2019 07 26 AMBIENTEVENEZIA RASSEGNA STAMPA E NOTIZIE - 26 LUGLIO 2019

Jul 27, 2019 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 15 | Likes: 1

articoli dai giornali - 26 luglio 2019 Oggi articoli su: 1)RISCALDAMENTO DEL MARE ADRIATICO; navi da crociera a Porto Marghera e fusina; bilancio del Porto; Mercantile si incaglia a Chioggia 2) MOSE…. Il grandissimo bidone che tutti vogliono finire in fretta…. magistrati compresi …. 3) i fumi di porto marghera – residui carboniosi polveri sottili e altre schifezze tossiche - avevamo ragione noi ! 3) le giravolte dei grillini e la via veneta alla tav….. faranno di tutto per restare al governo…. 4) varie su Semaforo in canal grande per le gondole; moto ondoso 5) il manifesto della mostra del cinema di venezia 2019 ….. unA NAVE CON I SUOI FUMI…. PROVOCAZIONE O STUPIDITA’ !!! Come potrete vedere da diversi articoli di oggi continua la telenovela infinita sulle grandi navi da crociera… il caos è totale !!! si parla ormai a ruota libera senza alcun riferimento alle norme di legge e alle procedure burocratiche ancora in vigore in Italia che regolamentano l'individuazione dei progetti e della loro eventuale realizzazione.... dopo 7 anni dall'emanazione del decreto Clini Passera ..... dopo l'avvio delle procedure per individuare la soluzione al problema crociere ..... dopo la presentazione di diversi progetti alla Commissione VIA ... dopo che la Commissione VIA aveva dato parere Positivo ad un unico progetto ..... …… E'ARRIVATO il GOVERNO DEL CAMBIAMENTO ... ……ci si dimentica di tutto!!! ora tutti sono abilitati a sparare cazzate a raffica !!! AVVISO : Nei prossimi giorni e ad Agosto la rassegna stampa di AmbienteVenezia a cura di Roberto, Silvana e Luciano arriverà in maniera discontinua e con grossi buchi temporali ! il manifesto della mostra del cinema di venezia 2019 CAMBIAMENTI CLIMATICI….. ….. unA nAVE COn I SuOI FuMI…. UNA PROVOCAZIONE O SOLO STUPIDITA’ !!! Da NationalGeographic 24 luglio 2019 di Federico Formica Mare Adriatico sempre più caldo: i risultati di oltre un secolo di misurazioni Da 117 anni viene rilevata la temperatura nel porto di Trieste (dagli scienziati austro-ungarici a quelli del Cnr-Ismar). La tendenza vede un aumento di 1,3 gradi per secolo e anche nel resto del Mediterraneo lo scenario è preoccupante http://www.nationalgeographic.it/ambiente/2019/07/24/news/mare_adriatico_sempre_piu_caldo_i_risultati_di_oltre_un_secolo_di_misurazioni-4489773/ Hanno iniziato nel 1899 gli scienziati dell’impero austro-ungarico, calando nelle acque del porto di Trieste un termometro al mercurio con una cordicella. Oggi i ricercatori del Cnr-Ismar utilizzano sonde al platino, fissate su delle boe, il cui margine di errore è inferiore al decimo di grado. Ma la serie di dati è sempre la stessa, da 117 anni e, tranne undici anni a cavallo delle due guerre mondiali, non si è mai interrotta. Quella delle temperature nell’alto Adriatico è una delle serie più lunghe mai registrate nel mar Mediterraneo. Questo pozzo di dati fornisce informazioni preziose su come è cambiata la temperatura del nostro mare orientale e, di conseguenza, il suo equilibrio ecologico. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista internazionale Earth System Science Data ed è stato messo a disposizione di tutta la comunità scientifica - ma anche di tutti i cittadini - su una piattaforma aperta. Le rilevazioni dicono che in oltre un secolo la temperatura dell’alto Adriatico è cresciuta di 1,1 gradi centigradi ma, partendo dal 1946 e arrivando ai giorni nostri, il trend per secolo sale a 1,3 gradi. “Significa che nel corso degli ultimi cinquant’anni l’aumento della temperatura sta subendo una accelerazione” spiega Renato Colucci del Cnr Ismar di Trieste, uno dei ricercatori che hanno realizzato studio il cui primo autore è Fabio Raichich. Un’altra tendenza rilevata dalla serie di dati, e che preoccupa gli esperti, è l’aumento della frequenza dei giorni nei quali la temperatura superficiale ha raggiunto o superato i 28 gradi. Una soglia non casuale, spiega ancora Colucci: “In oceanografia questa è considerata la temperatura oltre la quale si possono sviluppare uragani”. E anche se l’Adriatico, rassicura il ricercatore, è troppo piccolo perché questo possa accadere, resta un campanello di allarme per tutto il Mediterraneo. C’è un precedente che ancora ricordiamo bene: la tempesta che distrusse molti boschi delle nostre Alpi (soprattutto orientali) nello scorso novembre. “In quei giorni l’acqua del Mediterraneo era più calda del normale. E oggi sappiamo che se la temperatura superficiale fosse stata inferiore, quell’evento sarebbe comunque accaduto ma i venti sarebbero stati inferiori di 20/30 chilometri orari. E non sarebbero caduti così tanti alberi” spiega ancora Colucci. Mettere insieme i vecchi dati analogici con quelli digitali non è stata una semplice addizione. “Sono state necessarie alcune correzioni perché, soprattutto nei primissimi decenni le temperature non venivano rilevate sempre alla stessa profondità - spiega Colucci - ed erano prese sul momento: significa che si misurava e poi si estraeva il termometro, ma se fuori faceva freddo oppure molto caldo, questo influiva sul dato”. I ricercatori hanno quindi applicato una “barra di errore” che è variata nel corso dei 117 anni fino ai giorni nostri in cui, come detto, il margine di errore è infinitesimale. L’aumento della temperatura superficiale incide anche sulla fauna marina, con alcune specie che lentamente abbandonano l’Adriatico alla ricerca di acque più fredde e altre che, viceversa, arrivano da sud e si riproducono, spesso mettendo a rischio quelle locali. Una tendenza destinata ad aumentare. Fabio Grati, ricercatore e biologo marino all’Irbim Cnr, fa l’esempio del pesce serra (Pomatomus saltatrix): “E’ arrivato dall’Adriatico meridionale e ora è una delle specie dominanti anche più a nord. L’impressione è che in alcune zone stia sostituendo la nostra spigola (Dicentrarchus labrax)”. Il riscaldamento dell’acqua sta convincendo lo scampo (Nephrops norvegicus) a fare le valigie per trasferirsi in acque più fredde “e nei suoi stessi areali stiamo notando un aumento di altre specie, come il gambero rosa e la mazzancolla - continua Grati - anche in questo caso pensiamo che il cambiamento climatico abbia una sua influenza”. Non esistono serie di dati così lunghe per il mar Tirreno, tuttavia la tendenza è la stessa in tutto il Mediterraneo. In uno studio pubblicato nel 2016 si stima che a fine secolo la temperatura media superficiale dell’intero bacino avrà subito un aumento tra gli 1,5 e i 3 gradi centigradi rispetto ai livelli attuali, a seconda dello scenario che si verificherà. Una delle conseguenze più pericolose di questa tendenza è che aumenterà anche la frequenza delle cosiddette “ondate di calore marine”. Quella del 2003 è ancora oggi un caso di studio: quel fenomeno - che solo in Italia causò circa 4.000 vittime - fece molti danni anche nel nostro mare, causando la morte di quasi l’80% delle gorgonie tra il golfo di Genova e il golfo di Napoli, l’area più colpita. Secondo lo studio che ha analizzato la catastrofe climatica del 2003 “seguendo l’attuale tendenza di riscaldamento climatico, nel prossimo futuro potrebbero verificarsi nuovi eventi di morti di massa che, verosimilmente, potranno innescare una serie crisi di biodiversità nel mar Mediterraneo”. Tiratura: 67.401 Diffusione: 49.473 Lettori: 575.000 Dir. Resp.:Roberto Papetti Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,30 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-22%,30-24% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.50 Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,30 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-22%,30-24% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.51 Tiratura: 67.401 Diffusione: 49.473 Lettori: 575.000 Dir. Resp.:Roberto Papetti Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:1/1 Estratto da pag.:30 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:21% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.52 Tiratura: 67.401 Diffusione: 49.473 Lettori: 575.000 Dir. Resp.:Roberto Papetti Servizi di Media Monitoring Sezione:LAVORO E SVILUPPO ECONOMICO Foglio:1/1 Estratto da pag.:30 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:3% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.71 Tiratura: 299.900 Diffusione: 215.135 Lettori: 2.107.000 Dir. Resp.:Alessandro Russello Servizi di Media Monitoring Sezione:CITTA' METROPOLITANA Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,6 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-7%,6-25% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.194 Servizi di Media Monitoring Sezione:CITTA' METROPOLITANA Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,6 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-7%,6-25% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.195 Tiratura: 11.460 Diffusione: 8.181 Lettori: 7.746 Dir. Resp.:Paolo Possamai Servizi di Media Monitoring Sezione:VIABILITA' E MOBILITA' Foglio:1/1 Estratto da pag.:17 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:17% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.62 Tiratura: 11.460 Diffusione: 8.181 Lettori: 7.746 Dir. Resp.:Paolo Possamai Servizi di Media Monitoring Sezione:TURISMO Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,17 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-17%,17-50% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.89 Servizi di Media Monitoring Sezione:TURISMO Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,17 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-17%,17-50% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.90 Tiratura: 299.900 Diffusione: 215.135 Lettori: 2.107.000 Dir. Resp.:Alessandro Russello Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:1/1 Estratto da pag.:6 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:44% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.48 Tiratura: 67.401 Diffusione: 49.473 Lettori: 575.000 Dir. Resp.:Roberto Papetti Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:1/1 Estratto da pag.:1,31 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-3%,31-39% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.54 Tiratura: 11.460 Diffusione: 8.181 Lettori: 7.746 Dir. Resp.:Paolo Possamai Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,15 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-5%,15-45% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.58 Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,15 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-5%,15-45% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.59 Tiratura: 11.460 Diffusione: 8.181 Lettori: 7.746 Dir. Resp.:Paolo Possamai Servizi di Media Monitoring Sezione:SINDACO Foglio:1/1 Estratto da pag.:15 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:31% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.28 Sul sistema mose -Avevamo ragione noi !!! AmbienteVenezia sui fumi e le fiamme dalle fiaccole di Versalis a Porto Marghera. Ennesimo fuoriservizio all'impianto CR1-3 - Cracking della Versalis spa di Porto Marghera con le solite nuvolone nere e le fiamme alte decine di metri che ammorbano l'aria che respiriamo e che si vedono a decine di chilometri di distanza! Questi fuoriservizi o incidenti nelle ultime decine di anni, li abbiamo visti centinaia di volte..... e quasi sempre i responsabili dell'impianto e le varie istituzioni ed enti che sono preposti hanno minimizzato e dichiarato che tutto era a posto! che tutto era sotto controllo!! Sembra che vogliano rassicurarci che quelle enormi nuvole di fumi nerastri siano del tutto innocui per la salute pubblica e che i cittadini possano respirare a pieni polmoni senza alcun problema!! NOI INVECE VOGLIAMO SAPERE QUANTE TONNELLATE DI GAS E PRODOTTI DI PROCESSO SONO FUORIUSCITI DAI CAMINI ??? RICORDIAMO CHE SI TRATTA DI IDROCARBURI !!! UN MIX DI ETILENE - PROPILENE – ETANO. SAPPIAMO CHE LE FIACCOLE HANNO UNA PORTATA VERIABILE A SECONDA DEL TIPO DI INCIDENTE .... E CHE LE SOSTANZE EMESSE DAI CAMINI POSSONO VARIARE DA POCHE TONNELLATE ORA ... PER ARRIVARE A 120 TON/ORA ....CON PORTATE MASSIME CHE POSSONO ARRIVARE SINO A 300 TONN/ORA ( FASE SMOKELESS) Abbiamo appreso dalla lettura di alcuni articoli di qualche giorno fa, che Versalis ha presentato un progetto di investimenti per questo impianto di Porto Marghera che prevede anche l'abbattimento di questi due alti camini.... e che le torce verranno sostituite da meno visibili e più discreti sfiati a terra di un sistema che teoricamente dovrebbe essere più affidabile dell'attuale sistema produttivo.... ci domandiamo cosa succederà con questo nuovo tipo di impianto e sfiati a terra quando si verificheranno fuoriservizi ed incidenti che abbiamo visto ormai centinaia di volte??? Luciano Mazzolin dell'Associazione AmbienteVenezia 22 luglio 2019 Tiratura: 299.900 Diffusione: 215.135 Lettori: 2.107.000 Dir. Resp.:Alessandro Russello Servizi di Media Monitoring Sezione:AMBIENTE TERRITORIO Foglio:1/1 Estratto da pag.:7 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:32% 430-145-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.49 Tiratura: 11.460 Diffusione: 8.181 Lettori: 7.746 Dir. Resp.:Paolo Possamai Servizi di Media Monitoring Sezione:CITTA' METROPOLITANA Foglio:1/1 Estratto da pag.:32 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:37% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.224 Tiratura: 11.460 Diffusione: 8.181 Lettori: 7.746 Dir. Resp.:Paolo Possamai Servizi di Media Monitoring Sezione:SINDACO Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,29 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-6%,29-46% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.29 Servizi di Media Monitoring Sezione:SINDACO Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,29 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-6%,29-46% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.30 Tiratura: 64.402 Diffusione: 57.619 Lettori: 540.000 Dir. Resp.:Roberto Papetti Servizi di Media Monitoring Sezione:VARIE Foglio:1/1 Estratto da pag.:5 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:38% 328-135-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.240 Tiratura: 83.931 Diffusione: 48.530 Lettori: 367.000 Dir. Resp.:Marco Travaglio Servizi di Media Monitoring Sezione:SCENARIO POLITICO NAZIONALE Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,5 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-1%,5-37% 371-107-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.259 Servizi di Media Monitoring Sezione:SCENARIO POLITICO NAZIONALE Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,5 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-1%,5-37% 371-107-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.260 Tiratura: 83.931 Diffusione: 48.530 Lettori: 367.000 Dir. Resp.:Marco Travaglio Servizi di Media Monitoring Sezione:SCENARIO POLITICO NAZIONALE Foglio:1/2 Estratto da pag.:1,8-9 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-9%,8-21%,9-17% 371-107-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.261 Servizi di Media Monitoring Sezione:SCENARIO POLITICO NAZIONALE Foglio:2/2 Estratto da pag.:1,8-9 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-9%,8-21%,9-17% 371-107-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.262 Tiratura: 83.931 Diffusione: 48.530 Lettori: 367.000 Dir. Resp.:Marco Travaglio Servizi di Media Monitoring Sezione:SCENARIO POLITICO NAZIONALE Foglio:1/3 Estratto da pag.:1,11 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-18%,11-91% 371-107-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.263 Servizi di Media Monitoring Sezione:SCENARIO POLITICO NAZIONALE Foglio:2/3 Estratto da pag.:1,11 Edizione del:26/07/19 Rassegna del: 26/07/19 Peso:1-18%,11-91% 371-107-080Il presente documento e' ad uso esclusivo del committente.264

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body