no tav con le magliette +alberi - sbirri e organizzatori della giornata: i primi dicono Noi da sempre lottiamo per l'ambiente, perch non dobbiamo esporre le bandiere? E i ragazzi di #fridayforfuture: Anche Green peace e altre realt si battono per il pianeta ma non espongono simboli politici: non ci rovinate la manifestazione. https://www.lastampa.it/2019/05/24/cronaca/fridaysforfuture-gli-studenti-in-piazza-per-lambiente-a- torino-qFHMbL18SoBwrfmIUePAcK/pagina.html 24 maggio 19 Repubblica : "STUDENTI E LAVORATORI IN PIAZZA PER IL CLIMA: "IN COMUNE UNA MOZIONE PER L'EMERGENZA AMBIENTALE" Gli organizzatori: "Siamo diecimila". Polemica con il movimento No Tav di Erica Di Blasi Studenti, lavoratori, sindacati, ma anche universitari, docenti e bambini. Gli organizzatori parlano di diecimila persone che da piazza Statuto dove sono partite poco prima delle dieci per sfilare in difesa dell'ambiente. A Torino il corteo del "global school strike", nato sulla scia della protesta della giovane svedese Greta Thunberg, ha percorso via Cernaia e via San Francesco d'Assisi fino ad arrivare in piazza Castello. Dal 15 marzo, giorno del primo sciopero che aveva portato in piazza quasi 30mila persone, il movimento Fridays For Future Torino ha cominciato un lungo percorso di incontri con associazioni ed esperti per definire il suo manifesto. "Come prima mossa, nelle prossime settimane depositeremo al Comune di Torino la mozione per la Dichiarazione di Emergenza Climatica e Ambientale. Le scuole hanno gi cominciato a muoversi, ora che lo faccia anche la politica". La maggioranza del corteo ha polemizzato con un gruppo di No Tav che ha alzato le proprie bandiere: sono stati pregati di ripiegarle, almeno durante la manifestazione. Sono poi state sventolate al termine, in piazza Castello". https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/05/24/news/studenti_e_lavoratori_in_piazza_per_il_clima_in_co mune_una_mozione_per_l_emergenza_ambientale_-227058889/ 24 Maggio 2019 FQ: "PER SALVARCI CAMBIAMO L'ECONOMIA di Paolo Cacciari .Lo ha ben presente papa Bergoglio che ha lanciato una singolare iniziativa: l'"Economy of Francesco", ad Assisi il prossimo anno. Una chiamata ai "giovani economisti, imprenditori e imprenditrici" e a chi "sta iniziando a studiare e praticare una economia diversa", chiamati a "rivedere i nostri schemi mentali e morali", "altri modi di intendere l'economia e il progresso". Sar un bel vedere. Il sentiero per uscire da questa economia mortifera si fa sempre pi stretto. Da una parte le nuove generazioni appunto che hanno cominciato a reclamare il loro diritto al futuro. Dall'altra la fine del lungo ciclo di espansione almeno in Occidente. I margini di manovra si sono esauriti. La montagna di debiti fittizi, nominali, creati senza "valori sottostanti" esigibili, che incombe sull'"economia reale" e l'enorme conseguente potere del sistema finanziario stritolano gli stati, le attivit produttive, le comunit locali, le famiglie, ogni singolo individuo. L'economia va da una parte, noi da un'altra. I flussi di denaro aumentano vertiginosamente, ma non rimettono in circolo occupazione retribuita e distribuiscono ricchezza all'incontrario. I patrimoni dei ricchi aumentano, i ceti pi bassi impoveriscono. Contemporaneamente cresce a dismisura la quantit delle merci immesse su mercati saturi. Conseguentemente l'enorme flusso di risorse primarie che viene quotidianamente estratto dalla Terra e reimmesso come inquinanti la rende progressivamente inabitabile. Per contro i desideri elementari che animano da sempre le popolazioni (sicurezza sociale, salubrit dell'ambiente, pace) si allontanano sempre di pi. Come fuoriuscire da questa spirale?...." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/24/per-salvarci-cambiamo- leconomia/5203368/ 23 Maggio 19 FQ : "CORRUZIONE & TRUFFE SPA: DANNO DA ALMENO 6 MILIARDI ALL'ANNO I dati della Guardia di Finanza - Il bilancio delle indagini e degli illeciti nel 2018: dall'indebita percezione dei fondi pubblici all'abuso d'ufficio di Ludovica Di Ridolfi e Antonio Massari Ogni 5 ore, in Italia, un pubblico ufficiale viene denunciato per corruzione, concussione, abuso d'ufficio o peculato. il quadro che emerge dai dati della Gdf sul 2018 che Il Fatto in grado di rivelare in esclusiva. Dati che mostrano anche molto altro: la "truffa spa" in Italia, nell'ultimo anno ha "fatturato" ben 529 milioni. Concussione, corruzione e peculato ne valgono invece altri 110. I danni all'erario s'attestano a 4,3 miliardi. Le procedure viziate negli appalti pubblici si aggirano intorno a 1,5 miliardi. Le cifre riguardano le indagini svolte nel 2018 dalla Guardia di Finanza su indebite percezioni dei fondi pubblici, corruzione, abuso di ufficio e responsabilit amministrativa per danno erariale." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/23/corruzione-truffe-spa-danno-da-almeno-6- miliardi-allanno/5200706/ 23 Maggio 19 FQ : "FINMECCANICA, LA CASSAZIONE ASSOLVE ORSI E SPAGNOLINI stato confermato dalla Cassazione il proscioglimento dall'accusa di corruzione internazionale e frode fiscale per gli ex ad di Finmeccanica e Agusta Westland, Giuseppe Orsi e Bruno Spagnolini, in relazione alla vicenda delle presunte tangenti per la fornitura di dodici elicotteri all'India, un appalto da centinaia di milioni di euro. La Suprema Corte, infatti, ha respinto il ricorso del Pg di Milano contro la sentenza emessa dalla Corte di Appello del capoluogo lombardo l'8 gennaio 2018, nell'appello bis disposto nel 2016. Respinti anche i ricorsi dell'Agenzia delle Entrate e del Ministero della Difesa dell'India. Dal Pg della Cassazione Mariella De Masellis venuto l'ok alla convalida dell'appello bis per la "mancanza di elementi oggettivi" sulla responsabilit di Orsi e Spagnolini non solo per le presunte mazzette per circa 10,5 milioni di euro ma anche per l'accusa di fatture false, dato che "non stata dimostrata la sovrafatturazione dei costi sostenuti" che, ha ricordato il Pg, "sono stati effettivamente sostenuti". In India ancora aperto un procedimento gemello, con tanto di rogatorie nonostante il ne bis in idem". https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/23/finmeccanica-la-cassazione-assolve-orsi-e- spagnolini/5200661/ 21 maggio 19 Lettera 43 : "LA LEGA HA RITIRATO L'EMENDAMENTO SBLOCCA TAV Il Carroccio abbandona la proposta di inserire la Torino Lione tra le opere prioritarie. Durissimo Chiamparino: Hanno sacrificato l'opera in nome delle poltrone. La Lega ha ritirato l'emendamento al decreto Sblocca cantieri che chiedeva di inserire la Tav tra le opere prioritarie per le quali nominare un commissario. L'annuncio arrivato il 22 maggio in avvio dei lavori delle commissioni Ambiente e Lavori pubblici del Senato. L'emendamento stato presentato anche per l'Aula, dove il testo atteso a partire dal marted 28 maggio." https://www.lettera43.it/it/articoli/politica/2019/05/21/salvini-lega-tav-torino-lione-stato- lavori/232359/?fbclid=IwAR1Gic3k35i7Fi4vnFwGbPO8_rr4AlHBD1SaDi1XtQthUSwTCXa8bSlYYKA 24 Maggio 19 FQ : "FERROVIE, IL VERO COSTO DEL MAXI-PIANO di Marco Ponti Sono 58 miliardi di euro gli investimenti previsti nel nuovo piano industriale 2019-2023 del gruppo Ferrovie dello Stato. Sommati a impegni pregressi, si arriva alla fantastica cifra di oltre 170 miliardi di euro. Dicono i vertici: "Un impegno record che conferma il gruppo quale primo investitore in Italia, con punte fino a 13 miliardi all'anno. Uno sforzo sostenuto per il 24 per cento con risorse di gruppo, un indotto per 120 mila posti di lavoro all'anno, 15 mila assunzioni dirette in cinque anni e un contributo annuo all'aumento del Pil fra 0,7 e 0,9%. I ricavi raggiungeranno nel 2023 i 16,9 miliardi, e l'utile netto arriver a 800 milioni". Ma chi ha verificato che quel fiume di soldi non potesse avere risultati migliori impiegato diversamente? . Per gli investimenti il controllo affidato alle analisi costi-benefici, prima promesse dal ministro Pd Graziano Delrio, e ora finalmente in corso di esecuzione grazie al ministro Cinque Stelle, Danilo Toninelli. Anche se, per la verit, finora ne sono state pubblicate solo due: il terzo valico di Genova, che dichiarava l'investimento uno spreco di soldi pubblici, ma la politica, legittimamente responsabile finale delle scelte, ha deciso che si deve fare lo stesso. Per il nuovo tunnel del Frjus (il cosiddetto Tav), l'analisi dice che si tratta di uno spreco, ma forse si far ugualmente (ci sono aspetti internazionali complessi). Per l'Alta velocit Brescia-Padova (8 miliardi di preventivo, tutti italiani, la sovranit nazionale innanzitutto) i risultati dell'analisi non sono ancora stati resi pubblici, ma il ministro, con sprezzo del pericolo, ha detto che si far comunque. Ma il massimo sprezzo del pericolo si manifestato per le ferrovie siciliane, che presentano costi totali di preventivo da 13 miliardi. Sono opere che vanno fatte, sostengono a gran voce i Cinque Stelle.." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/24/ferrovie-il-vero-costo-del-maxi- piano/5203362/ 24 maggio 19 Volere la luna : "IL PARADIGMA DEL TAV di Claudio Cancelli Quando provo a spiegare gli aspetti finanziari del progetto del secolo l'Alta velocit ferroviaria ho spesso la sensazione di non mordere nella mente di chi mi ascolta. Eppure, sebbene non abbia la competenza di Ivan Cicconi (che ci manca ormai da due anni), ho letto con attenzione i suoi libri e, se non altro per ragioni di mestiere, dovrei essere in grado di farmi capire. Non credo di essere io alla radice delle difficolt; il problema un altro. Il fatto che mi rivolgo abitualmente a un pubblico di sinistra, o che tale si considera in senso generico, e la sostanza dell'argomento che cerco di esporre la rapina incontrollata della ricchezza pubblica, pi o meno mascherata sembra ai miei uditori marginale, e la sua denuncia equivoca in termini di schieramento politico. Insomma, passo come un imitatore in sedicesimo di Travaglio, uno che dalla sinistra visto con poca simpatia: Ma con chi se la prende, questo, che nel suo discorso mescola insieme forze diverse le banche, le cooperative di costruzione, i partiti politici di destra e di sinistra, i sindacati confederali, la delinquenza organizzata, i Bersani, i Lunardi, i Delrio che notoriamente figurano come avversari sul palcoscenico della politica? Non sta enfatizzando per miopia moralista un aspetto secondario nel quadro della lotta di classe?.." https://volerelaluna.it/tav/2019/05/24/il-paradigma-del- tav/?fbclid=IwAR0hXmKwhuWQ2Am9T1BH_g3kjPIbG_UMObHwf2mV5KJI6vb-sQcvHM0V_Kc 29 Maggio 19 FQ : "A TELT LE "LETTERE" DI CHI VUOL FARE IL TAV, 3 MESI PER DIRE S La procedura continua: la societ italo-francese dovr individuare chi ha i requisiti; il governo ora ha 90 giorni per decidere come proseguire di Gianni Barbacetto La data cruciale, 28 maggio, caduta proprio ieri, due giorni dopo le elezioni. il termine entro cui dovevano arrivare le "manifestazioni d'interesse" delle aziende che si candidano a realizzare il tunnel Tav tra l'Italia e la Francia. Lavori per 2,3 miliardi di euro, una bella fetta del costo totale della super-galleria, 9,63 miliardi. Arrivate per via telematica, le candidature ora sono chiuse nell'hard disk della Telt, la societ pubblica met italiana e met francese incaricata della realizzazione della Torino-Lione. Nei prossimi giorni una commissione dell'azienda stiler l'elenco di chi ha chiesto di partecipare e poi Telt ha 90 giorni per le verifiche e la prima scrematura: dovr ammettere chi ha i requisiti e scartare chi non li ha. Infine, ai primi di settembre, potr partire la gara vera e propria, con i capitolati d'appalto e la presentazione delle offerte da parte delle aziende ammesse. La procedura per scegliere i vincitori dei tre lotti durer circa 12 mesi, dunque potrebbe concludersi attorno al settembre 2020.. andata bene invece a Salbertrand, dove il sindaco S Tav Riccardo Joannas stato sconfitto dal NoTav Roberto Pourpour. Salbertrand sar importante nei prossimi anni, perch l previsto il grande cantiere lungo un chilometro dove dovrebbero essere portati tutti i materiali di scavo del tunnel e dove dovrebbe sorgere la fabbrica dei conci, gli anelli di calcestruzzo per rivestire la galleria. Per ora non possibile sapere quali e quante sono le imprese che hanno presentato a Telt la loro "manifestazione d'interesse". Sono state per 106 le aziende che hanno partecipato, tra aprile e maggio, ai tre incontri a porte chiuse organizzati dalla societ italo-francese a Roma, Parigi e Napoli. Provenienti da 16 Paesi tra cui Italia, Francia, Spagna, Olanda, Gran Bretagna, Svizzera, Australia, Hong Kong, Giappone, Corea, Malesia. Tra le italiane, hanno partecipato Pizzarotti, Cmc, De Eccher, Ghella" https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/29/a-telt-le-lettere-di-chi-vuol-fare-il-tav-3- mesi-per-dire-si/5216321/ 26 Maggio 19 FQ : "TRIVELLE, LA LEGA CI RIPROVA CON IL SEGNALE AI PETROLIERI Favori - Bloccato il tentativo di far saltare la moratoria siglata col M5S, ma la guerra solo rimandata. Le rassicurazioni di Giorgetti ai colossi di Luisiana Gaita La Lega riprova a sbloccare i permessi per la ricerca e la prospezione di petrolio e gas attraverso un emendamento al decreto legge Crescita, ma la manovra fallisce. Resta la prova che il compromesso faticosamente raggiunto con il Movimento 5 Stelle a gennaio 2019, con il via libera all'emendamento al decreto Semplificazioni (anche grazie al voto della stessa Lega), in realt al Carroccio non mai andato gi. Quell'accordo prevede uno stop alle ricerche in mare per 18 mesi, il tempo necessario a realizzare il "Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee (Pitesai)" che dovrebbe indicare dove possibile ottenere i permessi per le ricerche, ma anche l'aumento di 25 volte dei canoni annuali di coltivazione e stoccaggio per i petrolieri.." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/26/trivelle-la-lega-ci-riprova-con-il-segnale- ai-petrolieri/5207653/ 23 maggio 19 Repubblica : "GENOVA, CASAPOUND IN PIAZZA, SCONTRI TRA ANTAGONISTI E POLIZIA. Picchiato dagli agenti Stefano Origone, giornalista di Repubblica Cordone per proteggere il comizio di CasaPound, caricati gli antagonisti. Trauma cranico, costole e dita fratturate al nostro cronista. La procura apre inchiesta. Diversi feriti. Trenta persone al comizio di CasaPound. Il Pd: "Salvini chiarisca" Di Stefano Origone, Marco Preve e Massimiliano Salvo Manganellate e fumogeni contro i tentativi degli antagonisti di sfondare la zona rossa posta a difesa di piazza Marsala dove nel pomeriggio si tenuto il comizio di Casapound. La Genova antifascista scesa in piazza in via Roma davanti alla Prefettura per manifestare contro il primo evento all'aperto delle tartarughe nere, un'iniziativa che nella citt medaglia d'oro della Resistenza stato vissuto come un ulteriore passo dell'escalation dell'ultradestra. Botte dagli agenti al nostro cronista Stefano Origone, cronista di Repubblica che stava seguendo il presidio all'inizio di via Santi Giacomo e Filippo, stato caricato da un gruppo di una mezza dozzina di agenti lo ha aggredito pestandolo con manganellate e calci in tutto il corpo e alla testa. Come ha raccontato lui stesso stato ripetutamente colpito con manganellate e calci anche quando caduto a terra e ha urlato "Sono un giornalista": Solo l'intervento di un ispettore della Questura di Genova che lo conosce personalmente ha interrotto l'incredibile pestaggio. "Ho urlato che ero un giornalista - ha raccontato Origone - ma non si fermavano. Per fortuna alla fine un vicequestore che conosco personalmente li ha bloccati e mi ha portato in salvo". Poi aggiunge: "Non finivano pi. Respiro ancora con fatica, tutta la parte sinistra del corpo porta i segni delle manganellate". Origone ha due dita fratturate, una costola rotta, un trauma cranico, ecchimosi e ferite in tutto il corpo." https://genova.repubblica.it/cronaca/2019/05/23/news/casapound-227001578/ 24 Maggio 19 FQ : "GENOVA, BOTTE AL COMIZIO DI CASAPOUND. LA POLIZIA CARICA CHI MANIFESTA CONTRO Lacrimogeni e sassi - Finisce con 5 feriti (tra cui un giornalista) di Ferruccio Sansa Fuori 5mila persone. Dentro 22 persone, candidati di CasaPound compresi. In mezzo centinaia di poliziotti in tenuta antisommossa dietro grate alte tre metri. Il primo comizio dell'estrema destra nella storia di Genova finito con 5 feriti. Tra questi Stefano Origone, giornalista di Repubblica, preso a manganellate dalla polizia, poi tempestato di calci anche in testa dalle forze dell'ordine mentre era a terra e urlava: "Sono un giornalista!". finita con dita rotte e un trauma cranico. Da giorni Genova era in fibrillazione per il comizio di CasaPound mentre il Pd protestava: "Hanno concesso la piazza alla destra estrema e non a noi". In una citt dove ormai i consiglieri comunali di maggioranza con la fascia Tricolore partecipano alle commemorazioni d

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

Comments

You must log in to comment

×

Modal Header

Modal body