maffiotti

May 16, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 15 | Likes: 3

QUESTO COMUNICATO STAMPA E' STATO FINORA IGNORATO DAI GIORNALI LOCALI. L'INFORMAZIONE E' ASSICURATA DAL SITO DELLA RETE E DIRETTAMENTE A 24MILA UTENTI (ASSOCIAZIONI, RETI E SINGOLI) TRAMITE MAILINGLIST NAZIONALE Maffiotti (Arpa) non pu non sapere I giornali si interrogano (leggi La Stampa) sul "mistero" dei pozzi di Novi Ligure con solventi cento volte oltre i limiti di legge. I solventi clorurati (cloroformio, tetracloroetilene, benzene eccetera) sono gli stessi della falda sottostante lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo, a pochi chilometri dal Basso Pieve di Novi, gli stessi inquinanti per i quali stata condannata anche in appello la multinazionale belga per disastro ambientale. Il direttore dell'Arpa, Alberto Maffiotti, brancola nel buio: non riusciamo a far luce su questo fenomeno che si spinge verso la citt di Novi, il problema di qualit di acqua di falda che potrebbe riflettersi sui corsi d'acqua. I giornali si interrogano sul "mistero" della bonifica della falda della Fraschetta con solventi cento volte oltre i limiti di legge. I pozzi della cosiddetta "barriera idraulica" non stanno bonificando la falda sottostante lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo da solventi clorurati, cromo esavalente e Pfoa, cancerogeni per i quali la multinazionale belga stata condannata anche in appello per disastro ambientale. Il direttore dell'Arpa, Alberto Maffiotti, sa benissimo, ma non lo dice, che questa bonifica impossibile finch dai terreni sovrastanti la falda i veleni stanno percolando nella stessa. Anche questo tipo di cosiddetta "bonifica dei terreni", senza asportare la montagna di veleni, infatti, completamente inidonea, insomma una balla per prendere tempo e risparmiare miliardi. I giornali si interrogano sul "mistero" del Pfoa che in Usa e Veneto letale e in Piemonte no. Il Pfoa nella falda sottostante lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo ha concentrazioni enormi di centinaia di microgrammi/litro. Per il Veneto una emergenza nazionale affrontata tanto dalla Regione che dal Governo per le conseguenze sanitarie subte da centinaia di migliaia di persone. Per il direttore dell'Arpa, Alberto Maffiotti, invece, si tratta di un allarme ingiustificato in quanto considera i Pfoa "solo interferenti endocrini dagli effetti dubbi ma non si sa se siano causa di cancro o di altre malattie mortali". Tanto tranquillo che affida i monitoraggi di controllo alla stessa Solvay. L'Asl, da parte sua, non rende pubbliche le analisi del Pfoa nel sangue dei lavoratori. Nulla si sa degli esposti alla Procura della Repubblica che abbiamo ripetuto pi volte negli ultimi dieci anni. Dopo la nostra denuncia in prima nazionale, Solvay ha finalmente eliminato il Pfoa ma l'ha sostituito con C6O4 senza garanzie preventive. Gli scarichi Pfas vanno da Bormida al Tanaro al Po passando per il Veneto. E' stupefacente l'affermazione di Maffiotti: "non si sa se i Pfoa siano causa di cancro o altre malattie mortali". Come fa un direttore di Arpa a non conoscere quanto meno dal 2018 che il Centers for Disease Control, una delle agenzie per la salute pubblica USA, aveva appurato che l'esposizione ai perfluorurati pu aumentare il rischio di cancro, quello di incorrere in malattie che compromettono il sistema immunitario, rischia di diminuire la fertilit femminile e di alzare i livelli di colesterolo oltre a limitare lo sviluppo mentale e fisico dei bambini? Tant' che l'Environmental Working Group supportato dal Northeastern University's Social Science Environmental Health Research Institute ha lanciato un allarme per circa 19 milioni di persone negli stati Uniti. Tant' che, a febbraio 2019, l'Environmental Protection Agency (EPA) aveva annunciato il proprio piano d'azione per contrastare la diffusione dei PFAS sul suolo americano. Come fa Maffiotti a non conoscere? Barbara Tartaglione Per il PFOA sono consultabili 169 articoli sul Sito della Rete Ambientalista www.rete-ambientalista.it

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body