Newslettera del 24 luglio 19

Jul 25, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 9 | Likes: 1

Festival Alta Felicità e altre iniziative NOTAV, S. Rita antifascista, FFF, Critical beer, Rojava e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) DA GIOVEDÌ 25 A DOMENICA 28 LUGLIO Borgata 8 Dicembre di Venaus (To), “FESTIVAL ALTA FELICITÀ” QUATTRO GIORNI DI CONCERTI, GITE, EVENTI CULTURALI, SPORT E ATTIVITÀ PER BAMBINI. “La prima tra le tante novità della quarta edizione è l’apertura da parte del Movimento NoTav, ideatore del Festival Alta Felicità, a tutti i movimenti che lottano per la salvaguardia del clima e contro le grandi opere inutili e dannose che distruggono i territori…… Anche quest’anno per il sabato pomeriggio l’intero Festival si sposterà per alcune ore sui sentieri della Val Clarea per osservare con i propri occhi dove finisce lo sperpero immenso di denaro pubblico. Ci sarà il consueto campeggio completamente gratuito per giovani e famiglie, tantissimi stand food dove poter assaporare le prelibatezze preparate dalle cucine resistenti, che da trent’anni nutrono il movimento NoTav….. Alla luce delle ultime vicende della politica italiana, saremo ancora lì, presenti e attivi, per fermare un’opera vecchia, inutile e imposta, sicuro di farlo insieme a sempre più persone che si riverseranno a Venaus dal 25 al 28 luglio 2019”. https://www.facebook.com/events/462914204483001/ INFO: www.altafelicita.org LINE UP 2019 : http://www.altafelicita.org/festival/lineup-2018-2/ VEDI INFRA PROGRAMMA GIORNO PER GIORNO COME NASCE IL FESTIVAL ALTA FELICITÀ DI VENAUS! PRIMI 5 GG DI LAVORO - 17-18-19-20-21 LUGLIO 19 QUALCHE FOTO: https://photos.app.goo.gl/XRjf1SNMQosKCX1U7 GIOVEDI’ 25 LUGLIO Borgata 8 Dicembre di Venaus (To), “FESTIVAL ALTA FELICITÀ” ORE 19 GLI EVENTI MUSICALI IN ARENA MUSICA OLTRE OGNI BARRIERA con Orchestra di Piazza Vittorio e Bandakadabra, Africa Unite & Archi torti, Alp King, Antonio Pascuzzo, Bianco Casino Royale, Engin, Ensi, Eugenio Finardi, Fratelli di Solidad, Lo Stato Sociale, Lou Dalpin, Luca Morino m(Mau Mau), Perturbazione, Piotta, Statuto, 99 posse http://www.altafelicita.org/news/gli-eventi-musicali-in-arena/ ORE 20:30 ai giardini Ferruccio Novo di c.so Cosenza. SANTA RITA È ANTIFASCISTA! “Dopo lo squallido mini-pogrom andato in scena il 18 luglio da parte dei fascisti di casapound assistiti dalla polizia la sindaca Appendino ha firmato un'ordinanza urgente di allontanamento entro 24 ore delle famiglie Rom dimoranti presso il giardino Ferruccio Novo, senza indicare alcuna alternativa…. I fascisti di casapound, fautori della pulizia etnica, cantano vittoria, e a quanto pare intendono festeggiare la "liberazione" del giardino giovedì 25 luglio. In attesa di capire quale sarà il futuro delle famiglie, giovedì 25 luglio torniamo al giardino Ferruccio Novo per ribadire che Santa Rita, come Torino, è antifascista, e che in ogni caso questa parte di città rimarrà un luogo di iniziativa politica all'insegna della solidarietà popolare e dell'antirazzismo, grazie alla rete che si è venuta creando in questi mesi. ANNUNCIAMO SIN D'ORA UNA GRANDE GIORNATA DI SOLIDARIETÀ E LOTTA PER SABATO 28 SETTEMBRE 2019”. https://www.facebook.com/events/675590099585301/ (VIDEO del 18 Luglio : https://www.torinotoday.it/video/giardino-ferruccio-novo-manifestazione-18- luglio-2019.html), VENERDI’ 26 LUGLIO Borgata 8 Dicembre di Venaus (To), PALCO PRATO sotto il tendone “FESTIVAL ALTA FELICITÀ” ORE 10 TEMA: ACCOGLIENZA È SICUREZZA – Chiara Sasso presenta il suo libro: “RIACE, UNA STORIA ITALIANA” (ed. Gruppo Abele) Livio Pepino presenta il libro “IL RAZZISMO È ILLEGALE” (AA. VV. – Ed. Gruppo Abele) Interviene Moni Ovadia ORE 11.30 Francesco Piobbichi (Mediterranean Hope – FCEI) presenta il progetto “LA GIUSTA ROTTA” Intervengono gli operatori della Sea Watch e Open Arms. TAVOLA ROTONDA con Domenico Quirico. Modera Davide Rostan (Valsusa Oltre Confine) ORE 14. Spazio autogestito. Fabrizio Salmoni, con Paola Meinardi e i fotografi Camilla Pasini e Luca Perino , presenta il suo libro "RESA DEI CONTI ALLA MADDALENA. DUE ANNI CRUCIALI PER LA LOTTA CONTRO L'ALTA VELOCITÀ IN VALLE DI SUSA" Seconda edizione. Prefazione di Marco Revelli e un'appendice con le cronache del processo ai No Tav. ORE 14.30 TEMA: ECOLOGIA È POLITICA TAVOLA ROTONDA coordinata da Ecolpol (Gruppo ecologia politica di Torino). Intervengono: Michele Carducci (Docente dell’università del Salento) e Emanuele Leonardi (Ricercatore presso l’università di Coimbra) ORE 16 Luca Mercalli incontra Piero Gilardi e Sara Munari (coordinatrice di Friday For Future). http://www.altafelicita.org/eventi-culturali-2019/ ORE 17,30. Spazio Cultura (tendone). READING-CONCERTO "LE STAGIONI DI BIANCA", TRIBUTO IN MUSICA, PAROLE E IMMAGINI A BIANCA GUIDETTI SERRA” Musiche originali e direzione musicale di Luigi Venegoni. Con Livia Hagiu (violino), Piero Mortara (piano e fisarmonica) e le voci narranti di Emanuela Sarzotti, Enrico Ceva ORE 19 GLI EVENTI MUSICALI IN ARENA PFM, Duo Bucolico, Ernia, Le capre a sonagli, L’Orage, Monica P, The André http://www.altafelicita.org/news/gli-eventi-musicali-in-arena/ ORE 17 piazza Palazzo di Città PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO! “Abbiamo solo più 11 anni per spostare l'intera economia mondiale su energie sostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni al minimo e abbandonare la plastica... 11 anni sono pochi. Noi siamo la prima generazione a sentire gli effetti del cambiamento climatico... Ma siamo anche l'ultima a poter fare qualcosa" La fusione del permafrost sta rilasciando nell'aria enormi quantità di Metano (gas serra) che era trattenuto negli Idrati di Metano. Ciò causerà un ciclo vizioso che aumenterà ulteriormente ed esponenziale le temperatura globale….” https://www.facebook.com/pg/F4Fturin/events/?ref=page_internal SABATO 27 LUGLIO ORE 6.00 / 9.30 Borgata 8 Dicembre di Venaus (To) “FESTIVAL ALTA FELICITÀ” “ALBA LETTERARIA” LETTURE DAVANTI AL MOSTRO E PER LA LIBERAZIONE DI VIA DELL’AVANÀ. Intervengono: Marco Rovelli, Sandro Moiso, Mario Cavargna, Davide Gastaldo, Renato Sibille SCRITTORI DI VALLE ORE 10 PALCO PRATO (sotto il tendone) Presentazione del libro “IL TRENO CHE VA IN FRANCIA” (Ed. Ensemble) di Roberto Gastaldo. Presenta Maurizio Poletto TEMA: RESISTENZA È FELICITÀ ORE 11 : REVOLUTION: LA PAROLA AI GILET JAUNES. Intervengono i Gilet Gialli di Rungis (Parigi) e gli attivisti di Action Antifasciste Paris Banlieu ORE 12.30 : Incontro con Chom & Momo, esponenti di “Ende Gelande” (contro il cambiamento climatico). http://www.altafelicita.org/eventi-culturali-2019/ ORE 13.30 Borgata 8 Dicembre di Venaus (To) GITA IN DIREZIONE DEL MOSTRO/CANTIERE DI CHIOMONTE. “….Ci teniamo molto a far conoscere a tutti contro cosa lottiamo da oltre 30 anni e anche come lo facciamo, tutti insieme con uno spirito che ha consentito di essere uno dei movimenti più longevi della storia recente italiana nonostante le mille avversità che abbiamo incontrato. Sabato pomeriggio per alcune ore, il Festival Alta Felicità si fermerà per trasferirsi sui sentieri della Val Clarea. Come lo scorso anno cercheremo di raggiungere il Cantiere di Chiomonte che continua ad essere militarizzato, e sarà un’occasione per costatare in prima persona le difficoltà che i Valsusini incontrano ogni volta che intendono percorrere quei sentieri”. http://www.altafelicita.org/news/sabato-27-luglio-il-festival-si-ferma-e-va-in-clarea/ ORE 19 GLI EVENTI MUSICALI IN ARENA Alborosie & Schengen Club, Folkabbestia, Giancane, Giorgio Canali & Rossofuoco, Pino Scotto, Fran e i pensieri molesti, Studio illegale, Il Fulcro http://www.altafelicita.org/news/gli-eventi-musicali-in-arena/ DOMENICA 28 LUGLIO ORE 10 Borgata 8 Dicembre di Venaus (To), PALCO PRATO sotto il tendone “FESTIVAL ALTA FELICITÀ” Incontro con Hurricane (Ivan Manuppelli), illustratore, fumettista e musicista italiano. Presentazione a cura di Eris Edizioni. ORE 11 : ECOLOGIA E RIVOLUZIONE IN SIRIA DEL NORD Intervengono esponenti del comitato “Make Rojava Green Again”. ORE 13.30 TAVOLA ROTONDA NO TAV: PROSPETTIVE DI LOTTA Discussione con/tra il movimento No Tav sulle prospettive di lotta per fermare una volta per tutte la grande opera inutile e imposta “…..Dopo 30 anni siamo ancora qui, a difendere la nostra terra e a lottare per il futuro di tutti e tutte, senza mediazioni o accrocchi da palazzo. Siamo sempre più consapevoli che uno dei nostri slogan principali “Fermarlo tocca a noi” sia sempre attuale e programma per il prossimo futuro. Per questo vogliamo ragionare a voce alta e discutere assieme ai tanti e alle tante notav che parteciperanno al Festival Alta Felicità”, http://www.altafelicita.org/news/tavola-rotonda-no-tav/ ORE 15.30 : TAVOLA ROTONDA “MOVIMENTI DI LOTTA”. ORE 19.30 PALCO ARENA (Arena concerti) “PERCHÉ NO TAV”: intervengono Marco Travaglio, Luca Giunti e Lele Rizzo http://www.altafelicita.org/eventi-culturali-2019/ SARÀ UNA RISATA CHE LI SEPPELLIRÀ con Mammuth da Zelig INTERLUDE CIRCO AD ALTA FELICITÀ con Circo Zoé, Side Kunst Cirque, Piergiorgio Milano http://www.altafelicita.org/news/interlude-circo-ad-alta-felicita/ TRASH CIRCUS Resident sound of valsusa & guestes Gli orari e la scaletta saranno resi disponibili solo il giorno stesso. http://www.altafelicita.org/news/gli-eventi-musicali-in-arena/ MARTEDI’ 30 LUGLIO ORE 21 Allo spazio Neruda in corso Ciriè 7, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione ORE 21 in sala consigliare a Bussoleno SERATA PRESENTAZIONE CRITICAL BEER presentazione della manifestazione Critical Beer / Ecologia è Politica che avrà luogo proprio a Bussoleno il primo weekend di settembre. https://www.facebook.com/criticalbeer/photos/a.367359220581085/396389864344687/?type=3&thea ter 7-8 SETT 19 CRITICAL BEER // ECOLOGIA È POLITICA @BUSSOLENO https://www.facebook.com/events/2401377370105930/ MERCOLEDI’ 31 LUGLIO ORE 11 appuntamento al cancello della centrale elettrica di Chiomonte PASSEGGIATA E APERIPRANZO NOTAV ALLA MADDALENA Il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i più giovani, ad un’abbondante merenda. ORE 18.30 alla Credenza di Bussoleno, via Fontan 16. “RESISTENZA È OVUNQUE”, incontro con Daniele Pepino (attivista) e Yilmaz Orkan (responsabile di Uiki - Ufficio di informazioni del Kurdistan in Italia) ORE 21: Proiezione del film “BAKUR”, di Çayan Demirel, Ertuğrul Mavioğlu https://www.facebook.com/events/432927830883620/ Programma : https://edizionitabor.it/rievoluzione-confederalista-3-18-31-luglio-bussoleno/ INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: DA VENERDÌ 2 A LUNEDÌ 5 AGOSTO CAMPEGGIO RESISTENTE NO MUOS Anche quest’anno il Movimento No MUOS organizza un campeggio di lotta. Il campeggio si svolgerà dal 2 al 5 agosto al Presidio di Contrada Ulmo, Niscemi. A pochi metri dalla base militare NRTF-8 e dall’installazione MUOS. L’obiettivo è dare continuità alla lotta contro la guerra imperialista e contro le logiche dell’economia di guerra, che sfruttano e opprimono i nostri territori. Invitiamo tutti e tutte a partecipare e a costruire insieme a noi un futuro di pace e di giustizia sociale….. ABATO 4 AGOSTO alle-Ore 15 ci sarà la MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE NO MUOS in Contrada Ulmo…” PROGRAMMA: https://www.nomuos.info/campeggio20188270-2/ Documento programmatico campeggio No Muos 2019: “CRISI E TENDENZA ALLA GUERRA” https://www.nomuos.info/8923- 2/?fbclid=IwAR3AOcTimeEa44APeQ4Q2gTTsxKG2AjV6HRLg_spqcQb6bkZKhJ_sAPKEGY L TOUR NELLE SALE ITALIANE DI “DOVE BISOGNA STARE” il film-documentario diretto da Daniele Gaglianone, scritto con Stefano Collizzoli, prodotto da ZaLab in collaborazione con Medici Senza Frontiere (MSF), presentato alla 36ma edizione del Torino Film Festival http://www.zalab.org/bisogna-stare-tour-nelle-sale/ ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) DOMENICA 14 LUGLIO I BRACCIANTI DEL FORO BOARIO GUANTANAMÒ DI SALUZZO DECIDONO DI ENTRARE NEL PAS (Prima Accoglienza Stagionali) per cercare un riparo momentaneo dopo ore di pioggia battente, vento ed una temperatura di 10 C°: Dopo le proteste vengono ricoverati nel FORO BOARIO Dal Comitato Antirazzista Saluzzese: “COME QUANDO FUORI PIOVE, SCIOPERO DEL SOLE …..Non trovando posto alcuno, né nei dormitori ormai pieni fino al tracollo, sbordanti di materassi a terra né sotto le tettoie esterne, NELLA MATTINATA SEGUENTE tentano di forzare la lamiera, una delle tante, che divide lo spazio della struttura in due, al di là si intravede un grande locale chiuso, con un tetto, nemmeno troppo in cattivo stato, speranza di riparo e sollievo dalle intemperie, possibile soluzione allo stazionamento ormai da più di un mese sotto gli alberi e sull’asfalto nel viale adiacente. Purtroppo trovano il locale pieno di mezzi utilizzati da pubblici servizi locali: le auto sopportano sole e pioggia? Si certamente. E le persone? No dopo un po’ quelle si ammalano ma per i bracciati non è una condizione permessa, sempre prestanti e pronti per loro signori si devono far trovare. Le ore trascorrono, freddo, rabbia e necessità fano prendere loro la decisione di recarsi presso il COMUNE DI SALUZZO ATTRAVERSO UN CORTEO SPONTANEO per chiedere al sindaco un posto riparato dove poter dormire e trasferire le loro cose, essere ACCOLTI insomma. Ad accoglierli trovano invece la polizia municipale ed i carabinieri che impediscono l’accesso al comune, la porta è chiusa, ancora una volta….. I migranti stufi di attendere inutilmente decidono di portare la protesta nelle strade bloccando temporaneamente il traffico urbano e qui intervengono i carabinieri, la borghese e ridente cittadina saluzzese non può assistere ad una protesta tanto più se inscenata da coloro che tutti i giorni, a qualsiasi condizione, garantisce attraverso il proprio lavoro sottopagato, ricchezza e benessere, eccellenza territoriale e frutta fresca a tavola, ogni giorno! Alcuni passanti rivolgono pesanti insulti ai migranti ciò nonostante essi non rispondono con alcun episodio di violenza. La situazione deve dunque rientrare, i carabinieri danno loro un’unica soluzione, conquistata dai braccianti attraverso la loro lotta e solidarietà: L’APERTURA TEMPORANEA DEL MERCATO DEL BESTIAME, il che è tutto un dire… non vi è acqua, né elettricità, servizi igienici, cucine…non sgorga neanche l’acqua dagli abbeveratoi delle mucche… ma meglio di pioggia, vento e quant’altro… i migranti trasferiscono i loro averi ed i preziosi cartoni su cui dormire all’interno…pochi rimasugli di sterco, le mosche e la digos tengono loro compagnia, il campo è presidiato con tanto di poliziotti che si danno il cambio ogni 6 ore…..” https://www.facebook.com/comitatoantirazzista.saluzzese/posts/1162699540580211?__tn__=K-R FOTO MIGRANTI NEL FORO BOARIO: https://www.facebook.com/comitatoantirazzista.saluzzese/photos/a.348145175368989/116195408398809 0/?type=3&theater GIOVEDÌ 18 LUGLIO AL PRESIDIO ANTIFASCISTA DI CORSO COSENZA ANGOLO VIA GORIZIA UNA VENTINA DI ELEMENTI DI CASAPOUND HA INVASO IL PRESIDIO, strappando il cartello, ribaltando il tavolino, minacciando Rom e solidali da vicino: la polizia non è intervenuta VIDEO: MINACCE E INSULTI A FAMIGLIE, BAMBINI E SOLIDALI IN SANTA RITA SOTTO GLI OCCHI DELLA POLIZIA GRAN CIRCO IN SANTA RITA STASERA: PAGLIACCI E BESTIE FEROCI Ieri sera è stato permesso, dalle forze dell’ordine, al gruppo di residenti intolleranti di Corso Cosenza, strumentalizzati e organizzati da Casa Pound, di arrivare a pochi metri dai bambini e dalle famiglie oggetto delle loro accuse e delle loro minacce. Il giardino Ferruccio Novo di Corso Cosenza è stato invaso da un gruppo di razzisti e fascisti che hanno insultato e minacciato famiglie, bambini e solidali. È stato permesso a queste persone di minacciare, di avvicinarsi all’aperitivo antifascista e antirazzista, solidale con le famiglie rom. Lo ribadiamo: le forze dell'ordine hanno autorizzato tutto ciò e, nonostante si evinca chiaramente dai video da che parte venivano le minacce, la polizia continuavano a ripetere a noi solidali di non provocare. Non provocare? Abbiamo dovuto vedere questa folla invasata distruggere il tavolino dell'aperitivo, spaccare bottiglie, fare a pezzi i cartelloni con le scritte "vivi il tuo giardino"…….” LUNEDÌ 22/07 H 21 ASSEMBLEA ANTIFASCISTA IN GIARDINO https://www.facebook.com/1938569209509661/posts/2894748827225023/ VENERDÌ 19 LUGLIO SI È SVOLTO IL FLASH MOB DI FFF E XR DAVANTI ALLA BANCA UNICREDIT IN VIA NIZZA 148 A TORINO, per protestare contro l'investimento della banca nel settore combustibili fossili, che è stato di 6 miliardi di euro annui Hanno scelto il giorno di uscita della famosa serie tv «LA CASA DI CARTA», per vestirsi come i protagonisti, con le maschere di Dalì. Su una quarantina di ragazzi e altri partecipanti, una parte si è incatenata, ma il direttore non è sceso a liberarli, non ha accettato di impegnarsi con la sua direzione per ridurre questo investimento I ragazzi hanno deciso di restare ancora incatenati fino a fine orario della banca Dal 2015 ad oggi le 33 maggiori banche mondiali hanno investito 1700 Miliardi di euro nel settore combustibili fossili ALCUNE FOTO https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/pcb.466672693879627/466672633879633/?type=3&theater https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/pcb.466672693879627/466672673879629/?type=3&theater 19 luglio 19 : VIDEO: “FFF E XR CANTANO “BELLA CIAO” https://www.facebook.com/F4Fturin/videos/396299880996548/ 19 luglio 19 Stampa: VIDEO : “TORINO I RAGAZZI DI FRIDAYS FOR FUTURE SI INCATENANO SULLE SCALE DELLA BANCA UNICREDIT IN VIA NIZZA 148” https://video.repubblica.it/edizione/torino/torino-i-ragazzi-di-fridays-for-future-contro-le-banche-basta- finanziare-co2/339954/340541?videorepmobile=1 19 luglio 19 Repubblica: VIDEO : “TORINO, I RAGAZZI DI FRIDAYS FOR FUTURE CONTRO LE BANCHE: "BASTA FINANZIARE CO2" https://video.repubblica.it/edizione/torino/torino-i-ragazzi-di-fridays-for-future-contro-le-banche-basta- finanziare- co2/339954/340541?videorepmobile=1&fbclid=IwAR3v4HUccZONj4YY6q6MGLBZQyRT7G- 1eAJpwncbBiOjDV2fOEBS_uuoXn4 19 luglio 2019 Comunicato Stampa PresidioEuropa Movimento No TAV: “LETTERA APERTA AI SINDACI DI CHIOMONTE E GIAGLIONE VIOLATO IL DIRITTO ALLA LIBERA CIRCOLAZIONE SUL TERRITORIO DELLO STATO EX ART. 16 COSTITUZIONE Il Prefetto di Torino ha vietato la circolazione di persone e mezzi per un raggio di 300 metri tutto intorno alle strade comunali di Chiomonte e Giaglione Avete pubblicato sui vostri Albi Pretori on line l’ordinanza del Prefetto di Torino N.2010000723/Area I Ord. e Sic. Pub. Del 17/07/2019. In particolare ci chiediamo se non avete nulla da dire circa l’interdizione alla circolazione di persone e mezzi per un raggio di 300 metri tutto intorno alle strade comunali sopra citatevisto che questa interdizione colpisce gran parte dell’abitato di Chiomonte ed una bella fetta di quello di Giaglione Per rendere più facilmente comprensibile l’interdizione citata sopra, vi alleghiamo le mappe tratte de Google Earth con evidenziata la salvaguardia del raggio di 300 metri intorno agli assi viari citati nella delibera. Vorremmo ricordare che nella delibera non si fa distinzione tra cittadini comuni e cittadini no tav o cittadini residenti, anche per rispetto di quel cardine del Diritto che sancisce l’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. Vorremmo ricordare che le ordinanze dovrebbero essere fatte rispettare da tutti e non solo dai no tav, come è ormai da 8 anni è la norma….. Speriamo, da parte vostra una presa di posizione molto forte in difesa della libertà di circolazione dei vostri amministrati in modo che non debbano essere condannati, di fatto, agli arresti domiciliari per rispettare un’ordinanza scritta da chi, forse, non sa neppure dove siano le strade citate in delibera….” www.presidioeuropa.net/blog/?p=20366 29 Maggio 19 Avvocato Massimo Bongiovanni: “OSSERVAZIONI SULL’ESERCIZIO DEL POTERE PREFETTIZIO DI CUI ALL’ART. 2 R.D. 18 GIUGNO 1931 N. 773 IN CHIOMONTE, PROVINCIA DI TORINO “I provvedimenti “indispensabili per la tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza pubblica” di cui all’art. 2 r.d. 18 giugno 1931 n. 773, nei casi di urgenza e grave necessità pubblica, appartengono alla categoria delle ordinanze “extra ordinem“, le quali si caratterizzano per la loro immediata destinazione a fronteggiare situazioni di emergenza, non superabili con gli ordinari mezzi giuridici a disposizione della pubblica autorità; tuttavia, tali ordinanze devono conformarsi ai principi dell’ordinamento ed ai precetti costituzionali e devono avere efficacia limitata nel tempo, in coerenza con l’urgenza che ne giustifica l’adozione oltre a dover esserec ongruamente motivati (cfr Cons. Stato, Sez. IV, 1 giugno 1994, n. 467; 28 marzo 1994, n. 291; 21 dicembre 1989, n. 930; TAR Sicilia – Palermo, Sez. I, 6 maggio 2004, n. 772). La Corte Costituzionale è più volte intervenuta a fronte della rilevata sospetta illegittimità costituzionale dell’art. 2 R.D. n. 773/1931: ricordiamo la c.d. “sentenza monito ” n. 8 del 1957 rivolta al Legislatore affinchè adeguasse il predetto potere alla Costituzione e la (prima) sentenza interpretativa di accoglimento, la n. 26 del 1961. I sospetti di illegittimità costituzionale del potere esercitato dall’esecutivo provinciale ai sensi del citato art. 2, potendo comprimere anche diritti soggettivi costituzionalmente garantiti – nel nostro caso il diritto alla libera circolazione sul territorio dello Stato, art. 16 Costituzione – erano riassunti nel contrasto al combinato disposto dagli artt. 70, 76 e 77 della Costituzione (che affidano la funzione legislativa al Parlamento e, parzialmente, al Governo), nonché nel contrasto con l’art. 138 della Costituzione….” http://www.notav.info/post/lettera-aperta-ai-signori-sindaci-di-chiomonte-e-giaglione/ VENERDÌ 19 LUGLIO SI È SVOLTO IL CONSUETO APERICENA AI CANCELLI DEL CANTIERE TAV DI CHIOMONTE a cui hanno partecipato molti giovani condividendo cibo, musica e danze occitane in un clima di festa, unito alla protesta contro la grande opera con battiture, cori e falò. 20 luglio 19 FQ : “NO TAV, APPICCANO IL FUOCO DAVANTI AL CANTIERE DI CHIOMONTE: DENUNCIATI 50 MANIFESTANTI VIDEO: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/07/20/no-tav-appiccano-il-fuoco-davanti-al-cantiere-di- chiomonte-denunciati-50-manifestanti/5339089/ 20 Luglio 19 NOTAV Info : “LA DIGOS, LA NOIA E IL CANTIERE FERMO. SULLE DENUNCE. La Questura di Torino fa fatica a buttar giù l’amara polpetta della decisione del tribunale del riesame che nella giornata di ieri ha scarcerato Giorgio, Andrea, Umberto e Mattia dopo le misure richieste dalla sempreverde pm Pedrotta per la mobilitazione nazionale del 2017 contro il G7 di Venaria. In questi atti i 4 venivano accusati di essere i leader della protesta, occulti organizzatori che però non agivano alcun comportamento materiale. Bastava la loro presenza a rafforzare gli “intenti criminosi” delle migliaia di giovani accorsi da tutta Italia contro un G7 della vergogna, offensivo verso chi ogni giorno combatte sfruttamento e precarietà. Se ieri sera, infatti, la Questura aveva evidentemente deciso che ai due residenti in Valsusa, Giorgio e Andrea, non dovesse essere notificata la scarcerazione (con i carabinieri che alle 19.00 comunicavano ai legali che non avrebbero avuto personale fino alla sera successiva), han dovuto retrocedere dai loro intenti criminosi (si sarebbe trattato inoltre di ingiusta detenzione) a fronte dell’attenzione da subito destata in valle e delle numerose chiamate di protesta ricevute dalla caserma in questione. Volevano probabilmente impedire loro di partecipare all’iniziativa organizzata dal Movimento No Tav insieme ai giovani da tutta Italia impegnati nel campeggio, cosa quindi non realizzata grazie alla scarcerazione e al fatto che poche ore dopo alcuni dei nostri erano già a Chiomonte, luogo naturale della lotta e della militanza No Tav. Questo gesto, credibilmente, ha ulteriormente aumentato la loro frustrazione e stamattina, puntuali come degli orologi svizzeri, hanno dato annuncio per mezzo stampa (semper fidelis) del fatto che li hanno visti (con specifica di nome e cognome), che sono stati denunciati e con loro altri 50 giovani sui quali si scatenerà la furia questurina. Sempre tramite provvedimenti arbitrari ed extragiudiziari (vedi foglio di via), sempre con intenti intimidatori destinati a cadere nel vuoto…..” http://www.notav.info/post/la-digos-la-noia-e-il-cantiere-fermo-sulle-denunce/ VEDI ARTICOLI IN RS ALLEGATA SABATO 20 LUGLIO SI È SVOLTO IL TERZO INCONTRO DI ASSEMBLEA 21 CON I CITTADINI AL MERCATO DI CORSO BRUNELLESCHI “UN SABATO AL MERCATO DI CORSO BRUNELLESCHI E DINTORNI …..E' emerso chiaramente che le richieste sono per dei servizi pubblici più efficienti e per la riapertura della Biblioteca Carluccio chiusa dal 2015 (foto post-it); i residenti si lamentano per la difficoltà nell'utilizzare i mezzi pubblici (tempi di attesa infiniti) e per la mancanza di lavoro che si scontra con il caro affitti. Le parole "sicurezza" e "decoro" sembrano appartenere solo alla propaganda salviniana e ai comitati razzisti agitati da CasaPound. Esattamente alle spalle del gazebo montato da A21 in via Bardonecchia angolo corso Brunelleschi sorge il "Prato dei conigli" (foto) dove è prevista, in una zona dove è altissima la concentrazione di supermercati, discount e ipermercati, un nuovo Mercatò contro il quale si erano schierati gli ambulanti di corso Brunelleschi. In via Bardonecchia l'ex istituto Mario Enrico (foto), prima occupazione del Neruda con le famiglie vittime di sfratto e sgomberata con grande rapidità, non troverà spazio l'edilizia popolare ma un complesso residenziale privato (Palazzo Trecate foto) per palati ad energia (quasi) zero e portafogli gonfi. In via Monte Ortigara di fronte alla Biblioteca Carluccio nell'ex officina Autala (foto cartello cantiere) pare invece scongiurata l'ipotesi del supermercato di montanariana memoria per lasciare spazio, anche qui, a edilizia residenziale privata”. https://www.facebook.com/media/set/?set=a.2316308791778574&type=3 SABATO 20 LUGLIO ALTRA PASSEGGIATA NOTAV DA GIAGLIONE VERSO IL CANTIERE TAV interrotta da un cancello sulla strada delle Gallie: battitura e falò 21 luglio 19 Stampa : VIDEO: “ATTACCO NO TAV AL CANTIERE DI CHIOMONTE, LANCIO DI PIETRE E FALÒ ALTO 4 METRI” https://video.lastampa.it/torino/attacco-no-tav-al-cantiere-di-chiomonte-lancio-di-pietre-e-falo-alto-4- metri/101665/101677 22 Luglio 19 NOTAV Info : “SALVINI E RENZI CONTRO I NO TAV A TUTELA DI UN CANTIERE FANTASMA ----In questi giorni in cui questura e scribacchini provano a giocare un ruolo da protagonista in una storia che li vede solo come delle anonime comparse, noi abbiamo continuato a camminare schiena dritta e testa alta per quei sentieri amici della lotta, in un territorio militarizzato con un sito strategico nazionale dove le ordinanze prefettizie allargano ogni volta “la zona rossa”, come se questo bastasse a far desistere qualcuno. E’ tutta carta straccia, lo sono le ordinanze, le denunce, i fogli di via, le misure di prevenzione perché noi, e questa verità è incisa su ogni pietra della valsusa, non molleremo mai. Salvini afferma che bisogna accelerare i lavori, ma la verità è che dal febbraio 2017, ossia da quando è stato concluso il tunnel esplorativo, lo scopo del cantiere della Maddalena si è esaurito con il termine dello scavo. La sua funzione successiva, quella del tunnel di base, non è stata mai avviata. Quando parliamo di un cantiere vuoto intendiamo proprio questo, un buco mangiasoldi ed atto ostile nei confronti della valle dove gli unici a guadagnarci qualcosa sono i poliziotti che vi giocano a carte al suo interno e quelle piccole ditte impegnate nelle opere di mantenimento, affinché la natura non lo mangi e gli impianti di illuminazione e sicurezza continuino a funzionare….. Dobbiamo anche sentire queste balle sugli incendi provocati dai No Tav (?!?!) in un territorio che solo l’estate scorsa è stato messo in ginocchio da uno dei più grandi incendi nell’arco alpino della storia, ignorato dai media, dovuto alla mancanza di messa in sicurezza del territorio come corollario inevitabile di una scelta scellerata nell’uso delle risorse pubbliche, che ha le sue priorità in faraoniche opere inutili invece che nella preservazione della risorsa più importante che abbiamo, l’habitat in cui viviamo e i suoi abitanti. Ad ogni attacco che riceviamo rafforziamo unicamente la consapevolezza di essere dalla parte della ragione e rinnoviamo la nostra determinazione a cacciare tutti questi opportunisti dalla nostra valle. C’eravamo, ci siamo e ci saremo sempre!” http://www.notav.info/post/salvini-e-renzi-contro-i-no-tav-a-tutela-di-un-cantiere-fantasma/ LUNEDÌ 22 LUGLIO I TGR RIPORTANO NEI DUE SERVIZI IL LICENZIAMENTO DA PARTE DI TONINELLI DI COPPOLA "l'esperto" SI TAV che aveva partecipato, ma si era dissociato, alla stesura dell'analisi Costi e Benefici della Torino-Lione, in quanto ha rilasciato interviste non autorizzate e violato le clausole della riservatezza. I TGR continuano ad affermare che entro venerdì 26 luglio il governo italiano deve confermare all’INEA l’esecuzione della Torino Lione pena la perdita dei contributi europei (VEDI INFRA a questom proposito il Comunicato del Presidio Europa NOTAV). Il Prefetto di Torino, alla luce di quanto successo, difende la sua Ordinanza di blocco, esteso ad aree enormi esterne all'ex cantiere e l'Avvocato Bongiovanni contesta l'Ordinanza in quanto viola i diritti Costituzionali (Come riportato nel post precedente insieme alla lettera ai sindaci di Chiomonte e Giaglione) La Sindaca di Torino Appendino rileva che non c'è stata alcuna variazione rispetto agli impegni presi dal Presidente del consiglio Conti con la maggioranza Parlamentare; conferma poi la sua (e della Giunta) solidarietà con le Forze dell'Ordine. NOTARE che nel servizio la manifestazione non viene presentata particolarmente pericolosa e stride la "vicinanza" del consiglio comunale alle Forze dell'ordine TG R del 22-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=CnLn_-dLIqQ TG R del 22-LUG-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=S32dnb5noAc A smentita di quanto affermato riportiamo a il comunicato stampa del Pres Eu del 13 luglio: “LA TORINO LIONE E’ CLIMATICIDA – SOSPENDERE IL PROGETTO –ISTRUZIONI AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE “…..L’INEA (agenzia della Commissione europea) ha da mesi minacciato Francia e Italia di tagliare i fondi già stanziati (Grant Agreement di circa 813 milioni solo in parte utilizzati) se non dichiarano entro il 26 luglio 2019 il loro assenso a realizzare il progetto. Questa minaccia non avrebbe alcun effetto, ma è solo un ricatto per imporre il suo diktat. Infatti, l’utilizzo dei fondi oggi a disposizione del progetto scade il 31 dicembre 2019 e TELT ha accusato un tale ritardo nell’utilizzo di questi fondi che la Commissione ha già minacciato da mesi di ritirarli, ma non lo ha ancora fatto. Così dimostrando che si tratta di una decisione di carattere solo amministrativo e non politico che potrebbe essere rinviata di mesi senza problemi e passata per la decisione al prossimo Commissario europeo ai trasporti. Su questo tema il Governo italiano deve avere la capacità di impegnare la prossima Commissione europea su un fronte non contabile ma politico, così come ha fatto il Presidente Giuseppe Conte per il non rispetto del rapporto debito/PIL….” http://www.presidioeuropa.net/blog/la-torino-lione-e-climaticida-uscirne-istruzioni-al-governo/ 23 luglio 19 Comunicato Stampa Presidio Europa No TAV : “TORINO-LIONE UNA SCELTA SEMPLICE E RESPONSABILE PER CONTE, IL PROGETTO VA SOSPESO Perché l'Italia dovrebbe finanziare la Francia per oltre 2 miliardi di € ? Il vantaggio che ne deriverebbe all’Italia Pare che nelle prossime ore il Presidente del Consiglio Conte farà conoscere il suo pensiero sul futuro del progetto Torino-Lione, ossia del tunnel di base a due canne di 57,5 chilometri a servizio di una linea ferroviaria già esistente e sottoutilizzata. I lavori geognostici eseguiti da TELT per valutare i costi dei lavori definitivi per scavare e attrezzare i 115 chilometri dei due tunnel di base, finanziati al 50% dalla Ue, sono terminati da anni in Italia e quasi terminati in Francia. Il finanziamento Ue accordato scadrà il 31 dicembre 2019 mentre i prossimi finanziamenti per il tunnel di base potrebbero essere disponibili nel 2021 se il Parlamento Europeo li approverà entro la fine del 2020 nel quadro del Bilancio Pluriennale Ue 2021-2027…. Il progetto va sospeso perché nei rapporti con la UE l’Italia può rinunciare autonomamente all’attuazione della Torino-Lione e al finanziamento europeo senza alcuna penale applicando l’art. 17 del Regolamento CEF. Il progetto va sospeso perché l’INEA (agenzia della Commissione europea) ha da mesi comunicato a Francia e Italia di voler tagliare i fondi europei già stanziati (Grant Agreement di circa 813 milioni solo in parte utilizzati). L’INEA è perfettamente al corrente che TELT non è stata in grado per sua incapacità di utilizzare i fondi concessi il cui utilizzo scadrà il 31 dicembre 2019. Il progetto va sospeso perché la richiesta di INEA di annullare i fondi se Francia e Italia non dichiarano entro il 26 luglio 2019 il loro assenso a realizzare il progetto è un ricatto per imporre una visione “amministrativa” e non politica. Il progetto va sospeso perché l’applicazione del principio “Use it or lose it” (usali o perdili) non ha nulla a che fare in questa fase con la conferma di Francia e Italia di voler proseguire o sospendere il progetto…. » www.presidioeuropa.net/blog/?p=20390 MARTEDÌ 23 LUGLIO IL PRESIDENTE CONTE HA DICHIARATO IN UN VIDEO IL SI' DEL GOVERNO ALLA TORINO-LIONE “Buon pomeriggio a tutti. Ho un importante aggiornamento da darvi in merito al progetto dell’Alta Velocità Torino-Lione. Sapete qual è sempre stata la mia posizione. Il 7 marzo scorso, pubblicamente, con la trasparenza che si deve a tutti i cittadini e che contraddistingue il mio operato, ho illustrato questa posizione nel corso di una conferenza stampa. In quell’occasione vi ho fornito un quadro chiaro, dettagliato, di tutti gli aspetti relativi alla decisione di realizzare o meno l’opera, alla luce dell’analisi costi-benefici che è stata acquisita dal Governo, e vi ho anche illustrato il metodo che avevo seguito per arrivare alla decisione finale…. Nel frattempo però sono intervenuti – stiamo parlando di un arco di 4 mesi – dei fatti nuovi. Elementi di cui dobbiamo tener conto nella risposta che venerdì il Governo dovrà dare all’Inea, l’Agenzia europea per le infrastrutture e per le reti, per evitare la perdita dei finanziamenti europei. L’Europa infatti – ed è questo il primo elemento nuovo di cui tenere conto – si è detta disponibile ad aumentare il finanziamento della tratta transfrontaliera dal 40% al 55%. Questo ridurrebbe lo stanziamento di fondi che l’Italia deve destinare al progetto TAV, con un notevole risparmio. Secondo elemento: per quanto riguarda invece la TRATTA NAZIONALE, che impiega molte risorse nell’ordine di 1 miliardi e 700 milioni circa, l’Italia potrebbe beneficiare di un contributo dalla Commissione europea pari al 50%, come preannunciato. E anche qui saremmo di fronte a un sostanzioso risparmio…. Per bloccare l’opera, quindi, non potremmo confidare su quello che tecnicamente si definisce “un mutuo dissenso” degli altri protagonisti la Francia e la stessa Europa. A queste condizioni solo il Parlamento potrebbe adottare una decisione unilaterale viste anche le leggi di ratifica adottate dal Parlamento su questo punto. La decisione di non realizzare l’opera comporterebbe non solo, attenzione, la perdita dei finanziamenti europei ma ci esporrebbe a tutti i costi derivanti dalla rottura dell’attuale accordo con la Francia. Queste decisioni e le relative leggi sono state approvate, tengo a precisarlo, prima dell’arrivo di questo Governo….. I costi, inoltre, potrebbero ulteriormente ridursi in seguito a una interlocuzione con la Francia in ordine al riparto delle nuove quote di finanziamento della tratta transfrontaliera. Su questo punto il Governo italiano ed io personalmente siamo impegnati con la massima determinazione anche se, allo stato, questo nuovo riparto non sarebbe ancora garantito e non lo posso quindi, allo stato, garantire. Voglio precisarlo con la massima chiarezza: i fondi europei sono assicurati solo per la realizzazione del TAV e quindi non potremmo farne un impiego alternativo. Alla luce di questi nuovi finanziamenti comunitari non realizzare il TAV costerebbe molto più che completarlo….” ECCO IL VIDEO E IL TESTO : http://www.presidioeuropa.net/blog/alta-velocita-torino-lione-dichiarazione-del-presidente-conte-23- luglio-2019/ 24 Luglio 19 Comunicato del Movimento Notav: “NON C’ERANO E NON CI SONO GOVERNI AMICI, L’ABBIAMO SEMPRE SAPUTO! Dopo la diretta Facebook del Presidente Conte c’è finalmente chiarezza e come abbiamo sempre sostenuto: amici dalle parti del governo non ne abbiamo mai avuti. La manfrina di tutti questi mesi giunge alla parola fine e il cambiamento tanto promesso dal governo, getta anche l’ultima maschera, allineandosi a tutti i precedenti….. Cosa cambia ora? Per noi assolutamente nulla perché sono 30 anni che ogni governo fa esattamente come quello attuale: annuncia il si all’opera e aumenta il debito degli italiani facendo leva su un fantomatico interesse nazionale che non c’è e che nessuno dimostrerà mai. Noi faremo quello che abbiamo sempre fatto, convinti di essere dalla parte del giusto, e dalla parte di quella maggioranza del Paese che dalla Torino Lione non trarrà nessun vantaggio, ma un danno economico e ambientale, che pagheremo tutti. Conte e il governo che presiede saranno gli ennesimi responsabili di questo scempio ambientale, politico ed economico….. Noi invece sapremo sempre cosa fare, proseguendo la nostra lotta popolare per fermare quest’opera inutile ed imposta. Lo faremo come abbiamo sempre fatto mettendoci di traverso quando serve e portando le nostre ragioni in ogni luogo di questo Paese, che siamo convinti, sta con noi. Dimostreremo fin da subito la nostra vitalità, con il festival Alta Felicità che prenderà il via giovedì portando migliaia di notav nella nostra Valle, e che porteremo tutti insieme a vedere il cantiere sabato pomeriggio! Fermarlo è possibile, fermalo tocca a noi!” http://www.notav.info/post/non-cerano-e-non-ci-sono-governi-amici-labbiamo-sempre-saputo/ MERCOLEDÌ 24 LUGLIO IL TGR RIPORTA LE DICHIARAZIONI DI CONTE, SALVINI, DI MAIO, CIRIO, CHIAMPARINO, FREDIANI, AIROLA, APPENDINO (amareggiata ma non favorevole al gruppo misto) Questore e Prefetto di Torino pensano di allargare la zona rossa intorno al cantiere e proseguono le indagini sulle ultime manifestazioni per le identificazioni TG R del 24-LUG-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=GwqRdU9LP24 24 luglio Repubblica VIDEO: “TAV, APPENDINO: "AMAREZZA E FRUSTRAZIONE, IL MOVIMENTO FARÀ COSA POTRÀ PER BLOCCARE L'OPERA" https://www.youtube.com/watch?v=IU_UCEu75SY ALTRI ARTICOLI IN R.S. ALLEGATA 15 luglio 19 Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua: “LEGGE #ACQUAPUBBLICA, BASTA RINVII E BUGIE, SI APPROVI SUBITO! Da oltre 10 anni il movimento per l’acqua è in campo per contrastare le politiche liberiste che si prefiggono la definitiva cessione al mercato dell’acqua e dei beni comuni. Il percorso sin qui seguito è stato in grado di mettere insieme resistenza e proposta: si è costruita una forte opposizione alle privatizzazioni facendo ricorso alla sensibilizzazione attiva, alla mobilitazione politica, all’attivazione sociale fino alla disobbedienza civile, e contemporaneamente si è avanzata una proposta radicale e alternativa utilizzando lo strumento istituzionale della legge d’iniziativa popolare, depositata già nel 2007 con oltre 400.000 firme a sostegno. Una legge che si pone l’obiettivo di promuovere una gestione pubblica, partecipativa e ambientalmente ecocompatibile dell’acqua, con tariffe eque per tutti i cittadini, che garantisca gli investimenti fuori da qualsiasi logica di profitto e i diritti dei lavoratori. Nella scorsa legislatura abbiamo promosso la nascita dell'intergruppo parlamentare per “l'acqua bene comune” il quale nel 2014 ha sottoscritto una versione aggiornata della legge che abbiamo difeso con forza dall'ennesimo attacco del PD e della maggioranza alla Camera dove è stato approvato un testo stravolto nell’impianto e nei principi, fortunatamente rimasto indiscusso al Senato. L’attuale legislatura non è iniziata nel modo migliore. Da subito abbiamo denunciato come la parte del “contratto di governo” M5S-Lega relativa al tema dell’acqua fosse del tutto insufficiente, inadeguata e non rispettosa dell’esito referendario. Abbiamo evidenziato il rischio che si ottenesse il risultato di consolidare l'attuale assetto gestionale e di governance volto alla massima mercificazione del bene. Infatti, non vi è alcun riferimento alla necessità di mettere in campo una modifica radicale della normativa in materia di servizi pubblici locali e in particolare del servizio idrico integrato verso la ripubblicizzazione….” http://www.acquabenecomune.org/notizie/nazionali/3866-legge-acquapubblica-basta-rinvii-e-bugie-si- approvi-subito ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO “E' SOLO UN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO…” http://lucaxino.altervista.org/ IN LIBRERIA E IN EDICOLA CON IL FATTO QUOTIDIANO A 14 €: “PERCHÉ NO TAV”, TUTTE LE RAGIONI PER DIRE NO ALL’ALTA VORACITÀ TORINO-LIONE di Marco Travaglio, Erri De Luca, Marco Revelli, Tomaso Montanari, Luca Mercalli, Angelo Tartaglia, Livio Pepino, Alessandra Algostino, Claudio Giorno, Chiara Sasso, Luca Giunti. https://shop.ilfattoquotidiano.it/perche-no-tav-dal-28-marzo-in-libreria-e-in-edicola-con-il-fatto- quotidiano/ UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 25 giugno 19 Torino oggi : “TORINO, LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI È STATA APPENA LANCIATA ED HA UN OBIETTIVO DI 200MILA EURO. Una cifra che permetterebbe di scongiurare la chiusura dell’ultimo baluardo delle librerie indipendenti torinesi… “Il nuovo locale richiede una profonda ristrutturazione che, ad oggi, non siamo in grado di sostenere con le nostre sole forze – spiega il proprietario della libreria Paolo Barsi su GoFundMe – Per questo abbiamo lanciato un crowdfunding volto a raccogliere fondi per ristrutturare gli spazi che accoglieranno la Nuova Libreria Comunardi”…. “La società proprietaria dei muri, la Crab Holding S.p.a., ha recentemente venduto gli spazi a Ellemme, una fondazione “amica” che avrebbe dovuto rilevare i locali affinché la storica Libreria Comunardi sopravvivesse alla gentrificazione – spiega Barsi – Dopo cinque estenuanti mesi di trattativa, Ellemme si è ritirata dall’accordo, affittando gli spazi all’ennesimo supermercato, il quale ha proposto un canone di affitto superiore del 75% rispetto a quello attualmente versato dalla Libreria. Lo sfratto è oramai inevitabile”….” http://www.torinoggi.it/2019/06/25/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/torino-un-crowdfunding- per-salvare-la-libreria-comunardi.html ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 19 Luglio 2019 Stampa I RAGAZZI DI GRETA S’INCATENANO DAVANTI ALLA SEDE UNICREDIT DI VIA NIZZA La protesta contro gli investimenti che le banche fanno nel settore dei combustibili fossili Bernardo Basilici Menini Hanno scelto il giorno di uscita della famosa serie tv «La Casa di Carta», per vestirsi come i protagonisti, con le maschere di Dalì. I Fridays For Future sono tornati in protesta questa mattina, venerdì 19 luglio, di fronte al quartier generale di Unicredit in via Nizza 148. La dimostrazione è contro gli investimenti che le banche fanno nel settore dei combustibili fossili, a discapito di quelli nelle rinnovabili. Alcuni dei Ragazzi di Greta su sono incatenati all'ingresso della banca. Presenti sul posto i carabinieri. https://www.lastampa.it/torino/2019/07/19/news/i-ragazzi-di-greta-s-incatenano-davanti-alla-sede- unicredit-di-via-nizza-1.37122506 19 luglio 19 Tpi : “FRIDAYS FOR FUTURE, FLASH MOB CONTRO LE BANCHE CHE FINANZIANO AZIENDE INQUINANTI Gli attivisti del clima si sono vestiti dai protagonisti della Casa di Carta per protestare contro gli istituti finanziari complici dell'inquinamento Di Madi Ferrucci Il Flash mob di Fridays for Future: perché si sono vestiti dai protagonisti della Casa di carta Centinaia di ragazzi di Fridays for Future travestiti dai personaggi di “La Casa di Carta” hanno tenuto un flash mob di fronte alle banche delle principali città italiane. L’azione si è svolta nella mattinata del 19 luglio. Il movimento internazionale dei giovani che lottano contro il cambiamento climatico attacca gli istituti di credito che finanziano le aziende inquinanti. Gli strikers di Fridays for Future si sono incatenati di fronte alle sedi di Unicredit e Intesa San Paolo a Torino e a Castellammare del Golfo. Mentre a Milano gli attivisti hanno inscenato una finta esecuzione collettiva in segno di protesta. “La casa è in fiamme”, questo lo slogan che da giorni circolava sulla loro pagina Facebook: un’allusione alla celebre serie TV spagnola La casa di carta. L’iniziativa era stata anticipata da un video su Twitter. “Gesti simili si stanno susseguendo senza sosta in tutta Italia, con centinaia di ragazzi che chiedono alle principali banche del nostro paese di non finanziare ancora l’industria del fossile. Roma, Pisa, Brescia, Sassari, Forlì, Sassuolo, Palermo, Pordenone sono solo alcune delle città coinvolte”, hanno annunciato su Facebook i ragazzi del movimento….” https://www.tpi.it/2019/07/19/fridays-for-future-flash-mob-casa-di-carta/ 17 luglio 19 Spiffero : “INIZIATA LA FUGA DAI CINQUESTELLE La consigliera Pollicino con una lunga lettera annuncia l'uscita dal gruppo M5s della Sala rossa. "Mortificata dalle parole di Appendino e Di Maio". Stufa di fare il "pigia-bottoni" passa al misto e voterà solo i provvedimenti che condivide. Altri ribelli in fibrillazione …..“Non mi riconosco più” in questo Movimento 5 stelle. “Ho ascoltato il discorso del cosiddetto capo politico Luigi Di Maio e successivamente quello della sindaca Chiara Appendino con un forte senso di disagio, quel disagio” afferma la consigliera nella lettera inviata al presidente della Sala Rossa Francesco Sicari. Si definisce “mortificata”, “mai come in questi due anni di esperienza in Sala Rossa le dita della mia mano hanno ricevuto un’attenzione esagerata (…) ditino sul tasto, pigia-bottoni, dita pronte a schiacciare i tasti” si legge ancora nella sua missiva. Da ora in poi, annuncia, darà il proprio assenso solo ai provvedimenti che condividerà appieno, smettendo i panni della ubbidiente soldatina agli ordini dei capataz…… Ricorda la battaglia per tenere lontane le Olimpiadi da Torino, che la vide tra le protagoniste, assieme al costituendo gruppo dei cosiddetti dissidenti. Un drappello di cinque o sei consiglieri che ora minacciano di far cadere la Appendino. E non è un caso se tra i primi like all’annuncio via facebook di Pollicino ci sia quello di Maura Paoli, altra grillina in rivolta (giacché ormai anche la fibrillazione è superata)….. Marina Pollicino cita stralci dell’intervento di Appendino, quelli in cui la sindaca afferma di “non essere disposta a proseguire con il freno tirato”, ma soprattutto “a subire battute d’arresto, né compromessi al ribasso” per una serie di delibere e provvedimenti, a cui ritiene di “vincolare il mandato”….” https://lospiffero.com/ls_article.php?id=46848 18 luglio 19 FQ : “APPENDINO PERDE UNA CONSIGLIERA M5S ……Il trasloco d

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body