Newslettera del 2 genn 19

Jan 7, 2019 | | Category: Other |   | Views: 10 | Likes: 1

2 genn 19 NOTRIV, NOTAP e NOTAV a Matera, iniziative e assemblea NOTAV, Assemblea21 e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) QUESTA SEGUENTE MI SEMBRA UN BUON INIZIO PER MATERA CAPITALE DELLA CULTURA! UN AUGURIO CHE QUESTE INIZIATIVE SI MOLTIPLICHINO IN OGNI LUOGO E TENGANO VIVA LA VOGLIA DI LOTTARE ! MERCOLEDI' 2 GENNAIO ORE 17 CSOA "Fucine dell'ECO" Piazzetta Garibaldi - Sasso Barisano, Matera NO TRIV | NO TAP | NO TAV ORE 17.15 : NO TRIV, INTERVENTI SUL TERRITORIO E LOTTE PER IL FUTURO ORE 18 : NO TAV , STORIE DI 25 ANNI DI RESISTENZA IN VAL SUSA: QUESTO TRENO NON CI SERVE! ORE 18.45 : NO TAP, RESISTENZA SUL TERRITORIO: QUESTO GASDOTTO NON CI SERVE! ORE 19:30 DIBATTITO ORE 20:30 CENA SOCIALE "Alle Fucine dell'Eco ospiteremo, il 2 gennaio, tre grandi movimenti che hanno sempre sostenuto la loro contrariet alla costruzione di quelle grandi opere che danno profitti a pochi e che creano disastri ambientali, provocano un maggior numero di malattie e alterano l'equilibrio nelle popolazioni animali dei vari territori. Molte costruzioni alimentano il mercato della mafia e non danno uno sviluppo effettivo e all'avanguardia, promuovendo il mancato investimento nell'istruzione, nella sanit, nella manutenzione di strutture gi esistenti, diminuendo sempre pi la possibilit di ogni cittadino di respirare aria pulita, di vivere in armonia con la natura e di poter esercitare la libert di dissentire. LA TERRA NON NOSTRA, LA TERRA NON VOSTRA!" https://www.facebook.com/events/272313410102991 VENERDI' 4 GENNAIO DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerd abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. DOMENICA 6 GENNAIO ORE 8.30 Presidio NOTAV di Venaus BEFANA NOTAV A VENAUS RITROVO PER CHI HA VOGLIA DI LAVORARE ORE 12 : PRANZO BENEFIT PER PRESIDIO con Agnolotti, risotto dolce vino e ognuno porti qualcosa Prenotazioni telefonare a Biagio 3318300632 e Fulvio 3427285314 entro 3 gennaio PER INIZIARE A METTERE ORDINE FUORI E PENSARE INSIEME LE PROSSIME INIZIATIVE https://www.facebook.com/photo.php?fbid=571178706642396&set=a.224130011347269&type=3 &theater LUNEDI' 7 GENNAIO ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI "L'emergenza dei conti pubblici e la soluzione concreta dei problemi. I diritti vanno prima del pareggio di bilancio" VALUTAZIONE DELLE INIZIATIVE EFFETTUATE E SUL PROSEGUIMENTO "Assemblea21 ha lo scopo di condurre un'indagine indipendente e popolare sul debito del Comune di Torino, per contrastarne concretamente la legittimit e liberare risorse in direzione del soddisfacimento dei bisogni fondamentali della nostra comunit territoriale." VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MARTEDI' 8 GENNAIO ORE 21 al Sereno Regis, Sala Gandhi, via Garibaldi 13, Torino ASSEMBLEA NOTAV alle organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per organizzare le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l'odg verr deciso all'inizio della riunione MERCOLEDI' 9 GENNAIO DALLE ORE 11.30 nei terreni NOTAV alla Colombera entrando dal cancello della centrale elettrica di Chiomonte e sotto la tettoia in Clarea APERIPRANZO NOTAV Anche questo mercoled il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i pi giovani, ad un'abbondante merenda. INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: 10, 17, 24 E 30 GENNAIO SEMINARIO DI AUTOFORMAZIONE: CONOSCERE E RICORDARE IL PASSATO PER LOTTARE NEL PRESENTE PER IL GIORNO DELLA MEMORIA ANTIFASCISTA E ANTISIONISTA ORE 17, presso il Campus Einaudi dell'Universit di Torino, con ritrovo nell'atrio centrale PROGRAMMA: 1 GIOVEDI 10 GENNAIO- 1933: PATTO COL DIAVOLO Il boicottaggio ebraico della Germania e l'accordo commerciale tra nazisti e sionisti 2 GIOVEDI 17 GENNAIO- FRONTIERE CHIUSE AGLI EBREI La Shoah e le responsabilit degli Alleati: da Evian al fallimento delle operazioni di soccorso 3 GIOVEDI 24 GENNAIO- "LE STELLE SARANNO IL NOSTRO TESTIMONE" Letture e discussione daCinque anni nel ghetto di Varsavia, di Bernard Goldstein 4 MERCOLEDI 30 GENNAIO- AUTONOMIA NAZIONAL CULTURALE SENZA STATO La soluzione del Bund alla questione ebraica I TESTI DI RIFERIMENTO SONO SUL BLOG: https://www.antisionismo.altervista.org VENERD 18 GENNAIO A TORINO AL LOMBROSO 16 : "GILETS JAUNES: NATURA E PROSPETTIVE", ALLE ORE 20:15 in Via Lombroso 16, organizzato dalla CUB Piemonte https://www.facebook.com/events/351760465376086/permalink/352228055329327/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicit : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualit, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) 19 dic 18 NOTAV Info : "LA CISL SEGNALA I POMPIERI NOTAV CHE HANNO MANIFESTATO L'8 DICEMBRE Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri la lettera di Riccardo, pompiere e attivista sindacale, che insieme a molti colleghi ha partecipato alla manifestazione notav dell'8 dicembre a Torino in divisa, fieri come sempre, dietro allo striscione "Suma pumpista nen Suld". Per questo motivo la Cisl di categoria ha segnalato i pompieri al Direttore e ai comandanti provinciali, chiedendo di prendere provvedimenti nei loro confronti. Noi stiamo con i pompieri che si sono rifiutati di fare ordine pubblico negli anni passati, e tutt'ora, in Valle. Coloro con i quali molti notav hanno collaborato durante i giorni degli incendi devastanti per la nostra montagna. Il pompiere NOTAV paura non ne ha! Qui di seguito il testo: "Buongiorno a tutti i compagni lavoratori e colleghi Vigili del fuoco, con rammarico vi scrivo queste riflessioni in merito ad un documento rinvenuto su un gruppo facebook. In data 8 Dicembre assieme ad altri lavoratori VVF decisi di partecipare alla manifestazione No- Tav nelle vie di Torino in qualit di rappresentante sindacale USB , a nome di tutti i nostri iscritti , ma soprattutto come onesto cittadino , lavoratore e in nome del diritto di pensiero ed espressione e di farlo indossando gli indumenti di lavoro , come fanno gli operai nelle loro manifestazioni indossando le tute, gli avvocati le toghe i medici i camici i ferrovieri vestiti da ferrovieri etc etc" http://www.notav.info/post/la-cisl-segnala-i-pompieri-notav-che-hanno-manifestato-l8-dicembre/ MERCOLED 19 DICEMBRE FINALMENTE UN LIBRO DELLA COPPIA FASSINO- CHIAMPARINO che spiega i motivi della Torino Lione, dalla necessit di un corridoio che va fino a Kiev, e che Lisbona ha abbandonato per andare nel corridoio atlantico! TG R del 19-DIC-2018 ore 1400. https://www.youtube.com/watch?v=egqJzIKDw8c TONINELLI, FICO, CHIAMPARINO E PORCHIETTO SU TORINO LIONE TG R del 19-DIC-2018 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=_2UJemMhSQ4 GIOVED 20 DICEMBRE BLOOMBERG SVELA CHE L'ANALISI COSTI BENEFICI SULLA TORINO-LIONE BOCCER IL PROGETTO. Precisazioni di Toninelli, attacchi di Gariglio e Chiamparino, TELT propone la tutela della farfalla rara Zerynthia Polyxena scoperta dai NOTAV in Clarea TG R del 20-DIC-2018 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=lxchOgVTO1g 21 dic 18 NOTAV Info : "LA NUOVA SQUALLIDA CAMPAGNA DI TELT: IL CANTIERE TAV DIFENDE LA BIODIVERSIT Oggi due notizie in una dal titolo "un laboratorio per proteggere la farfalla Zerinzia". La prima che Virano vivo, dopo mesi di silenzio torna a parlare di avanzamento dei lavori, probabilmente depresso dall'invecchiamento del suo gioiellino di progetto di un tunnel di base rimasto sulla carta. Il direttore di TELT batte un colpo e lo fa per dirci che la Zerynthia polyxena, ormai celebre "Farfalla No Tav", verr "delimitata" per essere protetta dal futuro cantiere. Il tutto in una brillante conferenza stampa dove senza imbarazzo racconta della realizzazione di un ipotetico zoo dove possano monitorare la distruzione della natura della conca della Val Clarea da vicino. Ricordiamo per altro che la scoperta stata fatta dal Movimento No Tav, ignorata totalmente in precedenza, assente persino dalle costosissime ricerche fatte da TELT durante la stesura della valutazione di Impatto Ambientale." http://www.notav.info/post/la-nuova-squallida-campagna-il-cantiere-tav-difende-la-biodiversita/ 20 dicembre 18, Considerazioni di PresidioEuropa sull'Analisi costi benefici per la Torino- Lione: "LA GUERRA DE LA REPUBBLICA PER LA DIFESA DELLA TORINO-LIONE, GRANDE OPERA INUTILE E IMPOSTA L'UNICA ACB FINORA PRODOTTA CONTIENE DATI PALESEMENTE INATTENDIBILI Le ricadute positive del progetto Torino-Lione IL GIORNALE LA REPUBBLICA CONDUCE DA ANNI UN'ASPRA GUERRA contro chi si oppone allo scavo del tunnel di base di 57,5 km sull'esistente linea ferroviaria tra Torino e Lione. L'ultima cannonata dal titolo "Una partita truccata in cui l'arbitro non nasconde di essere da anni tifoso sfegatato di una delle due squadre" stata sparata il 15 dicembre scorso (VEDI IN FONDO). Per chi non ha seguito nei dettagli, questo quotidiano afferma che i tecnici nominati dal MIT ai quali stata commissionata un'Analisi Costi Benefici (ACB) sulla Torino-Lione stanno lavorando con un solo obiettivo: produrre un risultato negativo e trascurare tutte le positivit che i proponenti l'opera affermano sussistere. Il ministro e i consulenti hanno gi risposto a queste insinuazioni. Il quotidiano La Repubblica dovrebbe tuttavia ricordare ai suoi lettori la storia della prima e finora unica ACB completata, che risult positiva contro ogni ragionevolezza. Questa una delle ragioni per farne un'altra. Nel 2011 Mario Virano, allora Commissario governativo alla Torino-Lione, Presidente della Commissione Inter-Governativa italo-francese e Presidente dell'Osservatorio Tecnico della Torino-Lione, in vista dell'atteso Accordo con la Francia, fece realizzare dal promotore LTF un'ACB per rassicurare i decisori politici e l'opinione pubblica. Il coordinamento di questo studio fu affidato da Mario Virano a Oliviero Baccelli, professore a contratto della Bocconi, all'epoca rappresentante dei Comuni di Condove, Meana e Borgone di Torino all'interno dell'Osservatorio, e a Fabio Pasquali, Segretario generale della Delegazione italiana della CIG. I risultati dell'ACB disponibili dal 14 settembre 2011 furono nascosti all'opinione pubblica e ai decisori politici italiani e francesi che si sarebbero riuniti il 30 gennaio 2012 per firmare l'Accordo di Roma. Questo atteggiamento si configura come una grave infrazione all'obbligo contenuto nella Convenzione di Arhus, legge dello Stato, http://www.unece.org/fileadmin/DAM/env/pp/documents/cep43ital.pdf di dare pubblicit a questi dati. Ma per quale motivo il risultato dell'ACB fu tenuto nascosto? Crediamo perch le critiche alla conduzione dello studio, contenute nella stessa Analisi Costi Benefici, erano imbarazzanti...."] http://www.presidioeuropa.net/blog/progetto-torino-lione-acb-guerra-repubblica/ VENERD 21 DICEMBRE FOIETTA AFFERMA CHE LA REALIZZAZIONE DELLA TORINO- LIONE PERMETTEREBBE BENEFICI AMBIENTALI PER 21 MILIARDI. Cantiere nei tempi previsti TG R del 21-DIC-2018 ore 1930. https://www.youtube.com/watch?v=_JnNlDAYHeY VENERD 21 DICEMBRE SI SVOLTA LA CONFERENZA STAMPA DEL MOVIMENTO NO TAV TERZO VALICO Smontata in 5 giorni dall'ing Francesco De Milato l'analisi costi benefici realizzata in 5 mesi dal Ministero delle Infrastrutture. Alla fine della conferenza stampa, circa a 1 ora e 2 minuti, dopo la parte tecnica, Eugenio Spineto ha affermato che "...ANDIAMO AVANTI COME SEMPRE FATTO,... NON SO DIRE SE CI SAR UN'INIZIATIVA, MA CONTINUEREMO A PORTARE AVANTI QUESTA BATTAGLIA..." https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1097643670415280&id=310385959141059 https://youtu.be/23Outev5N00 Valuteranno la proposta di indire un'assemblea del Terzo Valico invitando altri movimenti entro gennaio, tenendo anche conto che il 20 gennaio 19 ambienti della borghesia genovese, collegati con quella torinese e con le madamin, stanno organizzando una manifestazione SI TAV a Genova Un'altra sferzata all'orgoglio NOTAV...! 14 dic 18 Genova 24 : "RIPRENDIAMOCI GENOVA CI RIPROVA E STAVOLTA 'CHIAMA' LA PIAZZA PER DIRE S ALLE GRANDI OPERE Meno di 1500 persone alla manifestazione che doveva unire la citt dopo il crollo del ponte, ora il nuovo tentativo 'civico' dopo il successo delle 'madamin' torinesi di Katia Bonchi ....A presentare la mobilitazione che si terr il prossimo 20 gennaio arrivata a Genova anche Patrizia Ghiazza una delle sette 'madamin' torinesi del comitato S tav: "' Il messaggio quello di dare sostegno a una serie di s che vuol dire s allo sviluppo s al lavoro e s alle instrastrutture visto che sia a Genova sia a Torino sentiamo molto importante questo tema di collegamento delle infrastrutture con l'Europa sia come infrastrutture materiali, sia virtuali".... https://www.genova24.it/2018/12/riprendiamoci-genova-ci-riprova-e-stavolta-chiama-la-piazza-per- dire-si-alle-grandi-opere-209873/ Movimento NOTAV, 23 dic 18: "COMUNICATO MOVIMENTO NOTAV DI SOLIDARIET AI NO TERZO VALICO : Il coordinamento dei comitati No Tav, riunitosi in data 19/12/2018 presso San Didero con questo comunicato vuole ufficializzare quanto gi scritto sui siti di movimento all'indomani della notizia del prosieguo dei lavori del Terzo Valico. I Comitati riuniti, infatti, nel ribadire la solidariet al movimento No tav Terzo Valico che per anni ha portato avanti una coraggiosa battaglia sul territorio contro la devastazione ambientale, la corruzione delle imprese coinvolte nei lavori e l'inutilit dell'opera, vogliono sottolineare l'assurda decisione del governo di proseguire i lavori nonostante l'analisi costi benefici dia ragione a chi per anni ha contrastato l'opera. Prima di questa infausta decisione, il governo ha altres dimostrato di non essere fautore del "cambiamento" tanto sbandierato durante la campagna elettorale, sostenendo l'avanzamento dei lavori del Tap, della Pedemontana e scegliendo la continuit per l'Ilva di Taranto nonostante la drammatica situazione del territorio. Distruggere il sistema delle grandi opere, inutili bancomat dei partiti e di imprenditori parassiti, tutelare il territorio e chi vi vive, dare priorit alle vere esigenze del paese non sono parole vuote, ma azioni che richiedono una presa di posizione netta, in discontinuit con le scelte dei passati governi. Continuiamo ad essere convinti che il futuro del paese sia nelle mani di chi dal basso continua ad organizzarsi, senza delegare ad alcun governo. Per questo riteniamo importante costruire nuovi momenti di confronto con tutte le realt incontrate a Venaus a met novembre per continuare a costruire insieme la manifestazione del 23 marzo a Roma contro le grandi opere inutili e per la difesa dei territori e del pianeta. Uniti nelle stesse lotte, non un passo indietro! http://www.notav.info/post/comunicato-di-solidarieta-ai-no-tav-terzo-valico/ Riflessioni di Erri De Luca: NATALE : "DI CHI LA FESTA? Nello scasso profondo dei nuclei familiari Natale arriva come un faro sui cocci e fa brillare i frantumi. Si aggiungono intorno alla tavola apparecchiata sedie vuote da tempo. Per una volta all'anno, come per i defunti, si va in visita al cerchio spezzato. Natale l'ultima festa che costringe ai conti. Non quelli degli acquisti a strascico, fino a espiare la tredicesima, fino a indebitarsi. Altri conti e con deficit maggiori si presentano puntuali e insolvibili. I solitari scontano l'esclusione dalle tavole e si danno alla fuga di un viaggio se possono permetterselo, o si danno al pi rischioso orgoglio d'infischiarsene. Ma la celebrazione non d tregua: vetrine, addobbi, la persecuzione della pubblicit da novembre a febbraio preme a gomitate nelle costole degli sparpagliati. Natale atto di accusa. Perfino Capodanno meno perentorio, con la sua liturgia di accatastati intorno a un orologio con il bicchiere in mano. Natale incalza a fondo i disertori. Ma giorno di nascita di chi? Del suo contrario, spedito a dire e a lasciare detto, a chi per ascoltarlo si azzittiva. Dovrebbe essere festa del silenzio, di chi tende l'orecchio e scruta con speranza dentro il buio. Converge non sopra i palazzi e i centri commerciali, ma sopra una baracca, la cometa. Porta la buona notizia che rallegra i modesti e angoscia i re. La notizia si fatta largo dentro il corpo di una ragazza di Israele, incinta fuorilegge, partoriente dove non c' tetto, salvata dal mistero di amore del marito che l'ha difesa, gravida non di lui. Niente di questa festa deve lusingare i benpensanti. Meglio dimenticare le circostanze e tenersi l'occasione commerciale. Non di buon esempio la sacra famiglia: scandalo il figlio della vergine, presto saranno in fuga, latitanti per le forze dell'ordine di allora. L dentro la baracca, che oggi sgombererebbero le ruspe, lontano dalla casa e dai parenti a Nazareth, si annuncia festa per chi non ha un uovo da sbattere in due. Per chi finito solo, per il viandante, per la svestita sul viale d'inverno, per chi stato messo alla porta e licenziato, per chi non ha di che pagarsi il tetto, per i malcapitati proclamata festa. Natale con i tuoi: buon per te se ne hai. Ma non vero che si celebra l'agio familiare. Natale lo sbaraglio di un cucciolo di redentore privo pure di una coperta. Chi in affanno, steso in una corsia, dietro un filo spinato, chi sparigliato, sia stanotte lieto. di lui, del suo ingombro che si celebra l'avvento. contro di lui che si alza il ponte levatoio del castello famiglia, che, crollato all'interno, mostra ancora da fuori le fortificazioni di Natale. https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/natale-2007-di-chi-la-festa-91607.html MERCOLED 26 DICEMBRE ALLA COLOMBERA DI CHIOMONTE SI SVOLTO IL CONSUETO APERIPRANZO NOTAV ANCHE LA STAMPA del 26 dic 18 ha fatto un servizio : "ANCHE DURANTE LE FESTE I NO TAV SI INCONTRANO AL CANTIERE DI CHIOMONTE Ogni mercoled e venerd dell'anno i militanti del Movimento No Tav si radunano davanti al cantiere dell'alta velocit di Chiomonte (To). Nonostante le festivit non rinunciano ai loro incontri settimanali, per ribadire il loro dissenso verso questa grande opera. Da alcuni anni i No Tav hanno il permesso di entrare all'interno del cantiere per godere dei loro terreni, coltivare le vigne e curare le apiculture." Servizio di Davide Arcuri VIDEO : https://www.lastampa.it/2018/12/26/cronaca/anche-durante-le-feste-i-no-tav-si- incontrano-al-cantiere-di-chiomonte-itsdGhYcXEAYCFtmC1Bw6O/pagina.html 27 dicembre 18 Comunicato Stampa del Coordinamento Nazionale No Triv: "TRIVELLE, NUOVO VOLTAFACCIA DEL MISE E DEI CINQUESTELLE. DIMISSIONI SUBITO! Il 21 Dicembre 2018 il Consiglio dei Ministri ha deliberato di costituirsi innanzi alla Corte Costituzionale nel conflitto di attribuzione tra Stato e Regione, promosso dalla Regione Basilicata avverso la sentenza del Consiglio di Stato, Sezione IV, n. 5471/2018. Stato da una parte, dunque, e Regione dall'altra, per decidere il futuro dell'istanza del permesso di ricerca (rappresentante unico Rockhopper) noto come "Masseria La Rocca", 13,5 kmq, in provincia di Potenza. La Regione Basilicata nel 2016 aveva negato il rilascio dell'Intesa, scatenando la reazione della societ petrolifera che nel maggio del 2018 otteneva dal Tar Basilicata l'annullamento della delibera di Giunta con cui la Regione aveva negato l'Intesa. La Regione era ricorsa al Consiglio di Stato contro l'esercizio dei poteri sostitutivi da parte del Governo, uscendone sconfitta a seguito della Sentenza n.5471/2018. A seguire, su richiesta congiunta del Comitato No Triv Brindisi Montagna, del sindaco di Brindisi Montagna, del Coordinamento No Triv Basilicata, Regione e Comune di Brindisi Montagna avevano sollevato un conflitto di attribuzione dinnanzi alla Corte Costituzionale, per far valere le prerogative decisorie a difesa dei diritti di partecipazione, di tutela del territorio e della salute, della democrazia. Cosa fa il Governo a questo punto? Lo scorso 21 Dicembre delibera di costituirsi "in giudizio" contro la Regione e, di fatto, contro il Comitato No Triv Brindisi Montagna, contro il sindaco di Brindisi Montagna, contro il Coordinamento No Triv Basilicata, cos creando le condizioni per uno sbocco della vicenda favorevole alla Rockhopper Exploration & soci." https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/posts/2225624601034445?__tn__=K-R 28 dic 18 VIDEO: "PRECISAZIONI SU "MASSERIA LA ROCCA" DELL'ON MIRELLA LIUZZI ED DEL SOTTOSEGRETARIO CON DELLEGA ALL'ENERGIA DAVIDE CRIPPA" https://www.facebook.com/mirellaliuzzim5s/videos/vb.363599830408653/325082511425387/?type =2&theater 29 Dicembre 2018 Coordinamento Nazionale No Triv: "MASSERIA LA ROCCA, LA QUESTIONE E' TUTT'ALTRO CHE CHIARITA Secondo il sottosegretario Crippa non esisterebbe alcuna deliberazione di consiglio dei ministri di stop al progetto. Punto secondo: forma e sostanza sono la stessa cosa. A quando la pubblicazione degli atti? Quando il Consiglio dei Ministri avrebbe deliberato di "respingere la richiesta di proroga al permesso di ricerca Masseria La Rocca"? In materia di infrastrutture energetiche, grandi opere e governo del territorio - e non solo -, forma e sostanza sono la stessa identica cosa: Governo, Regioni ed enti territoriali si esprimono per atti di cui necessario che tutte/i conoscano contenuti e motivazioni. I video su facebook sono altra cosa. Proprio per rispetto di quel principio di trasparenza che M5S in passato ha sempre preteso, a ragione, da altri, e che noi stessi abbiamo invocato di recente nei confronti del Governo Gentiloni, pretendiamo la pubblicazione integrale di entrambe deliberazioni adottate dal Consiglio dei Ministri; per intenderci, la prima riguardante lo stop temporaneo a Masseria La Rocca, la seconda sulla costituzione in giudizio. Punto terzo: la costituzione in giudizio non era atto dovuto ed il giudizio non "decadr" automaticamente La costituzione in giudizio non era affatto un "atto dovuto" ed il giudizio della Corte non "decadr" automaticamente a seguito di un'eventuale decisione che il Consiglio dei Ministri dovesse adottare per ottenere lo stop definitivo a Masseria La Rocca." https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/posts/2226385497625022?__tn__=K-R E NON E' ANCORA FINITA: VIA LIBERA ALLA SHELL SUI PERMESSI "PIGNOLA", "LA CERASA" E "MONTE CAVALLO" 28 dic 18 Terra di frontiera di Antonio Bavusi : "VIA LIBERA ALLA SHELL DALLA COMMISSIONE TECNICA MINISTERIALE La Commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale Via-Vas del ministero dell'Ambiente ha rilasciato parere positivo alle nuove istanze della Shell, per le ricerche petrolifere denominate "Pignola", "La Cerasa" e "Monte Cavallo" in Campania e in Basilicata. LA DECISIONE STATA PRESA NONOSTANTE I PARERI CONTRARI ESPRESSI DALLE REGIONI i cui rappresentanti hanno disertato le sedute della Commissione Via dagli enti locali, dal Parco Appennino Lucano Val d'Agri-Lagonegrese, da imprenditori, associazioni e comitati. https://www.terredifrontiera.info/via-libera-shell/ 2 gennaio 19 Coordinamento Nazionale No Triv: "TRIVELLE E MANOVRA 2019 : I MURI DI GHISA LEGHISTI INFRANGONO I SOGNI PENTASTELLATI Da qualche giorno la Finanziaria 2019 legge a tutti gli effetti: reca il numero 145 del 30 dicembre 2018 ed in Gazzetta Ufficiale dal giorno seguente. Una prima lettura delle 211 pagine di cui consta l'articolato non rileva traccia di alcune innovazioni riguardanti le "trivelle", di cui erano stati preannunciati i contenuti nel corso del tormentato iter di discussione ed approvazione. Le reazioni del mondo Oil&Gas (non solo quelle di Confindustria ma anche quelle di Femca-Cisl) sono state tali da spingere e costringere la Lega ad intervenire per stroncare sul nascere qualsiasi velleit dei Cinque Stelle, sull'onda lunga della strigliata ricevuta da Salvini dal blocco del S Tav, da Confindustria e dalle altre associazioni di categoria in occasione del famoso incontro del 9 dicembre al Viminale. E cos stato: la volont di assicurare la stabilit del Governo ha prevalso su tutto il resto. Dopo l'approvazione della manovra la faccenda "trivelle" appare ancor pi complicata: a fronte delle decine di istanze di permesso che si trovano nella fase decisoria, la componente pentastellata del Governo non in grado di imporre all'alleato i cambiamenti normativi necessari affinch le strutture tecniche del Mise -e non il Consiglio dei Ministri che non ha competenza nella gestione dei procedimenti amministrativi- possano astenersi dalla firma dei decreti di rilascio dei permessi. Il nodo politico ancor prima che tecnico: come pensa M5S, in siffatta situazione, di bloccare il far west delle trivelle, Masseria La Rocca compresa?..." https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/posts/2229423963987842?__tn__=K-R VENERDI' 28 DICEMBRE ALLA CONFERENZA DI FINE ANNO PER LA REGIONE PIEMONTE: per Chiamparino tutto positivo, tranne che per la Torino- Lione, e attacca il Governo sul Commissario Straordinario, in quanto sembra che l'intenzione sia quella di non rinnovarlo. Il Presidente Conte assicura che la decisione definitiva sar presa prima delle elezioni europee TG R del 28-DIC-2018 ore 1400. TAV https://www.youtube.com/watch?v=5lCwCfa4XKY TG R del 28-DIC-2018 ore 1930. TAV https://www.youtube.com/watch?v=JwZ4DQDvrX8 SABATO 29 DICEMBRE LA SINDACA DI TORINO CHIARA APPENDINO NELLA CONFERENZA STAMPA DI FINE ANNO, ha dichiarato che la chiusura dell'Osservatorio una scelta coerente, la citt di Torino ne era gi uscita, in quanto ritenuto inutile. Privilegiare il trasporto locale in particolare per Torino la Metro 2. TG R del 29-DIC-2018 ore 1400. TAV https://www.youtube.com/watch?v=pDxQBsT0mTM TG R del 29-DIC-2018 ore 1930. TAV https://www.youtube.com/watch?v=JvmX0XgXW_s LUNED 31 DICEMBRE FESTA NO TAV DI CAPODANNO A SAN DIDERO QUALCHE FOTO: https://photos.app.goo.gl/CXcjasghfrG47aEv5 MARTED 1 GENNAIO I FOLLETTI ILLUMINANO LA NOTTE DELLA CLAREA https://photos.app.goo.gl/wRDi6mivfyD7K2xq5 BUON 2019 A TUTTE E A TUTTI I NOTAV Da NOTAV Info : Passa un altro anno della nostra storia. Un altro anno senza un centimetro di Tav. Un altro anno di passione, di lotta e di Resistenza. Un altro anno in cui abbiamo imparato, in movimento, quanto sia possibile unirsi tutti insieme e diventare imbattibili, nelle difficolt come nei grandi momenti di gioia. Pensiamo al 2019 con le immagini, negli occhi e nel cuore, dell' 8 dicembre a Torino e anche dell'8 dicembre del 2005 a Venaus, perch siamo gli stessi nello spirito, ma siamo sempre di pi nel numero. Buon 2019 a chi non si arrende. Buon 2019 a chi ha scelto da che parte stare, a chi parteggia, a chi si sente partigiano. Buon 2019 a chi resiste con un sorriso Buon 2019 a tutte e a tutti i NOTAV Avanti! http://www.notav.info/post/buon-2019-a-tutte-e-a-tutti-i-notav/ AUGURI PER IL 2019 CON I DIGIUNI DELL'EGO IDEA NATA DALLO SCIOPERO DELLA SCUOLA DI GRETA THUNBERG da parte di Alfonso Navarra "Se ci teniamo davvero al futuro di una civilt in cui fare vivere dignitosamente i figli dei figli l'invito che rivolgiamo alle persone di buona volont quello di prendere ad esempio lo "sciopero della scuola" di una piccola svedesina, Greta Thunberg, che riuscita a parlare dalla tribuna della COP24; e perci dedicare almeno un giorno alla settimana all'impegno per i problemi globali dell'umanit.! http://www.disarmistiesigenti.org/buon-2019-con-gli-scioperi-dellego/ IL DISCORSO DI GRETA ALLA COP 24 DI KATOVIZE (sottotitolato in italiano): "Una 15enne svedese, Greta Thunberg, ogni venerd non entra a scuola per protestare davanti al Parlamento svedese. Chiede agli eletti il rispetto degli impegni presi a Parigi sul clima: "lasciare i combustibili fossili nel sottosuolo, concentrarsi sull'eguaglianza". Alla COP24 in Polonia ha parlato dal palco ufficiale della Conferenza ONU. Discorso bellissimo, davanti a capi di Stato e di governo, da leader morale del mondo: sarebbe veramente una grande gioia per tutti se il Pianeta fosse salvato dai ragazzini, visto che noi anziani stiamo facendo cilecca!..." https://it-it.facebook.com/poterealpopolo.org/videos/greta-thunberg-alla-cop24/782673772087770/ "IL SOLE DI PARIGI" (pubblicato in vista della COP24 di Katowice) https://drive.google.com/file/d/1W1i-2KiuSq0XS6nQYCVrTm7WybfArQNs/view 26 dic 18 Rivista eco : "COP24, UNA INTESA AL RIBASSO (MA DI QUESTI TEMPI SI PU FORSE TIRARE UN SOSPIRO DI SOLLIEVO). L'Italia candidata ad ospitare la COP26 Alfonso Navarra Uno dei punti pi controversi che ha ritardato i lavori stato ovviamente quello dei soldi: come i paesi pi ricchi aiuteranno quelli in via di sviluppo nella transizione energetica (ed anche nelle emergenze climatiche che andranno ad aumentare). Attivare il Green Climate Fund istituito a Parigi decisivo: gli Stati pi ricchi si erano impegnati a versare 100 miliardi di dollari entro il 2020. Ad oggi per il sito web del Fondo evidenzia solo investimenti di 4,6 miliardi di dollari in 93 progetti. Ma il principale contrasto emerso ha riguardato l'ultimo rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazioni Unite, che si occupa di analizzare scientificamente l'andamento del clima e di produrre modelli sulla sua evoluzione. Nel rapporto l'IPCC ha confermato che un aumento medio della temperatura globale di almeno 1,5C sui livelli preindustriali ormai inevitabile avverr nei prossimi 12 anni e che per tenersi entro i 3C di aumento complessivo sar necessario tagliare le emissioni di anidride carbonica del 45 per cento (almeno) entro il 2035 per arrivare al 100% entro il 2050. In mancanza di azioni radicali, la temperatura media aumenter oltre i 2 C portando a eventi climatici pi estremi e cambiando il clima di intere aree geografiche, con conseguenze drammatiche per milioni di persone." https://rivistaeco.it/cop24-una-intesa-al-ribasso-ma-di-questi-tempi-si-puo-forse-tirare-un-sospiro- di-sollievo-litalia-candidata-ad-ospitare-la-cop26/ 26 dic 18 Rivista Eco: "RENDERE LA TRANSIZIONE EQUA, GIUSTA, INCLUSIVA" Alfonso Navarra La societ civile internazionale le attiviste e gli attivisti, gli studenti, le ONG, gli avvocati, i leader delle comunit indigene era presente dentro il Palazzo con Osservatori accreditati, fuori con i suoi presidi e le sue mobilitazioni; e ed stata propulsiva nel promuovere un elemento primordiale della consapevolezza pi generale necessaria: il nodo dei diritti umani. Iniziative e manifestazioni varie nei corridoi della conferenza e in citt hanno fatto pressione sui governi per fare inserire i diritti umani nel Rulebook evitando che potesse permanere il loro relegamento nel preambolo dell'Accordo di Parigi. Nelle linee guida adottate "sembrano mancare elementi essenziali per rendere la transizione equa, giusta, inclusiva e per dare risposte ai pi vulnerabili che purtroppo restano ancora poco tutelati". stato questo il commento della Rseau Action Climat, che raccoglie decine di associazioni ambientaliste secondo cui il documento non include i temi dei diritti umani, della sicurezza alimentare, dell'uguaglianza di genere." https://rivistaeco.it/rendere-la-transizione-equa-giusta-inclusiva/ INTERESSANTE ARTICOLO dall'originale su E-Bulletin N1446, July 10, 2017 (Traduzione di Dante Lepore per PonSinMor, 16 luglio 2017): "UN MOVIMENTO DI RESISTENZA PER IL PIANETA Il cambiamento climatico fuori controllo. gi troppo tardi per evitare le alte temperature, la scarsit d'acqua e le condizioni climatiche estreme. Ma la struttura finanziaria del capitalismo legata ai combustibili fossili. Le soluzioni basate sul mercato sono inefficaci. John Bellamy Foster, professore di sociologia presso l'Universit dell'Oregon e direttore di Monthly Review, parla circa il tipo di programma necessario per fermare questa catastrofe. stato intervistato da Juan Cruz Ferre per Left Voice dove il testo fu pubblicato per primo. John Bellamy Foster (JBF): Siamo in una situazione di emergenza nell' epoca Antropocene in cui la rottura del sistema terra, particolarmente il clima, sta minacciando il pianeta come luogo di abitazione umana. E tuttavia, il nostro sistema politico-economico, il capitalismo, orientato principalmente all'accumulo di capitale, che ci impedisce di affrontare questa enorme sfida e accelera la distruzione... JCF: Se la conversione in energia rinnovabile potrebbe arrestare o invertire la marcia della crisi ambientale, perch non ci muoviamo in quella direzione al giusto ritmo? JBF: La risposta breve "profitti." La risposta lunga va verso qualcosa come questo: ci sono due ostacoli principali: 1) gli interessi costituiti che sono legati all'interno del complesso finanziario dei combustibili fossili e 2) il pi alto tasso di redditivit dell'economia deve essere ottenuto dall'economia del combustibile fossile. Non solo una questione di energia di ritorno sull'investimento di energia.. La struttura finanziaria, comprendente le pi grandi banche e Wall Street, molto strettamente collegata all'economia del combustibile fossile. I combustibili fossili del sottosuolo rappresentano riserve di trilioni di dollari in attivit che hanno gi un effetto reale nell'economia odierna nel senso che appaiono sui libri finanziari delle corporation anche se bruciando tutte queste riserve, che finiscono per rompere i tempi di budget del clima di 5 o 6 punti al di sopra, e significherebbe mandarci ad un clima infernale. Ma questi trilioni di dollari in beni associati con le riserve di combustibili fossili finirebbero semplicemente per svanire se la combustione di combustibili fossili dovesse cessare. Non c' nessun equivalente rispetto al solare o all'eolico in termini di patrimonio.. Il movimento di resistenza a questo deve quindi essere una difesa dell'umanit stessa in tutti i suoi aspetti. Se possiamo unire in quello che chiama Harvey un movimento Co-rivoluzionario orientato alle esigenze di riproduzione sociale e allo sviluppo umano sostenibile, con la lotta per salvare la terra come luogo di abitazione umana, allora possiamo ottenere un risultato. Ma questo deve essere un movimento gigantesco, deve unirsi con i tutti lavoratori nel mondo, deve opporsi all'imperialismo e alla guerra. Tutte queste cose sono collegate. Il movimento per il clima centrale nel senso del triage, ma si pu vincere solo da qualche parte se noi combattiamo su ognuno dei fronti, o se combattiamo su un unico grande fronte. Il modello forse il movimento di giustizia ambientale in tutto il mondo, e ci che Naomi Klein chiama "Blockadia" in piedi per le barricate del nostro tempo. Io sostengo che ci dipende dall'emergere di un proletariato ambientale (pi visibile oggi nel sud del mondo) dove si preso coscienza che le nostre lotte materiali sopra l'ambiente in cui viviamo e respiriamo e lavoriamo sono davvero la stessa lotta......" https://ponsinmor2010.blogspot.com/2018/12/un-movimento-di-resistenza-per- il.html?spref=fb&fbclid=IwAR1QizxH2Pb_JG_jPDlJ5E27j_FotYhr_8RgrZFpz8WwK2gODCYV1 5cNPyI MARTED 1 GENNAIO BOLSONARO SI INSEDIA COME PRESIDENTE DEL BRASILE. Guider un governo di ultradestra, con due sole donne e sette militari (Vedi articolo in R.S. ALLEGATA) Qui un'analisi sulla situazione brasiliana che sicuramente estrema e pericolosa ma purtroppo mi sembra nella tendenza predominante oggi in molte altre parti del mondo e anche in Italia. L'autore Gigi Eusebi, che ha un'esperienza nella solidaiet internazionale, tanto che stato il responsabile per l'economia solidale nel Ministero dello Sviluppo Agrario nel primo governo di Lula Da Silva dal 2003 al 2006 e quindi conosce molto bene la situazione del Brasile, ed anche sempre stato contemporaneamente un NOTAV perch vede elementi comuni tra le nostre battaglie e quelle del Sud del mondo "LA POLTRONA AGGIUSTA" LA SCONFITTA DELLA DEMOCRAZIA IN BRASILE ALL'INIZIO DELL'ERA BOLSONARO Gigi Eusebi Nel 1933 Adolf Hitler raggiunse il potere in Germania con un voto democratico. A fine 2018 l'ex capitano dell'esercito Jair Bolsonaro stato eletto presidente del Brasile, ottenendo 57,4 milioni di voti, su 147 milioni di elettori. L'avversario nel secondo turno, rappresentante del PT (Partito dei Lavoratori), ex-ministro dell'educazione, ex-sindaco di San Paolo, nonch professore universitario, Fernando Haddad, ha ricevuto 47 milioni di voti. Se si conteggiano 31,3 milioni di astenuti, 8,6 milioni di voti annullati e 2,4 milioni di voti in bianco, quasi 90 milioni di brasiliani non hanno votato per Bolsonaro. Molti si sono chiesti come sia stato possibile che dopo oltre 30 anni di teorica democrazia sia stato eletto presidente un oscuro, grezzo, mediocre deputato federale, palesemente non preparato, favorevole alla tortura e all'uccisione di prigionieri e oppositori, difensore della dittatura militare che ha soggiogato il paese per 21 anni. Nulla avviene per caso! Vari fattori si sommano nell'ascensione di Bolsonaro, sconosciuto fino a pochi mesi prima delle elezioni E adesso che si fa?.... Le forze popolari ritornare al lavoro di base che tanto importante stato negli anni successivi alla dittatura militare. Il movimento progressista ridisegnare un progetto sociale e politico coerente e realizzabile, che tenga conto delle moderne tecnologie comunicative e che valorizzi e riproponga valori etici di inclusione sociale. In caso contrario probabile che in un Brasile che vuole uscire dai gi edulcorati accordi sul clima di Parigi per la riduzione dell'inquinamento e della temperatura globale, si prospetti un'epoca di riscaldamento degli istinti pi primitivi e dell'effetto serra dei diritti umani" http://fabionews.info/View.php?id=21368 L'ACCADEMIA DELLA CRUSCA SU "TERMOVALORIZZATORE" "Tra i temi al centro del dibattito negli ultimi giorni c' quello dello smaltimento dei rifiuti. La discussione incentrata sull'utilizzo degli inceneritori. Qualche anno fa l'Accademia della Crusca spiegava gi perch non si pu accettare il termine "termovalorizzatore" Si tratta in realt di impianti di incenerimento in cui i rifiuti vengono smaltiti mediante un processo di combustione ad alta temperatura che produce ceneri, polveri e gas come quelli preesistenti, con la differenza che il calore prodotto viene recuperato e utilizzato per produrre vapore e quindi energia elettrica. Stando cos le cose, una denominazione pi esaustiva e meno ambigua dovrebbe essere quella di inceneritore con termovalorizzazione (ha circolato inceneritore con recupero energetico, che non ha avuto molta fortuna), ma certamente scattata, a questo punto, la ricerca di brevit, propria del linguaggio tecnologico, e ne derivata la semplificazione, che ha anche spostato il maggior carico semantico nel nome di agente dato alla parte dell'impianto che crea valore con la combustione dei rifiuti" https://www.rivistamicron.it/notizie/laccademia-della-crusca-su-termovalorizzatore/ "ARCHIVIATO. L'OBBLIGATORIET DELL'AZIONE PENALE IN VALSUSA" E' ON LINE! https://www.youtube.com/watch?v=Ev7Sa-cuz5w "Archiviato il film pi visto da chi ha cuore la giustizia e pi osteggiato da chi lavora nel campo della legge. Il pi vietato negli ambiti della magistratura Il film che ha fatto scandalizzare i "democratici" perch presentato senza contraddittorio Il film che nonostante gli inviti a giudici e magistratinon ha mai visto nessuno accettare per un contraddittorio Il documentario pi puntuale e preciso sull'azione della procura torinese oggi coinvolta in una resa dei conti patetica 27 sett 18 NOTAV Info : "ARCHIVIATO IL FILM COMPLETO ONLINE" http://www.notav.info/post/archiviato-il-film-completo-online/ "UN VIAGGIO CHE NON PROMETTIAMO BREVE. 25 ANNI DI LOTTE #NOTAV " SCARICABILE GRATUITAMENTE in Pdf, ePub, Kindle IL LIBRO DI WU MING 1 "Un viaggio che non promettiamo breve uscito alla fine del 2016 e oggi, alla buon'ora, lo mettiamo a disposizione in download gratuito, senza DRM, in quattro diversi formati https://www.wumingfoundation.com/giap/2018/10/scarica-un-viaggio-che-non-promettiamo- breve/#more-35137 SCARICA "UN VIAGGIO CHE NON PROMETTIAMO BREVE": ePub Kindle (Mobi) Kindle (azw3) Pdf https://www.wumingfoundation.com/italiano/Wu_Ming_1- Un_viaggio_che_non_promettiamo_breve.pdf ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 20 dic 18 Valsusa Oggi : "CHIOMONTE, NEL CANTIERE TAV UN LABORATORIO PER PROTEGGERE LA FARFALLA ZERINZIA Nel cantiere Tav di Chiomonte nascer un laboratorio di ricerca per proteggere la rarissima farfalla Zerinzia Polissena. Lo ha annunciato oggi il direttore di Telt, Mario Virano: "I ricercatori dell'Universit di Torino proseguiranno il censimento. L'oasi pi vicina al cantiere, per tre ettari complessivi tra Chiomonte e Giaglione, verr delimitata per proteggere la Zerinzia". Virano ha garantito che "la Zerinzia si trova in un'area fuori dal cantiere ed esterna alla variante che sar realizzata per il tunnel di Base. Non prevediamo che le nuove parti di cantiere interferiscano con l'area di presenza della Zerinzia. In fase di progetto esecutivo siamo comunque disponibili a ridisegnare le aree necessarie su lavori, per preservare la farfalla protetta". Alla presentazione ha partecipato la professoressa Simona Bonelli, docente universitaria a Torino. La prima segnalazione della presenza della Zerinzia in Val Clarea arrivata nel 2017 grazie al guardaparco Luca Anselmo." http://www.valsusaoggi.it/valsusa-nel-cantiere-tav-un-laboratorio-per-proteggere-la-farfalla- zerinzia/ 21 dic 18 Stampa : "LA FARFALLA SFIDA IL TRENO E LA TAV PROTEGGER LA RARISSIMA ZERINZIA Fabrizio Assandri TORINO Un'oasi naturalistica per farfalle nel cantiere Tav. Intorno a Chiomonte vive una specie a rischio, la bella e delicata Zerinzia, che si nutre di una pianta velenosa e per questo ha le ali colorate che mettono in guardia i predatori. Era stata segnalata come possibile ostacolo all'opera, perch i cantieri avrebbero potuto comprometterne l'habitat. Invece sar tutelata proprio da Telt, societ incaricata dei lavori della Torino-Lione. Mettete anche la farfalla nell'analisi costi-benefici sulla Tav. Ovviamente sul piatto dei benefici - dice Mario Virano, direttore generale di Telt - . Le anticipazioni per cui l'analisi voluta dal governo avr esito negativo? Oltre all'analisi costi-benefici dovranno essere messe in gioco tali e tante valutazioni, nazionali e internazionali, che credo alla fine faranno sentire il loro peso, resto fiducioso nell'avanzamento dell'opera. Il cantiere di Chiomonte ospiter un laboratorio universitario per studio e tutela della biodiversit, con la protezione della Zerinzia. Telt obbligata dalle prescrizioni a non distruggere la specie ma siamo andati pi in l. Ieri sono partite le lettere, a firma Telt, dirette a 17 abitanti di Chiomonte e 23 di Giaglione. Non annunciano espropri legati al cantiere, ma la delimitazione di 3 ettari di propriet privata: saranno cintati per lasciare un corridoio naturale alle farfalle." https://www.lastampa.it/2018/12/21/societa/la-farfalla-sfida-il-treno-e-la-tav-protegger-la-rarissima- zerinzia-NDbPIROhgfeItdRZmOTrhJ/premium.html 21 dic 18 Stampa : "TUTTI CONTRO IL GOVERNO: "ANALISI INATTENDIBILE, ORA BASTA MANFRINE" La fuga di notizie sull'esito dell'analisi costi-benefici. Chiamparino: l'incertezza dannosa. Critiche da Pd e Forza Italia: Toninelli pubblichi i dati Andrea Rossi Torino Il direttore di Telt Mario Virano prudentissimo: Non commentiamo indiscrezioni e voci; attendiamo fiduciosamente il documento ufficiale. La fuga di notizie sull'esito dell'analisi sui costi e benefici della Torino-Lione semina ulteriore incertezza l dove proprio non ce ne sarebbe bisogno. Da mesi da Telt, la societ italo-francese costituita per gestire i cantieri, alle istituzioni, alle forze politiche e produttive, tutti attendono il verdetto della commissione presieduta dal professor Marco Ponti incaricata dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli di verificare se alle condizioni attuali sia pi conveniente proseguire i lavori della Tav o fermarsi qui come vorrebbe il Movimento 5 Stelle. Un nervosismo sempre pi palese, come dimostrano gli strali delle imprese, l'ennesima bordata del presidente della Regione, le critiche di Pd e Forza Italia ma anche i silenzi, dei CInquestelle e quello sempre pi imbarazzato della Lega." https://www.lastampa.it/2018/12/21/cronaca/tutti-contro-il-governo-analisi-inattendibile-ora-basta- manfrine-bCfZDD6Fi4t2f5wfu5tscN/pagina.html 22 dic 18 Avvenire : "VAL SUSA. TAV, PROGETTO NON SOSTENIBILE Paolo Lambruschi Inviato ad Almese Tra i cattolici della Val Susa, storicamente contrari alla Torino-Lione: il riferimento la 'Laudato Si'' Ambiente e traffico merci, troppa ideologia e disinformazione Don Silvio Bertolo e l'ingegner Tartaglia del Politecnico di Torino animano da decenni la riflessione delle comunit cristiane sull'utilit del collegamento ferroviario: bisogna saper leggere i segni dei tempi Da anni si oppongono pacificamente alla realizzazione dell'alta velocit in Val di Susa. Sono donne e uomini impegnati nelle parrocchie riuniti nel Gruppo Cattolici per la Vita della Valle. Alcuni si riconoscono in Pax Christi, tutti rappresentano le posizioni no Tav espresse nel tempo anche da diversi comuni e hanno aperto un dialogo con i vescovi piemontesi. Quattro anni fa hanno scritto al Papa, la cui enciclica 'Laudato S' ritengono un riferimento per dire no all'opera in nome della cura del Creato. Alla vigilia dell'analisi costi benefici della apposita commissione di esperti che, nonostante le indiscrezioni, attesa ufficialmente entro il 31 dicembre, hanno chiesto ad Avvenire di ribadire le loro tesi in un incontro, avvenuto nella parrocchia della Nativit di Maria ad Almese con il parroco don Silvio Bertolo, cui ha partecipato l'ingegner Angelo Tartaglia, docente di Fisica al Politecnico di Torino e membro della Commissione tecnica che supporta l'Unione montana Valsusa e il Comune di Torino per il progetto.. Non sono stati infatti nemmeno indetti gli appalti per far iniziare i lavori. Chiedono infine di leggere i segni dei tempi . La Val di Susa si distingue per mettere a confronto due opzioni esistenziali: il culto economico della 'crescita infinita', di cui le 'Grandi Opere' sono paradigma; e un approccio filosofico in cui l'uomo vuole uscire dalla condanna di una visione esclusivamente economicistica della vita. https://www.avvenire.it/attualita/pagine/tav-progetto-non-sostenibile SCAMBIO DI OPINIONI TRA GIAN CARLO CASELLI E MARCO PONTI 24 dic 18 Huffington Post : "SE TONINELLI TRASFORMA IL TAV IN BURLA dal blog di G.C. Caselli ..Quel che si stenta a capire l'allergia del ministro per le commissioni d'indagine. Se ne forma una, inciampa. Prima la commissione sul ponte Morandi di Genova: un decollo faticoso, perch vari "pezzi" scelti dal ministro non andavano bene. Poi la commissione di indagine sul rapporto costi/benefici del TAV, la cui composizione da pi parti contestata. Non avrebbe i requisiti di terziet e obiettivit che per definizione devono caratterizzare ogni analisi che voglia esprimere valutazioni corrette e affidabili. acclarato infatti (lo provano resoconti anche fotografici) che il "capo" della commissione ha partecipato ad incontri No-Tav organizzati da No-Tav, ed notorio che costoro dialogano unicamente con le persone con cui sono in sintonia, mentre chi dissente non merita alcuna interlocuzione, semmai ostilit se non peggio." https://www.huffingtonpost.it/gian-carlo-caselli/toninelli-trasforma-il-tav-in- burla_a_23626185/?utm_hp_ref=it-homepage 28 dic 18 FQ : "TAV, I CONTI SEPARATI DALLE OPINIONI di Marco Ponti Spiace molto che Gian Carlo Caselli, figura per tutta la sua vita di magistrato cos attento alla verit, anche assumendosi rischi personali estremi, abbia improvvisamente preso per buone le notizie di una serrata campagna di stampa contro l'attuale operazione di valutazione socioeconomica di progetti pubblici molto costosi e molto controversi.. Certo che sarebbe stato meglio fare un concorso internazionale per selezionare i valutatori, chi scrive lo ha sempre sostenuto. Ma questo avrebbe richiesto verosimilmente tempi molto lunghi tra gara e svolgimento delle analisi, e costi molto magg

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body