Newslettera del 23 genn 19

Jan 24, 2019 | | Category: Other |   | Views: 11 | Likes: 1

"Dove bisogna stare", processo e iniziative NOTAV, Antisionismo, CONO, Contro Legge Sicurezza, Assemblea a Roma e aggiornamenti PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE (VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI) E' USCITO NEI CINEMA IL FILM DI DANIELE GAGLIANONE "DOVE BISOGNA STARE" che racconta l'impegno di 4 donne italiane che hanno deciso di impegnarsi spontaneamente e gratuitamente nella cura e nell'accoglienza di persone migranti Ecco qui il TRAILER https://vimeo.com/311245799 PRIME PROIEZIONI NELLE SALE IN PIEMONTE: 1 FEBBRAIO a Oulx, Sala del Consiglio Comunale (presenta Elena, una delle protagoniste, con Daniele Gaglianone) 6 FEBBRAIO a Torino, Centro studi Sereno Regis 25 FEBBRAIO a Saluzzo (CN), Cinema Teatro Magda Olivero 20 MARZO a Torino, Cinema Greenwich SEGUIRE LA PROGRAMMAZIONE SU :http://www.zalab.org/bisogna-stare-tour-nelle-sale/ Una delle protagoniste Elena Pozzallo una NOTAV che lavora a Bussoleno e vive a Oulx in alta Valsusa, che ha rilasciato una commovente intervista gioved 17 gennaio Rai news 24 : https://youtu.be/vT0YpzYHqc0 https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=275493989786218&id=161712747831010 GIOVEDI' 24 GENNAIO ORE 10.30 al Palagiustizia di Torino, corso Vittorio Emanuele 140, aula 44, ingresso 16 INIZIO PROCESSO AI NOTAV PER I FATTI AVVENUTI IL 3 OTTOBRE 2015 durante la visita di cinque eurodeputati al cantiere in Clarea SARA' SENTITA L'ACCUSA. Paolo Perotto. Tommaso Sarzotti, Emilio Scalzo e Paolo Patella accusati di resistenza e violenza PER RICORDARSI I FATTI: 3 OTT 15 VIDEO : "CARICA A MEPS E NO TAV" https://www.youtube.com/watch?t=13&v=0F79yuiHDM0 ORE 17 Campus Einaudi lungo Dora Siena 100 Torino (ritrovo Main Hall - atrio centrale) "LE STELLE SARANNO IL NOSTRO TESTIMONE" Letture da CINQUE ANNI NEL GHETTO DI VARSAVIA di Bernard Goldstein La cronaca della nascita del ghetto di Varsavia, delle deportazioni, della resistenza, della rivolta del ghetto (1943), dell'insurrezione della citt (1944), della fine di un mondo e di un popolo, nel racconto di un veterano della milizia di autodifesa del Bund, tra i pochi sopravvissuti. Traduzione italiana inedita. I TESTI DI RIFERIMENTO SONO SUL BLOG: https://www.antisionismo.altervista.org ORE 21 presso Manituana Laboratorio culturale autogestito Largo Vitale 113/A (al fondo di Corso Brescai, vicino a Corso Regio Parco) RIUNIONE CONO - COORDINAMENTO NO OLIMPIADI 2026 Per un aggiornamento sulla vicenda olimpica. "La candidatura italiana di Milano e Cortina sembra procedere senza intoppi verso l'assegnazione dei Giochi invernali 2026 (per mancanza di competitori) e si "capiscono" quindi gli appetiti di chi cerca comunque di partecipare al banchetto. Ecco allora che riappare Torino con la proposta di utilizzo della pista di bob di Cesana. imbarazzante vedere il balletto delle cifre che ognuno stiracchia a proprio interesse e piacimento. Stando ai dati ufficiali Cortina nel proprio dossier preventiva una spesa di 35 milioni di euro per rimettere in funzione la storica pista Eugenio Monti. Torino a sua volta affermava che con 39 milioni ripristinava la pista di Cesana del 2006 per poi smontarla a fine Giochi. Chi mente sapendo di mentire? Sicuramente entrambi. Il Gioco comunque truccato". https://www.facebook.com/Coordinamento.NO.Olimpiadi/photos/a.2048309152124445/222896260 0725765/?type=3&theater Off Topic Nuovo #pieghevole a tema: Olimpiadi 2026 http://www.offtopiclab.org/nuovo-pieghevole-a-tema-olimpiadi-2026/ https://cono2026.wordpress.com/ VENERDI' 25 GENNAIO DALLE ORE 18.30 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte APERICENA NOTAV AI CANCELLI. Anche questo venerd abbondante merenda presso i cancelli della centrale elettrica di Chiomonte. SABATO 26 GENNAIO ORE 14 Avigliana Piazza De Andr (fronte stazione FS) Arrivo Piazza Conte Rosso. "DIRITTI NON PRIVILEGI" MANIFESTAZIONE CONTRO LA LEGGE SICUREZZA E IMMIGRAZIONE Comune di Vaie, Comune di Avigliana, Re.Co.Sol, ANPI di Valle Chiesa aValdese di Susa, Chiesa Battista di Meana, Ufficio pastorale migranti Diocesi di Susa. Indicono un manifestazione contro la legge "Sicurezza e Immigrazione". "Quando l'ingiustizia diventa legge. la resistenza diventa un dovere" Bertold Brecht https://www.facebook.com/events/2687081691317167/?ti=as ORE 13,30 aula 1 Facolt di Lettere Universit la Sapienza , Piazza Aldo Moro 5, Roma ASSEMBLEA NAZIONALE VERSO LA MOBILITAZIONE NAZIONALE DEL 23 MARZO "APPELLO PER UNA NUOVA ASSEMBLEA NAZIONALE DEI COMITATI E DEI MOVIMENTI CONTRO LE GRANDI OPERE INUTILI E IMPOSTE, PER LA GIUSTIZIA AMBIENTALE. A tutti i comitati, i movimenti, le associazioni e i singoli che da anni si battono contro le grandi opere inutili e imposte e per una nuova stagione di giustizia ambientale e la salvaguardia del Pianeta. Dovremo esprimere un punto di vista chiaro su ci di cui il nostro Paese ha davvero bisogno, facendola finita con le grandi opere inutili, per avviare un percorso unanime e virtuoso di programmi concreti a favore delle vere necessit del popolo e dei territori, mettendo al primo posto la cura e la messa in sicurezza del territorio, le bonifiche, piccole opere necessarie a vivere meglio ed in grado di dare lavoro diffuso e garantito, buona sanit, servizi adeguati, scuola pubblica ed universit libere e sganciate dai modelli aziendalisti, sanit e pensioni decorose, una corretta politica sull'abitare e di inclusione della popolazione migrante con pari diritti e dignit.. Discuteremo di come costruire un movimento, uno spazio pubblico aperto che in tante e tanti stiamo cercando per trasformare la societ, il modo in cui si guarda alla vita dei territori, per decidere insieme il nostro futuro, per iniziare un cammino di giustizia ambientale, che non pu pi aspettare.,, http://www.notav.info/post/roma-26-01-assemblea-verso-manifestazione-23-marzo/ MARTEDI' 29 GENNAIO ORE 21 presso Manituana Laboratorio culturale autogestito Largo Vitale 113/A (al fondo di Corso Brescai, vicino a Corso Regio Parco) ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa Come sempre l'odg verr deciso all'inizio della riunione MERCOLEDI' 30 GENNAIO DALLE ORE 11.30 nei terreni NOTAV alla Colombera entrando dal cancello della centrale elettrica di Chiomonte e sotto la tettoia in Clarea APERIPRANZO NOTAV Anche questo mercoled il gruppo No Tav Over 50 invita tutti, anche i pi giovani, ad un'abbondante merenda. ORE 17 Campus Einaudi lungo Dora Siena 100 Torino (ritrovo Main Hall - atrio centrale) "AUTONOMIA NAZIONAL CULTURALE SENZA STATO: LA SOLUZIONE DEL BUND ALLA QUESTIONE EBRAICA" SEMINARIO DI AUTOFORMAZIONE: CONOSCERE E RICORDARE IL PASSATO PER LOTTARE NEL PRESENTE PER IL GIORNO DELLA MEMORIA ANTIFASCISTA E ANTISIONISTA I TESTI DI RIFERIMENTO SONO SUL BLOG: https://www.antisionismo.altervista.org INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA: DOMENICA 3 FEBBRAIO SI SVOLGE L'OTTAVA EDIZIONE DI "UNA BABELE DI SEMI", la fiera dello SCAMBIO delle autoproduzioni di SEMI, marze, piantini, bulbi, pasta madre e saperi, che sar dedicata al tema "SEMI LOCALI E LOCALISMI". Dalle ore 9.30 alle 16.30 alla Cascina Roccafranca, via Rubino 45 ang. via Gaidano, TORINO PROGRAMMA: https://www.terranuova.it/News/Agricoltura/Torna-Una-babele-di-semi-perche- local-e-biodiversita-fanno-la-differenza ALTRE INIZIATIVE SU : https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/ http://www.fabionews.info/torinovive.php PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info - www.notavtorino.org -http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2- www.notav.eu - www.notav- valsangone.eu- http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 - http://noterzovalico.wordpress.com/- www.ambientevalsusa.it - http://www.tgmaddalena.it/- https://www.facebook.com/notavtorino.org/- https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/ CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/ https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449 https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA : (VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicit : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualit, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it) MERCOLED 16 GENNAIO PAOLO FOIETTA STATO ASCOLTATO DALLA COMMISSIONE TRASPORTI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI, nonostante sia scaduto il suo mandato da Commissario per la Torino Lione il 31 dic 18 TG R del 16-GEN-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=b050oVic-W8 Ammette che non si tratta di TAV ma di normale linea ferroviaria, ma continua a dire che sono gi scavati 25 km di tunnel senza chiarire che sono tutti tunnel geognostici e discenderie non facenti parte del progetto, come confermato da Violete Bulc in risposta a interrogazione al Parlamento Europeo il 30 aprile 18: "LE ATTIVITA' IN CORSO A SAINT-MARTIN-LA-PORTE RIGUARDANO INDAGINI ESPLORATIVE E GEOLOGICHE NEL SECONDO TRATTO DEL TUNNEL DI ACCESSO ESISTENTE" ( http://www.europarl.europa.eu/doceo/document/E- 8-2018-000960-ASW_IT.html) 17 Genn 19 NOTAV Info : "SIAMO ALLA FARSA! La farsa intorno al percorso istituzionale della Torino Lione sta raggiungendo scenari grotteschi. Ma nulla di nuovo: l'intreccio di poteri ed interessi che contraddistingue il Tav lineare da 30 anni, tant' che adesso stiamo assistendo a scenari sempre pi strani in quella pubblicazione dell'analisi costi/benefici che dovrebbe far decidere il governo su cosa fare. A muovere questo spirito Si Tav non il "futuro del'Italia" o dei "collegamenti europei" come vorrebbero farci credere madamin e commentatori da salotto, ma pura campagna elettorale e spartizione/garanzia di poteri come sempre stato, con una sola novit: lo schieramento di potere al governo. E cos nell'ottica di dare un colpo al cerchio ed uno alla botte si parla di "Mini Tav", intendendo la realizzazione del solo tunnel di base, e nel percorso dell'analisi costi benefici si inserisce l'Avvocatura dello Stato che visto il nome, fa l'avvocatos ma del potere, visto che si sta facendo garante di faslit, come quelle delle penali, e avvalla come uniche fonti quelle di chi vuole realizzare l'opera, come Telt, societ nata solo per fare l'opera." http://www.notav.info/post/siamo-alla-farsa-10-domande-sul-percorso-decisionale-del-tav/ 7 genn 19 Presidio Europa NOTAV: "DIECI DOMANDE AI DECISORI DELLA TORINO-LIONE Sulla base di quanto scrivono i giornali la confusione regna sovrana nella comunicazione ufficiale sulla Torino-Lione. Restiamo quindi in attesa di precisazioni e aggiornamenti da parte del Governo." http://www.presidioeuropa.net/blog/dieci-domande-ai-decisori-della-torino-lione-2/ 18 genn 19 Comunicato Stampa Pro Natura Piemonte: "TORINO-LIONE, ALCUNE PRECISAZIONI A NOTIZIE DIFFUSE RECENTEMENTE Le affermazioni su presunti oneri e penali che l'Italia dovrebbe pagare in caso di abbandono del progetto TAV Torino-Lione, diffuse in questi ultimi mesi dal Commissario del Governo, il cui mandato ora scaduto, sono assolutamente fuori della realt e richiedono una severa smentita. Nel dettaglio, per quanto riguarda la questione delle penali, il Grant Agreement, cio l'accordo di garanzia firmato tra Italia, Francia ed Unione Europea il 25 settembre 2015, a valere dall'anno precedente, stabilisce chiaramente all'articolo 16 che: "nessuna delle parti in causa ha diritto di chiedere compensi (cio denaro o qualsiasi altra forma di vantaggio) a causa della rescissione dell'accordo di una altra parte in causa" (che, per assurdo, potrebbe anche essere la Commissione Europea). Pi chiari e sintetici di cos non si potrebbe essere! Per quanto riguarda la messa in sicurezza dei tunnel geognostici esistenti, basta chiudere l'ingresso con un muro di cemento armato di un metro di spessore. Per adeguare il tunnel attuale del Frejus, l'Italia deve spendere quasi nulla, perch dal 2002 al 2007 ha gi abbassato il piano dei binari di 70 centimetri pur potendone utilizzare meno della met, in quanto la Francia per la met di tratta di sua competenza, nei lavori fatti con ritardo, dal 2005 al 2011, ha abbassato il piano dei binari di solo 30 centimetri; inoltre ha discutibilmente avvicinato i binari di 15 centimetri. creando in tal modo qualche limitazione ad un'opera modernissima, che le Ferrovie Italiane si son sempre rifiutate di mostrare ai giornalisti affinch qualcuno possa dire che il tunnel attuale ancora quello antico. Il costo dell'adeguamento della linea di bassa valle gi stato fissato tra Italia e Francia in 81 milioni, quello dell'alta valle gi stato fatto nel 2000 - 2007 ed ulteriori interventi sono in quell'ordine." http://torino.pro-natura.it/torino-lione-alcune-precisazioni/ Genn 19 Cantiere TAV Chiomonte Stato dell'arte https://photos.app.goo.gl/yTXA3Dm96DQV1YN68 VENERD 18 GENNAIO AL TRIBUNALE DI TORINO INIZIATO IL PROCESSO A DARIA E MAKSIM DEL CONCERTINO DAL BALCONCINO VIDEO DELLE LORO DICHIARAZIONI: https://www.youtube.com/watch?v=Mll_mX8s8Oc SABATO19 GENNAIO IN TUTTA LA FRANCIA SI SVOLTO IL DECIMO SABATO DI MANIFESTAZIONE DEI "GILET GIALLI" 19 genn 19 Lettera 43 : "COSA SAPERE DELLA MANIFESTAZIONE DEL 19 GENNAIO DEI GILET GIALLI Il movimento tornato in piazza, a Parigi e in altre citt della Francia, ma senza particolari episodi di violenza. In tutto 84 mila manifestanti a livello nazionale. Il grande dibattito nazionale lanciato dal presidente francese Emmanuel Macron non pare aver convinto l'insieme dei gilet gialli. Cos il Paese sceso in piazza per il decimo atto della protesta, a Parigi e in altre citt a due mesi dalla prima mobilitazione nazionale del 17 novembre 2018. Su Facebook, il corteo che ha segnato maggiore adesione partito dall'Esplanade des Invalides, vicino all'Assemblea Nazionalem a -Parigi. E a fine giornata il bilancio della giornata quello di una mobilitazione ordinata, strutturata e pacifica, con qualche raro episodio di violenza inscenato a fine giornata da sparuti gruppi di casseurs. Secondo i dati diffusi in serata dal ministero dell'Interno, oggi sono stati 84mila i manifestanti al livello nazionale, di cui 7mila a Parigi, dati pressoch invariati rispetto alla settimana scorsa. Secondo il primo conteggio realizzato dai gilet gialli, che dal 18 gennaio hanno una specifica app 'GJ-France', i partecipanti sono stati pochi di pi, 86.110 https://www.lettera43.it/it/articoli/mondo/2019/01/19/gilet-gialli-manifestazione-oggi-19- gennaio/228278/ RIPORTO ANCHE LA CRONACA DELLA SCORSA SETTIMANA (LA NONA), CON DATI INTERESSANTI E. ANCHE LIONE IN PIAZZA! 12 genn 19 Infoaut: "GILETS JAUNES, ATTO IX, NON TEMPO DI DEMOCRAZIA ON-LINE Altro sabato di mobilitazione del movimento dei Gilets Gialli che sembra trovare nuovo slancio in questo 2019.. Un segnale importando a tre giorni dall'inizio del "Grand Debat National", la mossa diplomatica di Macron che prova a dialettizzare con una consultazione diffusa le istanze del territorio sui temi della fiscalit, della transizione ecologica e dei servizi pubblici nel tentativo di recuperare la protesta dei gilets gialli. Si tratta infatti della promozione di una serie di forum diffusi a livello locali, con amministratori o gruppi di cittadini per "ascoltare i francesi". Ogni discussione che si inserisca nel quadro del "Grand Dbat" verr registrata su una piattaforma on-line e arriver alle orecchie di Macron. Ma i cahiers du doleance sono gi stati stesi dal movimento il quale, anzi, sembra essere passato oltre. I gilets non sembrano abboccare. Nonostante le fantasie nostrane di Di Maio che ha offerto ai gilets la piattaforma Rousseau non ora tempo di democrazia on-line. Cortei anche a Marsiglia, con le donne incordonate in testa, A LIONE, DOVE DALLA TESTA VENIVA SCANDITO IL CORO "NESSUNA PIAZZA PER I FASCISTI, NESSUN FASCISTA NELLE NOSTRE PIAZZE". I Gilets sfilano anche a Bordeaux, Lille, Perpignan, Rouen, Caen, Nmes, Nizza. Diversi anche i blocchi stradali, come quelli dei camion che si sono visti oggi ad Auxerre. Sono 80 mila gli agenti di polizia schierati oggi da Castaner, il ministro degli Interni di Macron che ha dichiarato guerra aperta a questo movimento con una strategia isterica a met tra il continuo fallimento del tentativo di criminalizzare la protesta e l'aperta repressione. Sono 12 i morti dall'inizio delle proteste e non si contano i feriti, comunque oltre duemile, e i mutilati dalle armi da guerra della polizia. 216 i manifestanti incarcerati. I gilets per non abbandonano le strade" https://www.infoaut.org/metropoli/gilets-jaunes-atto-ix-non-e-tempo-di-democrazia-on-line SABATO 19 GENNAIO A TORINO SI SVOLTA LA MANIFESTAZIONE : "NOI STIAMO CON CHI COMBATTE L'ISIS" contro il provvedimento di sorveglianza speciale chiesto dalla procura di Torino nei confronti di Paolo, Eddi, Jak, Davide e Jacopo che vi hanno partecipato con le formazioni Ypg/Ypj in Siria QUALCHE FOTO del corteo a cui hanno partecipato anche numerosi NOTAV della valle e di Torino: https://photos.app.goo.gl/D95WF2tWWn9gxLyu8 19 genn 18 Infoaut : "TORINO IN CORTEO PER SOSTENERE CHI COMBATTE L'ISIS .Il corteo, partito nel pomeriggio dalla stazione di Porta Nuova, ha attraversato le vie del centro di Torino per poi concludersi in piazza Castello. Oltre alle tante realt torinesi presenti, anche diverse delegazioni arrivate dal resto del Piemonte e dell'Italia per manifestare appoggio e solidariet a chi in questi anni ha deciso in tempi e forme diverse - di sostenere la rivoluzione confederale della Siria del Nord e di combattere i miliziani dello Stato Islamico, unendosi alle YPG e alle YPJ (le unit di protezione popolare) o supportando le strutture civili e svolgendo un prezioso lavoro di informazione2. https://www.infoaut.org/conflitti-globali/torino-in-corteo-per-sostenere-chi-combatte-l-isis LUNED 21 GENNAIO RIUNIONE DELL' OSSERVATORIO SULLA TORINO-LIONE PRESIEDUTA ANCORA DA FOIETTA, prorogato nel suo incarico per 45 giorni. Chiamparino annuncia che se fosse chiuso istituirebbe un Osservatorio Regionale Foietta minaccia querele sulle presunte tangenti per il TAV citate da Di Battista TG R del 21-GEN-2019 ore 1400 https://www.youtube.com/watch?v=tp79QKxvBD8 TG R del 21-GEN-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=GXiTy3KKvk8 MARTED 22 GENNAIO SONO STATE INTERCETTATE NEL CENTRO DI SMISTAMENTO DELLE POSTE DI TORINO DELLE BUSTE CON PROIETTILI dirette a Stefano Esposito (PD), alle redazioni dell'ANSA e de La PRESSE, Tutti parlano di atto ignobile, ed proprio ignobile che venga spacciato come serio un episodio del genere: chi manderebbe dei proiettili per posta, sapendo che difficilmente arriverebbero a destinazione essendo facilmente rilevabili dai metel detector? TG R del 22-GEN-2019 ore 1930 https://www.youtube.com/watch?v=S_S_ZOHgH04 MERCOLED 23 GENNAIO SI RIUNITO IL COLLEGIO DEI GIUDICI CHE DEVE PRONUNCIARSI SULLA RICHIESTA DI SORVEGLIANZA SPECIALE e di divieto di dimora per cinque italiani accusati di pericolosit sociale per aver negli ultimi anni raggiunto e partecipato dal 2016 a oggi alla lotta all'ISIS nei territori della Siria del Nord avanzata dalla PM Pedrotta. 23 genn 19 Infoaut : "SORVEGLIANZA SPECIALE A CHI COMBATTE L'ISIS: RINVIATA LA DECISIONE L'UDIENZA STATA AGGIORNATA AL 25 MARZO. Nella giornata di oggi sono stati acquisiti gli atti prodotti dalla difesa. Tra questi una documentazione relativa all'operato delle Forze Siriane Democratiche e delle strutture civili della rivoluzione confederale in Siria del Nord alle quali i cinque si sono uniti, una lettera del padre di Valeria Solesin, la giovane italiana rimasta vittima nell'attentato terroristico del Bataclan, le ricostruzioni difensive sulle indagini di polizia adottate dal castello accusatorio del Pubblico Ministero per giustificare la pericolosit sociale dei cinque. Sono state anche lette davanti al giudice delle dichiarazioni spontanee. stata invece rigettata la richiesta di sentire come testimone un'avvocata che stata in Rojava in quanto persona informata della situazione politico-sociale in Siria del Nord. Nella mattinata stata contestata dalla PM Pedrotta la richiesta di far presenziare in aula il regista Carlo Bachschmitt con il suo operatore." https://www.infoaut.org/conflitti-globali/sorveglianza-speciale-a-chi-combatte-l-isis-rinviata-la- decisione Audio sull'udienza odierna di Davide Grasso, uno dei cinque sui quali grava la richiesta di sorveglianza speciale. https://www.infoaut.org/images/Davide_Grasso_udienza_srv.mp3 22 genn 19 Infoaut : "IL CONSIGLIO COMUNALE DI TORINO PRENDE POSIZIONE CONTRO LA SORVEGLIANZA SPECIALE Ieri il consiglio comunale di Torino ha approvato un ordine del giorno di sostegno ai 5 giovani ..Un segnale importante nel quadro di un'ampia compagna di sostegno agli inquisiti che, secondo le richieste della PM Pedrotta, dovrebbero essere banditi da Torino e subire una serie di limitazioni della libert personale tra le quali, nei fatti, l'impossibilit di partecipare a iniziative pubbliche per raccontare la propria esperienza come gi fatto a pi riprese negli scorsi mesi. Dopo il corteo di solidariet di sabato scorso, oggi verr presentato un appello di decine di personalit del mondo della cultura e dello spettacolo che chiedono l'abbandono di ogni accusa da parte della procura torinese, alla vigilia dell'udienza in cui i potenziali "sorvegliati speciali" saranno ascoltati dal giudice che dovr decidere della loro sorte". https://www.infoaut.org/conflitti-globali/il-consiglio-comunale-di-torino-prende-posizione-contro- la-sorveglianza-speciale 19 genn 19 Radio blackout : "LE MACERIE ATTORNO AL PARCO DELLA SALUTE DOPO VALDESE E OFTALMICO SMANTELLATI REGINA MARGHERITA E SANT ANNA Pare costare sempre pi cara la trasformazione della citt della salute a parco sanitario. Si rimbalzano in questi giorni le dichiarazioni dei vari politici di turno rispetto al destino di due ospedali, il Regina Margherita e il Sant'Anna, a partire da quelle dell'assessore regionale alla Sanit Antonio Saitta, "L'ospedale Regina Margherita non chiuder, all'interno del nuovo Parco della Salute avr un ruolo di estrema importanza un polo materno-infantile che conserver tutte le eccellenze di cui attualmente dispongono la Citt della Salute e la sanit piemontese nel suo complesso". Ma il futuro sembra ben diverso. Degli attuali 690 posti letto tra Regina Margherita e Sant'Anna ne resteranno appena 190 nel nuovo Parco. Inoltre non garantita la presenza di Pronto Soccorsi dedicati, ma solo non meglio precisati "percorsi". E il fresco ricordo delle tragiche sorti dell'ospedale valdese e dell'oftalmico non fa certo ben sperare." https://radioblackout.org/2019/01/le-macerie-attorno-al-parco-della-salute-dopo-valdese-e- oftalmico-smantellati-regina-margherita-e-sant-anna/ IN COLLEGAMENTO TELEFONICO GIULIA, LAVORATRICE DEL REGINA MARGHERITA, per tutti gli aggiornamenti sulla vicenda, sugli umori interni e i possibili scenari in via di definizione: https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2019/01/citt%C3%A0salute.mp3 GENN 19 VIDEO "LE LETTERE DEI NAPOLETANI AI MIGRANTI IN DIFFICOLT" https://youtu.be/CH3gZgjNmx0 19 genn 19 Comunicato Stampa Coordinamento Nazionale No Triv: "GASDOTTO EAST-MED POSEIDON, GRAVI DICHIARAZIONI DEL SOTTOSEGRETARIO CIOFFI. SIAMO ALLA VIGILIA DELLA RIEDIZIONE DELLA VICENDA TAP? CI AVVIAMO ALLA RATIFICA DELL'ACCORDO INTERGOVERNATIVO? Luned scorso, a Il Cairo, Italia, Cipro, Grecia, Israele, Giordania ed Autorit Palestinese hanno fondato l' East Mediterranean Gas Forum (EMGF). Per l'Italia era presente il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Andrea Cioffi. Alle discussioni, che hanno impegnato le giornate del 14 e del 15 gennaio, hanno partecipato anche rappresentanti della Banca Mondiale e dell'Unione Europea. In base a quanto pubblicato da CyprusMail, obiettivo di EMGF "lo sfruttamento congiunto ottimale delle risorse di idrocarburi nel Mediterraneo orientale". La domanda sorge spontanea: siamo alla vigilia della ratifica, da parte dell'Italia, di quell'Accordo Intergovernativo che il pezzo mancante del mosaico? Con le sue dichiarazioni, pubblicate anche sul sito web del Ministero, il Sottosegretario Cioffi ha espresso la posizione ufficiale e finale del Governo? Per ossequio a quel principio di trasparenza molte volte invocato dalle stesse forze che oggi sostengono il Governo, il MISE ha il dovere di far sapere se a Il Cairo i rappresentanti dei vari governi abbiano discusso dell'immediato futuro del gasdotto East-Med ed in che termini. In particolare, a Il Cairo sono intervenute intese/accordi per la ratifica dell'Accordo Intergovernativo che dovrebbe dare il "l" a Poseidon? Come noto, il tratto finale di East-Med quel Poseidon, con approdo ad Otranto, gi autorizzato sotto il Governo Berlusconi (Ministro Romani). Nel chiedere al Governo di non sottoscrivere alcun accordo con gli altri partner in merito a Poseidon come a qualsiasi altra iniziativa che implichi lo sfruttamento dei giacimenti di idrocarburi nell'area del Mediterraneo e la realizzazione di opere climalteranti, inutili ed imposte, restiamo in attesa di una cortese quanto sollecita risposta dal Ministro Luigi Di Maio" https://www.facebook.com/CoordinamentoNazNoTriv/posts/2239666156296956?__tn__=K-R 21 genn 19 Il mio Luogo : "GUERRA E AMBIENTE NELL'ANTROPOCENE Recentemente ci sono stati almeno DUE APPUNTAMENTI SUL TERRITORIO ITALIANO A CUI LA GRANDE STAMPA E, A DIRE IL VERO, TUTTO SOMMATO ANCHE LA PICCOLA, HANNO DATO POCO RISCONTRO. Uno si svolto a Torino, l'altro a Catania. A Torino: "SCIENCE AND FUTURE 2". Un convegno internazionale promosso dal Politecnico di Torino, concepito come un percorso di analisi e divulgazione sui limiti oggettivi dell'attuale sistema economico e sulle delle tecnologie che ci stanno portando alla distruzione del pianeta e dei suoi abitanti. Alla fine dell'evento stato redatta una dichiarazione che vale come appello della comunit scientifica alle istituzioni politiche, ma anche al mondo dell'economia, soprattutto dei paesi ricchi. (Dichiarazione finale http://scienceandthefuture.polito.it/it/dichiarazione-finale/) A Catania: DRONI ARMATI A SIGONELLA. PROBLEMI GIURIDICI E TENSIONI TRA PROTEZIONE DEL DIRITTO ALLA VITA, OBBLIGHI DI TRASPARENZA E STRATEGIA MILITARE, organizzata dall'European Center for Constitutional and Human Rights e dal Dipartimento di Giurisprudenza dell'Universit degli Studi di Catania. Sono sempre tanti i dubbi di legittimit che emergono quando si cerca di approfondire la storica alleanza, ma forse sarebbe meglio dire servit militare, dell'Italia con gli USA. Fatto sta che quando parte un drone killer che ammazza decine di civili innocenti complice anche il Governo italiano che gli d il permesso di partire. Anche se non potremmo per Costituzione. Anche se non vorremmo. Anche se nessuno ci ha dichiarato formalmente guerra. Senza motivo e senza obiettivo. Senza necessit. Senza dignit. (Vedi anche: http://antoniomazzeoblog.blogspot.com/2019/01/i-droni-di-sigonella-per-le- strategie.html) Non curioso che due tra le tematiche pi rilevanti, due tra le problematiche pi dense di conseguenze per gli abitanti del territorio italiano: emergenza ambientale e presenza di basi straniere, queste usate per fare le guerre intraprese dalla potenza armata pi forte del mondo, cio gli USA, siano sostanzialmente e serenamente ignorati dai principali e meno principali mezzi di divulgazione? Sottovalutiamo il problema o abbiamo un altro tipo di problema?..." https://ilmioluogo.me/2019/01/21/guerra-e-ambiente-nellantropocene/ IMPORTANTE SENTENZA CASSAZIONE SU "POTENZIALE CONTAMINAZIONE" DOVUTA A CAVA Sentenza depositata in data 6 novembre 2018 in cui la Corte di Cassazione, riferendosi anche alla giurisprudenza in corso di progressiva definizione in materia, ha affermato che "il riferimento alla definizione di sito 'potenzialmente contaminato' non valga () ad escludere () la prova indiziaria della contaminazione" nonch "con riguardo al reato di inquinamento ambientale, debba invece affermarsi il principio secondo cui il delitto di danno previsto dall'art. 452-bis cod. pen. () ha quale oggetto di tutela penale l'ambiente in quanto tale e postuli l'accertamento di un concreto pregiudizio a questo arrecato, secondo i limiti di rilevanza determinati dalla nuova norma incriminatrice, che non richiedono la prova della contaminazione del sito" n la "tendenziale irreversibilit del danno". Cass., Sez. Pen. III, Sent. n. 50018/2018: http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snpen&id=./20 181106/snpen@s30@a2018@n50018@tS.clean.pdf "ARCHIVIATO. L'OBBLIGATORIET DELL'AZIONE PENALE IN VALSUSA" E' ON LINE! https://www.youtube.com/watch?v=Ev7Sa-cuz5w "Archiviato il film pi visto da chi ha cuore la giustizia e pi osteggiato da chi lavora nel campo della legge. Il pi vietato negli ambiti della magistratura Il film che ha fatto scandalizzare i "democratici" perch presentato senza contraddittorio Il film che nonostante gli inviti a giudici e magistratinon ha mai visto nessuno accettare per un contraddittorio Il documentario pi puntuale e preciso sull'azione della procura torinese oggi coinvolta in una resa dei conti patetica 27 sett 18 NOTAV Info : "ARCHIVIATO IL FILM COMPLETO ONLINE" http://www.notav.info/post/archiviato-il-film-completo-online/ "UN VIAGGIO CHE NON PROMETTIAMO BREVE. 25 ANNI DI LOTTE #NOTAV " SCARICABILE GRATUITAMENTE in Pdf, ePub, Kindle IL LIBRO DI WU MING 1 "Un viaggio che non promettiamo breve uscito alla fine del 2016 e oggi, alla buon'ora, lo mettiamo a disposizione in download gratuito, senza DRM, in quattro diversi formati https://www.wumingfoundation.com/giap/2018/10/scarica-un-viaggio-che-non-promettiamo- breve/#more-35137 SCARICA "UN VIAGGIO CHE NON PROMETTIAMO BREVE": ePub Kindle (Mobi) Kindle (azw3) Pdf https://www.wumingfoundation.com/italiano/Wu_Ming_1- Un_viaggio_che_non_promettiamo_breve.pdf ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/) 16 genn 19 FQ : "TAV, ALCUNI MEDIA TIFANO PER IL S. ORA TORINO HA DAVVERO UN'ARIA IRRESPIRABILE Fabio Balocco In Piemonte c' un problema grosso di informazione, molto grosso. Alcuni organi che oramai io definisco di "disinformazione" forniscono tutti una versione partigiana del problema dell'alta velocit Torino-Lione. Meglio, non forniscono neppure notizie: fanno il tifo. Ovviamente a favore della realizzazione della linea, i cui lavori, lo ricordo, non sono mai iniziati, posto che quello che si iniziato solo un tunnel geognostico.. E gi, perch l'opera rappresenterebbe il progresso, e si va a scomodare il movimento luddista che vi si opponeva (a proposito, Molinari sa che il potere quella rivolta la soffoc nel sangue?). Si sa, sono progresso in generale le grandi opere, perch progresso dare lavoro per realizzarle, non certo perch siano utili, come ricorda il collettivo Wu Ming: "Le 'grandi opere' servono solo a chi le costruisce, l'importante far girare avanti e indietro i camion del 'movimento terra' e far girare le betoniere, come spiedi su un fuoco spento. Farle girare a ogni costo. Tanto, mentre i profitti sono privati, le perdite le paghiamo tutti. Un capitalismo morto-che-cammina, con la carne che si disfa, simile a fanghiglia, e un tanfo di marciume che si sente da lontano, ma tutti lo respirano facendo gli gnorri". Beninteso, non la prima volta che alcuni mass media fanno il tifo anzich, appunto, informare. Tutta la vicenda Tav stata sostenuta in questi almeno ultimi dieci anni da La Stampa, da Repubblica, ma anche dal Tg3 nazionale (e da quello regionale pure) a favore dell'opera. Coerentemente con la loro matrice di sinistra.." https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/16/tav-alcuni-media-tifano-per-il-si-ora-torino-ha- davvero-unaria-irrespirabile/4898783/ 18 genn 19 Next : COS DI MAIO SI PREPARA A GIOCARSI IL POSTO SULLA TAV Il tentativo di mediazione con la Lega sull'Alta Velocit sospeso. Perch nel M5S c' chi non accetterebbe una sconfitta. E tra i pi arrabbiati ci sono Grillo e Di Battista Alessandro D'Amato Ora che tra Lega e M5S sulla TAV (cos come sulle trivellazioni) lo scontro aperto ed arrivato persino alla proposta di referendum, si scopre che Di Maio sulla TAV si gioca non solo la faccia (per quella non c' problema, citofonare TAP per i dettagli) ma anche il posto. Racconta Annalisa Cuzzocrea su Repubblica: Il problema non sono i singoli parlamentari, che pure sarebbero pronti forse per la prima volta a dare battaglia: il senatore torinese Alberto Airola ha detto e ripetuto che un s alla Tav comporterebbe il suo immediato abbandono del M5S (che sui numeri, a Palazzo Madama, non pu certo scialare). Il problema che Luigi Di Maio ha capito e ha dovuto spiegare al presidente del Consiglio che sulla Tav a rischiare prima di tutto lui. Perch Beppe Grillo stato cristallino: Non s'ha da fare. Il fondatore del Movimento 5 stelle stato indagato e condannato in primo grado a 4 mesi senza condizionale (condanna poi prescritta) per aver violato i sigilli della baita-presidio dei contestatori della Torino-Lione a Chiomonte. Quel giorno, il 5 dicembre 2010, simbolicamente cominciata la sua avventura politica. E Grillo, per quanto distante, tra una conferenza a Oxford e uno spettacolo a teatro, ha ancora nello statuto del Movimento un grande potere. Sancito dal comma E dell'articolo 7, che recita: Il Capo Politico pu essere sfiduciato con delibera assunta a maggioranza assoluta dei componenti del Comitato di Garanzia e/o dal Garante, ratificata da una consultazione in Rete degli iscritti.." https://www-nextquotidiano-it.cdn.ampproject.org/v/s/www.nextquotidiano.it/di-maio- tav/amp/?_gsa=1&amp_js_v=0.1#referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&_tf=Da%20%251 %24s&ampshare=https%3A%2F%2Fwww.nextquotidiano.it%2Fdi-maio-tav%2F 18 genn 19 FQ : "IL 'PICCOLO TAV' UNA CAZZATA. IL M5S STIA ATTENTO: SPARIREBBE" Alberto Perino - Il leader del No: "Resterebbe il tunnel, cio l'opera pi devastante. Sono 30 anni che lo diciamo: non ci sono mediazioni" Andrea Giambartolomei "Non esistono mediazioni. Sono trent'anni che lo diciamo". Alberto Perino, 73 anni tra pochi mesi, leader storico dei No Tav, non vuole credere al possibile progetto low cost che la Lega vorrebbe portare avanti per convincere il M5S a cambiare idea sulla Torino-Lione. E tira fuori tutta l'insofferenza del movimento. Che ne pensa dell'idea di un Tav "pi piccolo" con risparmi sulla tratta italiana? una cazzata. Non capisco quale sia la novit. Gli 8 miliardi di euro di costo valgono soltanto per il tunnel di base. Quello non cala. Non solo. L'opera pi devastante dal punto di vista economico e ambientale proprio il tunnel di base. Questo un tentativo di far passare dalla finestra quello che non entrato dalla porta e la Lega sta cercando di recuperare dei soldi per pagare i propri debiti. sempre stata coi padroni e a favore delle grandi opere, che servano o no. Esiste la possibilit di fare un progetto a basso costo? No, non esiste. E cosa vuole dire? Vogliono fare un binario solo? Vogliono fare un tunnel solo anzich le due canne? Ma poi, fatto il tunnel tra 20 anni, fuori rimarrebbero delle linee vecchie. La Francia ha gi fatto sapere che fino al 2038 non considerer neanche l'ammodernamento della linea da Lione a Saint Jean De Maurienne (all'inizio del tunnel, ndr). Mi sembra una stronzata e qualcuno gli d credito anche tra i 5 Stelle. Molti di loro non sono informati e non hanno studiato. Noi abbiamo fornito la nostra collaborazione, ma molti incontrano solo Mario Virano (ex commissario di governo alla Torino-Lione e direttore di Telt, ndr) e ascoltano la balla delle penali da pagare, che non esistono." https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/01/18/il-piccolo-tav-e-una-cazzata-il-m5s- stia-attento-sparirebbe/4905773/ 19 genn 19 Manifesto : "LA TRAPPOLA DEL DEBITO SULLE GRANDI OPERE di Marco Bersani Il prossimo 23 marzo si terr a Roma un'importante manifestazione nazionale "contro le grandi opere inutili e per la giustizia ambientale" Si tratta di un importante appuntamento per tutte le realt che, in ogni angolo del paese, sono in lotta per un altro modello di societ, che parta dal riconoscimento dei beni comuni e della democrazia partecipativa. Una necessit ancor pi impellente, vista la realt del cambiamento climatico in atto e l'incapacit delle elite politiche e dei governi di prenderne atto, invertendo la rotta. In tema di grandi opere, c' un aspetto che non viene sufficientemente sottolineato: la loro funzione di alimentazione della trappola del debito. E' infatti significativo come l'alto debito pubblico, agitato dai governi ogni volta che si tratti di fermare una rivendicazione di lavoro, reddito e servizi, sia invece completamente rimosso quando si parla di grandi opere. Qual infatti il meccanismo finanziario che sottende la realizzazione delle grandi opere? La famosa finanza di progetto, basata sul partenariato pubblico-privato. Partendo dal fatto che gli enti pubblici non possono investire perch i vincoli di bilancio non lo permettono, si affida la concessione ad una societ di diritto privato con capitale interamente pubblico, la quale affida l'esecuzione dell'opera ad un contraente generale (il privato) che elabora il progetto esecutivo e conduce a termine i lavori. In questo schema, i cosiddetti investimenti del privato possono contare sulla totale garanzia del "pubblico", senza la quale gli imprenditori non potrebbero rientrare dei loro investimenti e gli istituti bancari non concederebbero i finanziamenti." https://ilmanifesto.it/la-trappola-del-debito-sulle-grandi-opere/ 18 Genn 19 Piceno Oggi : "LA VERIT SULL'OLIVA ASCOLANA CHE VA A LIONE CON LA TAV (MA MANCO ARRIVA A SAN BENEDETTO) Non esistono oggi collegamenti ferroviari con treni merci n da Ascoli verso la costa n a San Benedetto; i produttori utilizzano soltanto corrieri merci. Inoltre per le spedizioni delle olive all'estero difficilmente si ricorre al prodotto fresco. Ben altri sono i problemi della logistica e del trasporto nel Piceno. Le parole pronunciate dal sindaco di Ascoli Guido Castelli a Torino, alla manifestazione S Tav dello scorso 12 gennaio, a favore delle videocamere della trasmissione di Rai Uno "Porta a Porta", hanno innescato un dibattito che, come al solito in epoca social, sfocia spesso nell'ironia. "Se un'oliva tenera ascolana vuole arrivare a Lione ha bisogno di arrivarci presto, bene, e a condizioni economiche ridotte" le parole di Castelli. Ora, ricordando che l'opera Tav riguarda appunto il trasporto merci da Torino a Lione e viceversa, le stime parlano di un risparmio di tempo di trasporto, in caso di costruzione dell'opera, variabile tra 20 e 40 minuti. L'OLIVA ASCOLANA NON ARRIVA NEANCHE A SAN BENEDETTO Non sappiamo se la cosa suoner strana al primo cittadino ascolano, ma occorre informare tutti i lettori che al momento la spedizione via treno di qualsiasi tipo di merce, Oliva Tenera Ascolana Dop compresa, impossibile da Ascoli Piceno." https://www.picenooggi.it/2019/01/17/62881/la-verita-sulloliva-ascolana-che-va-a-lione-con-la-tav- ma-manco-arriva-a-san-benedetto/ 19 genn 19 Pressenza : "MA PERCH VOGLIONO FARE LA TORINO-LIONE ? Olivier Turquet ..Ma c' un altro aspetto, pi terra terra, che corrisponde alla piega che le questioni economiche hanno preso negli ultimi 50 anni, pi o meno: l'avanzata della speculazione finanziaria e il suo dirigere la politica e l'economia dalla seconda met del XX secolo ad ora. L'economia si andata sempre pi finanziarizzando e concentrando: sono anni che i guadagni sono sempre meno reinvestiti in produzione e se ne vanno sempre di pi verso la speculazione finanziaria; allo stesso tempo sono sempre di pi le fusioni e concentrazioni di aziende: sempre pi potere, sempre in meno mani. E queste mani hanno un solo semplice interesse: il profitto. Le Grandi Opere si inseriscono a meraviglia in questo processo: quando si mettono in moto ci sono banche (che sono il braccio armato della speculazione finanziaria) che prestano soldi (a privati o a governi, che importa) per la realizzazione della Grande Opera; questa messa a disposizione un guadagno in s dato che non c' alcun rischio perch quei soldi in qualche modo torneranno indietro sia che l'Opera si faccia sia che non si faccia. Nel caso peggiore c' sempre un governo (di qualunque colore) che "salva" la banca "nell'interesse dei risparmiatori". E qual l'altro innegabile vantaggio della Grande Opera? Che muove un sacco di soldi: un sacco di soldi un sacco di vantaggi. Perch, per esempio, non si investe e si incentiva il settore del fotovoltaico che potrebbe ancora risolvere ecologicamente i problemi energetici? Perch il fotovoltaico comporta diffusione sul territorio, pochi soldi distribuiti tra la gente; tentarono di fare "centrali solari" parecchi anni fa in California e si resero conto che una "Grande Opera Solare" era un'assurdit e perfino poco conveniente ed efficiente. Meglio Grandi Opere, tanti soldi, molto tempo per realizzarle (tanti buoni interessi) e sicurezza di vincere comunque. Distruggono l'ambiente, sono pericolose per la salute, non risolvono i problemi che dicono di risolvere? Che importa, l'importante il profitto che producono per quei due gatti che ci devono guadagnare e che distribuiranno, magnanimi, qualche spicciolo e un pochino di potere ai lacch che appoggeranno la causa. Ai quali l'incarico di trovare gli argomenti economici ed ideologici per giustificare la faccenda." https://www.pressenza.com/it/2019/01/ma-perche-vogliono-fare-la-torino-lione/ 19 gen 19 Giornaledibrescia : "IRRUZIONE AL CONVEGNO: DASPO URBANO PER 13 NO TAV .Gioved alcuni membri del Coordinamento No Tav e del Collettivo Gardesano Autonomo sono entrati nella sala Celesti del municipio di Lonato per denunciare la devastazione del Tav con tutto il carico di espropri del suolo agricolo - spiegano gli attivisti - e puntare il dito contro la Lega, locale e nazionale, ricordando le sue responsabilit politiche riguardo alla possibile approvazione della linea alta velocit: siamo stati respinti sia verbalmente, sia fisicamente. Respinti, perch molesti: Hanno disturbato il convegno in corso promosso da Coldiretti - si legge in una nota diffusa dall'amministrazione comunale -. Il loro ingresso, pronunciando frasi sulla vendita dei terreni per la costruzione della Tav ed esibendo striscioni e bandiere, ha tediato le circa duecento persone in sala e ostacolato il regolare svolgimento dell'incontro. Gli agenti della Polizia locale e alcuni Carabinieri sono dovuti intervenire per ristabilire la calma e liberare l'ingresso.. Per 48 ore non potranno avvicinarsi all'area fieristica e dovranno pagare una sanzione di cento euro ciascuno." 21 genn 19 Qui Brescia : "BASTA VELENI: SOLIDARIET AI COMITATI NO TAV .Oggi oltre ad esprimere la nostra solidariet a tutti e tutte le persone colpite dal Daspo urbano vogliamo sostenere la campagna di raccolta fondi per coprire le spese delle multe tramite bonifico o ricarica Poste Pay con la causale "CASSA DI RESISTENZA" IBAN: IT68M0760105138214070114075 Numero carta POSTE PAY: 5333 1710 1589 6042 intestato a DANIELE NOTTEGAR." https://quibrescia.it/cms/2019/01/21/basta-veleni-solidarieta-ai-comitati-no-tav/ 20 genn 19 Genova 24 : "DE FERRARI, SOLO 200 PERSONE ALLA MANIFESTAZIONE PER GRANDI OPERE E SVILUPPO: UN MINUTO DI SILENZIO PER IL SINDACO DI DANZICA Gli organizzatori: "Partecipazione scarsa, ma sbagliato parlare di fallimento di Katia Bonchi Genova. Il momento pi partecipato e stato l'applauso e il minuto di silenzio per il sindaco di Danzica, ma la manifestazione a favore di grandi opere e sviluppo organizzata da "Riprendiamoci Genova", "Emergente" e "Che l'inse" stata decisamente un flop. Vuoi per l'orario infelice (dalle 12 alle 13 di domenica) vuoi per il messaggio forse non chiarissimo, tra chi da un lato ha chiesto di non essere bollato come S tav mentre uno grande striscione S gronda, s tav stato collocato a un lato di piazza De Ferrari, vuoi perch forse i genovesi non amano troppo la piazza, soprattutto se dietro a questa piazza non stato prima creato un momento ampio di confronto e dibattito. Fatto sta che in piazza De Ferrari oggi c'erano s o no 200 persone. C'era come annunciato il deputato e coordinatore di FI Biasotti, l'assessore Arianna Viscogliosi, c'era un po' di gente del Pd, c'erano tre sindaci (Albenga, Vado e Serra Ricc) e un po di curiosi. Anche due delle madamine torinesi sono venute a Genova con il loro fazzoletto arancione a dare supporto, ma il risultato stato, come hanno ammesso gli stessi organizzatori "una partecipazione scarsa, al di sotto delle aspettative"." https://www.genova24.it/2019/01/de-ferrari-solo-200-persone-alla-manifestazione-per-grandi- opere-e-sviluppo-un-minuto-di-silenzio-per-il-sindaco-di-danzica-211429/ 17 genn 19 Internazionale : "I MIGRANTI RISCHIANO LA VITA ATTRAVERSO LE ALPI Annalisa Camilli, .Nella sala d'attesa della stazione di Oulx, Ouattara, Tour e Camara incontrano due volontari italiani. A turno, tutte le sere i volontari presidiano la stazione, alcuni arrivano da Torino, altri dai paesi della valle. Si tratta di accogliere i migranti alla stazione, distribuire i vestiti e gli scarponi raccolti dalla rete dei volontari e infine farsi una chiacchierata con loro per spiegare i pericoli della montagna."Danger", c' scritto su un volantino di carta blu che tutte le sere i volontari distribuiscono alla stazione. Le informazioni sono tradotte in diverse lingue. A Oulx ci sono due dormitori: uno gestito dai salesiani a pochi metri dalla stazione che funziona solo di notte e un altro, aperto anche di giorno, gestito dagli attivisti no border, in una casa cantoniera occupata. Nel 2018 circa cinquemila persone hanno attraversato la frontiera italofrancese passando da Bardonecchia e dal Colle della Scala, mentre almeno tre persone sono morte lungo la traversata a causa dell'ipotermia o perch si sono perse o sono cadute in un crepaccio. Da qualche mese il valico del Colle della Scala sembra meno frequentato dai migranti, nonostante ci sia meno neve rispetto all'anno passato. Invece ogni notte tra le dieci e le quindici persone sono soccorse sui sentieri che collegano Claviere, in Italia, al valico del Monginevro, in Francia. " tutto molto imponderabile: certi giorni non arriva nessuno, mentre certe notti ospitiamo anche quindici ragazzi nel dormitorio dei salesiani", afferma Massara." https://www.internazionale.it/reportage/annalisa-camilli/2019/01/17/migranti-alpi-claviere-francia 18 genn 19 Torino Oggi : "CONCERTINO DAL BALCONCINO: INIZIATO IL PROCESSO A TORINO Daria e Maksim in aula: " un attacco alla cultura, politica grande assente" "Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone". il reato contestato dalla Procura di Torino a Maksim Cristan e Daria Spada, i due artisti ideatori del "Concertino dal balconcino", un evento che si teneva ogni domenica, dalle 17 alle 18, in via dei Mercanti, nel cuore del Quadrilatero romano, direttamente dal balcone di casa della coppia, dove negli anni si sono esibiti circa un migliaio di artisti. Stamattina Daria e Maksim si sono presentati in tribunale per la prima udienza del processo, subito rinviato al 12 marzo. "Quando lo Stato processa gli artisti sempre un momento delicato - dice Maksim - ma oggi il grande assente la politica. Sia la giunta precedente che l'attuale non hanno fatto nulla a favore della nostra iniziativa, anzi il Comune di Torino ci ha danneggiato con molte sanzioni. Probabilmente non hanno mai ritenuto che questa piccola iniziativa culturale dal basso meritasse interesse"." http://www.torinoggi.it/2019/01/18/mobile/leggi-notizia/argomenti/cronaca-11/articolo/concertino- dal-balconcino-iniziato-il-processo-a-torino-video.html LA CONFINDUSTRIA CONTINUA LA SUA AZIONE DI ALLARMISMO E DI PRESSIONE SUL GOVERNO SU OGNI TENTATIVO DI FERMARE OPERE DEVASTANTI IN ITALIA: 22 genn 19 Sole 24 ore : "TRIVELLE. QUANTO COSTA IL NO. IL RISCHIO ARBITRATI. E NASCONO I CASCHI GIALLI di Jacopo Giliberto Mentre nascono i "caschi gialli", che vogliono protestare a tutela delle risorse nazionali, e si fanno i conti di quanto pu costarci la manovra no triv del Governo, nel frattempo comincia al Senato l'iter parlamentare del decreto Semplificazioni nel quale sono attesi tre emendamenti no triv. I parlamentari vogliono verificare se la battaglia contro l'uso dei giacimenti nazionali ammissibile all'interno del decreto Semplificazioni oppure se fermare le attivit di estrazione di metano e petrolio in Italia non ha niente a che fare con il tema delle semplificazioni burocratiche al centro del decreto. La maggioranza si divide. passata l'ammissibilit e ora il testo va all'esame della quinta commissione Bilancio del Senato, in vista di un possibile esame al Consiglio dei ministri. Obiettivo di questi emendamenti, due dei quali proposti dal Movimento Cinque Stelle che spinge co

About Rete Ambientalista Al

Movimento di Lotta per la Salute, l'Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

×

Modal Header

Modal body