vittoria l'acna chiude davvero

May 30, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 12 | Likes: 1

Non possono mancare alcune note in ricordo di Renzo Fontana, il mitico direttore di "Valle Bormida Pulita". Le estraiamo da "L'avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza" e da "Luigi Mara & Medicina democratica". . La rivista di lotta Nel '91 "Valle Bormida Pulita", diretta da Renzo Fontana, aveva superato le 16mila copie. Valle Bormida Pulita offriva molto spazio a me e alla rivista di Medicina Democratica, anche riproponendo interi articoli: emblematico l'editoriale di Luigi Mara su "Rischio Zero" con l'esaltazione delle lotte sul territorio quando esse hanno preso coscienza della non neutralit della scienza e della tecnica (e delle istituzioni). Con Luigi Mara fui invitato ad Alba dal "Comitato albese contro Acna e Re.Sol". Le nostre due relazioni, sulle quali ci eravamo consultati, occuparono quasi la met di Valle Bormida Pulita. Vittoria! L'Acna chiude davvero. Renzo Fontana fa il punto della situazione rilasciando deposizione come imputato davanti al tribunale di Savona: "Dall'88 sul giornale denuncio i fatti e i misfatti di quella vasta associazione a delinquere non ancora del tutto smascherata. Cinque anni di lotte logoranti, anche pericolose. Mille volte abbiamo detto 'Basta, non ce la facciamo pi'. Mille volte ho detto 'Ma chi me lo fa fare? voglio una vita normale, con un lavoro normale'. Mille volte la fatica, lo scoramento, la disperazione mi incitavano a smettere. Ma poi il 'dovere' di andare fino in fondo." Come mi sono sentito vicino a Renzo. "In quei momenti difficili mi ha soccorso la solidariet di tante persone. Quanta bella umanit ho conosciuto in questi anni. Quanta gente pulita, anche fuori dalla Valle. Qualche nome tra i tanti: Angelo Cremone di Portoscuso, don Prisutto di Augusta, Lino Balza di Alessandria, Luigi Mara di Varese, padre Pintacuda, Leoluca Orlando. Una parola, un abbraccio, un sentirsi vicini. Un sentire la speranza viva". Parole che mi accomunano, mi commuovono ancora oggi. Grazie dell'onore, Renzo, un grazie che forse non ti ho espresso quando c'eri ancora. "Ora che l'Acna sta chiudendo, ora che abbiamo raggiunto il primo obbiettivo della nostra lotta, potremmo anche ritenerci appagati, quante volte, stringendo i denti, ci siamo detti 'Il giornale deve durare un giorno in pi dell'Acna'. Ma ci siamo anche sempre detti che la chiusura era solo un primo passo per la rinascita della Valle Bormida. Oggi pi che mai c' bisogno di un giornale libero". Renzo Fontana assicura la sua collaborazione in futuro, pur annunciando che da settembre non lavorer pi a tempo pieno nel giornale. Opportunamente, a celebrare la vittoria ma a porre gli obbiettivi futuri, il glorioso giornale pubblica anche un lungo capitolo, tratto dal libro di Pier Paolo Poggio "Oltre l'Acna". E' vero: negli anni conosci anche "quanta bella umanit". Di quegli anni anch'io, fra le tante, voglio ricordare tre persone scomparse, tre figure esemplari. Renzo Fontana, che per me rappresenta la figura ideale del giornalista dotato di elevata professionalit non usata come mestiere a proprio tornaconto ma impegnata al servizio di una missione sociale. Lasciata la redazione dell'Unit di Genova, Renzo fonda una vera novit pubblicistica in Italia. alla quale Patricia Dao, moglie e redattrice, nel libro "Bormida", mette a nudo la sua storia privata e collettiva e d vita al ricordo di 117 anni di resistenza popolare, umile, solidale, tenace e vittoriosa. Luigi Mara secondo me incarna la figura dell' "intellettuale organico" come la concepiva Antonio Gramsci ("Passaggio dal sapere al comprendere, al sentire e viceversa, dal sentire al comprendere, al sapere". Quaderni del carcere XVIII). Luigi in quei decenni seppe effettivamente mescolarsi alla vita pratica, a partire dalla centralit del lavoro industriale nella societ moderna, come costruttore e organizzatore dell'egemonia culturale della classe lavoratrice emancipata dagli "intellettuali tradizionali" cos ben impersonati dai baroni universitari della medicina. Abbiamo girato insieme mezza Italia, nelle trincee dove le popolazioni stavano lottando, alle quali lotte Luigi portava il sostegno della sua scienza, ma non solo: della sua passione. Mi hanno insegnato molto quelle giornate, anzi serate, del nostro peregrinare. Gianni Spinolo una figura costante in questo libro a impersonificare il marxista "ruolo dirigente delle classe operaia" uscito dal '68, quale moderna "classe rivoluzionaria" che ha in s le potenzialit di organizzare un nuovo modello sociale e politico, quanto meno di introdurre, come diceva Enrico Berlinguer, elementi di socialismo nella societ capitalista; di qui la sua sensibilit anche ai temi della pace e all'ecologia (Gianni era vegetariano, animalista, se gli attraversava la strada un serpentello era capace di buttarsi nel fosso per evitarlo). Come ha subito sottolineato Fontana, la chiusura della fabbrica della morte stata solo il primo obbiettivo. Cos l'Associazione per la Rinascita della Valle Bormida affronta subito ad ogni livello istituzionale Il dopo Acna con proposte che esplicito su La Stampa: un piano di rilancio socio-ecomomico ecologicamente compatibile, che da subito scongiuri il ricorso alla cassa integrazione degli operai. Innanzitutto si chiede "la creazione nell'ex sito di un parco scientifico e tecnologico comprensivo di un centro scientifico di ricerca sui processo di decontaminazione e risanamento ambientale, e la creazione di un centro di ricerca e sviluppo di produzioni chimiche, in particolare coloranti, con l'impiego esclusivo di sostanze atossiche e biodegradabili, con utilizzo minimo di risorse ambientali (acqua, suolo) []". Nel contempo siamo consapevoli che c' chi ripropone la riapertura dell'Acna e il quasi ultimato inceneritore Re.Sol, ad esempio il sottosegretario all'ambiente nonch emissario a Cengio di Giulio Andreotti, cos don Pier Paolo gli titola: "Roberto Formigoni, cretino, informati". Non sono da meno Ilvo Barbiero e Roberto Meneghini. Viene lanciata una sottoscrizione da 50 milioni per la sopravvivenza di Valle Bormida Pulita che da 5 anni sta sostenendo una lotta difficilissima, riconosciuta in tutta Italia. In contemporanea avvengono i primi due arresti eccellenti per i 500 miliardi dispersi nella voragine acnista. .

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

Comments

You must log in to comment

×

Modal Header

Modal body