17 genn 18 Antifascismo, lavoro, iniziative e assemblea NOTAV, petizione derivati, violenza contro le donne, Olocausto

Jan 19, 2018 | Publisher: Rete Ambientalista Al | Category: Other |   | Views: 6 | Likes: 1

Antifascismo, lavoro, iniziative e assemblea NOTAV, petizione derivati, violenza contro le donne, Olocausto e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) GIOVEDI' 18 GENNAIO ORE 21 presso la Blackout House di via Cecchi 21/a, Torino. Ingresso libero. "THE ANTIFASCISTS" Documentario del 2017 di Patrik berg, Emil Ramos A seguire dibattito con la presenza di Joel Almgren, uno dei protagonisti "Nel 2013 in Svezia, a Krrtorp, quartiere di Stoccolma, una manifestazione antirazzista composta perlopi da famiglie, viene attaccata dai fascisti: a difesa del corteo si mettono alcuni compagni, ed in seguito agli scontri, uno di loro viene condannato per tentato omicidio. In parallelo, ad Atene, come in tutta Grecia, ci si organizza su pi livelli per contrastare il momento favorevole - dato dalla forte crisi economica - di cui gode la destra estrema. Cosa significa fare antifascismo?..." PULP! La Polpa dei Libri Uno sguardo critico verso l'editoria e le tematiche ad essa collegate attraverso un dibattito con autori, autrici e responsabili delle case editrici. https://www.facebook.com/events/158965804740818/ VENERDI' 19 GENNAIO ORE 17,30 Unione culturale Franco Antonicelli via Cesare Battisti, 4 b Torino "TRA REALIZZAZIONE DI S E NUOVE PATOLOGIE. CHE SENSO HA LAVORARE OGGI?" Christophe Djours, psicopatologo e professore al Conservatoire national des arts et mtiers, in dialogo con Chiara Ghislieri professoressa di psicologia del lavoro all'Universit di Torino. "Orizzontalit, autonomia, flessibilit, self-management: nel corso degli ultimi decenni un pugno di concetti ha orientato una mutazione genetica del mondo del lavoro. Cambiamenti imposti dall'alto tramite nuove forme di gestione sono andati di concerto (nella maggior parte dei paesi europei) a nuove legislazioni tese a smantellare garanzie e diritti novecenteschi. Ci ha contribuito a una precarizzazione della vita lavorativa che, parallelamente, veniva promossa con insistenza presso i lavoratori nel loro stesso interesse da una retorica diffusa in modo capillare (dai Master in business administration pi costosi ai manuali di self-help e ai barbecue aziendali). Scisso tra desideri di libert e un disciplinamento (di ritmi e corpi) reso sempre pi serrato dalle nuove tecnologie, il rapporto delle soggettivit contemporanee con il lavoro attraversa un cambiamento epocale." https://www.facebook.com/events/861789010612367/ DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerd abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. SABATO 20 GENNAIO ORE 20.30 presso Csoa Askatasuna C.so Regina Margherita 47, Torino "LAURA "LA ROSSA" BALLA E LOTTA INSIEME A NOI!" Mostra, Cena & Apulian Reggae Party per ricordare la compagna Laura. "Come molti di voi sapranno venerd 8 dicembre la nostra amica, sorella e compagna Laura detta "La Rossa" ci ha lasciati. Nel dolore e nello sconcerto abbiamo pensato che il modo migliore per salutarla quello di occuparci della sua meravigliosa figlia Leila che oggi come ieri divenuta anche un po' nostra figlia. Stiamo raccogliendo un contributo assolutamente libero per lei. Le coordinate sono le seguenti: Intestataria a Russo Leyla iban: IT75W0311146020000000004115 Ubi banca di Bossolasco Causale: donazione". https://www.facebook.com/events/386092715145671/ LUNEDI' 22 GENNAIO ORE 9.30 nella SALA OROLOGIO del Comune in piazza Palazzo di Citt, Torino. LA PETIZIONE: "RENDERE PUBBLICI I TERMINI DI TUTTI I CONTRATTI DI FINANZA DERIVATA" presentata da Assemblea21, sar discussa nella I Commissione Consiliare Permanente Bilancio del comune di Torino ".Nel suo corso verranno sentiti i primi firmatari della petizione stessa, i quali illustreranno ai Consiglieri e agli eventuali Assessori competenti presenti (l'ordine del giorno indica in proposito Rolando e Sacco) le motivazioni che stanno alla base della richiesta avanzata. Ci attendiamo che venga quindi data la risposta alla richiesta di rendere pubblici i termini dei contratti con i quali sono stati stipulati i derivati in possesso del Comune." INGRESSO LIBERO per l'ascolto (previo deposito documento in portineria) http://assemblea21.blogspot.it/2018/01/petizione-sui-derivati-il-22-gennaio.html CONVOCAZIONE: http://www.comune.torino.it/consiglio/documenti3/avvisi/20180122- 12388.pdf ORE 21 Presso Gabrio Via Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI "L'emergenza dei conti pubblici e la soluzione concreta dei problemi. I diritti vanno prima del pareggio di bilancio" PER FARE IL PUNTO SULLA RIUNIONE DI COMMISSIONE DEL MATTINO E SULLE PROSSIME INIZIATIVE VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/ https://www.facebook.com/assemblea21/?fref=ts MARTEDI' 23 GENNAIO ORE 18 c/o Ladan. Centro culturale e sociale delle donne, Via Vanchiglia 3, I piano, Torino "LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE NELLA STORIA. CONTESTI, LINGUAGGI, POLITICHE DEL DIRITTO (SECOLI XV-XXI)" a cura di Simona Feci e Laura Schettini Saranno presenti le curatrici. Introduce Elena Petricola, storica (ArDP) Collaborano e contribuiscono alla discussione: Casa delle Donne Torino, Centro studi e documentazione pensiero femminile, Rete Non Una Di Meno Torino A SEGUIRE APERITIVO-CENA DI AUTOFINANZIAMENTO "Un archivio per tutte e tutti un ciclo di incontri per conoscere l'archivio, la storia e i movimenti delle donne attraverso sguardi e linguaggi che amplino le forme di partecipazione e di condivisione di questo patrimonio comune.. Il libro, curato dalle storiche Simona Feci e Laura Schettini, composto da un saggio introduttivo e da 13 contributi e presenta un'ampia rassegna sulla storia della violenza contro le donne, esplorando sia i contesti dove questa si produce e si manifesta -in particolare l'ambito delle relazioni familiari- sia le politiche del diritto adottate per regolarla e contrastarla.." http://www.archiviodonnepiemonte.it/service/la-violenza-contro-le-donne-nella-storiacontesti- linguaggi-politiche-del-diritto-secoli-xv-xxi/ ORE 20.45 Fabbrica delle "e" del Gruppo Abele, corso Trapani 91/B, Torino "LA DECRESCITA COME MATRICE DI TRANSIZIONE" incontro con Serge Latouche, uno degli intellettuali che pi ha riflettuto sulla necessit di una radicale transizione verso una societ capace di offrire risposte all'altezza dei problemi del presente Nel ciclo di incontri "Scenari di futuro Come attivarsi per transitare attraverso la crisi", con esperti di clima, risorse naturali ed economisti http://www.gruppoabele.org/event/serge-latouche-decrescita/ ORE 21 Allo spazio Neruda in corso Ciri 7, Torino ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura sar dura, aperta a tutti, per discutere delle prossime iniziative a Torino e in Valsusa Come sempre l'odg verr deciso all'inizio della riunione MERCOLEDI' 24 GENNAIO DALLE ORE 11 nei terreni NOTAV alla Colombera entrando dal cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERIPRANZO NOTAV Anche questo mercoled il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i pi giovani, ad un'abbondante merenda. ORE 17 presso Campus Luigi Einaudi Lungo Dora Siena, 104 Torino "ISRAELE E LO SFRUTTAMENTO DELL'OLOCAUSTO" Presentazione opuscolo con documenti e analisi sulle responsabilit dei sionisti nello sterminio degli ebrei durante la II guerra mondiale e sul suo utilizzo postumo a fini politici IN PREPARAZIONE27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA ANTIFASCISTA E ANTISIONISTA 2018 https://www.facebook.com/events/143641636352519/ INTRODUZIONE: "LA BANALIT DEL MALE DA BEN GURION A MINNITI Il presente lavoro costituisce la sintesi di alcuni testi e ricerche che descrivono il modo in cui la tragedia dell'Olocausto (lo sterminio degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale) sia stata utilizzata dal movimento sionista in relazione al suo scopo, ovvero la creazione di uno stato ebraico in Palestina. E' inoltre possibile vedere con chiarezza come gli stessi meccanismi barbari vengano messi in atto al giorno d'oggi, provocando ogni anno la morte di milioni di uomini, donne e bambini per guerre, fame o malattie, o di migliaia di migranti che attraversano i mari del mondo in cerca di fortuna. In questi ultimi mesi abbiamo assistito alla miserabile montatura ordita dal governo italiano per criminalizzare le ONG dedite alle operazioni di soccorso nel Mediterraneo centrale, mentre il ministro degli Interni si accordava con assassini e trafficanti per respingere i migranti nei campi di concentramento della Libia, dove stupri e torture sono all'ordine del giorno. C' poi tanta differenza tra il comportamento di Minniti nel contesto odierno e quello di Eichmann o Ben Gurion negli anni '40 del Novecento?" OPUSCOLO scaricabile da: http://www.forumpalestina.org/news/2017/Ottobre17/Israele%20e%20lo%20sfruttamento%20dell %27Olocausto.pdf INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: 25 GENNAIO INCONTRO CON I NOTAP ALLA CAVALLERIZZA DI TORINO con la partecipazione di Elena Gerebizza della rivista 'Re:Common' e Murat inar, giornalista turco per illustrare quali sono le forze internazionali che promuovo la politica energetica del gas. Due portavoce del Movimento No Tap, l'ing Manuelli e Gianluca Maggiore porteranno significative riflessioni dall'esperienza della carovana che sta girando l'Italia ampliando il focus dal Salento al resto del paese. A PARTIRE DALLE 19 CI SAR UN APERITIVO BENEFIT per la cassa di resistenza del Movimento No Tap, l'esposizione di alcuni pannelli informativi sul tracciato del progetto Tanap-Tap (che dall'Azerbaigian all'Italia attraversa i territori di Turchia, Grecia e Albania) e sulle dittature che da molti di questi paesi partecipano al progetto. DALLE 19.30-20 INIZIERANNO A PARLARE GLI OSPITI COMUNICATO PER LA GIORNATA FINALE DELLA CAROVANA NO TAP NO SNAM: "VENERD 26 E SABATO 27 GENNAIO SI CONCLUDE LA CAROVANA NO TAP /NO SNAM " La Lombardia, terra gi martoriata da innumerevoli opere inutili e che verr ulteriormente sfruttata per la parte terminale del gasdotto, lo stoccaggio, sar l'ultima tappa di questa carovana, ma dovr essere un punto di partenza per iniziative concrete, che portino a smascherare tutti i lati oscuri di queste opere dichiarate di "utilit pubblica" ma che in realt permettono alle lobby private di attingere a soldi pubblici a spese della comunit. IL 26 GENNAIO SERA SAREMO A MILANO PRESSO IL C.S. CANTIERE per l'assemblea informativa su Tap, rete Snam e stoccaggi in Lombardia. IL GIORNO DOPO SAREMO A SAN DONATO MILANESE, dove ha sede Snam, per una iniziativa simbolica di dissenso dalle scelte scellerate e nefaste della societ energetica italiana. Per la tutela e salvaguardia dei territori, per un futuro delle scelte energetiche che mettano, attraverso percorsi partecipati, la popolazione al centro della discussione e per ribadire, ancora una volta, che L'UNICA GRANDE OPERA LA SALVAGUARDIA E LA MESSA IN SICUREZZA DEI TERRITORI. NO TAP NE' QUI NE' ALTROVE !!!" https://www.facebook.com/notes/no-tapsnam-la-carovana/comunicato-per-la-giornata-finale-della- carovana-no-tap-no-snam/1622553041165560/ 27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA ANTIFASCISTA E ANTISIONISTA 2018: PRESIDIO DALLE ORE 15 A TORINO IN VIA PO 16 "IN AFRICA E NEL MEDITERRANEO L'OLOCAUSTO E' OGGI: CHIUDERE I LAGER, APRIRE LE FRONTIERE" -contro la barbarie dei respingimenti in mare dell'aguzzino Minniti -per la chiusura di tutti i lager per migranti -contro l'invio di soldati italiani in Libia e Niger -contro gruppi neofascisti, ronde e retate di polizia nei quartieri MERCOLEDI 31 GENNAIO PROIEZIONE DEL FILM "LA RIVOLTA" di Jon Avnet (2001)l a cronaca della rivolta del Ghetto di Varsavia del 1943 tratta dal resoconto del bundista Marek Edelman ORE 16,30 presso Campus Luigi Einaudi Lungo Dora Siena, 104 Torino https://it.wikipedia.org/wiki/La_rivolta_(film_2001) ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicit : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualit, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) GIOVED 11 GENNAIO STATO PRESENTATO IL LIBRO "SOLO ANDATA, TRASPORTI, GRANDI OPERE E SPESE PUBBLICHE SENZA RITORNO" DI MARCO PONTI alla Libreria Binaria di Torino IL VIDEO QUI: https://www.youtube.com/watch?v=WFMMCYoCt0E&feature=youtu.be Sono molti i passaggi interessanti, per chi non ha tempo di vederlo tutto suggerisco questi due momenti : Al minuto 3' 38'' : Marco Ponti interviene al Parlamento Europeo, Strasburgo 16/11/2011 Al minuto 1 ora 42' 20" : Marco Ponti "SAREMO ALMENO LA LORO CATTIVA COSCIENZA" http://www.presidioeuropa.net/blog/marco-ponti/ GIOVED 11 GENNAIO SI E' SVOLTA LA PROIEZIONE DI "ILLEGAL" AL TORTUGA DI CHIANOCCO, 2SERATA CINEFORUM GIOVANI NOTAV Sala gremita e l'intervento di uno dei migranti che vive in Valle da ormai un anno. Questa la migliore risposta a chi vorrebbe chiudere le frontiere. La Valle che resiste con i migranti! QUALCHE FOTO : https://photos.app.goo.gl/5igGV6Q1nSGyRqDm1 CONTRIBUTI VIDEO: https://youtu.be/w5svQiyME7I https://youtu.be/iTHW7p83MEI VENERD 12 GENNAIO INIZIATO A TORINO IL PROCESSO AI 23 NO TAV IMPUTATI PER LE AZIONI DI PROTESTA DEL 28 GIUGNO 2015. Da NOTAV Info: "INIZIATO IL PROCESSO PER IL 28/6/2015, VE LA SIETE PRESA? .Una rapida udienza quella di oggi, a causa dei pasticci del pubblico ministero Rinaudo che avrebbe voluto far parlare esponenti delle forze di polizia non in lista e quindi rifiutati dalle difese. Di quella giornata di lotta, ricordiamo con piacere il presidio fisso messo dalla questura a protezione dell'accesso al cantiere venire gi con pochi tiri di fune e la reazione orgogliosa con cui tanti No Tav tra cui Andrea, Nicoletta, Luca, Giuliano, Eddi, Gianluca, Fulvio ecc hanno deciso si sottrarsi alle misura cautelari per mesi, in alcuni casi finendo anche in carcere. Il Movimento si strinse subito attorno agli imputati, sostenendoli nella loro evasione organizzando presidi diurni e notturni, accompagnamenti ed iniziative di protesta. Da tutta Italia arriv forte la solidariet dei tanti che riconobbero l'orgoglio di un popolo che non accetta di inginocchiarsi ai propri carcerieri." Prossime udienze: MERCOLED 14 FEBBRAIO dalle 9 alle 13 aula 81 GIOVED 15 FEBBRAIO dalle 11,30 in poi aula 45 GIOVED 29 MARZO dalle 9,30 aula 45. http://www.notav.info/post/iniziato-il-processo-per-il-2862015-ve-la-siete-presa/ I FATTI: 29 giugno 2015 NOTAV Info: "LA MARCIA NOTAV ROMPE I DIVIETI E FA CADERE RETI E BARRIERE CON L'ORGOGLIO! http://www.notav.info/post/la-marcia-notav-rompe-i-divieti-e-fa-cadere-reti-e-barriere-con- lorgoglio/ DOPO UN ANNO: 21 giugno 2016 NOTAV Info: "ARRESTI RESTRIZIONI E OBBLIGHI DI FIRMA ANCORA UN ATTACCO CONTRO IL MOVIMENTO NOTAV Sono 23 i notav coinvolti in totale e sono:3 arresti in carcere, 9 arresti domiciliari con le restrizioni, per tutti gli altri obblighi di firma (quotidiane per lo pi)." http://www.notav.info/post/arresti-restrizioni-e-obblighi-di-firma-ancora-un-attacco-contro-il- movimento-notav/ VENERD 12 GENNAIO ANDATO IN ONDA SU LA 7 IN "PROPAGANDA LIVE" UN BEL SERVIZIO SULLE VIE DI MIGRAZIONI che passano dalla Valle di Susa in particolare da Bardonecchia attraverso il Colle della Scala molto pericoloso in inverno, e dal Monginevro pi agevole ma pi controllato. Testimonianze di giovani migranti https://vimeo.com/250954185 DOMENICA 14 GENNAIO TRA CLAVIERE E MOGINEVRO HANNO MARCIATO CENTINAIA E CENTINAIA DI PERSONE sulla neve del colle, giunte fin qui per ribadire un messaggio ben preciso: libert di circolazione per tutte e tutti! VIDEO di Luciano Ciartano: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2022631884691915&id=100008353692416 QUALCHE FOTO : "MARCHER POUR BRISER LES FRONTIRES" https://photos.app.goo.gl/0nN7R27zfAXRUbDk2 https://photos.app.goo.gl/MJrW8cqMgBlvocvB3 https://photos.app.goo.gl/fELPieI2EwPETYUu2 14 genn 18 Localteam: "MARCIA NO BORDERS IN VAL SUSA "APRIRE FRONTIERE AI MIGRANTI" Dopo la chiusura della frontiera di Ventimiglia, la Val di Susa la nuova rotta per tutti quei migranti che vogliono raggiungere la Francia, ma le condizioni meteorologiche e il freddo inverno rendono complicato se non impossibile il passaggio per i migranti che rischiano quotidianamente di morire sulle Alpi congelati o sotto i crolli di valanghe. Oggi circa un migliaio di attivisti no borders italiani e francesi hanno sfilato tra Claviere e il Monginevro per chiedere l'apertura delle frontiere. VIDEO: https://www.localteam.it/video/marcia-no-borders-in-val-susa-aprire-frontiere-ai-migranti 14 genn 18 FQ : "VAL SUSA, NO BORDER IN MARCIA SULLA NEVE: "MIGRANTI RISCHIANO LA VITA QUI SULLE MONTAGNE, OSPITALIT NOSTRO DOVERE" di Simone Bauducco Attivisti no borders italiani e francesi insieme, circa mille persone domenica 14 gennaio hanno marciato sulla neve, attraversando il confine italo-francese di Claviere. Un corteo che ha percorso la stessa strada dei migranti, organizzato per protestare contro la militarizzazione delle frontiere. Quella alpina, nonostante il gelo e il rischio di morire assiderati, una rotta sempre pi battuta da coloro che cercano di arrivare in Francia, soprattutto dopo la chiusura dei confini a Ventimiglia. "I migranti continuano ad arrivare rischiando la loro vita sulle montagne raccontano gli attivisti della rete solidale Briser la frontier e questo il risultato delle politiche di chiusura delle frontiere a Ventimiglia e negli altri confini" VIDEO: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/14/val-susa-no-border-in-marcia-sulla-neve- migranti-rischiano-la-vita-qui-sulle-montagne-ospitalita-e-nostro-dovere/4092370/ LUNED 15 GENNAIO PESA DIRETTA RAI3: "APPALTI FUORI CONTROLLO" "Un'inchiesta sui soldi pubblici per capire se vengono spesi bene e se le "regole del gioco" sono le stesse per tutti. 115 miliardi di euro sono i soldi spesi ogni anno in appalti nel nostro paese, quasi il 7% dell'intero Prodotto Interno Lordo. Tanti, tantissimi soldi utilizzati dallo Stato per la costruzione e la manutenzione di strade e di infrastrutture. E con tutto questo denaro pubblico riusciamo ad avere strade, ponti e viadotti sicuri? PresaDiretta ha fatto un viaggio in giro per l'Italia delle opere pubbliche e delle infrastrutture, dalla Calabria alla Liguria. Quanti soldi si sprecano a causa della poca efficienza o della scarsa preparazione dei tecnici e dei funzionari pubblici? http://www.raiplay.it/video/2018/01/PresaDiretta-Appalti-fuori-controllo-165fbb34-0083-41c2- 8ce6-50b71c989285.html TG R del 17-GEN-2018 ore 1930 SBANDIERATI I PRIMI APPALTI PER IL TUNNEL DI BASE ma sono solo per la direzione lavori e la sicurezza per 23 nicchie di interscambio. https://www.youtube.com/watch?v=_M9DisQR7pI (VEDI anche articolo in R. S. Allegata) 17 genn 18 COMUNICATO Frediani: "CONTRATTI AFFIDATI POCO PRIMA DELLE ELEZIONI, MA LE FETTE PIU' GROSSE VANNO AI SOLITI COLOSSI. Intanto il governo taglia i fondi al tpl" In concomitanza con la campagna elettorale TELT affida i primi contratti per la galleria del Moncenisio del TAV. Poco cambia nel bilancio complessivo dell'opera: le fette pi grandi degli appalti continuano a non riguardare aziende del Piemonte. L'affidamento della sicurezza del cantiere ad un gruppo torinese solo una minima parte dei fondi gestiti da TELT, che finiscono in larga misura ai soliti colossi. Nulla cambia nemmeno per il territorio che dovr subire un'opera inutile e devastante per l'ambiente mentre i treni locali, ogni giorno, subiscono ritardi su ritardi con innumerevoli disagi per i pendolari della Valsusa. In questa situazione c' davvero poco di cui essere soddisfatti, con una mano il Governo sperpera miliardi di euro per un'opera inutile e con l'altra continua a tagliare i fondi per il gi disastrato trasporto pubblico locale come evidenziato proprio oggi dal rapporto "Pendolaria 2017" di Legambiente" https://www.piemonte5stelle.it/2018/01/tav-contratti-affidati-poco-delle-elezioni-le-fette-piu- grosse-vanno-ai-soliti-colossi-intanto-governo-taglia-fondi-al-tpl/ 17 genn 18 COMUNICATO Valetti : "RAPPORTO PENDOLARIA, I PASSEGGERI CRESCONO NONOSTANTE GOVERNO E REGIONE STIANO MASSACRANDO IL TRASPORTO PUBBLICO Il rapporto "Pendolaria 2017" di Legambiente evidenzia un quadro sconsolante anche per il Piemonte. I cittadini che usano treno e metro aumentano leggermente non grazie allo Stato ed alle Regioni, ma nonostante loro. Infatti l'aumento dello 0,6% di passeggeri su base annua avviene malgrado un stato disastroso delle nostre ferrovie locali, lo dimostrano i recenti problemi verificatisi in Piemonte: solo ieri alcune linee SFM torinesi sono rimaste paralizzate per l'intero pomeriggio a causa di un guasto alle linee elettriche. Questo il risultato di un decennio di tagli alle ferrovie locali mentre le istituzioni si concentrano sull'alta velocit e sulle infrastrutture stradali a cui sono andati ben il 60% degli investimenti pubblici." https://www.piemonte5stelle.it/2018/01/rapporto-pendolaria-passeggeri-crescono-nonostante- governo-regione-stiano-massacrando-trasporto-pubblico/ MERCOLED 17 GENNAIO IL PROGETTO DELL'AEROPORTO DI NOTRE- DAME DES LANDES STATO ABBANDONATO! Il premier francese Philippe ha detto che non ci sono tutte le condizioni per portare a termine questo progetto e sar abbandonato. una decisione logica visto l'impasse del dossier: 50 anni di esitazioni non fanno un'evidenza. COMUNICATO CONGIUNTO DEL MOVIMENTO ANTI-DELL'AEROPORTO, IN SEGUITO ALLA DECISIONE DEL GOVERNO: "Oggi il Governo ha finalmente annunciato l'abbandono del progetto dell'aeroporto di Notre Dame des Landes. Per noi questo abbandono sar effettivo dal 9 febbraio, alla scadenza della DUP (dichiarazione di pubblica utilit). Se questo abbandono sar confermato (lo stato, N.d.T.), davvero una vittoria storica contro un progetto distruttivo, resa possibile grazie a un lungo movimento determinato e plurale. Innanzi tutto, vorremmo dare un caloroso benvenuto a tutti coloro che si sono mobilitati contro questo progetto aeroportuale negli ultimi 50 anni. Per quanto riguarda il futuro della ZAD, il movimento nel suo complesso sta affermando oggi: - la necessit che i contadini e gli abitanti che sono espropriati possano riconquistare i pieni diritti il prima possibile, - il rifiuto di espellere coloro che sono venuti a vivere nei terreni in questi ultimi anni per difenderli e che desiderano continuare a viverci e prendersene cura, - la volont da parte del movimento in tutta la sua diversit - agricoltori, naturalisti, i residenti, le associazioni, i vecchi e nuovi residenti- di prendere in carico a lungo termine i terreni della ZAD. Per attuare ci, avremo bisogno di un periodo di congelamento della ridistribuzione istituzionale dei terreni. In futuro, questo territorio deve essere in grado di rimanere un'area di sperimentazione sociale, ambientale e agricola. VI INVITIAMO A PARTECIPARE AL RADUNO DEL 10 febbraio nei terreni per celebrare l'abbandono dell'aeroporto e continuare a costruire il futuro della ZAD. Desideriamo in questo giorno memorabile inviare un forte messaggio di solidariet nei confronti della altri grandi lotte contro i progetti distruttivi e la difesa dei territori minacciati". https://zad.nadir.org/spip.php?article5034 SABATO 10 FEBBRAIO GRANDE MANIFESTAZIONE ALLO ZAD: RADICHIAMO L'AVVENIRE" (ENRACINONS L'AVENIR Sur la zad le 10 fvrier 2018 12 h "Perch convergere nuovamente sulla ZAD? https://zad.nadir.org/spip.php?article4992 VIDEO appello per la mobilitazione: "IO NON ERO MAI VENUTO ALLA ZAD https://www.youtube.com/watch?v=f04PFWcr63Q 17 genn 18 TG Vallesusa : "COMUNICATO : GLI ABITANTI DELLO ZAD NON SONO ANCORA LEGALMENTE SGOMBERABILI. Stamattina, il ministro degli Interni ha detto che lo zad sarebbe stata evacuata "dagli elementi pi radicali", sostenendo ancora una volta la favola di un gruppo spettrale di poche decine di "ultravioletti" che avremmo nascosto nel boschetto. Riaffermiamo che non vi sono "elementi pi radicali" da una parte e "buoni zadisti contadini" dall'altra. Come sostenuto dall'intero movimento, che a sua volta stato ripreso da un certo numero di organizzazioni nazionali, sindacati e sindacati in un forum di ieri, ci opponiamo a "qualsiasi espulsione di coloro che sono venuti a vivere negli ultimi anni. nella ZAD per difenderla e che desiderano continuare a proiettare le loro vite e le loro attivit l". https://www.tgvallesusa.it/2018/01/gli-abitanti-dello-zad-non-ancora-legalmente-sgomberabili/ VEDI ARTICOLI IN R.S. ALLEGATA USCITA LA TRADUZIONE ITALIANA DI: "CONTRADE. STORIE DI ZAD E NOTAV" del collettivo Mauvaise Troupe, edizioni Tabor, Valsusa, 12 euro 500 pagine di racconti, foto, analisi, interviste Da venerd 22 dicembre si trova presso: La citt del sole . Bussoleno Infoshop Senza Pazienza, via Artisti 13/a, Torino Centro di documentazione Porfido, via Tarino 12, Torino Libreria Calusca, Via Conchetta, 10, Milano "Dalla lotta contro l'aeroporto di Notre-Dame-des-Landes al movimento contro l'Alta velocit in Valle di Susa,vite e territori in subbuglio si raccontano". Presentazione: http://www.notav.info/post/in-edicola-ledizione-italiana-di-contrade-storie-di-zad-e-notav/ ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 17 genn 18 Greenreport : "MACRON BOCCIA IL PROGETTO DELL'AEROPORTO NOTRE-DAME-DES- LANDES Wwf France: bene, era un progetto del passato. Festeggiano Antifas e comitati, piangono FN, destre e PS Dopo decine di anni di discussioni, manifestazioni, scontri e arresti, il governo francese (composto anche da ex sostenitori del progetto) ha annunciato che l'aeroporto di Notre-Dame-des-Landes (NDDL) non si far pi. Gioisce il Wwf France e spera che questa decisione segner sia la fine dei progetti del passato che l'inizio di una nuova era. Il Panda francese ricorda che durante la campagna elettorale per le presidenziali, in occasione del Pandalive organizzato da Wwf France il 9 febbraio 2017, Emmanuel Macron disse che se fosse stato eletto presidente della Repubblica si sarebbe preso 6 mesi per confrontare i vantaggi del progetto del nuovo aeroporto a Notre-Dame-des-Landes con il miglioramento della pianificazione dell'aeroporto esistente a Nantes Atlantique. Diventato presidente della Francia, Macron ha nominato tre mediatori che il 13 dicembre 2017 hanno consegnato un rapporto finale al primo ministro Edouard Philippe. Il Wwf France spiega che questo documento ha messo in evidenza il non senso del progetto sul piano ambientale (al di l delle emissioni di gas serra supplementari circa il 12% in pi rispetto alla gestione di Nantes Atlantique pi di 1,000 ettari di zone umide sarebbero state artificializzate, cio l'equivalente di 1.500 campi da football) e il piano economico; il sovra-costo del progetto NDDL era stimato tra 270 e 365 milioni di euro in rapporto alla gestione riprogettazione di Nantes Atlantique." http://www.greenreport.it/news/urbanistica-e-territorio/macron-boccia-progetto-dellaeroporto-notre- dame-des-landes/ 12 genn 18 Le Monde : "NOTRE-DAME-DES-LANDES: LA GENDARMERIA SI STA PREPARANDO AD UNA GRANDE OPERAZIONE (NOTRE-DAME-DES-LANDES : LA GENDARMERIE SE PRPARE UNE OPRATION D'AMPLEUR Trente quarante escadrons de gendarmerie mobile pourraient tre mobiliss pour ce qui s'annonce comme l'une des oprations les plus dlicates de son histoire en mtropole." Julia Pascual "Trenta a quaranta squadriglie di gendarmeria mobile potrebbero essere mobilitate per quello che promette di essere una delle operazioni pi delicate della sua storia nella Francia metropolitana. Alla vigilia di una decisione del governo sul futuro di Notre-Dame-des-Landes - e della possibile evacuazione dell'area - la gendarmeria nazionale si sta preparando ad ingaggiare una delle manovre delle forze dell'ordine pi delicate della sua storia, sul suolo metropolitano. Le difficolt che i militari prevedono sono dovute a diversi fattori. Tattico, includono la configurazione dello ZAD ("area da difendere"). I suoi occupanti sono sparsi su una vasta e aspra area rurale - composta da campi, boschetti, boschi e sentieri fangosi - e in parte coltivati. La polizia non pu giocare di sorpresa ed costretta a rallentare gli avanzamenti - accentuati dalla pesantezza delle loro attrezzature ed quindi pi esposta. "Le operazioni di polizia rurale sono complesse perch, a differenza di un ambiente urbano molto congestionato, l'avversario mobile, disperso e potrebbe aver preparato il terreno", aggiunge il generale in pensione. Bertrand Cavallier, ex comandante del Centro nazionale di formazione della gendarmeria di Saint-Astier. L'evacuazione dell'area dovrebbe essere fatta camminando a piedi, ma la gendarmeria non esclude di mobilitare i suoi veicoli corazzati - di solito utilizzati per le operazioni di contrasto all'estero - e anche per sollecitare mezzi logistici di ingegneria militare per, ad esempio, ostacoli chiari, come barricate, sloggiare gli avversari dalle loro capanne sugli alberi o ripristinare la viabilit di alcuni strade". http://www.lemonde.fr/planete/article/2018/01/12/notre-dame-des-landes-la-gendarmerie-se- prepare-a-une-operation-d-ampleur_5240937_3244.html#M78uCAuaTMfqTTVW.99 DA QUESTA INTERVISTA SEMBRA CHE MACRON HA CONFERMATO CHE I LAVORI DELLA TORINO- LIONE SARANNO ESEGUITI ...si parla anche di privatizzazione delle ferrovie in Italia! 16 Genn 18 Railjournal : "FSEYES OPPORTUNITIES AT HOME AND ABROAD (Opportunit in patria e all'estero delle FS) Renato MAZZONCINI, amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Italiane (FS), parla con David Briginshaw. ..TORINO- LIONE: IL PROGETTO VINCE LA PAUSA Renato MAZZONCINI afferma che il progetto di linea ad alta velocit Torino- Lione e il tunnel di base da 26,1 miliardi tornato in pista dopo l'annuncio, nel luglio 2017, del ministro dei trasporti francese, la signora Elisabeth Borne, che questo era uno dei principali progetti da mettere in pausa dal presidente Emmanuel Macron in attesa di una revisione dei piani infrastrutturali della Francia. "Durante l'ultimo vertice franco-italiano, tenutosi a Lione qualche settimana fa, il presidente Macron ha confermato che i lavori saranno eseguiti, eliminando tutti i dubbi che si erano verificati nei mesi precedenti a causa di un disimpegno da parte dei francesi", rivela Mazzoncini. "Per migliorare l'accesso al tunnel di base sul versante italiano, abbiamo condotto un'approfondita revisione del progetto, che stata approvata dal Ministero dei Trasporti, per tagliare il costo da 4,9 miliardi a 1,9 miliardi". http://www.railjournal.com/index.php/europe/fs-eyes-opportunities-at-home-and-abroad.html 17 genn 18 Stampa : "TAV, VIA A DUE APPALTI PER IL TUNNEL DI BASE IN ITALIA Telt ha affidato due incarichi da 800 mila euro per la direzione lavori e sicurezza per 23 nicchie di interscambio. Tra i vincitori anche un raggruppamento torinese Maurizio Tropeano Torino Due appalti per 800 mila euro. Ecco il valore dei primi contratti per la realizzazione del tunnel di base della Torino-Lione affidati in Italia da Telt, la societ incaricata di realizzare e gestire la tratta internazionale della Tav. Il primo da 600 mila euro stato vinto da una societ svizzera la Pini Swiss Engineers incaricata della direzione lavori per realizzare 23 nicchie di interscambio alla Maddalena. Il secondo appalto, da 200 mila euro, stato invece assegnato al raggruppamento torinese Industrial Engineering Consultants (I.E.C.)/Gae enginnering che dovr coordinare la sicurezza sul lavoro. Le nicchie di interscambio, che saranno scavate con il metodo tradizionale nell'arco di 15 mesi, saranno inserite ogni 400 metri all'interno del cunicolo lungo 7020 metri come piazzole di sosta lungo la galleria geognostica che, durante lo scavo del tunnel di base, sar utilizzata come accesso di servizio per veicoli e attrezzature del cantiere. Lunghe da 30 a 50 metri, queste aree consentiranno ai mezzi di incrociarsi in sicurezza." http://www.lastampa.it/2018/01/17/cronaca/tav-via-a-due-appalti-per-il-tunnel-di-base-in-italia- PFeiY5LX4VCMwYd8e6UZDM/pagina.html LA LUNGA BATTAGLIA CONDOTTA DAGLI AMBIENTALISTI CHIVASSESI E MONTANARESI CONTRO LA NUOVA DISCARICA FINITA. "Terrasana, Restiamo sani, Comitato Difesa Ambientale, In bici a Chivasso, Coldiretti, Legambiente, Mac, Pro Natura, Comitato Vivi Chivasso, Massimo Rubin, Terra di Mezzo e altri) 10 genn 18 Voce del canavese : "SMC CHIEDE IL CONCORDATO PREVENTIVO Piero Meaglia Il 12 dicembre la societ SMC, proprietaria delle discariche di Chivasso, ha depositato al Tribunale di Milano la domanda di ammissione al "concordato preventivo con riserva" ai sensi dell'art. 161 del R.D. 267/1942 e s.m.i. della Legge Fallimentare. Il Tribunale ha accolto la richiesta e ha concesso alla societ di presentare entro il 14 aprile "una proposta definitiva di concordato preventivo (con il piano e la documentazione completa) o una domanda di omologa di accordi di ristrutturazione dei debiti". Il Tribunale ha nominato commissario giudiziale l'avvocato Fabrizio Pellegrini e ha richiesto alla societ di depositare in cancelleria, entro le date del 15 gennaio, 14 febbraio e 13 marzo, delle relazioni sulla situazione finanziaria dell'impresa. Il comunicato dal Gruppo Waste Italia ricorda che il Gruppo stesso, Waste Italia Holding srl e Waste Italia spa, controllanti dirette e indirette di SMC, avevano depositato la domanda di concordato nel 2017. In marzo il Gruppo aveva annunciato che anche SMC avrebbe presentato la domanda. Ma SMC allora non l'aveva fatto. Il progetto Wastend di Chivasso (ampliamento delle discariche e realizzazione di un impianto di riciclo dei rifiuti) era ancora sottoposto all'esame dei tecnici di Citt Metropolitana. Un esame prevalentemente riguardante gli aspetti ambientali. Tuttavia la normativa imponeva a Citt Metropolitana di respingere i progetti di societ in procedura fallimentare o in concordato. Forse per questo, o per ragioni che non conosciamo, SMC ha dilazionato il deposito della domanda fino a dicembre. Quando ormai era piuttosto chiaro che Citt Metropolitana avrebbe bocciato Wastend. Il progetto era stato pesantemente criticato nella conferenza dei servizi del 12 ottobre." https://www.giornalelavoce.it/chivasso-smc-chiede-concordato-preventivo-283327 10 genn 17 Voce del canavese : "CHIVASSO. GUAI IN VISTA PER IL CREDITO CON SETA Piero Meaglia Amara sorpresa per il sindaco Claudio Castello. L'assessore all'ambiente Paquale Centin ci racconta com' andata. L'anno scorso il Comune di Chivasso, come sappiamo, ha chiesto il pignoramento delle quote (il 49%) di SETA in possesso di SMC, la societ delle discariche chivassesi. Lo scopo del Comune quello di recuperare il milione e 200 mila euro di royalties che SMC non ha pagato. La prima udienza era fissata il 5 dicembre al Tribunale di Milano, la citt dove SMC ha la sede legale. Si presenta l'avvocato del Comune. Ma il giudice del Tribunale gli comunica che SMC ha appena depositato domanda di concordato preventivo. Quindi per ora niente pignoramento: anche il credito vantato dal Comune rientrer nella procedura di concordato regolata dalla Legge Fallimentare. SMC ha tempo fino al 14 aprile per presentare una proposta definitiva di concordato preventivo o una domanda di omologa degli accordi di ristrutturazione dei debiti. I tempi dunque si allungano, e soprattutto il Comune dovr probabilmente accontentarsi di recuperare solo una parte del credito: il 30%, il 40%, si vedr Sul fronte delle polizze fideiussorie accese da SMC a garanzia della bonifica in corso nelle discariche Chivasso 1 e Chivasso 2, il Comune riuscito a riscuotere quella da 600.000 euro del 2012, riguardante il primo progetto di bonifica. Per SMC non ha ancora depositato quella di quasi 2 milioni di euro a garanzia del secondo progetto, approvato nel 2016 quando ARPA e Citt Metropolitana accertarono che le operazioni di decontaminazione delle falde acquifere non avevano conseguito i risultati attesi." https://www.giornalelavoce.it/chivasso-guai-vista-credito-seta-283332 11 genn 18 Voce del canavese : "CHIVASSO. WASTEND BOCCIATO PER SEMPRE Piero Meaglia La dottoressa Paola Molina, dirigente del servizio competente di Citt Metropolitana, facendosi portavoce di tutti i tecnici provinciali e regionali membri dell''Organo tecnico', ha espresso un definitivo giudizio negativo sul progetto Wastend. Il progetto, presentato in prima versione nel 2014 dalla societ SMC srl, comprende un ampliamento di 1.320.000 metri cubi di volumetria di rifiuti e un impianto di riciclo. Molina ha messo nero su bianco il giudizio negativo in una lettera di 41 pagine del 2 gennaio, indirizzata alla Consigliera delegata all'ambiente di Citt Metropolitana Elisa Pirro.. Le conclusioni della dottoressa Molina sono nette: "Alla luce di tutto quanto sopra esposto, in conclusione, si pu dunque affermare che sono emerse rilevanti criticit in merito alla compatibilit ambientale dell'intervento proposto con il contesto ambientale e territoriale ed all'autorizzabilit del progetto e dunque non sussistono i presupposti per il rilascio di giudizio positivo di compatibilit ambientale e, conseguentemente, per il rilascio dell'AIA". Per il momento. SMC potrebbe presentare ricorso contro la bocciatura e depositare un nuovo progetto. Inoltre, ora comincia una partita che, secondo le parole dell'assessore Pasquale Centin, fa tremare i polsi: bonificare, controllare, gestire per decenni l'area delle discariche. E trovare i soldi, e le competenze tecniche, per farlo". https://www.giornalelavoce.it/chivasso-wastend-bocciato-sempre-283480 ANCORA SCIVOLONI DELL' AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TORINO 11 genn 18 Repubblica : "TORINO, USA AUTO DI SERVIZIO PER ANDARE A PRENDERE LA FIGLIA: BUFERA SULLA CONSIGLIERA CINQUE STELLE Deborah Montalbano, esponente dell'ala dei duri e puri, "incastrata" dalla relazione dell'autista. Era gi finita nelle polemiche per l'affitto non pagato in casa popolare e i maxirimborsi di taxi. Fregolent, Pd: "Si dimetta" di Diego Longhin Prima la questione degli arretrati dell'affitto, ora l'uso improprio della macchina di servizio del Comune. Pochi mesi dopo l'insediamento di Chiara Appendino era scoppiato il primo problema: gli affitti della casa popolare alle Vallette non pagati. Al centro della questione la consigliera pentastellata Deborah Montalbano e gli arretrati della pigione sistemati con un piano di rientro concordato con l'Atc. Montalbano attivista storica del Movimento di Beppe Grillo, rappresentante dei comitati per la casa, militante nel quartiere popolare torinese delle Vallette dove ha fatto campagna pancia a terra per Appendino e i Cinque Stelle. Ora scoppia un altro caso: l'uso per questioni private dell'auto di servizio del Comune: una macchia, per una Cinque Stelle doc." http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/01/11/news/torino_usa_auto_di_servizio_per_andare_a_pre ndere_la_figlia_bufera_sulla_consigliera_cinque_stelle-186260942/ 12 genn 17 Nuova Societ : "DI MAIO CHIEDE CHE LA MONTALBANO FACCIA PASSO INDIETRO: "GRAVE QUELLO CHE HA FATTO" di Andrea Doi Non pu evitare di commentare quanto accaduto alla consigliera comunale Deborah Montalbano il candidato premier Cinque Stelle Luigi Di Maio. In visita a Torino per restituire parte dello stipendio dei consiglieri regionali grillini proprio all'indomani della notizia dell'utilizzo per motivi persona di un'auto di servizio da parte della Montalbano. Quello che ha fatto grave dice senza mezzi termini Di Maio e mi aspetto che la consigliera compia qualche azione dopo quanto accaduto. Intanto avvieremo una procedura interna al Movimento. Insomma seppur velatamente quello di Di Maio sembra un vero e proprio invito alla consigliera torinese a fare un passo indietro rispetto al Movimento cinque Stelle, anche perch a meno di due mesi dal voto politico la paura che il caso auto blu di Torino possa influire sulle scelte degli elettori." http://www.nuovasocieta.it/metropoli/di-maio-chiede-che-la-montalbano-faccia-passo-indietro- grave-quello-che-ha-fatto/?utm_source=WhatsApp&utm_medium=IM&utm_campaign=share 12 genn 17 Sistema Torino : "EVVIVA IL GESTO DADAISTA DELLA COMPAGNA DEBORAH MONTALBANO! ..... per noi certamente pi interessante capire come queste notizie escano, oltretutto sulla voce ufficiale del PD torinese e in seguito su Repubblica, mettendo in croce una dei pochissimi Consiglieri "ribelli" del granitico gruppo di maggioranza: proprio per non rimanere a fissare il dito, ci chiediamo se vi sia una relazione tra l'uscita di determinati "scoop giornalistici" e la responsabilit di chi ha deciso che s, anche nel Movimento 5 Stelle ci si pu astenere o votare contro. Da dove arrivano quei documenti finiti nelle mani dei giornalisti vicino all'opposizione? Esiste davvero il "fuoco amico" e "l'intelligenza col nemico" anche nel Movimento della trasparenza e della partecipazione dei cittadini? Provocando fino in fondo, vorremmo chiedere proprio a quei grillini duri e puri se ritengano pi onesta una Presidente di Commissione che tenta di aiutare il suo quartiere e usa (sbagliando, SBAGLIANDO! lo urliamo per non essere fraintesi) la macchina di servizio per andare a prendere il figlio, oppure preferiscano chi abbassa continuamente la testa di fronte a provvedimenti che in passato ha sempre osteggiato? Ai posteri l'ardua sentenza. https://www.facebook.com/sistematorino/posts/794175304106593 12 genn 18 Nuova Societ : "I REVISORI DEI CONTI DEL COMUNE SI SONO DIMESSI. "Ricevute troppe pressioni" di Andrea Doi I revisori dei conti del Comune di Torino si sono dimessi. Herri Fenoglio, Maria Maddalena De Finis e Nadia Rosso hanno inviato una mail con cui comunicavano l'intenzione di lasciare l'incarico. Una decisione presa dopo mesi di difficili rapporti con l'amministrazione comunale visto i numerosi pareri negativi espressi ai documenti di bilancio della giunta Appendino, per i quali erano stati anche chiamati a rendere conto alle commissioni consiliari. Finisce cos un rapporto tra i tre revisori e l'amministrazione comunale che non era mai stato roseo. Tanto che tra i cinque stelle c'era chi stava da tempo cercando appigli legislativi per rimuoverli dall'incarico. D'altronde gli stessi revisori nella lettera inviata alla Sindaca e al presidente del Consiglio Comunale parlano di "difficolt nello scambio delle comunicazione e ostacoli nell'attivit di raccordo tra la struttura organizzativa dell'Ente e il collegio dei Revisori e tra quest'ultimo e il consiglio comunale" oltre che dell'assenza "di collaborazione dell'Ente con il Collegio dei Revisori" fino ad accennare a "pressioni ricevute sono state anche fate di disagi operativi e di incomprensioni"." http://www.nuovasocieta.it/metropoli/i-revisori-dei-conti-del-comune-si-sono-dimessi/ 16 genn 18 Corriere : "APPENDINO ASSENTE ALL'ASSEMBLEA, I RESIDENTI DEL CENTRO LA CONTESTANO Il vicesindaco: Non qui per non prestarsi a strumentalizzazioni, visto che siamo in campagna elettorale di Gabriele Guccione Quando il vicesindaco Guido Montanari ha preso la parola per giustificare l'assenza di Chiara Appendino, la reazione stata immediata: Ci sono le elezioni, e voi scappate. E poi: Vogliamo vedere negli occhi la sindaca. E ancora: Vergogna, vergogna, andate a lavorare. L'avviso del Comune affisso alle bacheche della citt, del resto, parlava chiaro: Assemblea pubblica. La sindaca incontrer i cittadini. E invece, mentre il custode del centro di incontro bloccava alla porta la piccola folla che non riuscita ad entrare ( tutto esaurito, mi dispiace), il vicesindaco Montanari si prodigava nel portare le scuse di Appendino: La sindaca non potr essere presente questa sera, per non prestarsi a strumentalizzazioni, visto che siamo in campagna elettorale." CON VIDEO : http://torino.corriere.it/cronaca/18_gennaio_16/appendino-assente-all-assemblea- residenti-centro-contestano-4158dee4-fb04-11e7-88bf-04c0b4baa14a.shtml# 16 genn 18 Gabosutorino : "CHIARABELLA DA' BUCA E IL PROF DEL POLI SBAGLIA I CONTI Gabriele Ferraris Il coraggio, uno, se non ce l'ha, mica se lo pu dare. Quindi sapevo di fare un viaggio a vuoto, stasera, andando al Collegio Artigianelli dove da giorni era annunciato con squilli di trombe e rulli di tamburi l'incontro della "Sindaca con le cittadine e i cittadini della Circoscrizione 1". Tirava una brutt'aria, i dipendenti della Fondazione Musei a rischio licenziamento annunciavano proteste, i commercianti pure, e poi c'erano le cittadine e i cittadini scontenti per le foglie secche nei viali e per i clochard che pisciano per strada e per la Ztl a oltranza e per la chiusura dell'Oftalmico e per i blocchi della circolazione e per le auto parcheggiate sulle piste ciclabili e insomma, fra selfie e cazzi amari il barometro dava sui cazzi amari. Morale della favola: donna Abbondia ha preferito restarsene a casa.. Riconti alla mano: 193 mila visitatori perduti dai musei civici, e 104 mila (anzi, arrotondiamo a 105 mila, voglio essere generoso) guadagnati dai musei non gestiti dal Comune, mi d una perdita netta di 88 mila visitatori in tutti i principali musei di Torino nel 2017 rispetto al 2016, quando peraltro la Gam gi dava segni di cedimento. Allora, egregio professor Montanari, a noi. Lei stasera ha dichiarato, di fronte a un centinaio almeno di testimoni, che a Torino "aumentano i visitatori nei musei"." http://gabosutorino.blogspot.it/2018/01/chiarabella-da-buca-e-il- professore.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed:+GaboSuTor ino+(Gabo+su+Torino) 8 genn 18 Repubblica : "IL MONDO DEI RIFIUTI TUTTO QUELLO CHE DOVREMMO SAPERE Michele Rak Viviamo di immondizia e di cacca. Sono il nostro prodotto pi invasivo, inevitabile e devastante. Un libro rigoroso, divertente, surreale ma del tutto attendibile e niente affatto sarcastico (Piero Martin-Alessandra Viola, Trash. Tutto quello che dovreste sapere sui rifiuti, Codice Edizioni 2017) riunisce i calcoli di diversi ricercatori da nove punti di vista sulla produzione di queste due merci. Ogni tanto Napoli finisce nell'occhio talvolta miope dei media per la quantit spropositata di rifiuti che, a quanto pare, la citt voluttuosamente produce e, deplorevolmente, scarica nelle strade. Ma un problema che interessa quasi tutte le citt e le regioni italiane. Eppure l'Italia ricicla il 76,9% dei suoi rifiuti (dati Eurostat). A quanto pare Re Mida trasformava tutti gli oggetti che toccava in oro, noi li trasformiamo in rifiuti. A parte gli oggetti, che sono fabbricati programmando i loro guasti e che dobbiamo cambiare ogni tanto per dare lavoro a imprenditori e operai, tutti devono comprare e consumare cibo (e scartare gli involucri) e devono mangiarlo (e produrre escrementi)." http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2018/01/08/il-mondo-dei-rifiuti-tutto- quello-che-dovremmo-sapereNapoli07.html 10 genn 18 Greenreport : "L'ETERNA EMERGENZA RIFIUTI DI ROMA, SENZA IMPIANTI INDUSTRIALI DOVE GESTIRE LA PROPRIA SPAZZATURA Siamo al paradosso che un incremento della raccolta differenziata aggraverebbe ulteriormente la situazione in assenza di investimenti in nuova capacit La nuova emergenza rifiuti che ha investito Roma, che si ritrova invasa di spazzatura senza sapere come gestirla, una girandola che non si ferma. La giunta pentastellata guidata dalla sindaca Virginia Raggi ha pensato di tamponare la situazione rivolgendosi prima alla Toscana, poi puntando sull'Emilia-Romagna entrambe ipotesi tramontate e infine all'Abruzzo, anch'essa una possibilit fortemente in bilico. La soluzione al dilemma ancora non spuntata, ma per trovarla la capitale in ogni caso destinata a cercare l'assistenza di impianti al di fuori del perimetro cittadino. Il perch semplice: a Roma persiste una cronaca insufficienza di impianti industriali per la gestione e lo smaltimento dei rifiuti da quando, nel 2013, stata chiusa la discarica pi grande d'Europa (quella di Malagrotta). Gli abitanti della Citt eterna hanno prodotto nel 2016 circa 1,7 milioni di tonnellate di rifiuti (urbani), suddivisi in 1 milione di tonnellate circa di indifferenziato e 700 mila tonnellate di raccolta differenziata. Secondo i dati riportati dal Was Waste strategy di Althes

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body