Newlettera del 27 nov 19

Nov 28, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 4 | Likes: 1

"edocr

4° sciopero FFF, Iniziative NOTAV, 5G, UC, Prati Parella, migranti, A21, Cavallerizza, Beni comuni, Piazza Fontana e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) GIOVEDI’ 28 NOVEMBRE ORE 21 al Centro Civico Nello Farina, via San Rocco 20, Grugliasco “RESA DEI CONTI ALLA MADDALENA” di Fabrizio Salmoni. Con l'autore discuterà di Tav e democrazia Roberto Borri, presidente Anpi Nizza-Lingotto. Saranno esposte fotografie del 3 luglio 2011 di Camilla Pasini Dopo un primo rifiuto dell’amministrazione comunale di concedere la sala, è stata confermata. 17 nov 19 Maverick : “DI TAV NON SI DEVE PARLARE. IL COMUNE DI GRUGLIASCO NEGA LA SALA ALL’ANPI PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI MAVERICK https://mavericknews.wordpress.com/2019/11/17/di-tav-non-si-deve-parlare-il-comune-di-grugliasco- nega-la-sala-allanpi-per-la-presentazione-del-libro-di-maverick/ 18 nov 19 Maverick : “RISOLTO IL CASO GRUGLIASCO. E’ STATO “UN EQUIVOCO” La sala per presentare il libro sulla resistenza No Tav è concessa per il 28 novembre, dice la vicesindaco. Il comunicato dell’Anpi. https://mavericknews.wordpress.com/2019/11/18/risolto-il-caso-grugliasco-e-stato-un-equivoco/ ORE 21 In sala consiliare ad Almese “5G, DRIZZIAMO LE ANTENNE, COSA SAPPIAMO DI QUESTA TECNOLOGIA?” Serata informativa all'interno del ciclo "Parliamone con....." INTERVERRANNO: Luisa Memore - Medico ISDE Francesco Macaluso - Ingegnere delle telecomunicazioni Stefano Bertone - Avv. presso studio legale ass. Ambrosio e Commodo - Torino dopo gli interventi sarà lasciato spazio al dibattito Organizzato da Laboratorio Civico e Codarem INGRESSO LIBERO https://www.facebook.com/events/2768852579806131/ VENERDI’ 29 NOVEMBRE ORE 9.30: da Piazza Bernini, da Metro Dante, da Campus Einaudi 3 CORTEI PER IL QUARTO SCIOPERO GLOBALE “FRIDAYS FOR FUTURE” A TORINO “Questo sciopero sarà il seguito di quelli avvenuti il 15 Marzo, il 24 Maggio, e il 27 Settembre e coinvolgerà ancora più persone!” https://www.facebook.com/events/430753824310850/ “3 CORTEI DIVERSI CHE PARTIRANNO CONTEMPORANEAMENTE DA 3 ZONE DELLA CITTÀ, per permettere di toccare luoghi meno centrali di Torino e coinvolgere tutti e tutte Un presidio continuato in via Roma: i 3 cortei si concluderanno tutti a porta nuova e da lì ci sposteremo in via Roma dove rimarremo in presidio per qualche ora nel pomeriggio….” https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/gm.438460796873486/535791640301065/?type=3&theater ORE 16 Alla Stazione FS di Avigliana in PIAZZA DE ANDRÉ (lato Corso Laghi) PRIMO GLOBAL STRIKE IN VAL SUSA https://www.facebook.com/events/785802261866852/ ORE 18 all’Unione Culturale in via Cesare Battisti 4, Torino “IL POTERE E LA RIBELLE. CREONTE O ANTIGONE?” Incontro attorno al libro di Livio Pepino e Nello Rossi “Perché a più di duemila anni di distanza, le ragioni della ribelle Antigone, che ha sacrificato sé stessa in nome di leggi più alte di quelle del potere costituito sono ancora attuali? Quando esistono delle leggi ingiuste, ribellarsi significa giustizia? VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=COOyzlWX2X8 ORE 18.30 – 20 presso “Volere la luna”, Via Trivero 16, Torino “SALVIAMO I PRATI DI PARELLA!” Riunione aperta “Decidiamo insieme le prossime iniziative per cercare di salvare i prati Parella dall’ennesima cementificazione (il Palavolley si faccia su area dismessa) e per chiedere al Comune di realizzarvi un parco. Riforestazione urbana, lotta ai cambiamenti climatici, tutela del suolo, non sono slogan vuoti ma elementi necessari nella amministrazione del territorio anche in ambito urbano e che dovrebbero realizzarsi prima di tutto preservando gli ultimi terreni liberi della città” Organizzato da Salviamo i prati https://www.facebook.com/events/442408089666967/ ORE 21 all’anfiteatro De Andrè in Piazza XXV Aprile, Robassomero “LA ROTTA VIA TERRA” Conferenza con testimonianze dirette di : MONICA BATTAGLIA (volontaria del campo profughi di Samos) e FABRIZIO MANIERO (ex combattente YPG). Sarà anche proiettato il documentario del viaggio in Bosnia della Morus Onlus e dell’Atlas Circus. Durante la serata sarà allestito un banchetto per la raccolta di indumenti e scarponi per i migranti che porteremo al rifiugio di Oulx in alta Valle di Susa. Organizzato da Resistenti Ciriè - Valli di Lanzo https://www.facebook.com/events/815185555567718/ SABATO 30 NOVEMBRE ORE 10 in via Porpora angolo Piazza Rebaudengo ASSEMBLEA21 INCONTRA I CITTADINI: “NON SIAMO INVISIBILI” “I professionisti della politica ripetono all'infinito che nelle nostre città i problemi principali sono sicurezza, decoro e migranti. Assemblea21 ha sempre richiesto all'Amministrazione comunale di Torino di affrontare questioni concrete che possono invece davvero cambiare la nostra città: lavoro, ambiente, casa, salute e debito. Dopo 3 anni non possiamo però che constatare il fallimento dell'amministrazione pentastellata, incapace di dare risposte: perciò abbiamo deciso di ritrovarci i sabati mattina nelle periferie della città per raccogliere le idee, ascoltare le problematiche e affrontarle insieme. E a questo scopo sarà inoltre possibile compilare un questionario relativo alle condizioni del proprio quartiere. Seguiranno: 5/10, mercato piazza della Vittoria angolo via Villar; 12/10, mercato corso Sebastopoli angolo via Tripoli; 26/10, mercato corso Racconigi angolo corso Peschiera. Sono invitati tutti gli abitanti che vogliono condividere i loro problemi e partecipare alle scelte della propria città, movimenti, comitati, realtà sociali”. https://www.facebook.com/events/459559634692388/ https://assemblea21.blogspot.com/2019/11/sabato-30-novembre-incontro-al-mercato.html ORE 19:30 Villaggio M.L.King Via Mattie 11, Meana di Susa POLENTATA a seguire: “C’È UNA BELLA DIFFERENZA” conferenza del giardia parco Luca Giunti. prenotazioni entro 28 novembre! Vedi n° telefono su locandina:https://www.tgvallesusa.it/polenta-a-meana-di-susa-con-luca-giunti/ DOMENICA 1 DICEMBRE ORE 12.30 al Polivalente di Bussoleno “GRANDE BAGNA CAODA” NO TAV L'organizzazione fornirà la Bagna caoda, sia tradizionale che vegana, le patate bollite, acqua e vino. I partecipanti sono invitati a portarsi un po' di verdura, i fojot (chi ne ha di più li porti per chi non li ha), le posate e il bicchiere (non usa e getta RISPETTIAMO LA TERRA!) INFO: Mariano 3383998439 – Sandra 3334720522 h 19:00/20:00 Chi volesse dare una mano per la preparazione della bagna caoda può venire Sabato 30 NOVEMBRE dalle ore 9:30 al Presidio di Vaie ORE 16 IN LUOGO DA CONFERMARE (restando in attesa di ricevere indicazioni dall’assessore Iaria circa la disponibilità di spazi nei quali potersi riunire). ASSEMBLEA CITTADINA CAVALLERIZZA “WHAT IS YOUR VISION?” ODG Assemblea Cavallerizza: “L’assemblea avrà per oggetto principale la costituzione del comitato di scopo in forma pauperis, che avrà durata limitata nel tempo (3/6 mesi). Ne leggeremo lo statuto si proporranno eventuali modifiche e si sottoscriverà qualora i numi saranno favorevoli. Ma è un altro punto dell’ODG, il primo, a dare il nome a questa assemblea. Infatti ogni partecipante potrà raccontare qual'è la propria Visione per Cavallerizza. Che Cavallerizza vorresti vedere tra 20 anni? Qual’è la tua VISION?... Emendamenti al verbale d'intesa” https://www.facebook.com/events/2712607108797074/ REPORT ASSEMBLEA PRECEDENTE DI DOMENICA 24 NOVEMBRE: https://cavallerizzareale.wordpress.com/2019/11/26/report-assemblea-24-11-2019/ LUNEDI’ 2 DICEMBRE ORE 14 piazza palazzo di Città, Torino CONSIGLIO COMUNALE PER L'APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO BENI COMUNI IL COORDINAMENTO BENI COMUNI PRESIDIERA’ E SEGUIRA’ I LAVORI (Seguire aggiornamenti su https://www.facebook.com/coordinamentobenicomunitorino/ ORE 17 Nel sottoscala di Palazzo Nuovo in via Sant'Ottavio 20, Torino, “PIAZZA FONTANA. UNA STRAGE LUNGA 50 ANNI” INTERVERRANNO: - Francesco Piccioni di contropiano.org - Av. Gianluca Vitale Introduce Noi Restiamo - Torino “Il prossimo 12 dicembre saranno passati cinquanta anni dalla strage nella Banca dell’Agricoltura in piazza Fontana, a Milano. Quella data, che non sarà mai come le altre sul calendario, rappresenta un salto di qualità nella “guerra non dichiarata” da parte dello Stato italiano, insieme ai servizi militari Usa e alle organizzazioni fasciste, contro il movimento operaio, la sinistra e i comunisti nel nostro paese….” https://www.facebook.com/events/427864871499662/ ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI VALUTAZIONE DELLE INIZIATIVE EFFETTUATE E SUL PROSEGUIMENTO “Assemblea21 ha lo scopo di condurre un’indagine indipendente e popolare sul debito del Comune di Torino, per contrastarne concretamente la legittimità e liberare risorse in direzione del soddisfacimento dei bisogni fondamentali della nostra comunità territoriale….” VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MARTEDI’ 3 DICEMBRE ORE 21 al Barocchio Squat Garden a Grugliasco in Strada del Barocchio, 27 (traversa a sin di corso Allamano all’altezza della caserma dei Vigili del fuoco) Bus da Piazza Castello 55 & 56 ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione MERCOLEDI’ 4 DICEMBRE ORE 17.30 Palazzo Nuovo, entrando a sinistra in fondo, piano sotto le Aule Magne ASSEMBLEA FRIDAYS FOR FUTURE TORINO CALENDARIO APPUNTAMENTI: https://teamup.com/ksp433nskvn7oxf19y INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: GIOVEDÌ 5 DICEMBRE “1969, PIAZZA FONTANA MEMORIA, STORIA, GIUSTIZIA” alle ore 18 in Via Cesare Lombroso 16, Torino Interverranno Marco MEOTTO (insegnante di storia e filosofia, formatore di Scuola e Società -Torino) Paolo FINZI (giornalista, redazione di A-Rivista anarchica) “12 dicembre 1969, l’attentato alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di Piazza Fontana a Milano trascina l’Italia nel vortice oscuro della “strategia della tensione”: alla fine i morti saranno 17, i feriti oltre 80….. Oggi, a distanza di 50 anni da allora, è giusto e necessario interrogarsi su quale traccia è rimasta nella memoria collettiva di eventi che rappresentano una svolta nella storia italiana”. Organizzato da Cub Scuola Università Ricerca Torino https://www.facebook.com/events/442651686395811/ VENERDÌ 6 DICEMBRE AD ALMESE “IL POPOLO CURDO, STORIA, CULTURA E SOCIETÀ” SE NE PARLERÀ CON DANIELE PEPINO E DOTT. TONI FERIGO https://www.tgvallesusa.it/ad-almese-si-parla-del-popolo-curdo/ http://www.retekurdistan.it/2019/11/25/il-popolo-curdo-storia-cultura-e-societa-almese-torino/ SABATO 7 DICEMBRE A TORINO “LAVORO PER VIVERE NON PER MORIRE!” 6 DICEMBRE, 12° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE ALLA THYSSEN: 7 OPERAI BRUCIATI VIVI Vogliamo cogliere questa drammatica ricorrenza per promuovere un'iniziativa nazionale a Torino, sabato 7 dicembre, con presidio e assemblea, su una questione che colpisce, sempre più gravemente, la classe lavoratrice: la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Le statistiche sono note: è un massacro quotidiano, cui è vitale dare una risposta ferma e decisa. È inaccettabile subordinare salute, sicurezza e ambiente, a logiche di profitto e di mercato! ORE 11.30-13.30 PRESIDIO DEDICATO ALLE VITTIME DELLA THYSSENKRUPP c/o la sede regionale di Confindustria - via Vincenzo Vela, 23 ORE 14.30-17.30 ASSEMBLEA-DIBATTITO c/o Circolo Arci "LA CRICCA" via Carlo Giulio, 25 (ang. corso Valdocco) Tel. 0115211653 https://www.pane-rose.it/files/index.php?c5:o6711 DA GIOVEDÌ 5 A SABATO 7 DICEMBRE AGENDA APPUNTAMENTI NOTAV IN PREPARAZIONE DELL’8 DICEMBRE (In aggiornamento) GIOVEDÌ 5 DICEMBRE ORE 21 a Rivoli, Sala del Consiglio Comunale, via Capra 27 Dibattito: “EMERGENZA CLIMATICA E GRANDI OPERE” VENERDI’ 6 DICEMBRE ORE 21 Oulx sala del Consiglio Comunale, piazza Aldo Garambois 1- Dibattito: “CANTIERI TAV ED ECONOMIA DELL’ALTA VALLE: OPPORTUNITÀ O DANNO?” SABATO 7 DICEMBRE ORE 18 Giaglione: Il Gruppo Cattolici per la Vita della Valle propone di partecipare alla S. Messa prefestiva delle ore 18 nella chiesa parrocchiale per tutti coloro che credono nel valore e nella forza della preghiera per la salvaguardia del Pianeta. ORE19 Giaglione: APERICENA NOTAV http://www.notav.info/agenda/appuntamenti-e-agenda-notav/ DOMENICA 8 DICEMBRE MARCIA NOTAV SUSA –VENAUS Ritrovo dalle ORE 12 a Susa, Ponte Briancon, Statale 24 http://www.notav.info/post/8-12-manifestazione-notav/ DALL’APPELLO: “PERCHÈ LIBERARE TUTT* VUOL DIRE LOTTARE ANCORA!” ……Oggi, contrastare queste opere inutili e devastanti significa difendere un pianeta a rischio sopravvivenza. I cambiamenti climatici stanno condannando l’uomo e la natura all’estinzione a causa di uno sfruttamento delle risorse di un sistema fuori controllo. Tutto ciò non è più sostenibile e dobbiamo agire ora. Continuiamo a subire un feroce attacco, colorato di vendetta, da quei poteri che in nome della legalità realizzano ingiustizia e sopraffazione dell’uomo sull’uomo e dell’uomo sulla natura. A breve infatti per 20 attivisti No Tav si apriranno le porte del carcere, a seguito di assurde condanne punitive, con l’obiettivo di intimidire una lotta che si appresta a contrastare l’inizio dei lavori per il tunnel di base…… UNA DATA DI MOBILITAZIONE IMPORTANTE QUESTA CHE OLTRE RICORDARE LA LIBERAZIONE DI VENAUS NEL 2005, È IL DECIMO ANNIVERSARIO DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LE GRANDI OPERE INUTILI. Scendiamo in marcia tutti insieme perché liberare tutte e tutti vuol dire lottare ancora! Libertà per Nicoletta, Stella, Dana, Francesca, Mattia, Luca, Giorgio, Mattia, Maurizio, Aurelio, Michele, Paolo, Massimo, Fabiola!” http://www.notav.info/post/8-12-marcia-susa-venaus-perche-liberare-tutt-vuol-dire-lottare-ancora/ ORE 17 presso il salone Polivalente della borgata 8 dicembre, Venaus INAUGURAZIONE mostra fotografica di Diego Fulcheri, “NO GRAZIE, ABBIAMO GIA' DATO. GRANDI OPERE DELLA VAL SUSA ESISTENTI E ABBANDONATE” IN ESPOSIZIONE DAL 7 DICEMBRE 19 AL 14 GENNAIO 20 L'iniziativa è nell'ambito delle manifestazioni NO TAV per ricordare la liberazione di Venaus dell' 8 dicembre 2005. ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito https://www.facebook.com/ManituanaTorino/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - https://www.notavterzovalico.info/- http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) RESISTENZA AGLI ESPROPRI IN CLAREA CONTRO L’ALLARGAMENTO DEL CANTIERE TORINO-LIONE Stanno arrivando in questi giorni da TELT raccomandate relative agli espropri dei terreni di Chiomonte e Susa acquistati da 1.175 NOTAV nel 2012 per “COMPRA UN POSTO IN PRIMA FILA 4” (http://www.notav.info/top/compra-un-posto-in-prima-fila-vol-4-ecco-i-moduli-per-aderire/) CHI RICEVE LA RACCOMANDATA È INVITATO A SEGNALARLO ALL'INDIRIZZO espropri@notavtorino.org: riceverà molto presto indicazioni su come rispondere a TELT Nel messaggio indicare come Oggetto: Raccomandata TELT Nel testo del messaggio indicare soltanto: - data di arrivo della raccomandata - nome, cognome, comune di residenza NON LASCIAMOGLIELA PASSARE LISCIA. RESISTERE, RESISTERE E ANCORA RESISTERE, PER POTER ESISTERE. http://www.notavtorino.org/ MERCOLEDÌ 20 NOVEMBRE AD AVIGLIANA HA DEBUTTATO L’EDIZIONE 2019- 2020 DE IL GRANDE CORTILE NO TAV “IL GRANDE CORTILE CON PAGLIASSOTTI E AIME La nuova stagione del Grande Cortile No Tav si apre con un incontro con Maurizio Pagliassotti e Marco Aime affrontando temi scottanti di Claudio Giorno. Maurizio Pagliassotti, autore di “ANCORA DODICI CHILOMETRI” ci è andato giù duro fin dalle sue prime parole “io nei bar dove ho trascorso davvero tanto tempo mentre annotavo appunti per le pagine del libro ho rivisto mio padre e mia madre, morti ormai da molti anni, ma incattiviti dalla deriva che han preso le cose…”; e con Marco Aime, il grande antropologo che l’Africa – in special modo quella francofona – l’ha vissuta, a togliere ogni “speranza” a chi si illude di poter fermare il flusso migratorio impedendo gli sbarchi: “il canale TV più seguito? Antenne 2; che manda in onda gli stessi format che entrano in tutte le case europee: gente sempre sorridente che se risponde bene a due domandine porta a casa in una serata 50mila euro in gettoni d’oro: provate a spiegare a un ragazzo di 17anni che il vecchio continente non è la terra dell’abbondanza, provate a fermarli spaventandoli col rischio di morire in Mediterraneo quando le possibilità di affogare in mare sono statisticamente le stesse di essere uccisi da una epidemia restando nel proprio villaggio…”. https://www.tgvallesusa.it/il-grande-cortile-con-pagliassotti-e-aime/ VENERDÌ 22 E SABATO 23 NOVEMBRE SI È SVOLTO A LECCE E A MELENDUGNO UNA SERIE DI INCONTRO CON ALBERTO ACOSTA sul tema “ESTRATTIVISMO. DIRITTI DELLA NATURA E DIRITTI DEI POPOLI” (Ex Ministro dell’Energia e delle Miniere nel primo governo Correa, Alberto Acosta è stato presidente dell’Assemblea Costituente di Montecristi che ha promulgato la nuova Costituzione dell’Ecuador, la prima a riconoscere la Natura come soggetto di diritto. Attualmente, oltre che docente presso la FLACSO, è autorevole membro del Tribunale Internazionale dei Diritti della Natura1, che sottopone ad investigazione e a giudizio le violazioni dei diritti di Madre Terra perpetrate in tutto il mondo) QUI VIDEO DEGLI INTERVENTI DEL SEMINARIO: https://www.youtube.com/channel/UC1RomI3gY5C5qJji2MNFR7w 25 nov 19 Ass Bianca Guidetti Serra : “CONSIDERAZIONI SU INCONTRO CON ALBERTO ACOSTA” https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2823363537696640&id=1470919929607681&__t n__=K-R 27 nov 19 Maverick : “LECCE. LA DIGOS INTERVIENE A UN SEMINARIO SUL TAP E FILMA PUBBLICO E RELATORI L’Associazione Bianca Guidetti Serra ci segnala un grave fatto di interferenza poliziesca al palazzo Codacci Pisanelli di Lecce su un seminario intitolato “È REATO DIFENDERE LA NATURA? L’USO ASIMMETRICO DEL DIRITTO NEI CONFLITTI AMBIENTALI“, organizzato nello scorso weekend dal Cedeuam Unisalento e dalla stessa Associazione Bianca Guidetti Serra per far luce sui conflitti climatici e sulla ricorrente contrapposizione tra movimenti sociali e attività economiche estrattiviste. Il Rettore nega di aver richiesto l’intervento. Lamorgese come Salvini o iniziativa del questore?..... https://mavericknews.wordpress.com/2019/11/27/lecce-la-digos-interviene-a-un-seminario-sul-tap-e- filma-pubblico-e-relatori/#more-1776 A SEGUITO DEGLI EVENTI SOPRA DESCRITTI, L’ASSOCIAZIONE BIANCA GUIDETTI SERRA HA RILASCIATO IL SEGUENTE COMUNICATO STAMPA: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10215686737785435&set=pcb.10215686814027341&type=3 &theater 26 nov 19 Ass Bianca Guidetti Serra : “LA PRESENZA DELLA DIGOS AL CONVEGNO CON ALBERTO ACOSTA ALL'UNISALENTO ERA ILLEGITTIMA” https://www.facebook.com/pages/category/Public-Figure/Associazione-Bianca-Guidetti-Serra- 1470919929607681/ 27 nov 19 Ass Bianca Guidetti Serra : “IN SALENTO VA TUTTO BENE” https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2828155683884092&id=1470919929607681&__t n__=K-R QUI I LINK DELLE TESTATE ON LINE CHE SI SONO OCCUPATE DEL CASO. Leccenews24 - Al Convegno si parla di Tap e arriva la Digos. https://www.leccenews24.it/attualita/convegno-no-tap-arriva-digos-acosta-intimidacion.htm LeccePrima - DIGOS AL CONVEGNO ACCADEMICO SULL'AMBIENTE, RETTORE: “NON ERAVAMO A CONOSCENZA” https://www.lecceprima.it/scuola/rettore-su-digos-convegno-acosta-lecce-26-novembre-2019.html TleRama - DIGOS IN ATENEO, IL RETTORE SI SCUSA CON ACOSTA: "NON ERAVAMO A CONOSCENZA" http://www.trnews.it/2019/11/26/digos-in-ateneo-il-rettore-si-scusa-con-acosta-non-eravamo-a- conoscenza/271763 LecceNwes24 - DIGOS AL CONVEGNO SU TAP, IL RETTORE PRENDE LE DISTANZE: ‘NESSUNA AUTORIZZAZIONE’ https://www.leccenews24.it/attualita/digos-convegno-tap-unisalento-dichiarazioni-rettore.htm SABATO 23 NOVEMBRE A SAN DIDERO SI È SVOLTA L’ASSEMBLEA FEMMINISTA "Assemblea femminista aperta. Le Fumne no tav hanno proposto una discussione/confronto sul tema della violenza di genere in tutte le sue forme. Un buon dibattito tra le tante donne e gli uomini presenti. Tutte/i consapevoli della necessità di non lasciare questi argomenti ai margini del nostro impegno quotidiano." (Erme) QUALCHE FOTO: https://photos.app.goo.gl/ZbEArCfQ4rTFCnAZA SABATO 23 NOVEMBRE CONDOVE 2° INCONTRO DEL GRANDE CORTILE: È STATO RICORDAT0 L’AMBIENTALISTA ALEX LANGER a 30 anni dalla convocazione a Trento di un seminario per la difesa dell'ecosistema Alpino contro il traffico di transito, la speculazione immobiliare, le Grandi Opere e i grandi eventi inquinanti Il prof Gianni Tamino, (biologo che era subentrato al Parlamento europeo nel luglio 1995, a seguito della morte di Alexander Langer ), ha commentato la sua vita e le sue opere, anche reperibili sul Sito della Fondazione a suo nome: VEDI in particolare : RACCONTI, RICORDI E DEDICHE su http://www.alexanderlanger.org/it/52 Sono intervenuti Claudio Giorno, Paolo Prieri, Gigi Richetto, che hanno portato la loro testimonianza su Langer avendolo conosciuto personalmente e una giovane di Fridays for future della Valsusa 13 ott 19 Claudio Giorno e Mauro Rubella: “CORREVA L’ANNO…1989” https://claudiogiorno.wordpress.com/2019/10/13/correva-lanno1989/ L’evento è stato organizzato in collaborazione con Comune di Condove, Gruppo Clima Valsusa, Presidio Europa, e Cattolici per la Vita della Valle 21 Novembre 19 DBamianto : “TUNNEL LIONE TORINO FABBRICA DI POLVERE E SMARINO Scheda a cura di Red Salbetrand è un piccolo Comune della Valle di Susa che ha avuto la “fortuna” di essere stato indicato nei piani della TAV come unico centro atto ad ospitare il cantiere per la raccolta e lo smistamento delle terre da scavo prodotte durante la realizzazione del Tunnel Euralpin Lyon Turin (TELT). Si stima che dal cantiere TAV di Chiomonte dovrebbero giungere a Salbertrand circa 6 milioni di tonnellate (3.600.000 metri cubi) di smarino. LA FABBRICA DELLA POLVERE In origine il progetto prevedeva che i lavori di scavo del tunnel si concludessero a Chiomonte partendo da Susa, dove era stata individuata un’ampia area per la raccolta dei materiali di scavo nei pressi dell’Autoporto. Successivamente TELT ha deciso di invertire la direzione di scavo per proteggere i lavori dalla protesta e, data la mancanza di spazi adeguati a Chiomonte, si è posto il problema di dove collocare lo smarino. In questo contesto l’ex Sindaco pro tempore di Salbetrand si è fatto avanti candidando il Comune a sede dell’area industriale di supporto al tunnel. Lo spazio indicato da TELT per la costruzione del cantiere (124.000 mq) si trova a ridosso della ferrovia, tra la Dora Riparia e l’Autostrada, su un’area di oltre 12 ettari parzialmente esondabile concessa per l’uso in deroga…..” “L’ING. POGGIO ILLUSTRA IL PROGETTO DEL CANTIERE DURANTE UN’INIZIATIVA NO TAV! Video Kotapa https://www.youtube.com/watch?v=IiMjdJHOQ8E https://www.dbamianto.it/tunnel-lione-torino-fabbrica-di-polvere-e-smarino/ 24 Nov19 NOTAV Info : “IL TAV ISOLA TORINO Trenitalia taglia in modo impressionante i treni Alta Velocità da e per Torino: -38% treni per Milano, - 85% quelli per Bologna, -93% per Firenze, -80% per Venezia. Riduzioni solo in parte compensate da Italo….. Urlavano SI TAV perché Torino sarebbe “isolata dall’Europa” (balla clamorosa), chiedendo il Tunnel sotto le Alpi per andare a Lione. E ora, in una nemesi perfetta, scopriamo che Torino sarà isolata dall’Italia, proprio grazie al TAV. Già, perché questo è di fatto un crollo verticale dei collegamenti lunga percorrenza, dove i treni AV hanno fatto terra bruciata dei vecchi InterCity, ormai in via di estinzione. Ma è tutto il concetto dell’Alta Velocità italiana ad essere messo in crisi. Una colossale bolla che sta per scoppiare: infrastrutture dal costo faraonico senza una domanda di trasporto che ne giustifichi l’esistenza. Infatti ora i gestori (che non riescono più a star dentro ai costi stellari) tagliano drasticamente le corse. E, contestualmente, vengono al pettine i “nodi” irrisolti della rete ferroviaria, quelli urbani. Dove si continua ad andare a passo di lumaca costretti in capacità di transito insufficienti a garantire il servizio sull’unica domanda che continua ad esplodere: quella del trasporto pubblico locale….” http://www.notav.info/post/il-tav-isola-torino/ VEDI IN R.S. ALLEGATA ARTICOLO 23 nov 19 Stampa : “ALLARME TRENI AD ALTA VELOCITÀ TORINO RISCHIA UN MAXI TAGLIO DOMENICA 24 NOVEMBRE DATE LE FORTI PIOGGE E SMOTTAMENTO DI TERRENI, SONO CROLLATE PARTI DI AUTOSTRADE, per fortuna senza morti, questa volta. 24 nov 18 i Angelo d’Orsi: “VIADOTTI E PONTI CHE CROLLANO MA LA TAV NON C’ENTRA NULLA Scene della catastrofe italiana. Oggi è caduto un pezzo di viadotto autostrada Savona-Torino, seguito da una frana sulla statale che collega le due città; in serata una voragine si apre nell’Asti-Torino; le mareggiate in Liguria si sono mangiate buona parte delle spiagge; l’acqua alta a Venezia non è ancora del tutto defluita; a Torino il Po sta salendo rapidamente, tenendo sul chi vive la cittá; in molte città la Protezione civile ha emanato l’allerta rossa…… Ma la classe politica, pronta a impegnarsi (malissimo) sulle “emergenze” fatica a trovare il bandolo della matassa, e magari forte del dibattito sul “climate change”, preferisce ripetere il mantra degli “eventi estremi”. E, intanto, persevera nelle scelte scellerate: il TAV, il MOSE, il TAP, il MUOS e via seguitando, in una congerie di “grandi opere” non soltanto inutili e dispendiose, ma come spiegano i veri esperti in relazione a Venezia, circa il gigante MOSE, si tratta di opere dannose. E si tratta, inoltre, di opere che producono profitti (spesso illeciti, sulla base di tangenti) per pochi, e nessun beneficio reale per la collettività. La quale invece avrebbe bisogno non di poche mastodontiche creazioni, ma di una miriade di piccole opere: pulire i greti di fiumi e torrenti, ma anche il sottobosco, rimboscare montagne e colline (piantando alberi), fermare l’abusivismo (anche procedendo con demolizioni forzate), investire nella rete ferroviaria locale e non (solo) nell’Alta Velocità, riparare migliaia di chilometri di strade, specialmente quelle provinciali, studiare seriamente l’assetto idrogeologico del Paese, monitorare in modo rigoroso ponti e viadotti, e via seguitando….” https://www.facebook.com/angelo.dorsi.7/posts/10218807493572387 https://www.tgvallesusa.it/viadotti-e-ponti-che-crollano-ma-la-tav-non-centra-nulla VEDI ARTICOLI IN R.S.ALLEGATA DOMENICA 24 NOVEMBRE SI È SVOLTA L’ASSEMBLEA CAVALLERIZZA 14:45 PROGRAMMATA DOMENICA 17 essendo stata confermata la riunione del consiglio comunale del lunedì 25 novembre sul Regolamento dei beni comuni. https://cavallerizzareale.wordpress.com/2019/11/20/24-11-2019-prosecuzione-assemblea-pubblica/ Si è ritenuto importante il mantenimento dell’assemblea nonostante che nella notte di sabato 23 Novembre alcuni partecipanti avessero deciso di rinviare alla DOMENICA 1 DICEMBRE per concedersi una pausa (VEDI: https://www.facebook.com/cavallerizzairreale/) REPORT INTEGRALE “ASSEMBLEA CAVALLERIZZA 14:45” del 24/11/2019: “Dovendo in primis constatare l’indisponibilità di una sede al coperto, in quanto l’assessore Iaria, anziché fornire indicazioni logistiche – come si era impegnato a fare nella riunione del 17/11 che lo aveva visto tra i partecipanti….L’AC ha deciso di proseguire la discussione presso la Caffetteria Reale….. Nel prosieguo dei lavori l’Assemblea Cavallerizza 14:45, affrontando il punto all’ordine del giorno circa la costituzione di un Comitato di Scopo o altra forma giuridica, ha unanimemente convenuto sull’opportunità di rappresentare al Prefetto di Torino, quale rappresentante istituzionale interessato, una precisazione relativa alla capacità di agire quale soggetto giuridico riconosciuta all’Assemblea Cavallerizza 14:45 dal Comune di Torino, con Mozione n. 69 del 25 Settembre 2017. Si conviene sul fatto di inviare al Prefetto al più presto – considerati i tempi contingentati una lettera nella quale esporre la precisazione di cui sopra…” https://cavallerizzareale.wordpress.com/2019/11/26/report-assemblea-24-11-2019/ LETTERA: https://cavallerizzareale.files.wordpress.com/2019/11/al-prefetto-di-torino.pdf 21 novembre 19 Comunicato ATTAC Torino: “QUANDO TUTTO SARÀ PRIVATO, SAREMO PRIVATI DI TUTTO, È QUESTO L’OBIETTIVO DI APPENDINO? Subalterna ai grandi interessi finanziari e speculativi, incapace di difendere i risparmiatori torinesi vittime delle banche che non riconoscono interessi sui loro risparmi ma poi li prestano al Comune a interessi che toccano il 5%, anche per Appendino il cappio del debito è diventato l’alibi per ogni privatizzazione dei servizi e dei beni pubblici. Ora tocca alla Cavallerizza, un complesso di grande valore storico, culturale, urbanistico e immobiliare: 47.000 metri quadrati nel cuore del centro cittadino. Lasciato andare in malora perché quel che interessa agli speculatori non è l’arte o la storia ma il suolo, anche coperto di macerie, ma prezioso per costruire alberghi e residenze di lusso, attività e locali di alto bordo, e rovinare anche i Giardini Reali con un parcheggio sotterraneo come previsto dal Piano Regolatore. A maggio 2014 Assemblea Cavallerizza 14:45, un gruppo eterogeneo di cittadine e cittadini, si è opposto a questo disegno, chiamando la città a condividere gli obiettivi di un’occupazione durata 5 anni, che ha prodotto sensibilizzazione, interesse, partecipazione e la proposta di autogestione, presentata al Comune di Torino nel maggio 2018 per scongiurare la privatizzazione e dare nuova vita e funzioni pubbliche all’intero complesso della Cavallerizza. Quella proposta è stata stravolta, sfigurata, tradita nelle segrete stanze del Comune, tra pochi intimi, all’insaputa di quasi tutti i promotori e dell’intera città. https://www.attactorino.org/index.php/le-campagne-di-attac/beni-comuni/beni-comuni-2/631-quando- tutto-sara-privato-saremo-privati-di-tutto-e-questo-l-obiettivo-di-appendino LUNEDÌ 25 NOVEMBRE SI È SVOLTO IL PRESIDIO CONTRO L'APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO BENI COMUNI organizzato dal Coordinamento beni comuni Torino davanti al Comune Il regolamento è stato solo presentato dall’assessore Giusta ma non votato e discusso, perche' alcuni emendamenti consegnati non erano ancora stati verificati dagli uffici e quindi non potevano essere messi in votazione. Per cui il Consiglio ha deciso di calendarizzare discussione e votazione a LUNEDÌ PROSSIMO 2 DICEMBRE, IL COORDINAMENTO BENI COMUNI PRESIDIERA’ E SEGUIRA’ I LAVORI (VEDI APPUNTAMENTI e Seguire aggiornamenti su https://www.facebook.com/coordinamentobenicomunitorino/) 20 novembre 19 Comunicato Coordinamento Nazionale No Triv : "CI RUBANO IL GAS!". BALLE! COMUNQUE MEGLIO CHE RESTI DOV'E'. Depositata interrogazione della lega su attivita' di ricerca di gas e petrolio autorizzate dalla Grecia nello jonio (e dall'italia sospese Il testo dell'interrogazione è scritto in un italiano pessimo (ma mi chi lo ha scritto?) e, quanto ai contenuti, non ne parliamo: Domanda: non ce l'hanno il tempo di farsi spiegare da chi ci capisce qualcosa di trivelle? Se anche i Greci dovessero trovare il gas nello Jonio in un giacimento che interessa anche il mare italiano (giacimento "Futura Prospect") davanti al sud delle coste della Puglia, varrebbe quanto pubblicato da Il Sole 24 Ore e commentato da La Staffetta Quotidiana del 3 ottobre 2019 -che i leghisti non leggono, evidentemente-. Cosa hanno già detto i tecnici del MISE già ai primi di ottobre? Che in base ad un accordo del 24 maggio 1977, i due Paesi dovrebbero trattare per "spartirsi la torta", così come accade da molti anni con la Croazia per il gas dell'Alto Adriatico. Quindi, nessuno ruba all'Italia il suo gas (che non è stato ancora trovato, tra l'altro). Semmai il nostro auspicio è che rimanga li dov'è…..” https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/photos/a.1428323164097930/2452193658377537/ ?type=3&theater 25 nov 19 Comunicato Coordinamento No Triv Basilicata: “APPROVATA ALL’UNANIMITÀ MOZIONE SUL PITESAI IN CONSIGLIO COMUNALE A POTENZA Nel corso della seduta del Consiglio comunale convocata il 25 Novembre 2019, tra l’altro contenente un’interrogazione urgente presentata dal consigliere Falconeri (M5S) relativa a “RICHIESTA DI CONCESSIONI PETROLIFERE PENDENTI E ADOZIONE DEL PITESAI”, è stato presentato e discusso un ordine del giorno presentato dal Consigliere Valerio Tramutoli (Basilicata Possibile) con il quale formulare la richiesta al MISE di partecipazione del Comune di Potenza al processo di predisposizione e definizione delle aree idonee ex art. 11-ter c.1, L. n°12 dell’11.2.2019 (PiTESAI)”. “La ‘moratoria’ ha fermato tutte le richieste pendenti in tema di estrazione di idrocarburi. Entro, al più tardi, il Febbraio 2021, tutti i permessi riprenderanno vita, qualora il governo non abbia individuato aree idonee all’estrazione e quindi aree nelle quali non utilizzabili. Su tutto il Comune di Potenza esistono quattro richieste di permessi, se il Piano delle Aree idonee non si facesse o si facesse senza un minimo di controllo, ci potremmo trovare con le estrazioni petrolifere alle porte della città. I sette tavoli ministeriali vanno avanti, e non invitano i Comuni che devono autoproporsi e, soprattutto perché in caso contrario verrebbero interpellati a valle delle decisioni e non a monte. E’ importante che il Comune si faccia avanti e venga coinvolto nella redazione del progetto finale. Analoga richiesta è stata fatta da 120 Comuni italiani”…..” https://giornalemio.it/cronaca/potenza-il-cc-approva-allunanimita-mozione-su-pitesai/ Lunedì 25 novembre 19 RAI 3 Report : “I TEDOFORI” “A giugno 2019 le Olimpiadi invernali del 2026 sono state assegnate alla coppia Milano-Cortina, che ha battuto la Svezia. I Giochi Olimpici – che vedranno 400 milioni di euro di investimenti per realizzare gli impianti e i villaggi olimpici, 1 miliardo e 400 milioni di euro per l’organizzazione dell’evento sportivo promettono di essere dei Giochi low cost, per un indotto superiore ai 2 miliardi….” Da 28 al 42 min e da 52 al 55 min Servizio sulle Olimpiadi Torino 2006 con interviste dei sindaci pentiti e Esposito in attesa di inchiesta giudiziaria! https://www.raiplay.it/video/2019/11/report-del-25112019-i-tedofori-olimpiadi-invernali-Milano-Cortina- 7b63ba9a-75da-4e1b-8c3e-1c32f9b5f65e.html “NEMICI DELLO STATO?: STIAMO CON I DIFENSORI DEL TERRENO E IL NOSTRO AMBIENTE!” VIDEO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=10&v=QJbIyn-7DNw Luglio 19 Report Nemici dello Stato : “COME I GOVERNI E LE IMPRESE METTONO A TACERE LA TERRA E DIFENSORI DELL'AMBIENTE file:///D:/EVIDENZA/3- 15%20dic%2018%20Cop%2024%20a%20Katowice%20e%20seguenti%20su%20clima/Enemies_of_the _State.pdf “…..Più di tre persone sono state assassinate ogni settimana nel 2018, molte di più criminalizzate, per aver difeso la loro terra e il nostro ambiente…..” https://www.globalwitness.org/it/campaigns/environmental-activists/enemies-state/ E’ USCITO IL LIBRO “IL FASCISMO COME MOVIMENTO DI MASSA, LA SUA ASCESA E LA SUA DECOMPOSIZIONE (1934), di Arthur Rosenberg, inedito in italiano, pubblicato grazie alla traduzione dal tedesco dei compagni del Circolo Internazionalista di Roma, pubblicato nei Quaderni di Pagine Marxiste Introduzione di Graziano Giusti (anche autore di “ANATOMIA DEL POPULISMO FASCISTA” riportato in Appendice): “FASCISMO E POPULISMO” http://www.paginemarxiste.it/modules.php?name=Archivio&pa=showpage&pid=480 176 pagine, 10 euro comprese le spese di spedizione, richiedendolo a questa mail: abbonamenti@paginemarxiste.it ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO “E' SOLO UN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO…” http://lucaxino.altervista.org/ UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI https://www.gofundme.com/savecomunardi 19 agosto 19 Repubblica : “TORINO, LA LIBRERIA COMUNARDI CHIUDE, ANZI NO: "RIAPRIREMO NEL LOCALE A FIANCO" Lo storico negozio di via Bogino rischiava di sparire dopo 43 anni perché sfrattato da un supermercato, ma il titolare Barsi ha trovato una soluzione: "Non molliamo, al via una raccolta fondi per il trasloco" di Sara Strippoli ….. Dice semplicemente che il 30 settembre non se ne andrà. "Noi chiudiamo soltanto sei giorni. Quest'anno, eccezionalmente, ho chiuso a Ferragosto perché Torino è piena di turisti ma in libreria non vengono molto". Barsi non vuole buchi temporali. Le intenzioni sono chiudere al numero civico 2 solo quando sarà pronto il trasloco nel negozio a fianco, 480 metri, parte interrati. Uno spazio vuoto da tempo con un gran bisogno di essere messo a norma. La trattativa è in corso. Si parla di 700mila euro, ma il titolare non nega e non conferma: "Stiamo dialogando". Quello che è certo è che servono ulteriori 200mila euro per la ristrutturazione. Così è partito un crowdfunding, per ora sono arrivati 26mila euro. La meta è molto lontana, ma in via Bogino non c'è aria di resa….” https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/08/19/news/torino_la_libreria_comunardi_chiude_anzi_no_riapr iremo_nel_locale_a_fianco_-233903434/ ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 18 nov 19 Lagendanews : L'UNIONE MONTANA VALSUSA NON CI SARÀ ALLA MANIFESTAZIONE NOTAV, I SINDACI SOLO A TITOLO PERSONALE L’Unione Montana Valsusa non ci sarà alla manifestazione NoTav, i sindaci che vorranno saranno presenti solo a titolo personale. Questa è una posizione che si avvertiva già dalle dichiarazioni informali di diversi sindaci in queste settimane. La svolta nell’Unione Montana Valsusa ha trovato una conferma ufficiosa nel pomeriggio durante un incontro informale tra alcuni esponenti del Movimento NoTav e la giunta. La richiesta del Movimento NoTav era in linea con quanto avvenuto negli anni della gestione Plano. Qualcosa è evidentemente cambiato. Il carroccio imbandierato con i gonfaloni comunali non ci sarà. Quindi se i primi cittadini dei comuni valsusini della bassa vorranno manifestare lo faranno a titolo personale e non della comunità sovracomunale. Insomma Villa Ferro non è più nell’orbita del Movimento NoTav dando alle manifestazioni un “cappello” politico e istituzionale…..” https://www.lagendanews.com/alla-manifestazione-notav-no-dellunione- valsusa/?fbclid=IwAR1tRYO9MMUsD6JV2q-ldDaq85TcpA6chhUgNoIK-79V-SPv3EQTKiEezfU 24 nov 19 Lagenda : UNIONE MONTANA VALSUSA, I SINDACI PARTECIPERANNO ALLA MARCIA NOTAV Una nota firmata dalla giunta conferma la presenza ….Poi alcuni sindaci che rappresentano anche l’area del Movimento NoTav hanno richiesto una riunione tra primi cittadini. Da queste, secondo le indiscrezioni, il sindaci di Avigliana e Almese, Archinà e Bertolo, e la vice di Vaie Serra avrebbero chiesto un documento contrario a quanto deciso in giunta. Un passaggio politico d’appoggio che ha trovato la maggioranza dei sindaco d’accordo. Insomma, la richiesta, sconfessa di fatto quanto deciso da Banchieri e alcuni della giunta, nata proprio con l’auspicio di non trattare temi politici ma operazioni concrete sul territorio…. Questa mattina la svolta che cambia la posizione dell’Unione Montana Valsusa Il presidente Pacifico Banchieri è all’estero e non è contattabile. Dalla sua giunta è arrivato un comunicato stampa rovescia quando deciso e sconfessa di fatto la posizione “non” politica della giunta dell’ente. “L’Unione Montana Valle di Susa parteciperà alla manifestazione del prossimo 8 dicembre da Susa a Venaus. È quanto deciso ad ampia maggioranza dall’Assemblea dei Sindaci molti dei quali interverranno in forma ufficiale per ribadire la contrarietà alla realizzazione del TAV in Valle di Susa e della tratta nazionale della Nuova Linea Torino Lione. L’opera, sulle cui criticità trasversali è stato richiesto il più ampio confronto, è infatti ritenuta non prioritaria, e destinata a drenare risorse pubbliche a discapito delle legittime esigenze di servizi e investimenti a favore dei cittadini e a tutela di un territorio sempre più fragile“….” https://www.lagendanews.com/lunione-montana-sulla-marcia-notav/ 23 nov 19 Stampa : “ALLARME TRENI AD ALTA VELOCITÀ TORINO RISCHIA UN MAXI TAGLIO Torino finisce ai margini dell'alta velocità A rischio taglio oltre il 30% dei treni diretti Da Trenitalia garantiscono: solo un disguido nel caricamento del nuovo orario invernale …..In sostanza, lo snodo di Milano Centrale è il cuore di una imponente revisione che - almeno per Torino - sembra generare una conseguenza evidente: la brusca riduzione di treni diretti da e per il capolugo piemontese. I Frecciarossa diretti per Milano rischiano di passare dagli attuali 29 al giorno per senso di marcia a 18, quelli per Roma da 19 a 15, mentre nel caso di Napoli si confermano gli 8 viaggi quotidiani. Ancora più critica la situazione delle fermate intermedie, come Bologna e Firenze: da 13 Frecciarossa a due per il capoluogo emiliano e da 15 a uno solo per quello toscano. La conseguenza è presto detta: rispetto a oggi - sempre se la situazione resterà immutata - i viaggiatori saranno spesso costretti a scendere a Milano e cambiare treno, con tempi di percorrenza che si allungano di una ventina di minuti e con il rischio di perdere le coincidenze in caso di ritardo. Più complessa la situazione di Italo, i cui orari sono già definitivi: i diretti per Bologna e Firenze restano immutati (6 e 5 al giorno per senso di marcia), quelli per Milano scendono da 13 a 12, quelli per Roma salgono da 9 a 13 e quelli per Napoli addirittura da 5 a 9. E poi c'è Venezia: non la si potrà più raggiungere direttamente con Italo, che fino a metà dicembre garantisce quattro diretti al giorno. Resteranno due Frecciarossa diretti (contro i 10 attuali), per il resto bisognerà fare scalo a Milano Porta Garibaldi. È un altro effetto dell'intasamento delle stazioni di Milano. Una situazione che a Torino rischia di produrre danni fortissimi”. http://lastampaipad3.pagestreamer.com/lsdivo/index.html# 27 nov 19 Stampa : “UN CORRIDOIO ECOLOGICO PER SALVARE LE FARFALLE SCOPERTE NEL CANTIERE TAV Tra Salbertrand, Chiomonte e Giaglione vivono 5 popolazioni di Zerynthia Cristina Insalaco Un corridoio ecologico per salvaguardare la farfalla Zerynthia polyxena, specie protetta scoperta lo scorso anno nell’area del cantiere della Torino-Lione. È questo il progetto che prenderà forma dai prossimi giorni dopo uno studio coordinato dall’equipe della professoressa Simona Bonelli, docente di zoologia all’Università di Torino, che ha portato a diversi risultati. Il primo è che nella zona tra Salbertrand, Chiomonte e Giaglione vivono 5 popolazioni di Zerynthia. In una di queste aree, quella coinvolta nell’ampliamento del cantiere, la farfalla sarebbe a rischio a causa della Tav. Ma sarebbe comunque a rischio per l’infittirsi del bosco anche senza l’infrastruttura. Da qui nasce l’idea di «traslocare» le farfalle: il Consorzio Forestale Alta Valle Susa realizzerà un percorso attraverso il bosco, con 10 radure o «piazzole di sosta» in cui sarà riprodotto l’habitat specifico per lo sviluppo di uova e larve di Zerynthia. Saranno introdotte 2000 piante di Aristolochia pallida e un centinaio di bruchi lungo il corridoio ecologico. L’obiettivo è permettere alla farfalla di connettersi alle altre aree dei tre comuni….” https://www.lastampa.it/torino/2019/11/27/news/un-corridoio-ecologico-per-salvare-le-farfalle-scoperte- nel-cantiere-tav-1.38020938 27 NOV 19 UN COMMENTO SU RADIONOTAV: “UNIVERSITÀ E CONSORZIO FORESTALE A LIBRO PAGA DI TELT Telt paga studi e compensazioni per la farfalla rara, i soldi pitturano di verde il progetto Università e Consorzio Forestale Alta Valle Susa si prestano al lavaggio verde di Telt, pagati dai costruttori dell’opera.. Forse con qualche spicciolo in più il dipartimento di Zoologia sarebbe pronto a dire che anche gli asini volano, o la facoltà di Agraria che salveranno capre e cavoli….” http://www.radionotav.info/universita-e-consorzio-forestale-a-libro-paga-di-telt/ IL NOSTRO INTERVENTO DURANTE LA CONFERENZA STAMPA http://www.radionotav.info/podcast/telt-unito-cfavs.mp3 VOLANTINO DIFFUSO ALL’UNIVERSITÀ, QUANDO È STATA INTERROTTA LA CONFERENZA STAMPA INDETTA DA TELT “QUANTI SOLDI VOLETE PER DIRE CHE GLI ASINI VOLANO? http://www.radionotav.info/wp-content/uploads/2019/11/asini.pdf 21 nov 19 FQ : “GRETA IN LAGUNA: PARTA DA QUI LA CONVERSIONE ECOLOGICA di Paolo Cacciari ….Approvare un nuovo, esemplare Piano nazionale per azzerare le emissioni di gas a effetto serra, in linea con l’accordo di Parigi. Inserire, nella legge di bilancio, la Laguna di Venezia tra i Parchi naturali di interesse nazionale. Incaricare un gruppo di esperti internazionali di ingegneria idraulica che constatino le malformazioni congenite vitali del feto-Mose, così da evitare inutili e costosi accanimenti terapeutici. Conseguentemente, sciogliere il Consorzio di imprese (fantasma, dopo gli interventi della magistratura) Venezia Nuova. Realizzare delle opere provvisionali alle quattro bocche di porto con sbarramenti removibili di immediata installazione. Vietare la escavazione e il dragaggio di qualsiasi canale interno alla laguna. Approvare un piano di ripristino morfologico della laguna, con il rialzo dei fondali delle bocche di porto. Riaprire ai flussi di marea le casse di colmata, le valli da pesca e rimuovere ogni sbarramento. Tutto con l’obiettivo di dimezzare la capacità di invaso delle acque in Laguna. Affidare la elaborazione di un piano di difesa della laguna a una commissione internazionale (dove, per ovvie ragioni di credibilità, vi dovranno essere quei tecnici che per primi hanno visto i difetti del Mose, come il prof D’Alpaos, la prof Zitelli, la prof. Vittadini). Infine, il capo dello Stato dovrebbe chiedere scusa a Venezia (come ha recentemente fatto con i superstiti del Vajont) per le gravi responsabilità dei governi che, dal 1982 a oggi, hanno approvato e inaugurato, reiteratamente, un progetto sbagliato, con procedure criminogene (Concessione unica De Michelis/Zanda, Legge Obiettivo Lunardi/ Berlusconi).” https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/11/21/greta-in-laguna-parta-da-qui-la- conversione-ecologica/5573349/ 25 nov 19 FQ : “VENEZIA TORNI AI VENEZIANI” LE RAGIONI DEL SÌ AL REFERENDUM Domenica voto sull’autonomia - Il capoluogo e Mestre alle urne per separarsi. 40 anni fa (l’attuale) appello di Montanelli per “salvare la laguna” di Tomaso Montanari “I problemi di Venezia sono tanti, e aggrovigliatissimi. Ma tutti dipendono dalla soluzione di uno, fondamentale, che sarebbe semplicissimo e non costerebbe una lira: la restituzione di Venezia a Venezia. Non è un giuoco di parole, o una di quelle astruserie di cui si compiacciono politologi e sociologi. È un imbroglio amministrativo alla portata di qualsiasi persona provvista di un po’ di buon senso, e che possiamo riassumere così. … E oggi la situazione è questa: che nel comune di Venezia i veneziani si trovano nella proporzione di 1 a 2, se non 1 a 3, rispetto ai mestrini. E questo, non sarebbe nulla. La cosa più grave è che col numero dei suoi abitanti (e quindi dei voti) prevalgono anche gli interessi di Marghera che sono antitetici a quelli di Venezia. Questa, per non morire fisicamente, deve lasciare intatta la laguna. Mestre, per le sue industrie, ha invece bisogno di scavarvi dei canali che consentano alle grandi navi, e soprattutto alle petroliere, di solcarla fino al suo porto, il porto di Marghera. Il che significa distruggere la laguna sconvolgendone l’equilibrio col conseguente fenomeno delle ‘acque alte’, cioè distruggere Venezia”…. “ https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/11/25/venezia-torni-ai-veneziani-le-ragioni-del- si-al-referendum/5578571/ 24 nov 19 FQ : “LIGURIA, CROLLA UNA CORSIA DI UN VIADOTTO SU AUTOSTRADA A6 NEL SAVONESE DIREZIONE TORINO: “NESSUN VEICOLO COINVOLTO”. Toti: “Frana ha falciato pilastri” "Abbiamo sentito un botto, abbi

"edocr

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body